Regione Lombardia ha istituito il premio “Lombardia è ricerca” con l’obiettivo di dare un forte impulso al potenziamento della ricerca e dell’innovazione. Ieri al Teatro della Scala di Milano sono andate in scena le premiazioni.

Assegnato il premio “Lombardia è ricerca”

A premiare i ragazzi, tra cui figurano diversi studenti dell’Hensemberger di Monza, insieme al presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, il vicepresidente Fabrizio Sala e l’assessore Melania Rizzoli. Con loro anche anche lo scrittore e attore Giacomo Poretti che si è esibito con un intervento dedicato ai ragazzi e Gerry Scotti.

Il vicepresidente di Regione Lombardia e assessore alla Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione delle imprese Fabrizio Sala spiega così gli obiettivi dell’iniziativa:

“Con questo premio abbiamo voluto permettere ai ragazzi di sperimentare in prima persona che cosa significa fare innovazione. Diffondere tra gli studenti una cultura della ricerca basata in primo luogo sul confronto, anche per contribuire a dettare gli indirizzi del futuro”. “Abbiamo stimolato i ragazzi – prosegue il vicepresidente – a essere promotori di proposte innovative in ambiti strategici per lo sviluppo sociale ed economico. Sono sorprendenti i progetti nati da questa collaborazione in cui Regione Lombardia sarà un partner importante per poter dire ‘avevamo un’idea, che adesso è realtà'”.

Premiati istituti di Monza, Legnano, Erba e Magenta

Lo speciale riconoscimento è pari a 64 mila euro complessivi. I progetti e prototipi di quattro team di altrettanti istituti superiori – l’ISIS Bernocchi di Legnano, l’ITI Hensemberger di Monza, liceo scientifico Galilei di Erba (Co) e il CFP Canossa di Magenta – sono stati selezionati da una giuria indipendente, presieduta da Eugenio Gatti, direttore della Fondazione del Politecnico di Milano, e composta da insegnanti, docenti universitari, liberi professionisti, ricercatori, che si sono candidati a ricoprire questo ruolo.

Premio alla migliore invenzione

Gli studenti sono stati premiati per la migliore invenzione realizzata nel corso della Giornata della Ricerca 2018. Un modo per promuovere fin dalla scuola l’approccio a ricerca e innovazione come leve fondamentali per lo sviluppo del territorio, secondo lo spirito della legge regionale 29/16 ‘Lombardia è ricerca’ a cui si deve anche l’istituzione del Premio Internazionale da 1 milione di euro per importanti risultati scientifici nell’ambito delle scienze della vita, quest’anno assegnato alla sperimentazione della terapia genica ex vivo per la cura della cosiddetta Sindrome dei Bambini farfalla. Sperimentazione condotta per la prima volta al mondo.

“Siamo partiti dall’assunto che nella società sia importante trovare un punto di incontro tra impresa, università, istituti scolastici e ricerca per una nuova stagione di sviluppo. E’ quindi con grande soddisfazione che registriamo anche l’adesione convinta e partecipe a questo premio da parte di molte scuole e studenti lombardi, che hanno saputo proporre progetti di grande interesse, utilità e qualità, nel segno di una innovazione autentica e proiettata nel futuro. A tutti loro va il grande grazie mio personale e dell’istituzione regionale per l’impegno e il contributo che hanno saputo dare, e mi auguro continueranno a dare nel prosieguo dei loro studi e della loro vita umana e professionale”.

A dirlo il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia Alessandro Fermi, intervenuto ieri mattina.

Leggi anche:  Ridendo di petto | Tutto pronto per lo show INFO

Il trionfo dell’Hensemberger

L’Hensemberger ha prodotto il prototipo di una piattaforma informatica, RiCibo, come ausilio alle associazioni che vogliono creare una rete per il recupero del cibo ancora commestibile, ma che altrimenti verrebbe buttato e sprecato.

Nella fattispecie sono stati realizzati un sito web, un database e una App che permettono di combattere lo spreco di cibo creando una rete virtuosa tra piccoli e medi negozianti che vogliono donare il cibo vicino alla scadenza, volontari disponibili al trasporto di piccole quantità di cibo, associazioni impegnate nell’aiuto a persone e famiglie indigenti. Il prototipo è consultabile all’indirizzo http://www.hensemberger.it/ricibo, il progetto ha valore di alternanza scuola-lavoro su mandato del Centro Servizi per il Volontariato di Monza e Brianza.

Per ogni premio assegnato è stata contestualmente destinata una ulteriore somma di 5mila euro a ciascuna delle 4 scuole di provenienza dei vincitori.