Era  indetta per ieri, giovedì 28 febbraio 2019, in tribunale a Lecco, l’adunanza dei creditori per procedere con l’omologazione del concordato e quindi con l’asta dei Supermercati Rex.  L’operazione che aveva l’obiettivo di salvaguardare i 130 dipendenti tra cui anche quelli di Cesano Maderno, è invece saltata.

Supermercati Rex: colpo di scena, saltata l’asta

E’ stata la stessa società in liquidazione a revocare la vendita che aveva ricevuto il via libera a novembre del 2018. Rex supermercati aveva presentato un piano per la vendita oltre che delle aziende, anche di appartamenti e altri beni per un totale di circa 35 milioni di euro, a fronte di un debito che si aggira intorno ai 45 milioni, ma in ottemperanza alle proprie possibilità ha poi deciso di rinunciare alla vendita.

Coinvolto anche il punto vendita di Cesano Maderno

Tanti i Rex interessati sul territorio lombardo tra cui anche il punto vendita a Cesano Maderno in via San Marco. Ma ci sono anche i punti vendita di Oggiono (via Milano), Monticello (via Gaetano Casati), Missaglia (via Ugo Merlini), Calco (via Nazionale),  oltre ai discount a marchio Eurospin gestiti in franchising a Olgiate Molgora (via Nazionale) e Oggiono (via Europa).

Leggi anche:  Crisi SuperDì: Il Gigante salva 170 posti, oggi la prima riapertura

Il prossimo passo

Non resta ora che attendere il prossimo 16 maggio. In quell’occasione è stata infatti fissata una nuova adunanza dei creditori.