Reddito di cittadinanza: martedì 6 marzo si prospettava come una giornata campale e invece…  Almeno per oggi in Brianza non si può dire che Caf e uffici postali siano stati presi d’assalto. Oggi lo ricordiamo, era il primo  giorno utile per presentare domanda di ammissione alla nuova misura di sostegno alla povertà attivata dal Governo gialloverde.

LEGGI ANCHE Reddito di cittadinanza: un numero verde per i brianzoli

Da oggi le domande per il Reddito

Niente code, nessuna corsa al reddito. E’ questa l’impressione dopo aver visitato alcuni uffici postali. Niente coda a Monza, a Seregno e nemmeno a Desio.

Desio, al Caf Acli

E proprio a Desio, in via Grandi, abbiamo visitato il Caf Acli dove siamo riusciti ad scambiare due battute con il Presidente del circolo Nino Spinelli.

“Per il momento non siamo ancora partiti. Andremo sicuramente su prenotazione e pensiamo, dati i tempi di istruire adeguatamente le persone, di partire a raccogliere le prenotazioni dalla settimana del 18 marzo, per poi valutare le domande dalla settimana seguente. Non arriveremo dunque a presentarle entro il 30 marzo ma questa data non rappresenta una scadenza. La scelta di partire il 18 con le prenotazioni? Per motivi tecnici. Il programma deve avere il tempo di elaborare il tutto. In più il 18 marzo partiamo con la campagna fiscale”.

I dati nazionali

Intanto sono arrivati, da Poste Italiane, anche i primi dati nazionali sulle richieste di reddito di cittadinanza. Alle ore 14.00 le richieste presentate presso gli Uffici postali per il Reddito di cittadinanza erano pari a 29147.
In base a quanto riportato da Poste “il flusso dei cittadini richiedenti è stato costante e ordinato su tutto il territorio nazionale”.