(Foto dal sito della Fiom Cgil Lombardia)

Sciopero dei metalmeccanici, in Brianza “Adesioni al 60% con punte anche fino al 90%. Centinaia i lavoratori brianzoli che hanno manifestato a Milano, venerdì 14 giugno.

Sciopero dei metalmeccanici, in Brianza “Adesioni superiori al 60%”

Soddisfazione da parte della Fiom Cgil Brianza che ha definito ottima la riuscita dello sciopero  – proclamato da Fim, Fiom e Uilm – all’interno delle fabbriche brianzole, così come l’adesione alla manifestazione che si è svolta a Milano, venerdì 14 giugno, a cui hanno preso parte diverse centinaia di lavoratrici e lavoratori del comparto.

LEGGI QUI LE MOTIVAZIONI CHE HANNO PORTATO ALLO SCIOPERO

Le delegazioni in piazza a Milano

Alla manifestazione – fanno sapere in un comunicato stampa i sindacati – hanno preso parte delegazioni di diverse fabbriche: Weir Gabbioneta, St Microelectronics, Beta Utensili, Ernesto Malvestiti, Lima Eusider, Candy Haier Group, Knorr Bremse, Flowserve, VrV, Fontana, Cpm, OeB Brugola, Spirax, Omas Stampi, CBI, Microtecnica, Angelo Cremona, Micron, Hydro alluminio, Rollon, Formenti e Giovenzana, Zincol, Cordon Group, Stena, Boldrocchi, Peg Perego, B & C Electronics, Agrati, Lampre, Icar, Systemair, Arcelor Mittal CLN, Varinelli, Frigel, Wercam solo per citare alcune di queste.

Leggi anche:  Coop Lombardia: ecco il nuovo calendario

I sindacati: “Ora si apra al confronto”

“Ottima – proseguono i sindacati – anche l’adesione allo sciopero che si è attestata, in quasi tutte le aziende intorno al 60%, con punte in alcune aziende del 90%. In diverse aziende metalmeccaniche del territorio si è perfino bloccata la produzione. Il Governo ed i sistema delle imprese non possono più tacere di fronte alle richieste di Fim, Fiom e Uilm. Si apra il confronto e si diano le risposte che i lavoratori stanno aspettando”.