Fare squadra e lavorare in sinergia per risolvere i problemi e rispondere in maniera tempestiva alle necessità e alle domande del territorio. E’ questo il messaggio che è stato diffuso durante il convegno che si è svolto ieri, venerdì 20 settembre, presso i padiglioni del centro espositivo Lariofiere di Erba, dal titolo «Partenariato Pubblico – privato: la collaborazione tra Pubblico e Privato al servizio del territorio».

Convegno Bcc Brianza e Laghi

Giovanni Pontiggia con Rinaldo Redaelli

L’iniziativa è stata promossa dalla Banca di Credito Cooperativa Brianza e Laghi, in collaborazione con Iccrea BancaImpresa Spa, Ance, Anci Lombardia e Fondazione Ifel. I lavori sono stati aperti dal presidente della Bcc Brianza e Laghi, ingegner Giovanni Pontiggia. Al suo fianco Enrico Durante direttore generale Iccrea BancaImpresa Spa, Martino Patteri responsabile public finance Iccrea BancaImpresa Spa, Fabiano Sgheiz direttore commerciale Bcc Brianza e Laghi e Rinaldo Redaelli, segretario generale Anci Lombardia.

Collaborazione vincente tra pubblico e privato

Presenti in sala molti sindaci e amministratori del territorio a cui i relatori si sono rivolti.

«Questo evento è stato voluto per far conoscere il progetto di Bcc Brianza e Laghi che si ripropone come banca del territorio – ha spiegato il presidente Pontiggia – Ciò significa esser partner di tutti gli enti e sostenere così lo sviluppo dei territori. Il rilancio degli investimenti pubblici deve essere il primo passo per la ripresa economica e quindi occorre partire dalle piccole realtà come i nostri Comuni che spesso hanno difficoltà ad investire. Ecco che allora diventa fondamentale vedere nella banca il soggetto principale per lo sviluppo».

Un invito arrivato anche dal direttore commerciale Sgheiz.

«La nostra banca si è sempre posta al servizio delle famiglie e del terzo settore, ma esiste anche un terzo attore rappresentato dalle Amministrazioni: a loro ci appelliamo perchè capiscano che vogliamo essere presenti al loro fianco perché si possano avere ricadute positive sul territorio. Da qui bisogna ripartire, da questa forma di partenariato pubblico-privato per un rilancio dell’edilizia e nel complesso del sistema Paese».

Il pubblico presente in sala

Come sottolineato dal segretario di Anci Redaelli infatti:

«Questa forma di partenariato resta lo strumento più efficace per poter realizzare delle opere altrimenti difficilmente concretizzabili».

Durante il convegno è stata messa in luce la modalità in cui i soggetti finanziatori, quindi gli istituti di credito, possono attivare le nuove forme di partneriato e il contributo degli operatori economici alla realizzazione e gestione di opere pubbliche. Una collaborazione che è vantaggiosa perchè le banche, capofila del progetto, operano già una selezione delle imprese, prefinanziando completamente l’opera.

Leggi anche:  Coop Lombardia: ecco il nuovo calendario

Presenti anche i sindaci di Lecco e Como

Grande interesse ha catturato anche la trattazione di alcuni case history ispirati al partenariato pubblico-privato. Il primo, quello dell’impianto natatorio di Merate, caso emblematico in cui il privato si è messo la servizio del pubblico per realizzare una struttura sportiva. Altro caso concreto quello della scuola di Carate Brianza che ha visto il termine dei lavori nel 2013. Due esempi visibili che evidenziano il successo di una forte sinergia di collaborazione tra l’ente privato che ha sostenuto l’opera voluta dall’ente pubblico.

Tra i primi cittadini che hanno partecipato ai lavori della mattinata il sindaco di Lecco, Virginio Brivio, presidente di Anci Lombardia e quello di Como, Mario Landriscina.