Il giro dell’arte in 30 giorni: il successo del Vimercate Festival. Grande successo di pubblico per la seconda edizione del Vimercate Festival. Oltre 10mila infatti i partecipanti all’evento culturale che si è svolto lo scorso giugno. Ad alternarsi sul palco, il teatro, la musica e la letteratura per una rassegna artistica rivolta ad adulti e ragazzi.

Il festival

Promosso dall’Assessorato alla Cultura, il Festival ha animato ville, palazzi, piazze e parchi del centro storico di Vimercate con oltre 100 appuntamenti. Fra i protagonisti le musiche della Banda Osiris, dell’Orchestra di Piazza Vittorio e dei “Notturni” di Suoni Nobili. E ancora, le performance di Stefania Rocca, Laura Morante, Roberto Anglisani, Alessandro Pazzi e Antonio Rezza. Non sono manate le realtà locali come il “Corpo Civico Musicale”, lo “Sbaraglio”, la “Filodrammatica Orenese” e il gruppo “Fahrenheit”.

L’arte per tutti

Con le 10800 presenze contate, il Vimercate Festival ha quindi proposto un’arte davvero per tutti. Oltre agli appuntamenti di teatro e musica presso Palazzo Trotti e Villa Sottocasa, anche gli spettacoli per ragazzi e i laboratori rivolti ai più piccoli guidati da “Campsirago Residenza”, “delleAli teatro” e “Teatro Invito”. Ospiti d’eccezione anche presso la terrazza della Libreria “Il Gabbiano” per la IX Festa del libro e degli autori. Non è mancata la partecipazione del Must che con la sua mostra finale V_AIR 2018 Vimercate Art in Residence, dal 19 maggio al 1 luglio, ha esposto le opere dei sei giovani artisti vincitori del bando, proponendo visite guidate, laboratori per bambini e l’apertura gratuita e serale per il mese di giugno.

Leggi anche:  Muggiò: In arrivo da venerdì il Festival dello gnocco fritto

L’assessore

“E’ stata personalmente un’esperienza straordinaria vedere i cortili pieni di occhi sorridenti e luminosi di oltre 10.800 persone – ha commentato l’assessore alle Politiche Culturali Emilio Russo – Trenta giorni di viaggio vissuto in “apnea” tra teatro, musica, letteratura, arti visive. Ma l’abbraccio più forte e davvero commosso – ha continuato – va a tutta la città ed alla sua voglia e capacità di accogliere la nostra sfida per una Vimercate della cultura e dello spettacolo. Una partecipazione massiccia, ma sopratutto convinta ed entusiasta che invita il sottoscritto e tutta l’amministrazione – ha concluso l’assessore – a continuare sulla strada intrapresa, resa possibile da tutti coloro che a vario titolo hanno lavorato alla riuscita del Festival con grande passione e professionalità. Grazie a tutti, un buon lavoro, davvero. E non è poco!”.