Al via l’accordo per la nascita della “Fabbrica del saper fare” con la firma pochi giorni fa all’ex Filanda di un accordo tra la società “Make in progress Srl” (MiP) e la fondazione“distretto Green & High Tech MB”.

L’accordo

L’obiettivo è quello di attivare, promuovere e far crescere le sinergie tra il mondo delle imprese ICT e le possibilità offerte dalla fabbricazione digitale, ad iniziare dalla stampa 3D. Nato all’interno del Distretto Culturale Evoluto di Monza e Brianza, il progetto di recupero per l’ex filanda è stato finanziato da Fondazione Cariplo e dalla regione Lombardia, con la collaborazione di alcune autorità locali quali quelle del comune di Sulbiate e della provincia.

La presentazione

Il progetto in via sperimentale e le competenze rese possibili dall’accordo saranno esposte all’evento che si terrà in data 22 giugno alle 16.30, presso la struttura dell’ex-filanda in via Manzoni 9/A a Sulbiate MB.

Il MiP è parte attiva del progetto in qualità di gestore delle attrezzature tecnologiche e dello spazio “Makerspace/Fablab”, una zona di oltre 200 Mq dedicata alla condivisione di risorse e idee ed alla realizzazione di prototipi e prodotti innovativi.

Leggi anche:  Ingegneria Edile a Dalmine, una eccellenza nella ricerca VIDEO

Il distretto

Il Distretto Green & High Tech Monza e Brianza, membro dell’accordo, conta più di 100 aziende associate, attive nell’ambito delle tecnologie ICT e delle tecnologie ecosostenibili e ha come compito l’assicurare la competitività e la stabilità sul territorio e il far emergere le interazioni positive tra apparato produttore e istituzione e tra PMI e multinazionali.