Presentato ieri sera in Villa Tittoni il programma della 29esima edizione del palio degli zoccoli, rievocazione storica della battaglia di Desio. Alla presentazione erano presenti, oltre al sindaco Roberto Corti e all’assessore alla Cultura Giorgio Gerosa, anche Riccardo Battistel in rappresentanza del BancoDesio, il professor Alessandro Savelli del Collegio Pio XI e Roberto Nava, presidente del comitato organizzatore.

Con il palio rivive la tradizione

“Ormai il palio è diventato un momento tradizionale, in cui la città si raduna e si ritrova a tifare per la propria contrada. Credo questo sia il momento più bello” dichiara il sindaco Roberto Corti. “E’ incredibile come siano già passati 29 anni. Il pensiero va alle persone che in tutto questo tempo ci hanno aiutato a realizzare le varie edizioni” afferma Nava. Per l’occasione è stata anche premiata Eleonora Casati, studentessa del Collegio Pio XI, che ha realizzato il disegno del palio. “Per noi è un grande piacere partecipare al concorso “Un drappo per il palio”. I ragazzi mettono sempre grande impegno e fanno del loro massimo per realizzare il disegno più bello e significativo. C’è emozione, ma anche amarezza, visto che il liceo artistico va a concludersi e non so se riceveremo questo invito il prossimo anno” commenta il professor Savelli.

Leggi anche:  L’artigianato va in scena nel cuore della Valle d’Aosta

Griglia di partenza e programma

Dopo la consegna del premio ad Eleonora Casati, è stata estratta la griglia di partenza per le posizioni che ciascuna contrada dovrà assumere al via. Inoltre è stato spiegato il programma dell’evento. Appuntamento questo sabato per l’investitura dei maestri di contrada e per la promessa dei contradaioli, con un breve corteo che partirà alle 17 dal Collegio Pio XI per poi proseguire con una cerimonia in basilica. La grande festa sarà poi domenica 4 giugno, dalle 10 alle 20 con la fiera “Creart” in corso Garibaldi e soprattutto, alle 18, con la partenza da Villa Tittoni del corteo e la disputa del palio degli zoccoli in piazza Conciliazione.