Una notizia attesa da tempo da tutti i buongustai vimercatesi. Il Rise Live Bistrot, che con due spicchi su tre si è conquistato un posto sulla guida Pizzerie d’Italia del Gambero Rosso e la citazione sul Taccuino dei ristoranti d’Italia di Gatti e Massobrio, darà inizio dal mese di novembre al servizio di pizzeria da asporto.

La pizza del Rise da asporto

«Finalmente possiamo rispondere affermativamente alle centinaia di richieste che ci sono giunte in questi ultimi mesi – affermano Marco Locatelli, Giulia Battafarano e Mattia Besana, titolari della location vimercatese – Era da tempo che veniva chiesto di poter acquistare le nostre pizze con servizio da asporto, ma per via di alcuni accordi non potevamo esaudire questi desideri, oggi invece le cose stanno cambiando e, finalmente, la nostra specialità più richiesta, ovvero la pizza, può essere sfornata anche per tutti coloro che preferiscono pranzare o cenare a casa o in ufficio».

Non la solita pizza

Una notizia che sarà molto gradita dagli amanti della pizza del Rise, che non è la solita pizza. «Fin dai tempi del Paradiso della pizza – affermano i titolari – ci è sempre piaciuto sorprendere la clientela con
proposte innovative e curate sia dal punto di vista degli impasti, sia da quello delle farciture, ogni nostra pizza è preparata con ingredienti accuratamente selezionati e spirito innovativo. Ci piace proporre specialità anche gourmet che da un lato si richiamano alla tradizione, dall’altro stupiscono per la loro originalità».

Qualche esempio

Nel periodo autunnale il Rise propone la pizza con porcini, formaggio pecorino marchigiano e lardo di Colonnata Igp.
D’altra parte si sta confermando la crescente richiesta anche per la pizza ai quattro formaggi che guarniamo con un Latteria friulano da presidio Slow Food e lo Storico Ribelle, ovvero il Bitto nella sua versione storica e originale.

Gli impasti

Accanto agli impasti classici stanno riscuotendo consensi anche quello misto grano duro con semi, l’impasto integrale e quello ad alta idratazione con farina di grano tenero e farina di farro. Particolare l’impasto a cottura mista al vapore croccante fuori e morbido dentro, ottenuto da un mix di farina di grano tenero, mais e grano saraceno che richiama alla tradizione della polenta taragna. Tutti gli impasti sono ottenuti da farine macinate a pietra e lievito madre.

Il miglior rapporto qualità/prezzo

Tutta questa ricercatezza nella produzione di ogni specialità potrebbe far pensare a un locale nel quale i prezzi sono sopra la media di mercato.
«Invece non è così – affermano Marco, Giulia e Mattia – Al contrario da noi i prezzi sono sempre in linea con i prezzi praticati sul territorio. Chiaramente possono aumentare a seconda del costo delle materie prime. Il rapporto qualità/prezzo è ottimale anche per i piatti della cucina. Lavoriamo ogni giorno con l’obiettivo di proporre gli ingredienti più buoni e ricercati al prezzo più conveniente possibile. Prova ne sia che i nostri menù a mezzogiorno stanno incontrando crescente successo».

Leggi anche:  Lo spezzatino di carne è un must da non perdere

Al Rise a pranzo

Il locale da quando ha avviato il servizio a mezzogiorno sta facendo registrare un trend di continua crescita. «Siamo molto contenti del pranzo – precisa Marco – Stiamo infatti notando un sensibile incremento di clientela, evidentemente attirata dai nostri nuovi menù.
Chi preferisce la pizza ha la possibilità di ordinarne una a scelta tra quelle proposte, bevanda, acqua e caffè a soli 10 euro. Chi invece desidera il piatto unico comprendente primo, secondo e contorno, con bevanda, acqua e caffè inclusi nel prezzo, paga solo 15 euro.

Tempo di panettone

Chiudiamo ricordando che il forno del Rise si accende in questo periodo anche per cominciare a sfornare golosi panettoni artigianali.
«Dopo lo straordinario successo dell’anno scorso – concludono i titolari – eccoci a riproporre i nostri panettoni artigianali declinati in tre varianti. Classico secondo la tradizione meneghina, con pistacchio di Bronte e albicocche candite e al solo cioccolato del celebre maestro cioccolatiere Marco Colzani, prodotto nel suo laboratorio di Carate Brianza». Una dolcezza, tutta da assaggiare.

 

Informazione pubblicitaria