Cesanese 80enne finisce nel fosso mentre addestra i piccioni.

80enne finisce nel fosso

Brutta avventura per un 80enne residente a Cesano Maderno che ieri mattina (mercoledì 14 marzo) è rimasto bloccato a Triuggio. Il cesanese ha raggiunto con la propria auto un campo in via Sant’Ambrogio, nella frazione di Tregasio, che ha individuato come zona adatta ad addestrare i sui piccioni. Un’operazione che svolge abitualmente per allenare i volatili prima delle gare, a trovare la strada di casa. A bordo aveva infatti tutte le gabbie contenenti gli animali.

L’incidente

Una volta liberati i piccioni, l’80enne è salito a bordo della sua auto e nel fare un’inversione di marcia è finito in un rigagnolo senza più riuscire a uscirne. Un pneumatico è rimasto sospeso. L’anziano è stato colto da una crisi di panico perché si era disorientato e non sapeva come uscire da questa situazione. Aveva con sé un cellulare ma non sapeva esattamente dove si trovasse. Fortunatamente in quel momento è passata una signora che stava camminando in compagnia dei suoi cani e ha notato l’anziano in difficoltà. L’uomo, tra l’altro, aveva attaccata anche la bombola dell’ossigeno che stava per esaurirsi.

Leggi anche:  Mostra e performance di arte contemporanea nella chiesa di San Biagio a Triuggio

Soccorso dalla Polizia locale

La donna ha pensato bene di allertare il comando di Polizia locale per spiegare la situazione. Dopo pochi minuti sul posto è intervenuto direttamente il comandante Giuseppe La Mendola, che insieme a due operai della vicina ditta Casiraghi, sono riusciti a rimettere in strada l’auto dell’addestratore. Sciolta la tensione, il pensionato si è abbandonato a un pianto liberatorio e non smetteva più di ringraziare sia la donna che ha allertato i soccorsi che il comandante di Polizia locale.

Il servizio anche sul Giornale di Carate in edicola martedì 19 marzo 2019.