Riaperti i negozi Superdì e Iperdì. Le attività riprese con una svendita di tutti i prodotti rimanenti con il 50% di sconto. I dipendenti aspettano ancora lo stipendio di luglio.

Riaperti i negozi Superdì e Iperdì

Chiusi a fine luglio, la crisi del gruppo faceva presagire che non avrebbero più riaperto. Invece oggi Superdì e Iperdì hanno aperto al pubblico regolarmente a Cesano, Desio, Barlassina e Cogliate. L’unico punto vendita rimasto chiuso è quello di Lentate, dove i dipendenti sono attualmente in aspettativa retribuita.

Chiusi a fine luglio, ai 43 punti vendita sparsi fra Piemonte, Liguria e Lombardia, erano stati affissi i cartelli «chiuso per ferie» o «chiuso per ristrutturazione». Una chiusura arrivata dopo alcune settimane di assenza di rifornimenti, in particolare di prodotti freschi (carne, latte, verdura), che aveva portato gli scaffali a svuotarsi quasi completamente. Insieme alla riapertura è iniziata oggi anche una svendita dei prodotti rimasti, con uno sconto del 50% rispetto al prezzo di origine.

Incertezza e preoccupazione

Il futuro del gruppo e di tutti i dipendenti rimane tuttavia molto incerto. I sindacati sono in attesa di sapere da Regione Lombardia se ci sarà un incontro con l’azienda nelle prossime settimane. Mentre i dipendenti, senza stipendio da luglio, attendono ancora una risposta definiva sul loro futuro lavorativo.

Leggi anche:  Giussano, borse di studio agli studenti più bravi

Intanto Nuova Distribuzione, società collegata alla “Gca General Market” a cui fanno capo i supermercati a marchio Superdì e Iperdì, il 13 di agosto ha presentato in Tribunale a Monza la richiesta per avviare le procedure di concordato. Un segnale che aumenta ancora di più le preoccupazioni dei dipendenti  che da mesi si trovano a lavorare nell’incertezza più assoluta.

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI SULLA CRISI DEL GRUPPO:

Crisi Iperdì e Superdì, dipendenti sempre più preoccupati

Crisi SuperDì: scaffali vuoti anche nel Comasco

Crisi Iperdì: il presidente della commissione regionale Attività produttive oggi a Cesano

Crisi Iperdì e Superdì: “Obiettivo preservare i livelli occupazionali”

Crisi Superdì: punto vendita chiuso a Lentate. A rischio anche Desio, Cesano e Barlassina