Lissone, rifacimento completo del manto di copertura a tutela del patrimonio storico-culturale di Villa Baldironi-Reati e rimozione anche delle parti contenenti amianto.

Villa Baldironi-Reati: partiti i lavori

Hanno preso il via i lavori di riqualificazione della Villa già sottoposti al vaglio della Soprintendenza di Milano.

Nel 2017 era stato affidato l’incarico di progettazione dei lavori prevedendo dunque “l’urgente necessità di effettuare interventi di una ristrutturazione alla copertura per la tutela del bene di valore storico-artistico”.

Gli interventi

Un primo intervento di ristrutturazione risale al 2005. Negli anni, a seguito di eventi atmosferici violenti, si sono verificate infiltrazioni di acqua nel sottotetto della villa di via Fiume.

L’intervento era stato inserito dunque nel Piano triennale dei lavori pubblici con un impegno di spesa di ben 200mila euro.

Inoltre, durante i sopralluoghi, è stato rilevato che i coppi appoggiano su una ondulina che contiene fibrocemento con percentuale di amianto. La chiusura del cantiere è infine prevista per la fine del mese di giugno.

Leggi anche:  TREZZO anche Javier Zanetti tifa per Alessandro giovane calciatore della Tritium

La parola all’assessore

Soddisfatto, chiaramente, il commento del vicesindaco e assessore ai Lavori pubblici, Marino Nava.

Prima di tutto vogliamo salvaguardare un patrimonio della nostra comunità e abbiamo dunque ritenuto fondamentale impegnare una somma importante per evitare che la situazione interna potesse peggiorare.

La villa cinquecentesca, infine, conserva e custodisce dei preziosissimi affreschi, oltre alla vecchia cappella gentilizia dedicata alla Madonna Immacolata, sede della Combattenti e dei Marinai d’Italia.

Con l’aiuto dei cittadini vorremmo che questo fosse il primo passo per tornare a vivere la nostra Villa, straordinario luogo in cui arte e storia si fondono in un unicum dal fascino senza tempo.

Le immagini della Villa

© RIPRODUZIONE RISERVATA