Consegnate le borse di studio in memoria di Mariuccia e Giovanni Terragni agli studenti meritevoli, ma la grande novità è la riapertura del bando.

“Barlassina attenta ai giovani”

Sabato sera a Palazzo Rezzonico a ricevere la borsa di studio da 400 euro è stata la studentessa Maryam Mukhtar, della scuola secondaria di primo grado, promossa con il punteggio di otto su dieci. “La consegna delle borse di studio è il terzo grande appuntamento in cui l’Amministrazione incontra i giovani dopo la consegna della Costituzione ai 18enni e il Consiglio comunale dei ragazzi. Barlassina si dimostra ancora una volta attenta ai giovani” afferma il sindaco Piermario Galli. che ha poi ringraziato Luigi Terragni “Nostro concittadino, che ormai da tre anni ha a cuore il futuro degli studenti barlassinesi con l’assegnazione delle borse di studio”.

Bando riaperto: aumentato limite Isee

La novità però è la riapertura del bando. A poter fare richiesta potranno essere sempre gli studenti residenti a Barlassina e che hanno ottenuto la valutazione complessiva e non inferiore di 8/10 e 75/100 agli esami di stato delle scuole secondarie. “E’ stato aumentato il limite Isee, portato da 20 mila euro a 30 mila – spiega l’assessore Stefania Terraneo – Il fondo complessivo è di 4mila e 600 euro, per sette borse di studio. Quattro da 400 euro per gli studenti della secondaria di primo grado e tre da mille euro per i diplomati delle superiori”. Le domande di ammissione sono prorogate entro e non oltre le 12 del 29 settembre. “Grazie all’Amministrazione per l’impegno nel sostenere questa iniziativa – commenta il dottor Terragni – I miei genitori mi hanno sempre ricordato che lo studio può permettere di realizzare i nostri sogni. Questo è il mio augurio a tutti gli studenti”.