Violentata in casa: arrestato stupratore. I Carabinieri rintracciano la chiamata e fermano l’aggressore.

Violentata in casa: arrestato stupratore

Sono riusciti a rintracciare la vittima dello stupro grazie alla geolocalizzazione del cellulare, che ha portato le Forze dell’ordine in un appartamento di Sesto San Giovanni, in zona Rondò. E’ accusato di violenza sessuale il cittadino peruviano di 43 anni (senza permesso di soggiorno e senza fissa dimora) finito in manette ieri sera, domenica. La donna di 35 anni avrebbe conosciuto l’aguzzino nel corso del pomeriggio. Poi, assieme, si sarebbero diretti nell’immobile che un tempo il 43enne aveva preso in affitto e del quale pare che avesse ancora le chiavi. Con loro una terza persona, un altro uomo, che la 35enne già conosceva. La 35enne avrebbe avuto un rapporto sessuale proprio con quest’ultimo. Quando il partner ha lasciato l’appartamento per una commissione, ecco allora che sarebbe scattato lo stupro da parte del 43enne.

La chiamata al 112

La 35enne sarebbe riuscita ad afferrare un cellulare per chiamare il 112. Ma lei, residente a Milano, non sapeva dove fosse ubicato quell’appartamento. Quando i militari l’hanno raggiunta, la donna aveva ferite riconducibili alla violenza sessuale da lei denunciata. Anche il 43enne presentava segni e graffi compatibili con un tentativo di difesa da parte dell’aggredita.

Leggi anche:  Sfonda i vetri del municipio arrestato per tentato furto