La spesa da Iperal fa bene alle associazioni con scopi sociali: 190 associazioni distribuite in sette province della Lombardia, che hanno ricevuto in dono contributi per complessivi 157.500 euro. I fondi ricevuti, da un massimo di 5000 a un minimo di 500 euro, saranno utilizzati per finanziare i progetti presentati nella fase di iscrizione. Un regalo del Gruppo Iperal che ha promosso un’iniziativa che premia le onlus impegnate nei settori dell’assistenza sociale e sanitaria, dell’istruzione e della formazione, nelle province in cui sono presenti i punti vendita.

La spesa che fa bene

Sono stati i clienti di Iperal a determinare la destinazione dei contributi attraverso il sistema di bollini ricevuti facendo la spesa nei supermercati nel periodo compreso fra il 27 marzo e il 7 maggio scorsi: uno ogni 20 euro per i titolari di CartAmica, due per i possessori di CartAmica Oro. I clienti hanno completato le apposite schede selezionando il nome dell’associazione prescelta tra quelle indicate e determinando così la classifica finale.

Premiate da Iperal

Cinque le aree individuate per altrettanti gruppi di associazioni: Valtellina-Alto Lario, Lecco-Como, Valcamonica, Brianza, Valli Bergamasche. Alle prime cinque classificate di ciascuna area sono stati assegnati rispettivamente 5000, 4000, 3000, 2000 e 1000 euro, mentre tutte le altre hanno comunque ricevuto una somma di 500 euro.

«Questa iniziativa è cresciuta negli anni grazie alla sensibilità e all’attenzione dei nostri clienti che hanno raccolto i bollini e consegnato le schede – sottolinea il presidente del Gruppo Iperal Antonio Tirelli -. Le associazioni di volontariato rappresentano una grande risorsa per la società, una rete di sussidiarietà indispensabile che fornisce risposte concrete ai bisogni delle persone. La straordinaria adesione delle associazioni che hanno presentato richiesta di partecipazione conferma come la responsabilità diffusa e l’impegno per il bene comune siano realtà consolidate nelle province lombarde. Alle associazioni di volontariato vanno il nostro ringraziamento e il sostegno attraverso ‘La spesa che fa bene’».

Associazioni di volontariato

Nell’area geografica che comprende le province di Monza e Brianza, Varese e parte di Como e Lecco sono state premiate 50 associazioni. Al primo posto per le preferenze ottenute si è classificato il Comitato “Maria Letizia Verga”, con sede a Monza, impegnato nello studio e nella cura della leucemia del bambino. Al secondo posto gli ‘Amici del randagio’ di Mariano Comense, quindi l’associazione ‘La casa di Emma’ di Carate Brianza, Cancro Primo Aiuto e la cooperativa sociale ‘L’Aliante’ di Seregno. Seguono altre 45 onlus.

Leggi anche:  Innovazione: Regione sostiene 33 progetti con 114 milioni

Per le associazioni di volontari che mettono a disposizione di chi si trova in situazioni di difficoltà il loro tempo e le loro competenze, l’iniziativa, oltre al contributo economico, ha garantito visibilità e notorietà: il giusto riconoscimento per l’opera meritoria che svolgono.