Milano è una di quelle città il cui centro rispetto alla periferia sembra piccolissimo. Eppure il cuore di Milano sorge proprio nel suo speciale centro città dove moda, cibo, arte e cultura si incontrano per ammirare il sontuoso Duomo. Milano è una metropoli in cui molti si trasferiscono per lavoro o per approfittare delle tante opportunità che offre. Per chi cerca appartamenti in vendita a Milano è doveroso conoscere almeno superficialmente tutte le zone e i quartieri che la compongono. Per questo oggi vedremo quali sono considerati i migliori quartieri per vivere e acquistare casa.

Il miglior quartiere? Repubblica!

Sembrerebbe che, stando al parere degli stessi milanesi, la miglior zona per vivere a Milano sia Repubblica, seguita da Stazione Centrale. Al secondo posto Umbria/Rogoredo vanno per la maggiore. C’è poi da considerare che se si desidera risparmiare qualcosina allora si dovrà optare per Baggio, Forze Armate e Quinto Romano, dove il costo al metro quadro va dai 1.500 ai 1.700 al mq 2 . La zona più cara e lussuosa è Centro Storico e Brera dove il metro quadro può arrivare a costare anche oltre ottomila euro. La seconda zona più cara di Milano, insospettabile, è Buenos Aires seguita da Indipendenza e Porta Venezia.
Quest’ultima è la più amata per la sua vivacità assieme a Repubblica, Stazione Centrale, Garibaldi, Isola, E Monumentale. Qui le soluzioni più scelte per l’acquisto sono sempre bilocali e trilocali dato che il loro costo è quasi pari ad un cinque vani di provincia.

Le zone preferibilmente da evitare?

Parlare di zone da evitare è un argomento complesso, specialmente in tema di appartamenti in vendita a Milano. Tuttavia se esistono classifiche delle zone più amate è vero anche che le persone hanno espresso pareri personali e soggettivi anche su quelle meno consigliabili e che riportiamo fedelmente. Queste zone sono considerate eccessivamente costose, poco sicure e poco pratiche per gli spostamenti e sono Quarto Oggiaro, Istria, Maciachini, Turro-Precotto, Fulvio-Testi, Missori-Santa Sofia e Musocco-Villapizzone. Qui il prezzo delle case sembra essere sceso vertiginosamente come anche il canone medio di affitto per cui, se pensi ad un investimento a lungo termine, forse queste zone non vanno prese in considerazione.
Il fattore sicurezza, infine, è un’altra delle variabili da prendere in considerazione, soprattutto se si desidera vivere il quartiere in totale serenità. Tra le zone percepite come meno sicure rientrano Quarto Oggiaro, Lorenteggio, Via Gola e Via Padova (detta NoLo da North of Loreto) che è un’area della città piuttosto degradata e che non brilla in termini di rendite sul mercato immobiliare.

Leggi anche:  Crisi Pozzoli, il caso approda in Regione

Conviene investire in appartamenti in vendita a Milano?

La risposta è assolutamente affermativa sia per vivere che per un investimento sul mattone destinato a fruttare dall’affitto. Se si considera anche che questo particolare momento storico è molto favorevole per investire su una casa, Milano è la città perfetta per far fruttare al meglio i nostri risparmi. Essendo una metropoli, difatti, offre opportunità maggiori rispetto alla norma ed è sempre la meta ambita di chi cerca fortuna, opportunità e realizzazione.