Nuova incursione nel vecchio ospedale di Vimercate.  Ma questa volta non si tratta dell’ennesimo caso di vandalismo.

Il video realizzato da un 19enne

A entrare nella struttura, chiusa dalla fine del 2010, è stato un videomaker, Jonny Polotto, 19 anni, che con la sua telecamera è riuscito a girare liberamente in tutti i reparti del monoblocco centrale spingendosi fin dentro i depositi.

E proprio qui ha scoperto documenti e carte, anche recenti, arrivando a ipotizzare che la vecchia struttura possa essere utilizzata come deposito ancora oggi.

Il ragazzo, residente nel Comasco, è riuscito ad entrare anche nell’obitorio, una struttura a cui è possibile accedere solo attraverso un secondo ingresso, quello di via Cereda.

Qui la replica del direttore Nunzio Del Sorbo dopo l’incursione e il video diffuso in rete

Documenti importanti accessibili a tutti

Un caso destinato a sollevare non poche polemiche. Già in passato infatti più volte erano stati segnalati strani ingressi nella struttura abbandonata, luci accese in piena notte, vandalismi. Ora il video del 19enne conferma non solo che accedere alla struttura è quanto mai semplice ma anche che al suo interno sembrerebbero essere custoditi documenti importanti, a questo punto accessibili a chiunque.

Il racconto del giovane

Nel video il 19enne racconta per filo e per segno quando ripreso dalla videocamera. Raggiunto dalla nostra redazione, ha raccontato ulteriori particolari.

Leggi anche:  Omnicomprensivo al freddo: 1500 studenti a casa

“Sono un videomaker e già da qualche anno mi occupo di raccontare, entrandoci, alcuni luoghi abbandonati – ha spiegato – la scorsa estate, proprio grazie ad un pezzo di giornaledimonza.it, ho saputo del vecchio ospedale di Vimercate, in stato di abbandono. E così la scorsa settimana ho deciso di verificare di persona. Preciso che per accedere alle strutture non ho violato alcuna serratura né scavalcato cancelli. Sono entrato da una serie di porte aperte. E già questo credo che sia un aspetto grave della vicenda”.

Jonny racconta poi quanto ha trovato all’interno:

“In questi anni ho visto diversi posti abbandonati, ma mai mi ero imbattuto in una struttura pubblica con all’interno ancora così tanto materiale – ha raccontato ancora – C’erano letti, macchinari diagnostici e, soprattutto, un deposito con documenti anche molto recenti, alla portata di chiunque. Naturalmente non li ho aperti, ma non posso escludere che si fossero anche documentazioni personali con dati sensibili”.

La notizia del video-denuncia realizzato dal 19enne è naturalmente giunta anche alla direzione dell’Azienda socio sanitaria territoriale di Vimercate. E’ atteso un comunicato di replica e precisazione rispetto a quando mostrato nel filmato.

Ecco il filmato integrale