La società Bea – Brianza Energia Ambiente di Desio ha presentato una manifestazione d’interesse per una aggregazione con Gelsia Ambiente mentre Aeb Gelsia dialoga con A2A per una partnership industriale.

Bea interessata a Gelsia Ambiente

L’indiscrezione ha trovato conferma negli ambienti politici. Nei giorni scorsi Bea – Brianza Energia Ambiente, società di servizi con sede a Desio e proprietaria del forno inceneritore, ha presentato una manifestazione d’interesse per un’aggregazione con Gelsia Ambiente con riferimento al settore dell’igiene urbana.

L’ipotesi di partnership fra Aeb e A2A

La proposta di Bea rivolta a Gelsia Ambiente giunge nel momento in cui il gruppo Aeb Gelsia sta conducendo uno studio di fattibilità per una partnership con A2A, società di servizi quotata in Borsa di cui i Comuni di Milano e Brescia detengono la metà del capitale sociale.

Il sindaco Rossi: “Inaccettabile richiesta”

Il sindaco, Alberto Rossi, respinge al mittente una richiesta definita “inaccettabile, con una modalità singolare e inopportuna. Gelsia Ambiente non è in vendita”. Favorevole il primo cittadino di Desio, Roberto Corti, così come Luca Santambrogio, il presidente della Provincia di Monza e Brianza che è azionista al venti per cento della società Bea.

Leggi anche:  Prima crisi 2020: Pozzoli Food Spa ha chiesto il concordato preventivo

Tutti i dettagli della vicenda sul Giornale di Seregno e sul Giornale di Desio in edicola da domani, martedì 10 dicembre.

Torna alla home page.