(il filmato della festa a sorpresa che la comunità ha voluto organizzare per la storica bottega)

Correva l’anno 1954 e, sotto la spinta del boom economico del secondo dopoguerra, Enrico Crippa e la moglie Lidia Frigerio si affidarono al loro spirito d’iniziativa, decidendo di aprire a Lesmo un’attività di fabbro.

Una delle storie imprenditoriali più longeve

Inizia così una delle storie imprenditoriali più longeve non solo di Lesmo, ma di tutta la Brianza. Una lunga cavalcata di oltre mezzo secolo che proprio oggi, giovedì 28 febbraio 2019, vivrà il suo atto finale. Infatti la storica “Ferramenta Crippa” di vicolo Portone chiuderà i battenti proprio oggi. Negli anni l’attività portata avanti da Adolfo e Nicoletta Crippa, figli di Enrico Crippa e Lidia Frigerio, è diventata un vero punto di riferimento per la comunità locale, seconda solo all’ufficio del sindaco, in Municipio, e alla casa parrocchiale.

Lesmo, chiude la storica Ferramenta Crippa

Alzi la mano chi non è mai entrato in Ferramenta

In oltre mezzo secolo di storia decine e decine di migliaia di lesmesi, e non, sono entrati almeno una volta nel negozio di Vicolo Portone. Chi tutto trafelato che aveva bisogno il duplicato di una chiave, chi di un barattolo di vernice o qualche attrezzo particolare. Per non parlare di chi non riusciva più ad entrare in casa per un problema alla saracinesca.

La Ferramenta non era solo una Ferramenta…

Ma per tanti clienti la Ferramenta Crippa non era solo un luogo dove rifornirsi del necessario. Era un negozio accogliente dove potevi chiedere tutte le informazioni possibili su Lesmo. E prontamente arrivava la risposta. Ed era anche un luogo dove confidarsi e trovare risposte.

Leggi anche:  Open Day nidi privati e comunali a Monza: tutte le date

Inizialmente l’attività nacque come semplice officina

Inizialmente l’attività nacque come semplice officina che si occupava anche di lavori di idraulica grazie alla manodopera di Paolo Moioli, storico operaio, oggi in pensione, che diede una grossa mano ai due fratelli, dall’inaugurazione della piccola impresa fino alla morte del fondatore Enrico, di cui raccolse l’eredità. Pian piano però l’attività cominciò ad allargarsi e a spostarsi all’interno del negozio di ferramenta, che presto prese il sopravvento sui lavori di officina, senza che però essa venisse mai abbandonata del tutto.

Da domani nuova vita per Nicoletta e Adolfo

Da domani  Nicoletta e Adolfo, insieme alle loro famiglie, inizieranno a scrivere un nuovo capitolo della loro vita. Ma rimarranno per sempre nel cuore dei tanti clienti che hanno servito e accudito in questi anni.

“Ancora oggi non riesco a rendermi veramente conto che stiamo chiudendo la nostra attività – ha sottolineato Adolfo Crippa, raggiunto in questi giorni in Ferramenta – Ho rivisto persone che non vedevo da tanto tempo e che hanno trovato cinque minuti per fare un salto in negozio e salutarci. Addirittura un fornitore veneto che non vedevo da tantissimi anni è venuto a trovarci nei giorni scorsi perchè aveva saputo della nostra decisione e voleva a tutti i costi vederci”.