Viaggio nell’area Snia di Varedo: ecco cosa abbiamo visto nella città fantasma. Sul Giornale di Desio in edicola oggi, martedì 25 settembre, un ampio servizio sul  nostro sopralluogo insieme al sindaco Filippo Vergani

Viaggio nell’area Snia di Varedo

La città fantasma è un grosso buco nero nel cuore di Varedo. Inghiotte disperati e delinquenti, sia italiani che stranieri, ammassando degrado, desolazione e pericoli. Cristallizzando lo sviluppo della città che nei suoi piani per il futuro non può prescindere da questa landa desolata di 600mila metri quadrati di cimitero industriale.

L’appello al ministro Salvini

Siamo entrati nell’area Snia insieme al sindaco  Vergani, al suo vice Fabrizio Figini, al consigliere regionale della Lega Alessandro Corbetta accompagnato da un funzionario della Regione. «Vorrei che venisse a vedere la realtà di quest’area il ministro Matteo Salvini o il sottosegretario Molteni» è l’invito del primo cittadino, stufo del degrado e dei rischi per la sicurezza. Ci hanno scortato Polizia locale e carabinieri, perché quelle fabbriche che cadono a pezzi sono anche il fortino di malintenzionati.

Leggi anche:  Grosso ramo si spezza e crolla su un'auto in sosta

Sul Giornale di Desio in edicola oggi, martedì 25 settembre, vi mostriamo quello che abbiamo visto nella vasta area industriale dismessa e vi raccontiamo chi abbiamo incontrato