Intervista al senior asset manager di Eurocommercial Properties Fabrizio Da Rin.

Carosello cresce

L’ampliamento del Carosello nasce da un’esigenza di crescere, stare al passo con i tempi e difendere la leadership di uno dei centri commerciali lombardi di maggiore attrattività e longevità. E così i vertici di Eurocommercial Properties, la società proprietaria del centro commerciale, hanno messo a punto un progetto articolato che prevede un investimento complessivo di 110 milioni di euro, un incremento delle attività commerciali da 115 a 140 negozi e una crescita occupazionale compresa tra le 300 e le 400 persone che andranno ad aggiungersi agli attuali 1.514 dipendenti.

Dal 2013 a oggi

«Di questo progetto ne abbiamo parlato per la prima volta nel 2013, ma la prima richiesta ufficiale, corredata da una bozza progettuale, è stata protocollata presso il Comune di Carugate nel 2014 – ricorda Fabrizio Da Rin, senior asset manager di Eurocommercial Proper- ties – Inizialmente l’ampliamento era previsto nella parte ovest del complesso, nel terreno ex Merlini, l’area di circa 38 mila mq tra il Carosello e la Tangenziale Est che avevamo acquistato appositamente. Questa soluzione però non ha incontrato i favori delle Amministrazioni locali e quindi abbiamo presentato una seconda opzione che prevede l’ampliamento nella zona sud-est vicino all’Autogrill, un’ipotesi che aveva incontrato il favore dell’Amministrazione comunali di Carugate, guidata dall’allora sindaco Umberto Gravina, e di Cernusco sul Naviglio, guidatadall’allora sindaco Eugenio Comincini. La Giunta Maggioni ha poi revocato l’atto di indirizzo a luglio dello scorso anno salvo poi deliberarlo nuovamente, dopo alcune modifiche progettuali e il nostro impegno su diversi punti, a fine gennaio di quest’anno, seguita da Cernusco che ha espresso parere favorevole poche settimane dopo, nel febbraio scorso».

Il parere della Regione

“Nella prima fase i tecnici di Regione Lombardia hanno esaminato a fondo tutta la documentazione: ci sono stati alcuni incontri in questi anni e finalmente il 3 ottobre scorso il sottosegretario Daniele Nava ci ha convocato al Pirellone – insieme ai sindaci di Carugate e Cernusco – per entrare nel merito del progetto. Mi è parso un incontro molto costruttivo, abbiamo riscontrato un atteggiamento positivo e una voglia di ascoltare e capire le motivazioni che ci hanno portato a presentare questa richiesta di ampliamento. Non c’è stata nessuna decisione, ma mi auguro che la riunione sia servita per gettare le basi per un dialogo proattivo e passare alla Conferenza dei servizi”. I tempi tutti da definire. L’auspicio di Eurocommercial sarebbe di aprire il cantiere alla fine del prossimo anno o all’inizio del 2019. “Non vogliamo mettere fretta a nessuno, ma semplicemente far presente che si tratta di una scelta tesa a difendere la nostra posizione sul mercato e le oltre 1.500 persone che lavorano con noi. Anche perché poi il cantiere durerà dai 18 ai 24 mesi”.

Leggi anche:  Recupero alloggi sfitti, riqualificazione conclusa per 69 interventi su 100

Il motivo dell’ampliamento

“Perché vogliamo crescere. I motivi ovviamente sono anche altri. Il primo è difensivo, a pochi chilometri da noi stanno nascendo tre nuovi centri com- merciali di grandi dimensioni: quello di Cinisello la cui realizzazione coinciderà anche con la nuova stazione della me- tro, quello dell’Area Falck a Sesto San Giovanni (Falcon Malls) e infine quello di Segrate (Westfield). Il secondo motivo tiene conto della crescita dell’e-commerce; Carosello oggi ha circa 9 milioni di visitatori all’anno e non può stare fermo se vuole continuare ad essere una delle destinazioni di maggiore attrattività”. Complessivamente stiamo parlando di 110 milioni, di cui circa 80 per la realizzazione dell’ampliamento e 30 di opere pubbliche e compensazioni. L’80% di queste opere private saranno affidate ad aziende locali.