E’ iniziata ieri, martedì, nella succursale dell’istituto “Bellisario” di Trezzo la prima lezione del corso di autodifesa personale dedicato agli studenti delle scuole superiori.

Il corso di autodifesa con metodo Mga

Da questa settimana, su invito del professore di Educazione fisica Beniamino SalvatoreGabriele Calafati, maestro della Scuola di judo Trezzo insieme a un gruppo di altri istruttori ha dato vita a un corso di Mga. L’acronimo sta per metodo di autodifesa globale. E’ riservato agli studenti che frequentano la succursale trezzese dell’istituto di istruzione superiore “Marisa Bellisario”.

Lo scopo del metodo Mga

Lo scopo principale della lezione, non è imparare tecniche di combattimento, bensì consigli utili a fronteggiare le situazioni di pericolo. “Di solito si insegna come si affronta una rissa – ha premesso lo stesso Calafati – Invece, l’Mga ti mette anzitutto in guardia psicologicamente, per farti evitare il contatto. Allontanare il pericolo è il miglior accorgimento da adottare, specialmente per le ragazze”. Dopodiché, nella seconda parte, si è svolta l’attività fisica vera e propria. Gli istruttori hanno insegnato alcune mosse del judo, le tecniche di caduta, fondamentali per ritrovare subito equilibrio e le catene cinetiche, atte a destabilizzare l’avversario.

Leggi anche:  Aperture domenicali: la Cgil favorevole alla turnazione

L’articolo completo sul prossimo numero della Gazzetta dell’Adda in edicola da sabato 10 marzo e online.