La comunicazione aziendale sta vivendo una vera e propria metamorfosi. Stiamo assistendo ad un passaggio molto importante in questo settore che vede il centralino tradizionale avvicinarsi inesorabilmente alla meritata pensione. L’innovazione tecnologica sta portando verso la necessità di utilizzare sistemi rivoluzionari che aumentino drasticamente le funzionalità dei centralini sul mercato.

Qui entra in gioco il centralino virtuale o Cloud PBX, un servizio che non richiede alcuna installazione locale e necessita unicamente di una connessione internet per l’entrata e l’uscita delle chiamate. I vantaggi del servizio sono costituiti da una maggiore flessibilità per l’azienda e per i suoi dipendenti, ridotti costi di attivazione, estrema semplicità di utilizzo e fruibilità da qualunque luogo in cui sia presente una connessione internet.

NFON, leader europeo nella telefonia aziendale in Cloud, è l’unico provider paneuropeo a fornire questa interessantissima evoluzione in ambito di comunicazione aziendale.

Proprio per questo motivo, NFON, ha deciso di diventare sponsor dello Smart Working Day che avrà luogo a Roma il 21 novembre 2019.  

Lo Smart Working Day nasce con un obiettivo primario: affrontare il tema del lavoro agile. La prima edizione dell’evento è stata nel 2017, affrontando un tour in Italia programmando 9 date in 7 città dislocate da nord a sud. L’evento è focalizzato su tre temi cardine: informazione, formazione e consulenza, ed ha come scopo quello di diffondere ed approfondire il concetto di lavoro agile nelle aziende che intendono approcciarsi allo Smart Working.

L’introduzione dello Smart Working all’interno delle aziende deve essere fortemente supportato da strumenti digitali e tecnologici che agevolino il lavoro anche fuori dalla sede lavorativa, ed è qui che NFON entra in gioco. Il suo servizio di Cloud PBX offre la possibilità di sfruttare lo Smart Working fornendo ai dipendenti aziendali uno strumento che agevoli la comunicazione tra l’azienda, i propri dipendenti e la clientela.