Lavorare a Natale: tutte le posizioni disponibili. La maggior parte delle assunzioni stagionali nel settore dei servizi. Seguono i trasporti, la ristorazione e il turismo.

Lavorare a Natale: in Brianza quasi 4mila posti disponibili

Lavori sotto l’albero: saranno quasi 32 mila i nuovi assunti a Milano, Monza Brianza e Lodi nel mese di dicembre secondo le previsioni delle imprese. Un’entrata su due di quelle attese in Lombardia e una su dieci in Italia.

Tra questi ben 25 mila nuovi addetti lavoreranno nel settore dei servizi, tra commercio (oltre 5 mila, pari al 17%), trasporto, logistica e magazzinaggio e servizi turistici, alloggio e ristorazione (circa 3 mila ciascuno, 10%). Commessi, cuochi, camerieri ma anche fattorini, corrieri, addetti all’accoglienza, ristoratori sono infatti le professioni tradizionalmente più richieste nel periodo pre-natalizio. In generale, il settore dei servizi assorbirà circa l’80% delle entrate di dicembre, contro una media nazionale del 74%.

I dati emergono da  un’elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi su dati Sistema Informativo Excelsior, realizzato da Unioncamere in collaborazione con ANPAL.

In Brianza tanti posti nei servizi e nei trasporti

 In provincia di Monza e Brianza saranno quasi 4mila i posti disponibili per lavorare sotto Natale.  Su 3.820 ingressi, 2.790 (73%) saranno nei servizi di cui 900 nel commercio, 360 nel trasporto, 310 in ristorazione e turismo.

Leggi anche:  A Monza torna il flash-mob dell'Albero di Natale VIDEO

Circa 400 i posti previsti nei servizi operativi di supporto alle imprese e in quelli alle persone, 200 nei servizi avanzati e informatici. L’industria peserà per il 26,7% e le costruzioni per il 5,8%.

Le possibilità a Milano

A Milano su circa 27 mila assunti 22 mila saranno nei servizi (82%), in particolare nel commercio (4 mila), nel trasporto e magazzinaggio, nella ristorazione, accoglienza e turismo (circa 3 mila entrate per settore). Sono poi 3.880 mila i posti previsti nei servizi operativi di supporto alle imprese e alle persone, 2.940 nei servizi avanzati e 2.340 in quelli alle persone.

Lodi

A Lodi invece su 870 entrate il 66,7% sono previste nei servizi (580 posizioni) ma più di una su tre sarà nell’industria (300 posti, pari al 34,5%), specialmente quella meccanica ed elettronica (14,9%).