A Palazzo Landriani ospite del Comune una delegazione cinese guidata da Qi Yuwei, segretario generale del Partito cinese di Pukou, distretto di Nanchino.

Visita del segretario del partito cinese di Pukou

Visita istituzionale di una delegazione cinese a Seregno, nel pomeriggio di venerdì 14 dicembre. A Palazzo Landriani Qi Yuwei, segretario generale del Partito cinese di Pukou, distretto di Nanchino, importante capoluogo della provincia cinese del Jiangsu. Nanchino è da millenni una delle più influenti città cinesi, hub strategico dei trasporti per l’intero Paese. E’ inserita in una regione ad altissima urbanizzazione e possiede un tasso di crescita economica e di domanda di consumi in continua espansione.

Le opportunità del business internazionale

Nel distretto di Pukou è in via di realizzazione un “parco del made in Italy”, una grande area commerciale che può prevedere importanti opportunità di business anche per le eccellenze delle nostre imprese locali. In particolare  nel campo del legno e arredo, settore nel quale la Brianza è da sempre tra i leader. Nel 2018 la nostra Provincia è stato il sesto distretto d’Italia per export complessivo in Cina e primo proprio nel campo del legno e arredo.

Leggi anche:  Allerta meteo | Chiusura immediata del Parco e dei cimiteri

Un’occasione di sinergia e collaborazione

L’obiettivo dell’incontro è stata una presentazione reciproca dei territori per l’avvio di sinergie e collaborazioni, anche in ottica di business. “L’incontro – dichiarano il sindaco Alberto Rossi e l’assessore allo Sviluppo economico, politiche produttive e del lavoro, Ivana Mariani – ha aperto importantissime prospettive ai marchi più competitivi del nostro Paese e, in primis, alle eccellenze economico-produttive del nostro territorio dotate di un enorme potenziale di sviluppo”.

Presenti anche il Comune di Desio

Nella delegazione italiana, oltre al sindaco di casa Alberto Rossi, era presente il sindaco di Desio, Roberto Corti. A Palazzo Landriani presenti anche i rappresentanti di Assolombarda Confindustria, Confcommercio, Aice – Associazione italiana commercio estero e Apa Confartigianato oltre ad alcune realtà imprenditoriali locali. L’incontro è stato organizzato con la collaborazione della Fondazione Italia-Cina e si è concluso con lo scambio di omaggi istituzionali.