La Banca europea per gli investimenti (BEI) sostiene il piano di sviluppo di Acsm Agam, la multiutiliy quotata alla Borsa di Milano attiva nel Nord della Lombardia (province di Monza, Como, Lecco, Sondrio e Varese).

Banca europea per gli investimenti

È stato perfezionato un finanziamento di 100 milioni di euro, con una durata fino a 16 anni, finalizzato alla realizzazione del piano di investimenti nel quinquennio 2019-2023 del Gruppo Acsm Agam.

Il prestito ha la garanzia del Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS), uno dei pilastri dell’Investment Plan for Europe, il Piano Juncker.

Nel dettaglio, i progetti sono tutti concentrati nei territori di riferimento del Gruppo, e riguardano il settore dell’ambiente, le reti idriche ed elettriche, le centrali idroelettriche, il teleriscaldamento, l’illuminazione pubblica, efficienza energetica e smart city, la sicurezza informatica. Gli abitanti complessivamente interessati dagli investimenti della multiutility lombarda sono circa 900.000.

Paolo Soldani

Sostegno per la multiutility Acsm Agam

Per il Gruppo Acsm Agam l’operazione rappresenta un importante contributo al consolidamento della propria struttura finanziaria, consentendo di allungare la durata media del debito a condizioni competitive, avviando la collaborazione con un primario operatore di riferimento internazionale, quale è la banca della UE.

Leggi anche:  Crisi Pozzoli Food: presentata interrogazione al Pirellone

Il Commissario europeo per l’economia, Paolo Gentiloni, ha detto:

“L’Europa investe per aumentare la qualità della vita dei cittadini. Grazie al prestito di 100 milioni di euro della Banca Europea per gli Investimenti, parte del cosiddetto Piano Juncker, Acsm Agam potrà continuare a migliorare alcuni servizi pubblici nella Lombardia settentrionale, a partire dall’illuminazione stradale e la distribuzione di acqua e di elettricità”.

Il Vicepresidente della BEI, Dario Scannapieco, ha commentato:

“Il finanziamento di progetti legati al risparmio energetico finalizzati a combattere i cambiamenti climatici è oggi la principale sfida della BEI, in quanto banca dell’Unione Europea. In questo caso, il piano di investimenti del Gruppo Acsm Agam punta a migliorare la qualità, l’efficienza e la sicurezza dei servizi forniti. Un progetto di punta, che mostra come l’Europa possa avere un impatto positivo sulla vita dei cittadini europei”.

Sottolinea Paolo Soldani, Amministratore Delegato di Acsm Agam:

“Dopo la realizzazione di un’importante operazione di aggregazione nei territori di riferimento e l’approvazione di un ambizioso piano industriale, avere oggi il sostegno di BEI per realizzarlo con un orizzonte di lungo periodo, rappresenta un ulteriore fondamentale passo per lo sviluppo del nostro Gruppo”.