Villasanta piange un grande artista, scultore, insegnante di pianoforte e barbiere. Quattro vite vissute tutte in una. Si è spento oggi, martedì, nella sua abitazione di via Sauro a Villasanta, l’89enne Luigi Levati.

Nelle sue bellissime e innumerevoli opere realizzate nella sua vita, Levati ha lasciato idealmente il testamento spirituale di un uomo appassionato per l’arte e per il bello, una vera una perla nascosta dell’arte locale.

Una vita piena e intensa

Per una vita intera Levati è stato scultore.  Una passione che ha coltivato praticamente da sempre insieme alla musica classica, suo primo grande amore. Così, mentre aiutava il fratello nella bottega da parrucchiere Levati creava le sue splendide opere.

Dai bronzi ai gessi alla creta, l’artista ha tradotto in forma tutto ciò che lo emozionava.

La prima ispirazione nacque dalla musica

Nato nel 1930, il 20 di ottobre, Levati ha sempre lavorato sin dagli anni Sessanta quando, come egli stesso aveva raccontato qualche anno fa al Giornale di Vimercate, aveva iniziato a “pasticciare un po’”. La prima ispirazione nacque proprio dalla musica.

Leggi anche:  Schianto contro un camion: 59enne in ospedale

L’intervista che Levati rilasciò al Giornale di Vimercate

“Realizzai il volto di Verdi – aveva raccontato Levati al Giornale di Vimercate- i grandi compositori tornano spesso nelle mie opere. Poi va a seconda dei periodi. Ho fatto sculture ispiratemi dallo sport, dal ciclismo al calcio, ma anche ai fatti di cronaca come la guerra del Vietnam. Il ritratto di mio cugino, che avevo conosciuto ed era una persona straordinaria, l’avevo fatto moltissimi anni fa. In questi ultimi mesi, vista la mia età, ho cominciato a pensare che è ora che queste opere lascino la mia casa. Così ho donato al Comune la scultura di Ambrogio affinchè venga ricordato e possa servire di ispirazione”.

Giovedì le esequie

Le esequie del’89enne verranno celebrate giovedì pomeriggio, alle ore 15.30, nella chiesa di Sant’Anastasia.

Ampio servizio sulla vita dell’89enne lo potrete leggere sul Giornale di Vimercate in edicola a partire da martedì 21 gennaio 2020