Monza, celebrazioni per il 240° anniversario della Villa Reale: al via venerdì tanti imperdibili appuntamenti che si protrarranno fino alla fine dell’anno.

Il 30 giugno 1777, sul registro della “Fabbrica della Casa di Campagna di Sua Altezza Reale”, vengono annotate le mance elargite ai “maestri e manuali in occasione che si è messa giù la prima pietra della fabbrica”, insieme a 30 boccali di vino. Questo 30 giugno saranno trascorsi esattamente 240 anni.

I festeggiamenti per il compleanno della Villa

Il “Consorzio Villa Reale e Parco di Monza”, il “Centro Documentazione Residenze Reali Lombarde, gli “Amici della Musica”, la “Casa della Poesia” e l’associazione “Mnemosyne” promuovono una serie di iniziative culturali che si aprono con un primo momento celebrativo e proseguiranno poi a settembre, fino alla fine del 2017.

Il programma: si parte con l’annullo postale

Dalle 13.20 alle 20.30 presso il Meeting Point della Villa Reale, “Poste Italiane” effettuerà l’annullo postale delle due cartoline celebrative raffiguranti la facciata settecentesca di levante e lo spaccato longitudinale, così come rappresentate nelle incisioni  conservate nella storica Biblioteca degli Asburgo di Vienna, oggi Bildarchiv.

Il cofanetto con le due cartoline, di cui una affrancata con il bollo del bicentenario della morte di Giuseppe Piermarini e raffigurante anch’esso la villa, sarà in vendita a 10 Euro.

 

Le cartoline, a tiratura limitata, possono essere prenotate scrivendo a info@residenzerealilombarde.it

Alle 18 la visita ai luoghi piermariniani

Alle 18.00 l’appuntamento è presso la Scalinata di levante per la visita guidata alla scoperta dei luoghi piermariniani accompagnata dagli Arciduchi e dalla musica.

Leggi anche:  Giovane al volante di un bolide perde il controllo e investe un passante FOTO

Nella tarda primavera del 1777 Giuseppe Piermarini, coadiuvato da due giardinieri giunti appositamente da Vienna, avvia la sistemazione delle immediate pertinenze della “casa di campagna” dell’Arciduca Governatore della Lombardia Austriaca per farne un giardino degno delle migliori corti europee.

Debora Lo Conte, del “Centro documentazione Residenze Reali lombarde” accompagnerà i presenti a scoprire le tracce di un glorioso passato, ospiti della coppia arciducale che  intratterrà con momenti musicali.

Al Teatrino amori e dissapori

Alle 20.30, al Teatrino di Corte, “Amori e dissapori alla Corte di Ferdinando”, una lettura scenica curata dalla compagnia teatrale “La Sarabanda”: parole, contrasti e passioni dai Dispacci Reali e dai carteggi dell’epoca.

Al centro dello spettacolo le fasi costruttive della “casa di campagna” dell’arciduca Ferdinando e dei suoi imponenti giardini, caratterizzate dal discontinuo afflusso di finanziamenti e dal sottile gioco di rapporti familiari, tra dissidi e alleanze.

La prenotazione consigliata, con tessera associativa al costo di 10 euro.

Sarà presente il console austriaco

Le celebrazioni hanno ottenuto il patrocinio del “Forum austriaco di cultura” di Milano e sono state organizzate con la collaborazione del “Club Italia – Austria di Milano”, dell’associazione “Feste Galanti” e con il sostegno della “Consulta di Monza e Brianza per la Cultura e i Beni Culturali”.