Un convegno «che ha l’obbiettivo di fare sinergie per risolvere, con tempestività, i problemi della nostra gente e dei nostri territori». E’ questo l’intento di «Partenariato Pubblico – privato: la collaborazione tra Pubblico e Privato al servizio del territorio», in programma per venerdì 20 settembre, dalle 9 alle 13, al centro espositivo Lariofiere di Erba. Il convegno è stato presentato giovedì 12 settembre nella sede della Banca di Credito Cooperativo Brianza e Laghi di Alzate Brianza, alla presenza del presidente, Giovanni Pontiggia con Rinaldo Redaelli (nella foto di copertina), segretario generale di Anci Lombardia, e Martino Patteri, responsabile Public Finance di Iccrea BancaImpresa Spa.

Il ruolo di una banca territoriale

Un confronto che mira a dare un impulso e risposte concrete alle esigenze dei territori, come ha spiegato Pontiggia.

«Dietro a questa iniziativa, c’è il progetto di Bcc Brianza e Laghi che ha riflettuto sul suo ruolo di banca del territorio – così Pontiggia – Questo, rispetto a banche normali, deve significare essere partner di tutti gli enti, le associazioni, le imprese, le realtà e la gente comune per far sì che il territorio raggiunga un livello di sviluppo che rappresenti e coniughi la giusta valenza sociale in tutti i suoi attori. Questa è la prima di tante iniziative che Bcc vuole attuare a sostegno allo sviluppo del territorio – prosegue – Da qui il primo incontro sul partenariato pubblico – privato: riteniamo che il rilancio degli investimenti pubblici debba essere il primo passo per la ripresa economica, e per favorire questo passaggio ringraziamo Anci regionale che ha accolto la nostra proposta. E’ importante partire dalle piccole realtà e dai piccoli Comuni, che spesso hanno difficoltà, ma si deve uscire dalla logica che questi debbano ricorrere a mutui per gli investimenti pubblici. Ed è importante vedere le banche come soggetti fondamentali per lo sviluppo».

Rilancio dell’edilizia e del sistema Paese

L’incontro nasce dunque dalla convinzione che il partenariato pubblico-privato possa essere lo strumento migliore per il rilancio dell’edilizia e del sistema Paese.

«Al convegno interverranno relatori di eccezione, sindaci, per individuare, coinvolgendo enti locali, operatori economici, professionisti e mondo accademico, le migliori strategie culturali e operative su temi attuali come la dimensione comunale del partenariato pubblico privato. Si deve costruire il filo del confronto, non arroccarsi sul potere».

«ll partenariato pubblico-privato è lo strumento più efficace per velocizzare la possibilità di realizzare le opere – ha aggiunto Redaelli – Se si trovano percorsi standardizzati e indicazioni più chiare, il lavoro può essere più sereno ed efficace. Questo convegno vuole dare da una parte la possibilità agli amministratori di realizzare le loro idee, dall’altra ai funzionari per capire gli strumenti adeguati. A maggio, 1.000 Comuni lombardi hanno rinnovato le loro amministrazioni: a loro si indirizza la nostra attività. Questo è un punto di partenza molto importante».

«Iccrea è presente in 1.700 Comuni – ha sottolineato Patteri – Il convegno guarda ai piccoli Comuni nell’ottica di sensibilizzazione per servizi pubblici e il rilancio delle economie locali. Il rilancio delle economie locali passa dal dialogo tra pubblico e privato: e questo confronto deve superare le problematiche di dialogo ed essere uno strumento di confronto».