Giovedì mattina si apre a Seregno la quarta edizione del “Pozzolino”, concorso pianistico internazionale riservato ai baby talenti del pianoforte. Trentatré i concorrenti provenienti da otto Paesi.

Trentatré concorrenti provenienti da tutto il mondo

Sono trentatré i concorrenti del concorso per pianisti di età compresa fra sei e diciassette anni. Provengono da otto Paesi: Bielorussia, Bulgaria, Croazia, Francia, Giappone, Polonia, Svizzera oltre all’Italia. Oggi, giovedì, all’Auditorium si aprono le  selezioni dei bambini e dei ragazzi divisi in quattro categorie per fasce di età. Fra le novità dell’edizione 2018 la collaborazione con la Fondazione nazionale “Carlo Collodi”.

“Un’occasione per promuovere la musica”

L’evento con cadenza biennale è nato nel 2012 dal concorso principale «Ettore Pozzoli». “Il Pozzolino è un’occasione per promuovere la musica come materia qualificante del percorso didattico-educativo dei bambini – commenta il sindaco, Alberto Rossi – Non serve necessariamente saper fare musica ma saperla ascoltare. Saperla apprezzare può contribuire a renderci più uniti, più solidali, più disponibili gli uni nei confronti degli altri».

Al pianoforte i brani del maestro Pozzoli

I baby pianisti si esibiscono sui brani composti dal maestro seregnese Ettore Pozzoli, oltre a un programma libero obbligatorio di venti minuti. Per i pianisti fra 15 e 17 anni è prevista anche l’esecuzione di uno dei cinque brani selezionati nel 2017 dal «Concorso di composizione», anch’esso ispirato al lavoro dell’illustre musicista. Il montepremi complessivo del concorso è di 10.300 euro tra premi in denaro, borse di studio e buoni acquisto.

Leggi anche:  Teschi umani in salotto, 35enne denunciato

Nomi eccellenti nella Giuria del concorso

Il giudizio sui  giovani pianisti spetterà a Pierre Reach, presidente di Giuria, insieme agli altri componenti Vincenzo Balzani, Aki Kuroda, Agnieszka Przemyk-Bryla e Barbara Tolomelli. Le selezioni sono aperte al pubblico con ingresso libero, da giovedì fino a domenica mattina in Auditorium. Domenica pomeriggio (alle 16) la finale in Auditorium, con ingresso gratuito ma prenotazione sul sito www.lauditorium.it