A definire il costo della polizza assicurativa annuale concorrono diversi fattori. Oltre alle caratteristiche del mezzo, alle peculiarità dell’assicurato e a coperture specifiche c’è sicuramente il massimale di copertura della Responsabilità Civile. Questo importo viene specificato sul contratto di assicurazione che sottoscrive il soggetto e ha un valore minimo temporaneo definito dalla legge sotto al quale non si può andare. Se si supera il valore del massimale, la differenza deve essere versata dalla persona che ha sottoscritto la polizza.

Si parla di valore “temporaneo” perché il minimo massimale è soggetto ad aggiornamento ogni cinque anni sulla base dei Prezzi al Consumo Armonizzato ai Paesi dell’Unione Europea. Per il quinquennio, quindi, il valore rimane invariato. L’ultimo aggiornamento è stato fatto l’anno scorso e sarà tale fino al 2022. Le cifre stabilite sono di 5 milioni di euro circa per i danni alle persone e di 1 milione di euro per i danni alle cose, indipendentemente dal numero di vittime e cose danneggiate. Tali valori sono per singoli sinistri.

Qual è il massimale ideale per una RCA?

Non è possibile stabilire in maniera universale quale sia il valore ideale di massimale perché dipende da quanto si vuole esporsi al rischio di dover pagare di propria tasca, ma anche da quanto si vuole spendere per la copertura assicurativa.

Se scegli di assicurare la tua auto online, come saprai, sicuramente puoi risparmiare anche a pari valore del massimale RCA. L’importo preciso, in tutti i casi, sarà proporzionato al costo del premio. Le migliori compagnie online arrivano a proporre anche 10 milioni di euro per i danni alle persone. I danni alle cose di norma restano con parametri standard perché è davvero difficile che si vada sopra all’1,2 milioni di euro.

Leggi anche:  Caffè Hag e Splendid chiude per sempre: 52 a casa, 2 li "salva" Milano

In linea di massima si tratta comunque di pagare qualche decina di euro in più per risparmiare, in caso d’incidente con colpa, centinaia e centinaia di euro. Il valore del massimale è altresì relativo: l’unico vincolo è definito dal minimo di legge. Per il resto è un accordo che è a discrezione della compagnia di assicurazione e dell’assicurato: nessuna delle due parti è comunque costretta ad accettare le condizioni dell’altra parte.

Come si calcola il costo del premio in base al massimale

Per calcolare il costo del premio assicurativo aumentando e abbassando il massimale è possibile utilizzare direttamente il calcolatore della compagnia assicurativa online o utilizzare i comparatori, inserendo tutte le informazioni richieste. Una volta sottoscritta la polizza di copertura il valore del massimale resta invariato fino a una nuova stipula o modifica. Il massimale valido in caso di sinistro resta quello in vigore al momento dello stesso: anche se lo si aumenta successivamente non ha valore per quei danni.

Quando un massimale viene superato non è un problema solo per l’assicurato che deve sborsare il risarcimento di tasca propria, ma anche per chi deve riceverlo perché si deve sperare che la persona possegga tale cifra. L’unico caso in cui tocca all’assicurazione pagare anche il surplus rispetto al massimale stabilito è quello in cui la stessa ritarda nel pagamento e nel mentre (per sua causa, quindi) aumentano i danni, superando il massimale.

Informazione pubblicitaria