Giornale di Monza https://giornaledimonza.it Thu, 18 Oct 2018 18:36:07 +0000 it-IT hourly 1 Monza, il fiuto di Narco colpisce ancora https://giornaledimonza.it/cronaca/monza-il-fiuto-di-narco-colpisce-ancora/ https://giornaledimonza.it/cronaca/monza-il-fiuto-di-narco-colpisce-ancora/#respond Thu, 18 Oct 2018 18:08:24 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=100038 Monza, il fiuto di Narco colpisce ancora. Il fatto A Monza, ancora protagonista il cane dell’Unità cinofila della Polizia locale. E’ accaduto oggi a ridosso del centro storico. Nell’ambito dei servizi di sicurezza urbana svolti dal personale del Nost  sono stati sottoposti a controlli i giardini del Nei, area verde frequentata da studenti che si […]

Continua la lettura di Monza, il fiuto di Narco colpisce ancora su Giornale di Monza.

]]>
Monza, il fiuto di Narco colpisce ancora.

Il fatto

A Monza, ancora protagonista il cane dell’Unità cinofila della Polizia locale. E’ accaduto oggi a ridosso del centro storico. Nell’ambito dei servizi di sicurezza urbana svolti dal personale del Nost  sono stati sottoposti a controlli i giardini del Nei, area verde frequentata da studenti che si recano negli istituti scolastici della città.

Il ritrovamento

Di primo mattino, la presenza del nucleo speciale della Polizia Locale con l’unità cinofila ha consentito il ritrovamento di spinelli e hashish, per peso complessivo di circa 7 grammi, evidentemente abbandonati dai detentori, preoccupati del possibile controllo. L’attività è poi proseguita nel centro città e presso i giardini pubblici di via Artigianelli/Gramsci.

Narco protagonista

Attorno a mezzogiorno e mezzo, il cane “Narco” ha scovato, sotto il primo strato del manto erboso e in due punti diversi, 36 involucri di cellophane contenenti marijuana, del peso complessivo di grammi 74,85, già pronti per lo spaccio. Nell’area erano presenti numerosi cittadini extracomunitari che alla vista della Polizia locale si sono allontanati in tutta fretta a gambe levate. Gli agenti della Polizia locale di Monza hanno poi provveduto al sequestro di quanto rinvenuto, sporgendo denuncia a carico di ignoti. Si tratta del secondo ritrovamento di stupefacenti nel giro di pochi giorni da parte del cane antidroga in forza al Comando di di via Marsala.

Continua la lettura di Monza, il fiuto di Narco colpisce ancora su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/cronaca/monza-il-fiuto-di-narco-colpisce-ancora/feed/ 0
Traffico in A4 per un camion in avaria https://giornaledimonza.it/cronaca/traffico-in-a4-per-camion-fermo-di-fronte-allorio-center/ https://giornaledimonza.it/cronaca/traffico-in-a4-per-camion-fermo-di-fronte-allorio-center/#respond Thu, 18 Oct 2018 17:43:46 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=100030 Traffico a tratti rallentato a tratti fermo in A4 dalle 18. Ma anche alle 19 la situazione è invariata e il traffico peggiorato. Camion fermo Un camion per il trasporto delle auto alle concessionarie è fermo, probabilmente a causa di un guasto, di fronte al centro commerciale di Orio. E’ fermo fra la prima e […]

Continua la lettura di Traffico in A4 per un camion in avaria su Giornale di Monza.

]]>
Traffico a tratti rallentato a tratti fermo in A4 dalle 18. Ma anche alle 19 la situazione è invariata e il traffico peggiorato.

Camion fermo

Un camion per il trasporto delle auto alle concessionarie è fermo, probabilmente a causa di un guasto, di fronte al centro commerciale di Orio.

E’ fermo fra la prima e la seconda corsia in direzione Brescia e il traffico procede solo in una corsia.

Sul posto la Polizia Stradale. Non ci sono feriti.

Traffico in A4

Pesanti rallentamenti fra Capriate e Seriate e attorno al casello di Bergamo anche lungo le vie vicine all’autostrada.

Alle 19.15 la coda è almeno di 15 chilometri, all’altezza di Dalmine si procede a passo d’uomo. Le code sono in aumento.

Il consiglio è di prendere la A35 da Agrate.

Continua la lettura di Traffico in A4 per un camion in avaria su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/cronaca/traffico-in-a4-per-camion-fermo-di-fronte-allorio-center/feed/ 0
Il sit in di protesta dei pendolari in stazione Garibaldi FOTO e VIDEO https://giornaledimonza.it/attualita/il-sit-in-di-protesta-dei-pendolari-in-stazione-garibaldi-foto-e-video/ https://giornaledimonza.it/attualita/il-sit-in-di-protesta-dei-pendolari-in-stazione-garibaldi-foto-e-video/#respond Thu, 18 Oct 2018 17:38:56 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=100020 Il sit in di protesta dei pendolari in stazione Garibaldi. Pendolari furiosi. Continui ritardi e soppressioni su tutte le linee. E’ per questo che oggi, giovedì 18, hanno gridato la loro rabbia in un sit in di protesta alla stazione milanese. Ecco video e foto della protesta ancora in corso  

Continua la lettura di Il sit in di protesta dei pendolari in stazione Garibaldi FOTO e VIDEO su Giornale di Monza.

]]>
Il sit in di protesta dei pendolari in stazione Garibaldi. Pendolari furiosi. Continui ritardi e soppressioni su tutte le linee. E’ per questo che oggi, giovedì 18, hanno gridato la loro rabbia in un sit in di protesta alla stazione milanese.

Ecco video e foto della protesta ancora in corso

 

Continua la lettura di Il sit in di protesta dei pendolari in stazione Garibaldi FOTO e VIDEO su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/il-sit-in-di-protesta-dei-pendolari-in-stazione-garibaldi-foto-e-video/feed/ 0
Trezzo iniziati i lavori per aprire via Trento e Trieste al traffico https://giornaledimonza.it/cronaca/trezzo-lavori-via-trento-e-trieste/ Thu, 18 Oct 2018 17:36:34 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=100025 Ruspe in via Trento e Trieste a Trezzo per demolire i ruderi del vecchio edificio industriale e aprire un varco alle auto. Cantiere in via Trento e Trieste Sono iniziati martedì  i lavori per la riqualificazione stradale del tratto chiuso di via Trento e Trieste compreso tra la via Santa Marta e Piazzale Gorizia. Consistono nell’abbattimento della travatura […]

Continua la lettura di Trezzo iniziati i lavori per aprire via Trento e Trieste al traffico su Giornale di Monza.

]]>
Ruspe in via Trento e Trieste a Trezzo per demolire i ruderi del vecchio edificio industriale e aprire un varco alle auto.

Cantiere in via Trento e Trieste

Sono iniziati martedì  i lavori per la riqualificazione stradale del tratto chiuso di via Trento e Trieste compreso tra la via Santa Marta e Piazzale Gorizia. Consistono nell’abbattimento della travatura a confine con via Santa Marta per la futura apertura al transito, il rifacimento di parte della fognatura, rimodulazione dei marciapiedi e degli stalli di sosta.

Il fine dei lavori

Il cantiere durerà circa sessanta giorni. Al termine sarà istituito in via permanente il senso unico di marcia in direzione
di Piazzale Gorizia. Per consentire lo svolgimento dei lavori in sicurezza, la circolazione nel tratto interessato sarà temporaneamente modificata, limitando l’accesso al cantiere di determinate categorie di utenti ed istituendo il senso unico alternato.

Il commento dell’assessore alle Opere pubbliche

“Il cantiere si inserisce in un più ampio progetto di riqualificazione della viabilità nel centro città – ha spiegato l’assessore alle Opere pubbliche Massimo Colombo – Il fine è rendere più fruibile e sicura la circolazione veicolare e ciclopedonale, legata anche al nuovo Piano di governo del territorio”.

I marciapiedi

Il progetto prevede di realizzare un marciapiede in asfalto colato largo un metro e mezzo sul lato Nord, al
posto di quello esistente, stretto, in calcestruzzo. Anche sul lato Sud il marciapiede in asfalto esistente
viene completamente rifatto, mantenendone però le geometrie.

Le aree di sosta

Si mantiene la sosta libera a disco orario in fila sul lato Nord, mentre sul lato Sud la sosta a pettine viene riservata ai residenti della via.  Si provvede altresì al rifacimento del sistema di raccolta e scarico delle acque meteoriche, che vengono convogliate nella tubazione delle acque nere, come avviene già ora. Infine, si provvede alla posa di un sistema di illuminazione pubblica a Led sul lato sud della via, per garantire gli standard illuminotecnici di legge.

Clicca qui per tornare alla home page e leggere le altre notizie del giorno.

Continua la lettura di Trezzo iniziati i lavori per aprire via Trento e Trieste al traffico su Giornale di Monza.

]]>
Il sindaco silura l’assessore Patrizia Del Pero https://giornaledimonza.it/attualita/il-sindaco-silura-lassessore-patrizia-del-pero/ https://giornaledimonza.it/attualita/il-sindaco-silura-lassessore-patrizia-del-pero/#respond Thu, 18 Oct 2018 17:28:36 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=100017 Il sindaco di Lentate sul Seveso Laura Ferrari (Forza Italia) ha “silurato” l’assessore all’Istruzione Patrizia Del Pero (Lega): “E’ venuta meno la fiducia nei suoi confronti”. Il sindaco ritira le deleghe a Patrizia Del Pero Il decreto di revoca è stato firmato oggi, giovedì 18 ottobre 2018. Già da tempo era risaputo che all’interno della Giunta […]

Continua la lettura di Il sindaco silura l’assessore Patrizia Del Pero su Giornale di Monza.

]]>
Il sindaco di Lentate sul Seveso Laura Ferrari (Forza Italia) ha “silurato” l’assessore all’Istruzione Patrizia Del Pero (Lega): “E’ venuta meno la fiducia nei suoi confronti”.

Il sindaco ritira le deleghe a Patrizia Del Pero

Il decreto di revoca è stato firmato oggi, giovedì 18 ottobre 2018. Già da tempo era risaputo che all’interno della Giunta ci fosse un po’ di maretta e che la figura dell’assessore Del Pero non stesse più andando a genio ad alcuni colleghi assessori e al sindaco. Un finale che non era poi tanto inaspettato, dato che ad aprile le funzioni di Del Pero erano state parecchio ridimensionate: la delega alla Cultura, infatti era stata affidata alla new entry Paola Bencini, mentre quella allo Sport era andata all’assessore Marco Boffi. Allora il sindaco aveva smentito che l’intento fosse quello di “tagliarla fuori”, spiegando questa ridistribuzione con la necessità di fare in modo che Del Pero si concentrasse sull’Istruzione e sulle scuole, un compito molto impegnativo. Evidentemente i motivi erano altri e oggi è arrivata la conferma.

“Venuta meno la fiducia”

Fatto sta che dopo questa riassegnazione di deleghe, a detta del sindaco, Del Pero avrebbe “messo in atto una serie di azioni che hanno progressivamente fatto venir meno la fiducia nei suoi confronti”. Tra gli episodi, quello della targhetta con il punto di domanda fuori dall’ufficio dell’assessore, “con la provocatoria finalità di chiedere al sindaco quale funzione dovesse svolgere da quel momento in poi”; alcune esternazioni polemiche nei confronti dell’Amministrazione comunale durante la festa dello sport; la partecipazione a un incontro presso la direzione dell’Istituto comprensivo Toti inerente le problematiche sulla momentanea chiusura della scuola media, senza aver avvisato il sindaco, “che le aveva espressamente detto di voler gestire la problematica in modo diretto”, e senza precisare ai presenti che ogni decisione relativa alla comunicazione ai genitori degli studenti avrebbe dovuto essere posticipata all’incontro successivo già convocato dal sindaco. Infine, durante l’ultimo Consiglio comunale, dopo che il sindaco aveva annunciato di voler rendere più ricco e innovativo il piano di diritto allo studio, fuori microfono l’assessore avrebbe detto ai consiglieri di non saperne nulla. Così, dato che “nonostante i diversi tentativi di conciliazione il contrasto è diventato insanabile”, il sindaco ha deciso di revocare le deleghe all’assessore. Il tutto sarà discusso durante il Consiglio comunale del 25 ottobre 2018.

Del Pero: “Aspettavo solo il momento”

Interpellata, Del Pero ha dichiarato”: Ora sono una libera cittadina, senza assessorato. Ho ricevuto oggi la lettera, leggerò bene le motivazioni e capirò come comportarmi. Ero preparata, aspettavo solo il momento”.

Continua la lettura di Il sindaco silura l’assessore Patrizia Del Pero su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/il-sindaco-silura-lassessore-patrizia-del-pero/feed/ 0
Emergenza freddo, giornata di raccolta beni per il dormitorio https://giornaledimonza.it/attualita/emergenza-freddo-giornata-di-raccolta-beni-per-il-dormitorio/ https://giornaledimonza.it/attualita/emergenza-freddo-giornata-di-raccolta-beni-per-il-dormitorio/#respond Thu, 18 Oct 2018 16:39:32 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99998 L’inverno è alle porte e anche se il freddo tarda ad arrivare”Spazio37″ di via Borgazzi si sta organizzando per l’apertura del dormitorio, prevista per metà novembre. Come? Una raccolta beni, che si terrà sabato dalle 8.00 alle 20.00 all’Iper di Monza di via della Guerrina 98, quando un gruppo di volontari di diverse associazioni della […]

Continua la lettura di Emergenza freddo, giornata di raccolta beni per il dormitorio su Giornale di Monza.

]]>
L’inverno è alle porte e anche se il freddo tarda ad arrivare”Spazio37″ di via Borgazzi si sta organizzando per l’apertura del dormitorio, prevista per metà novembre. Come? Una raccolta beni, che si terrà sabato dalle 8.00 alle 20.00 all’Iper di Monza di via della Guerrina 98, quando un gruppo di volontari di diverse associazioni della città saranno presenti per raccogliere i materiali necessari. Bagnoschiuma, shampoo, rasoi, carta igienica ma anche tè in bustine, biscotti e brioches serviranno per garantire l’accoglienza dei 25 senza fissa dimora che troveranno riparo nelle gelide notti invernali, oltre che volontari per trascorrere insieme piacevoli serate.

Nel pomeriggio di sabato dalle 15.00 alle 20.00 inoltre, sarà possibile consegnare indumenti invernali in buono stato direttamente a Spazio37, non solo abbigliamento ma anche coperte e scarpe. I beni raccolti verranno utilizzati durante tutto il periodo di apertura del piano freddo che terminerà nel mese di aprile.

Un luogo, Spazio37, che sempre più sta diventando un punto di riferimento per clochard, senza tetto e persone in condizioni di fragilità. Una “casa” aperta a tutti e che offre servizi di supporto a chi si trova ai margini, nel tentativo di immaginare possibili percorsi di reinserimento e inclusione sociale. Il progetto è il risultato di un grosso lavoro di collaborazione tra Comune di Monza, Settore Servizi Sociali, Ufficio per l’Inclusione e l’esercito di volontari che si alterneranno 7 giorni su 7 per garantire l’apertura del dormitorio.

Continua la lettura di Emergenza freddo, giornata di raccolta beni per il dormitorio su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/emergenza-freddo-giornata-di-raccolta-beni-per-il-dormitorio/feed/ 0
Fatture elettroniche, boom di presenze a Cesano per l’incontro di Confartigianato https://giornaledimonza.it/attualita/fatture-elettroniche-boom-di-presenze-a-cesano-per-lincontro-di-confartigianato/ https://giornaledimonza.it/attualita/fatture-elettroniche-boom-di-presenze-a-cesano-per-lincontro-di-confartigianato/#respond Thu, 18 Oct 2018 15:52:36 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=100006 L’introduzione del nuovo sistema delle fatturazioni elettroniche è ormai alle porte. E l’argomento interessa parecchio gli operatori di settore. Tanto che la sala Aurora di Palazzo Borromeo era gremita di imprenditori, martedì sera, per il seminario promosso a Cesano Maderno da Apa Confartigianato. Il nuovo regime entrerà in vigore il primo gennaio Al centro della […]

Continua la lettura di Fatture elettroniche, boom di presenze a Cesano per l’incontro di Confartigianato su Giornale di Monza.

]]>
L’introduzione del nuovo sistema delle fatturazioni elettroniche è ormai alle porte. E l’argomento interessa parecchio gli operatori di settore. Tanto che la sala Aurora di Palazzo Borromeo era gremita di imprenditori, martedì sera, per il seminario promosso a Cesano Maderno da Apa Confartigianato.

Il nuovo regime entrerà in vigore il primo gennaio

Al centro della conferenza l’utilizzo della e-fattura che dal primo gennaio 2019 diventerà obbligatorio. Non solo per chi lavora con la Pubblica amministrazione, ma anche per i rapporti tra operatori economici (B2B) e con i consumatori finali (B2C). Saranno esclusi dall’obbligo solo i contribuenti “minimi” e i “forfettari”.
Il presidente della Sezione di Cesano, Paolo Rastellino, ha sottolineato come “l’Associazione sia impegnata e presente al fianco degli artigiani per fare chiarezza su un tema che avrà un forte impatto sul mondo delle imprese”. In rappresentanza dell’Amministrazione comunale è intervenuto il vicesindaco Celestino Oltolini, che ha posto l’accento “sull’impegno del Comune a favore delle imprese e la proficua collaborazione in essere con Confartigianato”.

Dal quadro normativo agli strumenti di sostegno alle imprese

Momento clou della serata è stato l’intervento della responsabile fiscale di APA Confartigianato, Gloriana Villa, che ha illustrato in maniera semplice e comprensibile tutte le novità. In particolare il quadro normativo di riferimento, le modalità di redazione, invio, ricezione e conservazione dell’e-fattura. Spiegati anche i casi di esenzione e, soprattutto, la proposta di Confartigianato per assistere gli imprenditori attraverso l’utilizzo di un digital hub in grado di semplificare le attività.

Continua la lettura di Fatture elettroniche, boom di presenze a Cesano per l’incontro di Confartigianato su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/fatture-elettroniche-boom-di-presenze-a-cesano-per-lincontro-di-confartigianato/feed/ 0
Anche oggi guasti, soppressioni e ritardi dei treni: STASERA PRESIDIO DEI PENDOLARI https://giornaledimonza.it/attualita/anche-oggi-guasti-soppressioni-e-ritardi-dei-treni-stasera-presidio-dei-pendolari/ https://giornaledimonza.it/attualita/anche-oggi-guasti-soppressioni-e-ritardi-dei-treni-stasera-presidio-dei-pendolari/#respond Thu, 18 Oct 2018 15:32:04 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99999 (foto di repertorio) Anche oggi giornata no per i pendolari tra guasti, soppressioni e ritardi dei treni. Una odissea praticamente quotidiana, indegna di un servizio pubblico. Proprio per questo, tra meno di un’ora, in stazione Porta Garibaldi a Milano avrà luogo una manifestazione di protesta dei comitati pendolari di tutta la Lombardia. Sit in al […]

Continua la lettura di Anche oggi guasti, soppressioni e ritardi dei treni: STASERA PRESIDIO DEI PENDOLARI su Giornale di Monza.

]]>
(foto di repertorio)

Anche oggi giornata no per i pendolari tra guasti, soppressioni e ritardi dei treni. Una odissea praticamente quotidiana, indegna di un servizio pubblico. Proprio per questo, tra meno di un’ora, in stazione Porta Garibaldi a Milano avrà luogo una manifestazione di protesta dei comitati pendolari di tutta la Lombardia. Sit in al quale prenderanno parte anche anche molti viaggiatori delle tratte brianzole, tra cui anche quelli delle linee S9 e S11, che ogni giorno subiscono ritardi e cancellazioni.

LEGGI QUI TUTTE LE INFORMAZIONI SUL PRESIDIO

Guasti, soppressioni e ritardi dei treni: tra poco presidio dei pendolari

Ecco la situazione al momento sulle principali linee utilizzate

Saronno-Seregno-Milano-Albairate

Chiasso-Como-Monza-Milano

Tirano – Sondrio – Lecco – Milano

Lecco – Carnate – Milano

LEGGI ANCHE  Trenord Bonus Novembre 2018: ecco a chi spetta lo sconto sull’abbonamento

Continua la lettura di Anche oggi guasti, soppressioni e ritardi dei treni: STASERA PRESIDIO DEI PENDOLARI su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/anche-oggi-guasti-soppressioni-e-ritardi-dei-treni-stasera-presidio-dei-pendolari/feed/ 0
Miriam Sylla e l’ironia su Salvini: “Chissà che salti di gioia per i nostri successi…” https://giornaledimonza.it/altro/miriam-sylla-e-lironia-su-salvini-chissa-che-salti-di-gioia-per-i-nostri-successi/ https://giornaledimonza.it/altro/miriam-sylla-e-lironia-su-salvini-chissa-che-salti-di-gioia-per-i-nostri-successi/#respond Thu, 18 Oct 2018 15:14:57 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99966 Tutti pazzi per la pallavolo, tutti pazze per la Nazionale italiana che, impegnata nei mondiali in Giappone, sta raccogliendo successi e consensi. Merito anche di Miriam Sylla, 23 anni, gazzella capace di saltare là dove i più non possono immaginare. E proprio Sylla, che di salti appunto è davvero esperta, ha fatto dell’ironia su… Salvini, come riporta il Giornale […]

Continua la lettura di Miriam Sylla e l’ironia su Salvini: “Chissà che salti di gioia per i nostri successi…” su Giornale di Monza.

]]>
Tutti pazzi per la pallavolo, tutti pazze per la Nazionale italiana che, impegnata nei mondiali in Giappone, sta raccogliendo successi e consensi. Merito anche di Miriam Sylla, 23 anni, gazzella capace di saltare là dove i più non possono immaginare. E proprio Sylla, che di salti appunto è davvero esperta, ha fatto dell’ironia su… Salvini, come riporta il Giornale di Lecco.

Le Azzurre in Giappone

La campionessa lecchese, originaria della Costa d’Avorio, ieri è intervenuta in diretta telefonica dal Giappone durante la trasmissione radiofonica “Un giorno da pecora” condotta da Giorgio Lauro e Geppi Cucciari. Entusiasta e carica di energia come suo solito la pallavolista ha commentato il successo della Nazionale Italiana di pallavolo che è stata definita da più parti emblema di integrazione (oltre a Sylla infatti tra le titolari della nostra nazionale azzurra spicca Paola Egonu, nata da genitori nigeriani).

L’ironia su Salvini

Sylla, è nata a Palermo, così come Mario Balotelli, e proprio come il forte attaccante ha genitori africani: papà e mamma sono arrivati in Sicilia dalla Costa d’Avorio per poi trasferirsi in Lombardia, nel Lecchese. Miriam è cresciuta a Valgreghentino.”Quando ci dicono che siamo un esempio di integrazione a volte noi cadiamo quasi dalle nuvole, perchè per noi è la normalità. Tra di noi non c’è nessuna differenza” ha detto Sylla. A quel punto sorge spontanea la domanda retorica, tra il serio e il faceto, del conduttore che ha “tirato in ballo” il Ministro degli interni: “Sarò contento Salvini”.  “Oh, lo sento che sta urlando e saltando di gioia” ha scherzato Sylla.

IL VIDEO DELLA DIVERTENTE INTERVISTA

Mattarella primo tifoso

“Ma Salvini vi ha scritto?” ha chiesto ancora Lauro. “No, no” ha risposto Syll ridendo….. E se il ministro dell’Interno non si è “fatto vivo” con la Nazionale azzurra, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella figura tra i  primi tifosi delle nostre paladine. “Ci ha scritto per farci i complimenti e gli auguri per il prosieguo della nostra avventura”.

Continua la lettura di Miriam Sylla e l’ironia su Salvini: “Chissà che salti di gioia per i nostri successi…” su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/altro/miriam-sylla-e-lironia-su-salvini-chissa-che-salti-di-gioia-per-i-nostri-successi/feed/ 0
Spina bifida curata nell’utero, al San Raffaele la prima in Europa https://giornaledimonza.it/attualita/spina-bifida-curata-nellutero-al-san-raffaele-la-prima-in-europa/ Thu, 18 Oct 2018 14:00:56 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99989 Eseguita con successo al San Raffaele di Milano la prima operazione di correzione della spina bifida durante la gravidanza. Spina bifida, il futuro al San Raffaele Una diagnosi che non lascia scampo, due parole che segnano per sempre il futuro di un bambino. Ora non più, perchè nei giorni scorsi l’equipe del San Raffaele di […]

Continua la lettura di Spina bifida curata nell’utero, al San Raffaele la prima in Europa su Giornale di Monza.

]]>
Eseguita con successo al San Raffaele di Milano la prima operazione di correzione della spina bifida durante la gravidanza.

Spina bifida, il futuro al San Raffaele

Una diagnosi che non lascia scampo, due parole che segnano per sempre il futuro di un bambino. Ora non più, perchè nei giorni scorsi l’equipe del San Raffaele di Milano ha, per la prima volta in Europa, corretto una spina bifida in un feto di 22 settimane. La diagnosi era arrivata alla 19esima settimana. Il destino del bambino già segnato, una partita che si è “giocata” nello spazio microscopico che avrebbe impedito alle sue vertebre di chiudersi. Ed è stato lì, all’interno dell’utero, che sono scesi in campo i bisturi e l’esperienza di due team di specialisti del San Raffaele di Milano. Le due squadre di chirurghi sono riuscite a portare a termine e con successo un intervento di correzione completa neurochirurgica della spina bifida. Con una tecnica che, spiegano dall’ospedale, non è “mai stata utilizzata prima in Europa”.

Che cos’è la spina bifida

La spina bifida è un difetto congenito, per alcune anomalie di sviluppo, che in genere occorrono nelle prime 8-10 settimane di gestazione, come fattori genetici o carenza di acido folico. In sostanza, la parte posteriore del canale neurale da cui si sviluppano il midollo spinale, le meningi spinali e le vertebre non riesce a chiudersi. Il difetto può essere di pochi centimetri o interessare una vasta porzione della colonna vertebrale. Questa patologia comporta disabilità motorie e funzionali come la perdita della mobilità degli arti inferiori, la difficoltà nel controllo degli sfinteri e altre complicazioni neurologiche. Stando alla letteratura scientifica, i bambini con spina bifida operati in utero “hanno meno conseguenze neurologiche dopo la nascita e maggiori possibilità di recupero rispetto a quelli operati da neonati”, ha spiegato il primario di Neurochirurgia Massimo Montini.

Un approccio innovativo

Come hanno agito i medici contro la spina bifida? Un nuovo approccio, che ha permesso “la riparazione definitiva del difetto dorsale congenito fetale. Con un impatto minimo a livello uterino e quindi rischi ridotti per la mamma e la prosecuzione della gravidanza”. La mamma sta bene ed è stata dimessa dopo 5 giorni dall’intervento. L’operazione, che ha visto impegnate le equipe di ginecologi e neurochirurghi dell’Irccs del Gruppo ospedaliero San Donato, coordinate dal primario di Ginecologia e Ostetricia Massimo Candiani e dal primario di Neurochirurgia Massimo Mortini, è durata circa due ore con una tecnica a ridotta invasività. Ciò significa che è stata minimizzata la possibilità di traumi all’utero e l’esposizione del feto, rimasto “costantemente protetto dal calore della mamma”. Ora la donna sarà costantemente seguita nelle prossime settimane fino al parto, previsto intorno alla 38esima settimana.

L’operazione

Com’è stato possibile? Gli specialisti sono entrati nel sacco amniotico attraverso un’unica e piccola incisione dell’utero. A quel punto hanno esposto il dorso fetale malformato ed eseguito la correzione della spina bifida, con avanzati strumenti di micro neurochirurgia. “Questo eccezionale intervento è un traguardo importante nel campo della terapia fetale. Permette migliori opportunità di cura rispetto ai risultati che oggi si possono ottenere con le terapie effettuate in epoca neonatale – sottolinea Candiani – Questa scelta terapeutica, non sperimentale e supportata da solide basi scientifiche, è un’opzione importante per le donne gravide a cui è stata diagnosticata tale malformazione fetale”.

“Sanità lombarda d’eccellenza”

Ancora una volta, in un ospedale lombardo si è aperta una finestra sul futuro. “Leggendo questa notizia provo felicità per questo bimbo che deve ancora nascere e per la sua famiglia, per il loro futuro. – ha commentato il deputato e segretario della Lega Lombarda Paolo Grimoldi –  E un grande orgoglio, da lombardo, per l’eccellenza della sanità ospedaliera in Lombardia, nel caso specifico per l’eccellenza dell’Ospedale San Raffaele. Questa è l’eccellenza lombarda, anche nella ricerca medica e chirurgica. Un’eccellenza che vogliamo ulteriormente migliorare in questa legislatura regionale, con il governatore Attilio Fontana e la sua giunta, anche attraverso le maggiori forme di autonomia che a breve verranno attribuite alla Regione Lombardia, con conseguente aumento delle relative risorse per il nostro sistema sanitario regionale”.

LEGGI ANCHE:

Sanità, più personale per servizi e PS migliori | Il governatore risponde

Prima operazione in Italia: neurostimolatore in bimba epilettica di 5 anni

Continua la lettura di Spina bifida curata nell’utero, al San Raffaele la prima in Europa su Giornale di Monza.

]]>
Habitare l’infanzia, luoghi per crescere insieme https://giornaledimonza.it/attualita/habitare-linfanzia-luoghi-per-crescere-insieme/ https://giornaledimonza.it/attualita/habitare-linfanzia-luoghi-per-crescere-insieme/#respond Thu, 18 Oct 2018 13:51:31 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99944 Habitare l’infanzia, luoghi per crescere insieme. Sabato 20 ottobre  inizia  il progetto “Hub-In, luoghi per crescere insieme”. Habitare l’infanzia, luoghi per crescere insieme Sabato è in programma  il primo evento del progetto “Hub-In, luoghi per crescere insieme”. Dedicato alle famiglie del comune di Monza con bambine e bambini da 0 a 6 anni: “Habitare l’infanzia”. […]

Continua la lettura di Habitare l’infanzia, luoghi per crescere insieme su Giornale di Monza.

]]>
Habitare l’infanzia, luoghi per crescere insieme. Sabato 20 ottobre  inizia  il progetto “Hub-In, luoghi per crescere insieme”.

Habitare l’infanzia, luoghi per crescere insieme

Sabato è in programma  il primo evento del progetto “Hub-In, luoghi per crescere insieme”. Dedicato alle famiglie del comune di Monza con bambine e bambini da 0 a 6 anni: “Habitare l’infanzia”.

Dalle 15 alle 20  le porte del Centro Civico “Liberthub” in viale Libertà 144 a Monza saranno aperte a bambine e bambini, genitori, nonni e cittadini attivi che vorranno condividere e partecipare ai numerosi laboratori, giochi, esperienze, incontri proposti per “assaggiare” le tante opportunità messe a disposizione gratuitamente.

Sono previsti: Baby baratto di autunno (scambio di indumenti dei piccoli), laboratori (Pennelli alternativi, Yoga Bimbi, Yoga mamma-bimbo, l’omino della pioggia e altro ancora).

Poi: incontro con Artù l’amico a 4 zampe, gli incontri per i genitori (Io sarò mamma – drammaterapia, un The con la pedagogista, Mi fido di Noi – piattaforma per il baratto), Giocare all’aperto quando piove (mostra fotografica). Inoltre i saluti dell’Amministrazione comunale, un brindisi con aperitivo per tutti e per finire Musica Maestro, baby dance per grandi e bambini.

Per una comunità di persone

Il progetto intende creare con le famiglie una comunità di persone in luoghi aperti, attivi, sostenibili, di ascolto, e condivisione per la crescita, l’accoglienza e il benessere dei bambini del territorio, grazie a una rete avviata da Stripes Coop (capofila) con il Comune di Monza, il Consorzio Comunità Brianza e con altri partner (Cooperativa Meta, Empiria, Novo Millennio, Istituto Koinè, Istituto Correggio, Movimento Africa 70).

Contro la povertà educativa minorile

Il progetto è stato selezionato da “Con i Bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori.

Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale” Con i Bambini”, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione Con il Sud. www.conibambini.org

Continua la lettura di Habitare l’infanzia, luoghi per crescere insieme su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/habitare-linfanzia-luoghi-per-crescere-insieme/feed/ 0
Assolombarda 2018, Bonomi: “Lombardia punta di diamante del Paese” – VIDEO https://giornaledimonza.it/economia/assolombarda-2018-bonomi-lombardia-punta-di-diamante-del-paese-lintervista/ https://giornaledimonza.it/economia/assolombarda-2018-bonomi-lombardia-punta-di-diamante-del-paese-lintervista/#respond Thu, 18 Oct 2018 13:41:21 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99950 Il presidente degli industriali lombardi Carlo Bonomi ha attaccato duramente le politiche del nuovo Governo durante l’Assemblea di Assolombarda al Teatro alla Scala di Milano. Ecco la sua intervista video al termine dell’incontro di questa mattina. QUI L’ARTICOLO COMPLETO Assolombarda 2018, Bonomi: “Lombardia punta di diamante del Paese” Al termine dell’incontro a cui hanno preso […]

Continua la lettura di Assolombarda 2018, Bonomi: “Lombardia punta di diamante del Paese” – VIDEO su Giornale di Monza.

]]>
Il presidente degli industriali lombardi Carlo Bonomi ha attaccato duramente le politiche del nuovo Governo durante l’Assemblea di Assolombarda al Teatro alla Scala di Milano. Ecco la sua intervista video al termine dell’incontro di questa mattina.

QUI L’ARTICOLO COMPLETO

Assolombarda 2018, Bonomi: “Lombardia punta di diamante del Paese”

Al termine dell’incontro a cui hanno preso parte anche il Ministro dell’Economia e delle Finanze Giovanni Tria, il presidente nazionale di Confindustria Vincenzo Boccia, il governatore lombardo Attilio Fontana e il sindaco di Milano Giuseppe Sala, Bonomi ha rilasciato una breve intervista che vi proponiamo di seguito. 

Ecco anche quanto dichiarato al termine dell’incontro dal Presidente di Confindustria Vincenzo Boccia

Continua la lettura di Assolombarda 2018, Bonomi: “Lombardia punta di diamante del Paese” – VIDEO su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/economia/assolombarda-2018-bonomi-lombardia-punta-di-diamante-del-paese-lintervista/feed/ 0
Falsi tecnici dell’acqua in azione a Birago https://giornaledimonza.it/cronaca/falsi-tecnici-dellacqua-in-azione-a-birago/ https://giornaledimonza.it/cronaca/falsi-tecnici-dellacqua-in-azione-a-birago/#respond Thu, 18 Oct 2018 13:41:12 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99970 Falsi tecnici dell’acqua in azione a Birago, frazione di Lentate sul Seveso. A segnalare l’episodio e a mettere in guardia gli anziani è il comandante della Polizia locale Mauro Colombo. Falsi tecnici raggirano anziani I truffatori sono entrati in azione a Birago, sempre con il solito copione e con lo stesso modus operandi: raggirano le […]

Continua la lettura di Falsi tecnici dell’acqua in azione a Birago su Giornale di Monza.

]]>
Falsi tecnici dell’acqua in azione a Birago, frazione di Lentate sul Seveso. A segnalare l’episodio e a mettere in guardia gli anziani è il comandante della Polizia locale Mauro Colombo.

Falsi tecnici raggirano anziani

I truffatori sono entrati in azione a Birago, sempre con il solito copione e con lo stesso modus operandi: raggirano le loro vittime spacciandosi per tecnici dell’acquedotto comunale che dovrebbero effettuare delle verifiche sulla qualità dell’acqua a causa di una possibile contaminazione. I malviventi suonano il campanello per tentare di ingannare il proprietario dell’abitazione, attendono che questi si sposti in un’altra stanza e intervengono cercando di sottrarre soldi e oggetti preziosi. All’esterno, un complice, spesso abbigliato con una divisa dei Carabinieri, funge da “palo”.

L’invito è di non aprire agli sconosciuti

L’invito ai cittadini è quello di non aprire e di contattare immediatamente le forze dell’ordine: la stazione dei Carabinieri di Lentate sul Seveso al numero 0362 560278 oppure la Polizia locale allo 0362 515218. Anche BrianzAcque, gestore del servizio idrico integrato, mette in guardia: per avere informazioni è possibile chiamare il call center dell’azienda 800.005.191, eventualmente anche per chiedere notizie sulla presenza e sull’attività degli operatori in servizio in una determinata zona. “Purtroppo questi sono delinquenti seriali molto scaltri – afferma il comandante della Polizia Locale Mauro Colombo – Invitiamo tutti, in particolare gli anziani, a non far entrare sconosciuti in casa. In secondo luogo meglio evitare di riporre soldi e preziosi in posti scontati”.

Continua la lettura di Falsi tecnici dell’acqua in azione a Birago su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/cronaca/falsi-tecnici-dellacqua-in-azione-a-birago/feed/ 0
Padroni senza cuore abbandonano due coniglietti https://giornaledimonza.it/cronaca/padroni-senza-cuore-abbandonano-due-coniglietti/ Thu, 18 Oct 2018 13:40:02 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99982 Padroni senza cuore abbandonano due coniglietti. Sono stati trovati dalla Polizia locale in un parchetto di Sesto San Giovanni: “Aiutateci a trovare i responsabili”. Padroni abbandonano due conigli nani Sono stati trovati dagli agenti della Polizia locale all’interno di un parchetto di via Lacerra. Due conigli nani testa di leone sono stati recuperati dai ghisa […]

Continua la lettura di Padroni senza cuore abbandonano due coniglietti su Giornale di Monza.

]]>
Padroni senza cuore abbandonano due coniglietti. Sono stati trovati dalla Polizia locale in un parchetto di Sesto San Giovanni: “Aiutateci a trovare i responsabili”.

Padroni abbandonano due conigli nani

Sono stati trovati dagli agenti della Polizia locale all’interno di un parchetto di via Lacerra. Due conigli nani testa di leone sono stati recuperati dai ghisa questa mattina, giovedì. Animaletti praticamente “gemelli”, entrambi con pelo bianco e beige e in buone condizioni di salute.

“Aiutateci a trovare i responsabili”

Il comandante della Polizia locale, Pietro Curcio, ha ricordato che l’abbandono di animali è “punito dal Codice penale: invitiamo chiunque fosse in grado di fornire informazioni utili all’identificazione del responsabile di presentarsi al Comando di Polizia Locale”.

 

Continua la lettura di Padroni senza cuore abbandonano due coniglietti su Giornale di Monza.

]]>
Carate, la chiesa di Costa Lambro trasformata in un set https://giornaledimonza.it/attualita/carate-la-chiesa-di-costa-lambro-trasformata-in-un-set/ https://giornaledimonza.it/attualita/carate-la-chiesa-di-costa-lambro-trasformata-in-un-set/#respond Thu, 18 Oct 2018 13:15:11 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99959 La chiesa parrocchiale di Costa Lambro trasformata in un set. Da questa mattina, giovedì 18 ottobre la frazione di Costa Lambro a Carate Brianza ospita le riprese di uno spot pubblicitario. Dalle prime ore della giornata in piazza San Martino telecamere, attori e comparse sono impegnati nella registrazione di alcune scene di uno spot commissionato […]

Continua la lettura di Carate, la chiesa di Costa Lambro trasformata in un set su Giornale di Monza.

]]>
La chiesa parrocchiale di Costa Lambro trasformata in un set.

Da questa mattina, giovedì 18 ottobre la frazione di Costa Lambro a Carate Brianza ospita le riprese di uno spot pubblicitario. Dalle prime ore della giornata in piazza San Martino telecamere, attori e comparse sono impegnati nella registrazione di alcune scene di uno spot commissionato da una delle più importanti case automobilistiche tedesche.

Il servizio è stato affidato alla Recalcati Multimedia srl di Milano. La chiesa, addobbata a festa, fa da cornice a una cerimonia di nozze con decine di invitati. All’uscita una fiammante e nuovissima quattro ruote ad attendere una meravigliosa sposa di colore. Lo spot – a quanto si è appreso – non sarà trasmesso in tv ma sul web in una campagna di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale.

Per consentire le riprese in via Crivelli, via Stanga Busca e in piazza San Martino la viabilità viene regolata dalla presenza di un agente di Polizia locale. In vigore l’ordinanza di divieto di sosta fino alle ore 20.

Le riprese dello spot a Costa Lambro

Continua la lettura di Carate, la chiesa di Costa Lambro trasformata in un set su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/carate-la-chiesa-di-costa-lambro-trasformata-in-un-set/feed/ 0
A Desio anche gli islamici seppelliti al cimitero https://giornaledimonza.it/attualita/a-desio-anche-gli-islamici-seppelliti-al-cimitero/ https://giornaledimonza.it/attualita/a-desio-anche-gli-islamici-seppelliti-al-cimitero/#comments Thu, 18 Oct 2018 12:52:27 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99947 A Desio gli islamici avranno un posto al cimitero. Lo ha deciso la Giunta. Un’area per le sepolture dei cittadini islamici Desio avrà una nuova area per le sepolture dei cittadini di religione islamica residenti o deceduti sul territorio del Comune. Nella seduta di martedì 16 ottobre la Giunta ha deliberato la convenzione con l’associazione […]

Continua la lettura di A Desio anche gli islamici seppelliti al cimitero su Giornale di Monza.

]]>
A Desio gli islamici avranno un posto al cimitero. Lo ha deciso la Giunta.

Un’area per le sepolture dei cittadini islamici

Desio avrà una nuova area per le sepolture dei cittadini di religione islamica residenti o deceduti sul territorio del Comune. Nella seduta di martedì 16 ottobre la Giunta ha deliberato la convenzione con l’associazione culturale “Centro Minhaj ul Quaran” con cui definisce la nuova procedura di accesso e d’uso di queste sepolture.

Per il sindaco “tutti i cittadini sono uguali”

“Per noi tutti i cittadini che vivono e lavorano sul territorio hanno gli stessi diritti e doveri, senza distinzioni di etnia –  spiega il sindaco Roberto Corti – Accogliamo oltre 4 mila residenti stranieri, la maggior parte rumeni ma anche pachistani. Abbiamo oltre 800 bambini iscritti a scuola e supportiamo iniziative di integrazione culturale, garantendo sempre il rispetto della legge. Desio è la città dell’integrazione nel rispetto delle regole”.

Prevista nel regolamento

L’articolo 13 del Regolamento di Polizia Mortuaria prevede lungo il lato ovest del perimetro del Cimitero nuovo, la zona di espansione destinata alle “sepolture non cattoliche”. “Musulmani, ma anche altre confessioni religiose, se ce lo chiederanno”, precisa Corti. In base alle convenzione (di durata ventennale) con l’associazione culturale “Centro Minhaj ul Quaran” in questa area saranno costruiti 36 posti sepoltura e un ossario comune nel rispetto delle principali regole della religione islamica.

Il “nulla osta” come «garanzia»

ll Comune di Desio gestirà direttamente l’area. Le salme dovranno essere accompagnate da “nulla osta” firmato dal legale rappresentante dell’associazione culturale “Centro Minhaj ul Quaran”. Ciò per “certificare” la fede islamica del defunto. Prima dell’inumazione e dell’eventuale esumazione dovranno essere corrisposti tutti i corrispettivi per lo svolgimento dei servizi cimiteriali. In assenza di un cimitero islamico l’espatrio della salma diventa scelta obbligata, con costi importanti a carico delle famiglie. “In passato – spiega il sindaco – poteva anche avere un senso. Gran parte degli immigrati musulmani non puntavano a fermarsi stabilmente in Italia e, spesso, desideravano anche e soprattutto da morti, tornare a casa”. Ma ora non è più così: “Le famiglie che vedono il loro futuro in Italia sono sempre di più. Parliamo di persone che sono in Italia da molti anni, molte con cittadinanza italiana, o addirittura nate in Italia da genitori immigrati. E loro vogliono avere i loro defunti vicino”.

Rivolti verso La Mecca

La testa dei defunti sarà rivolta verso La Mecca e, quindi, le fosse per le bare saranno orientate tutte nello stesso modo. I defunti di religione islamica saranno sepolti deponendo la salma all’interno di un feretro, in conformità alla legislazione vigente in materia funeraria. Al termine del periodo ordinario di inumazione o se il numero dei posti fosse esaurito, si procederà all’esumazione. I resti ossei saranno conservati nell’ossario comune nel rispetto delle regole della religione islamica.

“Una città che non esclude nessuno”

Una città che non esclude nessuno. “Dare una risposta positiva e definitiva alle legittime istanze dei cittadini di religione islamica, nel rispetto delle esigenze dell’Amministrazione comunale e delle leggi italiane – conclude l’assessore ai Servizi cimiteriali Stefano Guidotti – costituisce un passo concreto verso la completa integrazione dei cittadini di religione islamica e rappresenta un prezioso contributo alla costruzione di una città che non esclude nessuno”.

Continua la lettura di A Desio anche gli islamici seppelliti al cimitero su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/a-desio-anche-gli-islamici-seppelliti-al-cimitero/feed/ 1
Litosud tra i finalisti del “Best Performance Award 2018” https://giornaledimonza.it/economia/litosud-tra-i-finalisti-del-best-performance-award-2018/ https://giornaledimonza.it/economia/litosud-tra-i-finalisti-del-best-performance-award-2018/#respond Thu, 18 Oct 2018 12:30:56 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99946 Un riconoscimento che ne certifica l’eccellenza economico-finanziaria, l’attenzione all’innovation&technology e il riguardo all’impatto umano, ambientale e di governance. Questo ha significato per la Litosud di Mario Farina entrare a far parte della short list della seconda edizione del “Best Performance Award 2018”, il premio annuale assegnato nei giorni scorsi e dedicato alle imprese italiane, promosso dallo SDA Bocconi in […]

Continua la lettura di Litosud tra i finalisti del “Best Performance Award 2018” su Giornale di Monza.

]]>
Un riconoscimento che ne certifica l’eccellenza economico-finanziaria, l’attenzione all’innovation&technology e il riguardo all’impatto umano, ambientale e di governance. Questo ha significato per la Litosud di Mario Farina entrare a far parte della short list della seconda edizione del “Best Performance Award 2018”, il premio annuale assegnato nei giorni scorsi e dedicato alle imprese italiane, promosso dallo SDA Bocconi in partnership con JP Morgan, Price Waterhouse Cooper, Thompson Reuters e Il Sole 24 ore.

Litosud tra i finalisti del “Best Performance Award 2018”

La Litosud, società tipografica attiva nella stampa di giornali, con due stabilimenti produttivi a Roma e a Milano e nella stampa rotocalco attraverso la sua controllata Effe Printing, è stata l’unica azienda del settore grafico industriale ad avere questo privilegio a fronte di un affollato gruppo di partecipanti: 576.325 le imprese esaminate, 380 giudicate virtuose, e solo 76 le finaliste.

«Essere tra i finalisti del premio ci ha sicuramente onorato – afferma Gianluca Farina, figlio di Mario e componente della governance di Litosud oltre che consigliere di Netweek Spa a cui fanno capo i nostri giornali – A maggior ragione in un periodo di difficoltà per il settore dell’editoria. E’ un attestato di stima che dimostra che stiamo lavorando nella maniera giusta».

Un grande successo ampiamente riconosciuto

La Litosud ha dovuto superare un primo step di analisi da parte della SDA Bocconi, quindi ha ricevuto la visita dei rappresentanti di JP Morgan e Price Waterhouse Cooper che hanno incontrato i vertici dell’azienda. «Sono partiti dall’analisi dei nostri indicatori economici – continua Gianluca Farina – Quindi hanno verificato la nostra attenzione e la rilevanza strategica che hanno per la Litosud le teamatiche ESG (Environmental-Social-Governance). L’inserimento finale nella shortlist di 76 aziende su un campione di 576.325 è la prova della nostra eccellenza».

E ora? «Ci siamo salutati dandoci appuntamento all’anno prossimo», assicura Farina. E questa volta per vincere.

Continua la lettura di Litosud tra i finalisti del “Best Performance Award 2018” su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/economia/litosud-tra-i-finalisti-del-best-performance-award-2018/feed/ 0
Sequestro di articoli di maglieria falsi per mezzo milione di euro VIDEO https://giornaledimonza.it/cronaca/sequestro-di-articoli-di-maglieria-falsi-per-mezzo-milione-di-euro-video/ https://giornaledimonza.it/cronaca/sequestro-di-articoli-di-maglieria-falsi-per-mezzo-milione-di-euro-video/#respond Thu, 18 Oct 2018 12:26:43 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99934 Sequestro di articoli di maglieria falsi per mezzo milione di euro: 15.000 articoli di maglieria falsi, migliaia di etichette ed imballi pronti per il confezionamento dei capi di abbigliamento, il tutto per un valore di oltre 500.000 euro. E’ il bilancio di un sequestro effettuato nei giorni scorsi dalla Guardia di Finanza di Torino in […]

Continua la lettura di Sequestro di articoli di maglieria falsi per mezzo milione di euro VIDEO su Giornale di Monza.

]]>
Sequestro di articoli di maglieria falsi per mezzo milione di euro: 15.000 articoli di maglieria falsi, migliaia di etichette ed imballi pronti per il confezionamento dei capi di abbigliamento, il tutto per un valore di oltre 500.000 euro.

E’ il bilancio di un sequestro effettuato nei giorni scorsi dalla Guardia di Finanza di Torino in due market ubicati in Lombardia. Uno di questi situato ad Agrate Brianza.

L’intervento dei Baschi Verdi del Gruppo Torino, nasce da un analogo sequestro di capi contraffatti realizzato la scorsa settimana in uno store del Torinese, gestito da un imprenditore cinese. I Finanzieri, al termine delle indagini, sono risaliti all’importatore della falsa merce, con  depositi ad Agrate Brianza,  all’interno di un noto centro commerciale, e a Milano.

Gli inquirenti, che per le analisi dei filati si sono avvalsi della collaborazione del laboratorio Chimico “BuzziLab” di Prato, hanno appurato la non conformità di quanto indicato sulle etichette merceologiche.

Acrilico e non la più pregiata Lycra

I capi di abbigliamento, in sostanza, sono risultati composti di filato acrilico e non, come indicato nelle etichette, con il tessuto di pregio denominato “LYCRA”, le cui caratteristiche di elasticità ad effetto “memoria” sono tutelate da un brevetto registrato.

Su quest’ultimo aspetto è bene ricordare che il marchio “LYCRA”, il cui brevetto è riconducibile al diritto di privativa industriale della nota Azienda Multinazionale “Invista” con sede negli Stati Uniti, differenzia il proprio tessuto per delle caratteristiche ben definite che attribuisce allo stesso una nota di pregio rispetto ad altre fibre sintetiche.

Frode in commercio

Frode in commercio è l’accusa per l’imprenditore di origine cinese denunciato alla locale Procura della Repubblica perdipiù sanzionato per oltre 5.000 euro. Come detto, 15.000 circa gli articoli di maglieria sequestrati oltre a migliaia di false etichette ed imballi pronti per l’illecito confezionamento, il tutto per un valore di oltre 500.000 euro.

Gli stessi imballi, tra l’altro, riportavano indicazioni e “claims” inequivocabilmente riconducibili ad un origine italiana dei prodotti, di fatto, però, importati dalla Cina.

Il materiale sequestrato andrà in beneficenza

La finalità dell’operazione della Guardia di Finanza di Torino assume in questo caso una doppia valenza; infatti, oltre ad arginare un fenomeno distorsivo del mercato, vedrà la merce sequestrata devoluta, prossimamente, ad enti caritatevoli per la successiva consegna a persona bisognose.

Guarda il video

Continua la lettura di Sequestro di articoli di maglieria falsi per mezzo milione di euro VIDEO su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/cronaca/sequestro-di-articoli-di-maglieria-falsi-per-mezzo-milione-di-euro-video/feed/ 0
Vibrione del colera nelle cozze https://giornaledimonza.it/cronaca/vibrione-del-colera-nelle-cozze/ https://giornaledimonza.it/cronaca/vibrione-del-colera-nelle-cozze/#respond Thu, 18 Oct 2018 12:12:15 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99939 Vibrione del colera nelle cozze: il sistema di allerta europeo rapido per la sicurezza alimentare, ha lanciato l’allarme per la possibile presenza dei pericolosi batteri. Vibrione del colera nelle cozze Cozze vive contaminate da Vibrio alginolyticus e Vibrio cholerae, che sarebbero state già immesse sull’intero mercato nazionale. E’ delle ultime ore la notizia di una […]

Continua la lettura di Vibrione del colera nelle cozze su Giornale di Monza.

]]>
Vibrione del colera nelle cozze: il sistema di allerta europeo rapido per la sicurezza alimentare, ha lanciato l’allarme per la possibile presenza dei pericolosi batteri.

Vibrione del colera nelle cozze

Cozze vive contaminate da Vibrio alginolyticus e Vibrio cholerae, che sarebbero state già immesse sull’intero mercato nazionale. E’ delle ultime ore la notizia di una nuova allerta alimentare che, questa volta, non riguarda i temibili batteri Escherichia Coli o la Salmonella. Non si conoscono i lotti con cozze vive contaminate anche perché riguardano non solo la Grande distribuzione ma pescherie e mercati.

L’allerta del Ministero della Sanità

Ad allertare le autorità sanitarie dei diversi Paesi europei ed esteri circa la presenza del Vibrione del Colera è stato il Ministero della Sanità di Malta che ha prontamente avvisato le autorità sanitarie della UE. Rasff, il sistema di allerta rapido dell’Unione Europea, invita tutti a prestare la massima attenzione e a non consumare le cozze vive senza prima sottoporle al controllo dal Servizio igiene degli alimenti e nutrizione della Asl locale.

Sempre bene evitare di mangiare cozze crude

Le cozze sono organismi “filtratori”, cioè filtrano tutto ciò che è contenuto nei mari nei quali vivono. Lo Sportello dei diritti ricorda che se provengono da acque non perfettamente pulite, possono essere fonte di contaminazione batterica. Per questo motivo sarebbe sempre meglio evitare di mangiarle crude, sia a casa sia al ristorante dove spesso vengono servite sotto forma di “Crudités”. Solo con l’abbattimento (che non sappiamo se è stato fatto accuratamente) e la cottura i batteri vengono inibiti e si evitano spiacevoli disturbi intestinali.

Continua la lettura di Vibrione del colera nelle cozze su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/cronaca/vibrione-del-colera-nelle-cozze/feed/ 0
Assolombarda 2018, Fontana “Al lavoro per infrastrutture e semplificazione” https://giornaledimonza.it/economia/assolombarda-2018-fontana-al-lavoro-per-infrastrutture-e-semplificazione/ https://giornaledimonza.it/economia/assolombarda-2018-fontana-al-lavoro-per-infrastrutture-e-semplificazione/#respond Thu, 18 Oct 2018 12:03:51 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99928 Assolombarda 2018, Fontana “Al lavoro per infrastrutture e semplificazione. Il nostro obiettivo è far ripartire gli investimenti”. Assolombarda 2018, Fontana “Al lavoro per infrastrutture e semplificazione” “Milano rappresenta il benchmark economico non solo nazionale, ma europeo e mondiale. Sostenere e rilanciare le imprese lombarde, attraverso la semplificazione e la realizzazione delle infrastrutture fondamentali per il […]

Continua la lettura di Assolombarda 2018, Fontana “Al lavoro per infrastrutture e semplificazione” su Giornale di Monza.

]]>
Assolombarda 2018, Fontana “Al lavoro per infrastrutture e semplificazione. Il nostro obiettivo è far ripartire gli investimenti”.

Assolombarda 2018, Fontana “Al lavoro per infrastrutture e semplificazione”

“Milano rappresenta il benchmark economico non solo nazionale, ma europeo e mondiale. Sostenere e rilanciare le imprese lombarde, attraverso la semplificazione e la realizzazione delle infrastrutture fondamentali per il sistema produttivo e quello alla quale Regione Lombardia sta
lavorando”.
Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, intervenendo, al Teatro alla Scala, all’assemblea generale 2018 di Assolombarda.

QUI IL DISCORSO DEL PRESIDENTE  DEGLI INDUSTRIALI BONOMI CHE HA ATTACCATO LE POLITICHE DEL GOVERNO

Gli imprenditori devono lavorare senza intoppi

“Vogliamo che gli imprenditori possano continuare a lavorare senza troppi intoppi burocratici – ha sottolineato il presidente – lo abbiamo promesso in campagna elettorale e vogliamo realizzarlo”.

“Siamo alle battute finali del percorso avviato con il Governo per ottenere quell’Autonomia che ci consentirà di utilizzare in modo virtuoso le nostre risorse e realizzare quelle infrastrutture che possano contribuire a un rilancio di tutte le imprese lombarde, come la Pedemontana“.

Fondi per aiutare le imprese

Concludendo Fontana ha ringraziato il Governo per i 4,2 miliardi di euro come fondi aggiuntivi per gli investimenti “che – ha precisato – utilizzeremo proprio per le infrastrutture e per aiutare le imprese”.

Continua la lettura di Assolombarda 2018, Fontana “Al lavoro per infrastrutture e semplificazione” su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/economia/assolombarda-2018-fontana-al-lavoro-per-infrastrutture-e-semplificazione/feed/ 0
Un grande del ciclismo italiano in visita alla Rocchetta https://giornaledimonza.it/cronaca/un-grande-del-ciclismo-italiano-in-visita-alla-rocchetta/ https://giornaledimonza.it/cronaca/un-grande-del-ciclismo-italiano-in-visita-alla-rocchetta/#respond Thu, 18 Oct 2018 11:40:19 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99927 Un grande del ciclismo italiano in visita al Santuario della Madonna della Rocchetta. L’ex campione Gianni Motta ha pedalato fino alla chiesetta di Porto d’Adda. Maglia Rosa nel 1966 Classe 1943, originario di Cassano d’Adda, Gianni Motta è stato un mostro sacro del ciclismo italiano. Il suo successo più bello è datato 1966, quando trionfò […]

Continua la lettura di Un grande del ciclismo italiano in visita alla Rocchetta su Giornale di Monza.

]]>
Un grande del ciclismo italiano in visita al Santuario della Madonna della Rocchetta. L’ex campione Gianni Motta ha pedalato fino alla chiesetta di Porto d’Adda.

Maglia Rosa nel 1966

Classe 1943, originario di Cassano d’Adda, Gianni Motta è stato un mostro sacro del ciclismo italiano. Il suo successo più bello è datato 1966, quando trionfò nella classifica generale del Giro d’Italia. Per lui anche una vittoria al Giro di Lombardia, un secondo posto alla Milano-Sanremo e un terzo al Tour de France del 1965. Risultati a cui si devono sommare le numerose vittorie ottenute su pista. Un vera e propria icona del pedale italiano, che nei giorni scorsi ha prima fatto visita al Santuario della Madonna della Rocchetta, quindi si è fermato al ristoro Stallazzo. Il tutto ovviamente sempre con al fianco l’adorata bicicletta. Ad accoglierlo il custode Fiorenzo Mandelli, che ha potuto così aggiungere un altro volto noto alla galleria di personaggi celebri che nel corso di questi anni hanno fatto visita alla Rocchetta.

Continua la lettura di Un grande del ciclismo italiano in visita alla Rocchetta su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/cronaca/un-grande-del-ciclismo-italiano-in-visita-alla-rocchetta/feed/ 0
Giussano, malore per un’ anziana https://giornaledimonza.it/cronaca/giussano-malore-in-casa-per-un-anziana/ https://giornaledimonza.it/cronaca/giussano-malore-in-casa-per-un-anziana/#respond Thu, 18 Oct 2018 10:53:01 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99915 Giussano, malore  per un’ anziana, poco prima di mezzogiorno. Ambulanza in via Tofane Giussano, malore per un’ anziana, poco prima di mezzogiorno. L’ambulanza della Croce bianca di Mariano e l’auto medica  sono arrivati in codice rosso in via Tofane, vicino al  Laghetto,  per prestare soccorso all’anziana di 84 anni che si è sentita male. La […]

Continua la lettura di Giussano, malore per un’ anziana su Giornale di Monza.

]]>
Giussano, malore  per un’ anziana, poco prima di mezzogiorno.

Ambulanza in via Tofane

Giussano, malore per un’ anziana, poco prima di mezzogiorno. L’ambulanza della Croce bianca di Mariano e l’auto medica  sono arrivati in codice rosso in via Tofane, vicino al  Laghetto,  per prestare soccorso all’anziana di 84 anni che si è sentita male.

La donna è stata immediatamente soccorsa e stabilizzata e portata in ospedale, a Desio, in codice giallo.

 

 

Continua la lettura di Giussano, malore per un’ anziana su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/cronaca/giussano-malore-in-casa-per-un-anziana/feed/ 0
Due spaccate in pochi giorni: furto da 50mila euro – VIDEO https://giornaledimonza.it/cronaca/due-spaccate-in-pochi-giorni-furto-da-50mila-euro-video/ https://giornaledimonza.it/cronaca/due-spaccate-in-pochi-giorni-furto-da-50mila-euro-video/#comments Thu, 18 Oct 2018 07:32:56 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99808 Due spaccate in pochi giorni. Il punto vendita Expert di via Buonarroti a Lissone ha subito questa notte l’ennesimo furto da parte di ignoti. Due spaccate: Expert nel mirino Questa notte, tra mercoledì e giovedì, una banda di otto persone ha sfondato le vetrine del negozio di elettronica e elettrodomestici riuscendo a entrare nel negozio. […]

Continua la lettura di Due spaccate in pochi giorni: furto da 50mila euro – VIDEO su Giornale di Monza.

]]>
Due spaccate in pochi giorni. Il punto vendita Expert di via Buonarroti a Lissone ha subito questa notte l’ennesimo furto da parte di ignoti.

Due spaccate: Expert nel mirino

Questa notte, tra mercoledì e giovedì, una banda di otto persone ha sfondato le vetrine del negozio di elettronica e elettrodomestici riuscendo a entrare nel negozio.

I malviventi, a bordo di due pick up, hanno sfondato le vetrine e in pochi minuti sono riusciti a entrare nell’esercizio commerciale, rubando quanto più possibile.

Se qualcuno ha visto circolare questi due mezzi avvisi i carabinieri di Lissone.Sono stati utilizzati per compiere un furto questa notte.Qualsiasi indicazione puo' essere utile per le ricerche

Pubblicato da Expert-Arosio Luce su Mercoledì 17 ottobre 2018

Un danno tra i 40 e i 50mila euro. Un bottino ricco per i ladri, fuggiti con cellulari, tablet e computer portatili.

Sono entrati in azione intorno alle 2.30, un vero “kommando” organizzato. In pochi minuti sono entrati, hanno sfasciato tutto e sono poi scappati con la refurtiva. Hanno lasciato le asce, le mazze e i martelli utilizzati nel negozio. Se qualcuno ha visto qualcosa, contatti i Carabinieri.

Questo il commento, esterrefatto, di Massimo Arosio, titolare del punto vendita.

Il precedente

Meno di una settimana fa il negozio era stato triste teatro di un episodio analogo. Nella notte tra venerdì e sabato i malviventi hanno sfondato un’altra vetrina, scappando con circa 20mila euro di refurtiva.

Sul posto, in entrambi i casi, sono prontamente intervenuti i Carabinieri del Comando di Lissone che stanno proseguendo ora nelle indagini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua la lettura di Due spaccate in pochi giorni: furto da 50mila euro – VIDEO su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/cronaca/due-spaccate-in-pochi-giorni-furto-da-50mila-euro-video/feed/ 1
Incidente in Milano Meda, traffico in tilt https://giornaledimonza.it/cronaca/incidente-in-milano-meda-traffico-in-tilt/ https://giornaledimonza.it/cronaca/incidente-in-milano-meda-traffico-in-tilt/#respond Thu, 18 Oct 2018 07:38:06 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99823 Incidente in Milano Meda ieri sera, poco prima delle 21, nel tratto tra Meda e Barlassina, in direzione Nord. Incidente in Milano Meda Il sinistro ha coinvolto più veicoli poco prima dell’uscita di Barlassina. L’esatta dinamica è ancora in fase di ricostruzione da parte degli agenti della Polizia stradale, prontamente accorsi sul posto. Secondo l’azienda […]

Continua la lettura di Incidente in Milano Meda, traffico in tilt su Giornale di Monza.

]]>
Incidente in Milano Meda ieri sera, poco prima delle 21, nel tratto tra Meda e Barlassina, in direzione Nord.

Incidente in Milano Meda

Il sinistro ha coinvolto più veicoli poco prima dell’uscita di Barlassina. L’esatta dinamica è ancora in fase di ricostruzione da parte degli agenti della Polizia stradale, prontamente accorsi sul posto. Secondo l’azienda regionale emergenza urgenza sarebbero 8 le persone coinvolte, fortunatamente non in modo grave, trasferite in codice verde agli ospedali di Desio e Carate Brianza.

L’impatto poco prima della chiusura dello svincolo di Lentate

L’impatto è avvenuto poco prima della chiusura dello svincolo di Lentate, previsto dalle 21 di ieri alle 6 di stamattina, per messa in sicurezza della pavimentazione stradale. La Provincia di Monza e Brianza aveva infatti avvisato della chiusura notturna totale della carreggiata nord direzione Como nel territorio di Lentate sul Seveso e che l’uscita obbligatoria era la numero 13, quella in corrispondenza di Barlassina. Alcuni automobilisti hanno pensato che il rallentamento fosse dovuto a questa chiusura temporanea, invece c’era stato un incidente.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook Brianza Eventi & News!

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornaledi Monza e Provincia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

Continua la lettura di Incidente in Milano Meda, traffico in tilt su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/cronaca/incidente-in-milano-meda-traffico-in-tilt/feed/ 0
All’ospedale di Vimercate arriva la Tac di ultima generazione https://giornaledimonza.it/attualita/allospedale-di-vimercate-arriva-la-tac-di-ultima-generazione/ https://giornaledimonza.it/attualita/allospedale-di-vimercate-arriva-la-tac-di-ultima-generazione/#respond Thu, 18 Oct 2018 09:43:09 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99885 All’ospedale di Vimercate arriva la Tac di ultima generazione. Si tratta di un macchinario a 128 strati che consente di eseguire indagini diagnostiche di elevata qualità, in modo veloce e sicuro. All’ospedale di Vimercate arriva la Tac di ultima generazione Una tac di ultima generazione è entrata in funzione presso l’Unità Operativa di radiologia dell’ospedale […]

Continua la lettura di All’ospedale di Vimercate arriva la Tac di ultima generazione su Giornale di Monza.

]]>
All’ospedale di Vimercate arriva la Tac di ultima generazione. Si tratta di un macchinario a 128 strati che consente di eseguire indagini diagnostiche di elevata qualità, in modo veloce e sicuro.

All’ospedale di Vimercate arriva la Tac di ultima generazione

Una tac di ultima generazione è entrata in funzione presso l’Unità Operativa di radiologia dell’ospedale di Vimercate. Si tratta di un macchinario innovativo che permette di eseguire indagini diagnostiche di elevata qualità, in tempi rapidi e soprattutto con dosi di radiazioni nettamente inferiori rispetto al precedente strumento di diagnostica.

Uno studio preciso anche delle malattie tumorali

La macchina è già in funzione ed è dotata di un potente processore e un software dedicati che consente all’equipe di radiologia l’esecuzione di indagini cardiovascolari e “total body” anche in pazienti critici e con difficoltà a mantenere il respiro o la posizione supina. Inoltre il macchinario, acquistato con finanziamento regionale, permette uno studio più “fine” e preciso delle malattie tumorali con una riduzione di dose somministrata al paziente dal 50 all’80%.

Presto nuovo macchinario in Pronto Soccorso

L’azienda ospedaliera comunica anche che, prossimamente, verrà sostituita con una nuova apparecchiatura anche la tac utilizzata dall’equipe del Pronto Soccorso.

Continua la lettura di All’ospedale di Vimercate arriva la Tac di ultima generazione su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/allospedale-di-vimercate-arriva-la-tac-di-ultima-generazione/feed/ 0
Giussano: ragazzino cade dalla bici e finisce in ospedale https://giornaledimonza.it/cronaca/giussano-ragazzino-cade-dalla-bici-e-finisce-in-ospedale/ https://giornaledimonza.it/cronaca/giussano-ragazzino-cade-dalla-bici-e-finisce-in-ospedale/#respond Thu, 18 Oct 2018 08:02:52 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99851 Brutta caduta dalla bici ieri poco dopo le 17 a Giussano. Vittima un ragazzino di 15 anni che stava percorrendo via D’Azeglio. Il 15enne è stato portato in ospedale a Desio. Giussano: ragazzino cade dalla bici e finisce in ospedale Stava percorrendo in bicicletta la via D’Azeglio quando, per cause ancora da accertare, è finito […]

Continua la lettura di Giussano: ragazzino cade dalla bici e finisce in ospedale su Giornale di Monza.

]]>
Brutta caduta dalla bici ieri poco dopo le 17 a Giussano. Vittima un ragazzino di 15 anni che stava percorrendo via D’Azeglio. Il 15enne è stato portato in ospedale a Desio.

Giussano: ragazzino cade dalla bici e finisce in ospedale

Stava percorrendo in bicicletta la via D’Azeglio quando, per cause ancora da accertare, è finito a terra. Si è temuto il peggio ieri pomeriggio per un 15enne. La caduta è avvenuta intorno alle 17.20 e subito sono stati allertati i soccorsi: le sue condizioni infatti inizialmente sono sembrate molto critiche.

Sul posto la croce rossa di Mariano Comense e l’automedica. Fortunatamente dopo le prime cure sul posto il ragazzo si è ripreso e, cosciente, è stato caricato in ambulanza e portato in ospedale a Desio in codice giallo per accertamenti.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook Brianza Eventi & News!

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornaledi Monza e Provincia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

Continua la lettura di Giussano: ragazzino cade dalla bici e finisce in ospedale su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/cronaca/giussano-ragazzino-cade-dalla-bici-e-finisce-in-ospedale/feed/ 0
Assemblea Assolombarda al Teatro alla Scala: “No a Stato paternalista” https://giornaledimonza.it/economia/assemblea-assolombarda-teatro-alla-scala/ https://giornaledimonza.it/economia/assemblea-assolombarda-teatro-alla-scala/#respond Thu, 18 Oct 2018 09:54:11 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99891 “No a uno Stato che chiude i negozi la domenica, vuol tornare a gestire il trasporto aereo e si oppone alle grandi opere”. Così il presidente di Assolombarda Carlo Bonomi all’assemblea generale in corso questa mattina al Teatro alla Scala. Assemblea Assolombarda a Milano: il succo Un discorso duro, quello di Bonomi, di fronte a […]

Continua la lettura di Assemblea Assolombarda al Teatro alla Scala: “No a Stato paternalista” su Giornale di Monza.

]]>
“No a uno Stato che chiude i negozi la domenica, vuol tornare a gestire il trasporto aereo e si oppone alle grandi opere”. Così il presidente di Assolombarda Carlo Bonomi all’assemblea generale in corso questa mattina al Teatro alla Scala.

Assemblea Assolombarda al Teatro alla Scala: "No a uno Stato paternalista"
L’intervento di Carlo Bonomi

Assemblea Assolombarda a Milano: il succo

Un discorso duro, quello di Bonomi, di fronte a una platea formata non solo da addetti ai lavori: in sala anche il Ministro dell’Economia e delle Finanze Giovanni Tria e il presidente nazionale di Confindustria Vincenzo Boccia, oltre – fra gli altri – al governatore lombardo Attilio Fontana col vice Fabrizio Sala e al sindaco di Milano Giuseppe Sala.

Dobbiamo impegnarci con forza perché non si radichi e si diffonda sempre più in Italia il ritorno in grande stile dello Stato paternalista  Non abbiamo bisogno di uno Stato che torni ad essere padre e madre: perché nella storia del Novecento questa formula ha prodotto guai immensi. L’etica pubblica non è l’etica di uno Stato che vuole dall’alto imporre ai cittadini la sua visione di cosa sia morale e cosa no.

Bonomi è stato ancora più specifico:

Dobbiamo dire no a uno Stato che chiude gli esercizi commerciali la domenica, sostenendo di difendere le famiglie . Viola la libertà di milioni di consumatori, abbatte consumi e lavoro, mina la possibilità che proprio le famiglie in cui lavorano due componenti si possano contemperare i tempi di lavoro con le scelte di consumo. No a uno Stato che crede di poter gestire nuovamente il trasporto aereo. Se non potevamo permetterci, anche giustamente, un aereo di Stato come quello della presidenza del Consiglio, possiamo mai tornare a permetterci una flotta pubblica di Stato? Perché non fare un referendum e chiedere agli italiani se vogliono ancora pagare di tasca propria per Alitalia?

Caustico anche il finale d’intervento:

No a uno Stato che si oppone alle grandi opere infrastrutturali come Tap, Tav, e Terzo Valico. Il governo ha evitato un grave errore respingendo la tentazione di chiudere l’Ilva, scelga ora sulle grandi opere di trasporto ed energetiche di parlare la lingua del futuro e non quella del passato.

Sostegno al Capo dello stato e all’Ue

Bonomi ha inoltre invitato tutte le classi dirigenti ad un’assunzione di responsabilità, in primis riguardo al sostegno del Capo dello Stato. E non ha fatto mistero della propria delusione (sua e dell’associazione tutta) nei confronti della Manovra di Bilancio.

Dobbiamo tutti contribuire a una nuova strategia di responsabilità nazionale, con gli occhi rivolti all’Europa. Non è il momento di abbandonare processi potenzialmente disgregativi cosi profondi nelle mani di qualcuno che non pensa all’interesse di tutta la comunità.

Sfiducia nella democrazia e nella Scienza

“E avvenuta nel volgere di pochi mesi – ha continuato Bonomi – una trasformazione profonda degli italiani. Assume forme di ripulsa verso la stessa idea di democrazia rappresentativa, verso i fondamenti garantisti della giustizia e della presunzione d’innocenza. Esprime sfiducia crescente verso la scienza – si pensi al fenomeno Novax – e le nuove tecnologie, imputate di sostituire lavoro umano accrescendo le fila dei disoccupati. Questi due ultimi fenomeni minano anche la fiducia verso la libera impresa, considerata come un attore di processi organizzativi, gestionali e finanziari non più volti a rafforzare l’occupazione e la coesione sociale, bensì potenzialmente tali da accrescere i divari di reddito e il disagio sociale”.

No tifo per i partiti ma per l’Italia

Noi non tifiamo per questo o per quello. Né per questo contro quello. Noi tifiamo per l’Italia, da sempre. Noi rispettiamo la politica e i partiti perché rispettiamo le istituzioni repubblicane, la nostra Costituzione. Ma dalla crisi non siamo usciti per diritto divino. Ne siamo usciti grazie soprattutto a impegno e sacrificio di migliaia di imprenditori italiani, e di tutti i nostri collaboratori. Come imprenditori abbiamo pagato un caro con quasi 700 vite umane spezzate e migliaia di aziende chiuse. E sulle 700 vite spezzate io penso che potevamo e dovevamo fare di più.

No a promesse scassa Bilancio

No a promesse elettorali scassa bilancio e di scarso impatto su crescita e lavoro. Come nel caso del Decreto Dignità, che secondo i primi dati attualmente disponibili col suo regime di causali obbligatorie e aumento dei costi esercita esattamente gli effetti contrari alla conferma dei contratti, effetti paventati da Confindustria e da tutte le associazioni d’impresa senza eccezioni. Ma rimaste inascoltate.

Stop intromissioni della politica

Non ha più senso l’antica separazione tra lavori manuali. Vogliamo cambiare l’Italia dal basso, attraverso i contratti. Senza intromissioni da parte della Politica. Insieme ai nostri collaboratori e ai loro sindacati. Perché attraverso i nuovi contratti aziendali si crea fiducia nelle nuove competenze, si dimostra che le nuove tecnologie creano lavori e saperi nuovi, si afferma ed estende il welfare aziendale, si promuove la formazione continua. Ed è cosi che cresce la produttivita.

Reddito di cittadinanza? Usare meglio quei soldi

E’ una visione antitetica, quella che vediamo oggi diffondersi. E allora diciamolo: i 19 miliardi del reddito di cittadinanza destiniamoli invece a un Fraunhofer italiano della ricerca per l’industria e la manifattura. Sullo stesso modello del 30% di finanziamento pubblico e del 70% a carico delle imprese, come in Germania.

La lista dei no: i prepensionamenti

No a uno Stato che torna a prepensionare aggravando il furto ai danni dei più giovani. Nessun dato empirico comprova l’ipotesi che un pensionato anzitempo lasci il suo lavoro a un disoccupato giovane. Al contrario, i dati dei Paesi OCSE mostrano che a crescere di più è chi ha insieme più occupati giovani e anziani, senza nessun automatico effetto sostitutivo.

Manovra di Bilanco bocciata in toto

Abbiamo già pagato un prezzo elevato alle modalità con cui il governo è giunto ad aggiornare il DEF, per poi modificarlo. Senza per questo convincere mercati ed Europa. Il punto di fondo non era e non è l’innalzamento del deficit 2019 al 2,4% del PIL. Se il maggior deficit fosse dovuto a un drastico innalzamento degli investimenti e degli stimoli alla crescita assumerebbe tutt’altro significato agli occhi di Europa, mercati e agenzie di rating e soprattutto al mondo delle imprese. Se invece il maggior deficit si persegue per continuare sulla vecchia strada di miliardi aggiuntivi alla spesa corrente – come a tutti gli effetti avviene destinandoli a reddito di cittadinanza e prepensionamenti – ecco che allora le stime di maggior crescita del PIL del governo non risultano credibili e il debito pubblico continuerà a salire. Non saranno 5 miliardi d’investimenti a far salire il PIL dello 0,9%. Il governo del cambiamento non ha prodotto una manovra di vero cambiamento. Una manovra da Paese responsabile dovrebbe accrescere in maniera significativa gli investimenti pubblici. E sul fisco avrebbe dovuto essere molto diversa. su questo il governo ci ha molto deluso”.

La lista dei no: il caso del Ponte Morandi

NO a uno Stato che ci chiama “prenditori” e che dopo anni di promesse continuo a non pagarci oltre 40 miliona il vero prenditore?

NO a uno Stato che crede di poter strappare 35 mila contratti di concessione: la vicenda tragica del ponte Morandi vede con troppa disinvoltura dimenticate le responsabilità della vigilanza tecnica e di sicurezza del concedente pubblico, ignorata la necessità che le responsabilità si accertino con indagini amministrative e penali, calpestata la prescrizione vigente che la realizzazione della nuova opera sia fatta con gara di evidenza europea e non con affidamento diretto. Ma su Genova anche l’impresa è chiamata a un dovere: il ponte Morandi ha anche mostrato che, quando li commette, l’impresa i suoi errori deve ammetterli.

E’ il Governo che ha un problema

Abbiamo visto che il Governo convoca a palazzo Chigi le controllate pubbliche e chiede loro di far questo e quello. Un governo dovrebbe sapere che grandi aziende quotate rispondono al mercati e la loro autonomia è un bene primario. Ma il tema è un altro: se un governo chiede alle controllate pubbliche di fare quel che nella manovra il governo non pensa di riuscire realizzare, è il governo che ha un problema.

Bacchettata anche sulle Olimpiadi

Nella ripresa italiana Milano, intesa come il territorio che noi rappresentiamo ovvero Milano, Monza Brianza e Lodi, è stata la prima. Ma il nostro senso di responsabilità è considerare il successo di Milano a disposizione del Paese. E in questo quadro ribadiamo il nostro sostegno alla candidatura per le Olimpiadi Invernali 2026. Basta controversie. Le Olimpiadi sono di una nazione, non di una città o di una regione. Se continuiamo a trasformar candidatura internazionale in un rodeo domestico, non è Milano che perde credibilità: è l’italia intera agli occhi del mondo. Per questo chiediamo che venga riconosciuta ora dall’attuale governo una maggiore autonomia dei livelli amministrativi che uniscono la Grande Milano e il mix di specializzazione della Lombardia.

Basta attacchi, equilibrio dei poteri

Se si attaccano le Autorità indipendenti che presidiano i mercati e se ne travolgono i vertici, si torna indietro di 40 anni e ci si esclude dalla comunita dei mercati. Se si tacitano i magistrati perché non eletti si abbatte la fiducia nell’eguaglianza di fronte alla legge e la si sostituisce con la giustizia dei partiti. La politica ha il suo mandato popolare. Ma le istituzioni di un Paese libero dai tempi di Montesquieu vivono dell’equilibrio tra poteri diversi. Guai a rinunciarvi!

Continua la lettura di Assemblea Assolombarda al Teatro alla Scala: “No a Stato paternalista” su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/economia/assemblea-assolombarda-teatro-alla-scala/feed/ 0
Schianto auto moto, paura per un diciassettenne https://giornaledimonza.it/cronaca/schianto-auto-moto-paura-per-un-diciassettenne/ https://giornaledimonza.it/cronaca/schianto-auto-moto-paura-per-un-diciassettenne/#respond Thu, 18 Oct 2018 09:49:16 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99887 Diciassettenne vittima di un incidente, interviene anche l’automedica. Lo schianto è avvenuto intorno alle 10.30 in corso Milano a Barlassina. Diciassettenne ferito nell’incidente di corso Milano Lo schianto tra il minorenne che viaggiava in sella ad una moto e un’auto ha richiesto anche l’intervento dell’automedica. Immediata la chiamata ai soccorsi. In corso Milano si sono […]

Continua la lettura di Schianto auto moto, paura per un diciassettenne su Giornale di Monza.

]]>
Diciassettenne vittima di un incidente, interviene anche l’automedica. Lo schianto è avvenuto intorno alle 10.30 in corso Milano a Barlassina.

Diciassettenne ferito nell’incidente di corso Milano

Lo schianto tra il minorenne che viaggiava in sella ad una moto e un’auto ha richiesto anche l’intervento dell’automedica. Immediata la chiamata ai soccorsi. In corso Milano si sono portati gli operatori della Croce rossa di Misinto. Il diciassettenne è stato poi condotto al Pronto soccorso. Sul posto anche i vigili per i rilievi di rito.

Le prime ipotesi rispetto alla dinamica

Il centauro stava percorrendo l’arteria principale di Barlassina in direzione Camnago quando dallo stop è sbucata una Fiat Panda. Alla guida un uomo sui settant’anni. A quanto pare da una prima ricostruzione risulterebbe che la macchina è uscita dallo stop di via De Sanctis per svoltare a sinistra in corso Milano direzione Seveso. Qui è avvenuto l’impatto tra moto e auto. Accertamenti ancora in corso.

 

 

Continua la lettura di Schianto auto moto, paura per un diciassettenne su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/cronaca/schianto-auto-moto-paura-per-un-diciassettenne/feed/ 0
Da sempre accanto ai malati: i volontari Avo organizzano una serata di sensibilizzazione https://giornaledimonza.it/cronaca/da-sempre-accanto-ai-malati-i-volontari-avo-organizzano-una-serata-di-sensibilizzazione/ https://giornaledimonza.it/cronaca/da-sempre-accanto-ai-malati-i-volontari-avo-organizzano-una-serata-di-sensibilizzazione/#respond Thu, 18 Oct 2018 09:07:47 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99879 I volontari Avo da anni sono accanto ai malati. Li ascoltano ogni qualvolta ne abbiano bisogno, tengono loro la mano nei momenti più difficili, li accompagnano nel complicato percorso della malattia. Una “Questione di cuore” In occasione della decima Giornata Nazionale Avo (Associazione volontari ospedalieri), i volontari della sezione di Monza e Brianza, hanno organizzato […]

Continua la lettura di Da sempre accanto ai malati: i volontari Avo organizzano una serata di sensibilizzazione su Giornale di Monza.

]]>
I volontari Avo da anni sono accanto ai malati. Li ascoltano ogni qualvolta ne abbiano bisogno, tengono loro la mano nei momenti più difficili, li accompagnano nel complicato percorso della malattia.

Una “Questione di cuore”

In occasione della decima Giornata Nazionale Avo (Associazione volontari ospedalieri), i volontari della sezione di Monza e Brianza, hanno organizzato una serata aperta alla cittadinanza, per far conoscere le proprie attività e per informare rispetto alle problematiche cardiache. Una «Questione di cuore», insomma, così come recita il titolo del film che verrà proiettato durante l’incontro.

Una pellicola delicata e commovente che vede al centro due uomini, Angelo e Alberto (interpretati da Antonio Albanese e Kim Rossi Stuart), che in comune non hanno nulla, ma che, a seguito di un infarto, si trovano a dividere la stessa stanza d’ospedale. Una vicinanza che annullerà le differenze – anche sociali – che inizialmente parevano destinate a separare i due protagonisti.

Parteciperà la Struttura Complessa di Cardiologia del San Gerardo

Al film, seguirà un interessantissimo dibattito che vedrà la partecipazione della Struttura Complessa di Cardiologia San Gerardo dell’Asst di Monza. Saranno presenti il primario Felice Achilli, il Dirigente medico Laura Valagussa e la Coordinatrice infermieristica Emanuela Zerbato. L’appuntamento, patrocinato dal Comune di Monza e in collaborazione con l’Ospedale San Gerardo, è per domani a Triante (Monza), negli spazi del Cinema-teatro dell’oratorio di via Duca D’Aosta 8 alle ore 20.30. L’ingresso è libero.

Ecco come diventare volontario Avo

Un modo, si diceva, per avvicinare i cittadini alle preziosissime attività svolte dall’associazione fondata nel 1973 a Milano e che ora conta migliaia di volontari. Solo a Monza i volontari Avo – le cui attività sono iniziate nel 1981 – sono 280 che si dividono su 14 reparti in ospedale e tre case di riposo. Un numero cospicuo, ma di nuove forze c’è sempre un gran bisogno. Per chi desiderasse diventare volontario ospedaliero, il corso formativo partirà a gennaio e consterà di due lezioni a settimana che saranno prevalentemente teoriche.
Ad esse si aggiungeranno lezioni più pratiche in cui il futuro volontario verrà portato all’interno di una struttura sanitaria dove gli verrà mostrato come effettivamente si svolge l’attività.

La storia dell’Avo

L’Associazione volontari ospedalieri era stata fondata nel 1975 dal professor Erminio Longhini, medico che con la sua professionalità aveva saputo portare a livelli eccellenti i reparti da lui diretti.
Da allora l’associazione è cresciuta fino a contare 246 sedi in tutta Italia che operano in oltre 400 ospedali e altre strutture di ricovero. Ogni anno 25mila volontari prestano 3 milioni di ore di servizio – rigorosamente gratuito – per assicurare una presenza amichevole ai malati offrendo loro, durante la degenza, calore, dialogo e aiuto.

A Monza, come si diceva, Avo ha iniziato le sue attività nel 1981, inizialmente garantendo la presenza nei reparti di Geriatria e Medicina, per poi allargarsi anche in altri reparti e nelle case di riposo. Chi volesse avere maggiori informazioni può contattare la segreteria Avo, che si trova presso l’ospedale Nuovo San Gerardo, al numero di telefono 039.2333432, o inviare una mail a avo@asst-monza.it.
Sempre ricordandosi che «il volontario, all’inizio, dona il suo tempo; poi si accorge di ricevere un dono più grande: il senso della vita».

Continua la lettura di Da sempre accanto ai malati: i volontari Avo organizzano una serata di sensibilizzazione su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/cronaca/da-sempre-accanto-ai-malati-i-volontari-avo-organizzano-una-serata-di-sensibilizzazione/feed/ 0
Camera di Commercio: “La Brianza sia maggiormente rappresentata” https://giornaledimonza.it/altro/camera-di-commercio-la-brianza-sia-rappresentata/ https://giornaledimonza.it/altro/camera-di-commercio-la-brianza-sia-rappresentata/#respond Thu, 18 Oct 2018 08:51:39 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99867 Camera di Commercio: “La Brianza sia maggiormente rappresentata”. Lo chiede Andrea Monti, vicecapogruppo della Lega in Regione. Camera di Commercio: “verifichiamo i risultati della fusione” “A due anni dal decreto ministeriale di fusione tra le Camere di Commercio di Monza e Brianza, Milano e Lodi, ritengo sia giunto il tempo di un bilancio su una decisione a mio avviso […]

Continua la lettura di Camera di Commercio: “La Brianza sia maggiormente rappresentata” su Giornale di Monza.

]]>
Camera di Commercio: “La Brianza sia maggiormente rappresentata”. Lo chiede Andrea Monti, vicecapogruppo della Lega in Regione.

Camera di Commercio: “verifichiamo i risultati della fusione”

“A due anni dal decreto ministeriale di fusione tra le Camere di Commercio di Monza e Brianza, Milano e Lodi, ritengo sia giunto il tempo di un bilancio su una decisione a mio avviso errata. Una decisione che ha posto fine alla positiva esperienza della Camera di Commercio di Monza e Brianza”.

Lo afferma Andrea Monti, vice capogruppo della Lega in Regione Lombardia, che ha richiesto un’audizione del nuovo soggetto unificato in Commissione Attività Produttive, che si terrà nel pomeriggio di oggi, giovedì 18 ottobre.

Le perplessità di Andrea Monti

Andrea Monti
Il vicecapogruppo della Lega in Regione Lombardia Andrea Monti

 “Il motivo per cui ho voluto questa audizione è verificare lo stato dell’arte a seguito della fusione”, ha sottolineato Monti. Saranno presenti, oltre ai rappresentanti della Camera di Commercio, anche Unioncamere, le associazioni di categoria territoriali, le rappresentanze degli artigiani, dell’industria e dei lavoratori.

“Chiederemo cosa è cambiato nella sostanza, quanti e quali servizi vengono erogati in Brianza rispetto a quando il territorio godeva di una camera propria. Ritengo sia fondamentale fare il punto della situazione, specialmente per arrivare ad una risposta definitiva a quella domanda che da due anni aleggia sulla questione: a chi ha giovato questa scelta? È evidente infatti come ad oggi Milano sia ritornata ad essere protagonista assoluta, minando profondamente l’identità della giovane Provincia di Monza e Brianza”.

“Un errore al quale si può porre rimedio”

“A mio avviso si tratta di un errore reversibile”, sottoline Monti. L’esponente brianzolo della Lega continua: “per porvi rimedio vedo solo due modi: o tornare alla piena autonomia di un tempo, oppure pretendere più rispetto e maggiore capacità di rappresentanza sul futuro delle nostre imprese”.

L’appuntamento di giovedì sarà anche una valida occasione per chiedere a Regione Lombardia di essere parte attiva nel monitorare la situazione, anche mediante l’ausilio di PoliS, per conoscere i numeri esatti e i risultati che la fusione ha portato”.

Un argomento sul quale ritorneremo sicuramente dopo l’audizione.

Continua la lettura di Camera di Commercio: “La Brianza sia maggiormente rappresentata” su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/altro/camera-di-commercio-la-brianza-sia-rappresentata/feed/ 0
Campagna shock contro le famiglie arcobaleno coi camion vela https://giornaledimonza.it/attualita/campagna-shock-contro-le-famiglie-arcobaleno-coi-camion-vela/ https://giornaledimonza.it/attualita/campagna-shock-contro-le-famiglie-arcobaleno-coi-camion-vela/#respond Thu, 18 Oct 2018 08:46:57 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99874 Succede a Cernusco Sul Naviglio, nel Milanese: una campagna contro le famiglie arcobaleno. Il movimento Provita ha parcheggiato ieri pomeriggio un camion vela poco distante dall’uscita delle scuole della città esponendo un cartellone esplicativo shock. Famiglie arcobaleno nel mirino Si inasprisce insomma in Lombardia la battaglia tra sostenitori delle famiglie Arcobaleno e movimenti Provita volti alla salvaguardia […]

Continua la lettura di Campagna shock contro le famiglie arcobaleno coi camion vela su Giornale di Monza.

]]>
Succede a Cernusco Sul Naviglio, nel Milanese: una campagna contro le famiglie arcobaleno. Il movimento Provita ha parcheggiato ieri pomeriggio un camion vela poco distante dall’uscita delle scuole della città esponendo un cartellone esplicativo shock.

Famiglie arcobaleno nel mirino

Si inasprisce insomma in Lombardia la battaglia tra sostenitori delle famiglie Arcobaleno e movimenti Provita volti alla salvaguardia della famiglia tradizionale. L’ultimo episodio viene riportato dai colleghi de laMartesana.it. Provita, dopo aver fatto discutere a livello nazionale, ha portato la sua campagna shock anche a Cernusco sul Naviglio a due passi da Milano. L’evento ha creato scalpore e diviso l’opinione pubblica.

LEGGI ANCHE: Provita a Cernusco con la campagna contro le famiglie arcobaleno

Crema e la sindaca pro Arcobaleno

Anche Crema è stata recentemente al centro di discussioni politiche e scissioni sociali per via della posizione del sindaco di Centrosinistra Stefania Bonaldi. Il primo cittadino, nei mesi scorsi, ha appoggiato la dichiarazione di riconoscimento genitoriale della seconda mamma relativa a un bambino di cui esisteva già la dichiarazione di nascita del primo genitore; ufficializzando una famiglia composta da due madri. Il caso precedente, che ha sempre interessato la Bonaldi, ha riguardato due papà, per i quali si trattava di trascrivere una sentenza straniera di cogenitorialità.

LEGGI ANCHE: Coppia di mamme: il comune di Crema dice sì

Libro di fiabe arcobaleno

Una questione che attraversa tutta la regione, fino a Lecco dove è nato persino un libro di fiabe arcobaleno. A scriverlo marito e moglie che si sono lanciati in una avventura editoriale davvero singolare. “Unconventional Fairy Tales for unconventional families” questo il titolo dell’opera della dinamica coppia, raccontata dal Giornale di Lecco.

LEGGI ANCHE: Famiglie gay e non tradizionali: nasce nel Lecchese il libro di fiabe arcobaleno VIDEO

Continua la lettura di Campagna shock contro le famiglie arcobaleno coi camion vela su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/campagna-shock-contro-le-famiglie-arcobaleno-coi-camion-vela/feed/ 0
Sciopero generale dei sindacati di base venerdì 26 ottobre https://giornaledimonza.it/attualita/sciopero-generale-dei-sindacati-di-base-venerdi-26-ottobre/ https://giornaledimonza.it/attualita/sciopero-generale-dei-sindacati-di-base-venerdi-26-ottobre/#respond Thu, 18 Oct 2018 08:42:41 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99871 Sciopero generale venerdì 26 ottobre. Riguarderà tutti i settori pubblici e privati di diverse associazioni sindacali. Sciopero generale Il 26 ottobre è stato proclamato uno sciopero generale dei lavoratori di tutti i comparti e categorie pubbliche e private dalle associazioni sindacali Cub, Sgb, Si Cobas, Usi-Ait e Slai Cobas e Usi. I motivi della protesta […]

Continua la lettura di Sciopero generale dei sindacati di base venerdì 26 ottobre su Giornale di Monza.

]]>
Sciopero generale venerdì 26 ottobre. Riguarderà tutti i settori pubblici e privati di diverse associazioni sindacali.

Sciopero generale

Il 26 ottobre è stato proclamato uno sciopero generale dei lavoratori di tutti i comparti e categorie pubbliche e private dalle associazioni sindacali Cub, Sgb, Si Cobas, Usi-Ait e Slai Cobas e Usi.

I motivi della protesta

Lo sciopero generale è stato indetto per protestare, tra l’altro, – si legge in una nota- contro le misure governative, il peggioramento delle condizioni lavorative, la riduzione del sistema di protezione sociale e la piena fruizione dei diritti sociali e sanitari, per l’Istruzione pubblica e contro la legge 107/2015 per la riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario e a favore di investimenti pubblici per ambiente e lavoro”.

Sono previste manifestazioni a Torino, Firenze, Roma, Napoli, Taranto e Palermo.

Continua la lettura di Sciopero generale dei sindacati di base venerdì 26 ottobre su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/sciopero-generale-dei-sindacati-di-base-venerdi-26-ottobre/feed/ 0
Ponte di Paderno, Carnevali: “Non c’è nessun commissario” VIDEO https://giornaledimonza.it/attualita/ponte-di-paderno-carnevali-non-ce-nessun-commissario-video/ https://giornaledimonza.it/attualita/ponte-di-paderno-carnevali-non-ce-nessun-commissario-video/#respond Thu, 18 Oct 2018 08:25:47 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99862 La vicenda del ponte di Paderno continua a far discutere. Sono parole dure, quelle pronunciate in Parlamento dalla deputata bergamasca del Pd Elena Carnevali. Che, a differenza di quanto dichiarato dal ministro Toninelli in una diretta Facebook, ha affermato che “il decreto di nomina del commissario non esiste”. Ponte di Paderno, l’intervento della Carnevali “Ai cittadini […]

Continua la lettura di Ponte di Paderno, Carnevali: “Non c’è nessun commissario” VIDEO su Giornale di Monza.

]]>
La vicenda del ponte di Paderno continua a far discutere. Sono parole dure, quelle pronunciate in Parlamento dalla deputata bergamasca del Pd Elena Carnevali. Che, a differenza di quanto dichiarato dal ministro Toninelli in una diretta Facebook, ha affermato che “il decreto di nomina del commissario non esiste”.

Ponte di Paderno, l’intervento della Carnevali

“Ai cittadini non possiamo dire che un giorno c’è il ponte del Brennero aperto e l’altro che abbiamo fatto un decreto” ha affermato la deputata del Pd, che aveva firmato insieme all’onorevole di Cassago Gian Mario Fragomeli la richiesta di incontro con il ministro delle Infrastrutture. Incontro che si è tenuto e che è stata l’occasione per fare il punto sulla situazione dei disagi che vivono ormai da oltre un mese i cittadini di tutto il Meratese e dell’Isola. La nomina del commissario Maurizio Gentile, amministratore delegato di Rfi, aveva ricevuto i favori dell’assessore regionale Claudia Terzi e dei deputati leghisti lecchesi guidati dal senatore Paolo Arrigoni. La Carnevali, con il suo intervento alla Camera, mette invece in dubbio questa nomina. “Credo che coerenza e umiltà di un ministro stia anche nel raccontare fatti reali e non fantasie” ha ribadito.

Continua la lettura di Ponte di Paderno, Carnevali: “Non c’è nessun commissario” VIDEO su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/ponte-di-paderno-carnevali-non-ce-nessun-commissario-video/feed/ 0
Il futuro della Brianza: scopriamolo insieme https://giornaledimonza.it/attualita/sabato-il-convegno-promosso/ https://giornaledimonza.it/attualita/sabato-il-convegno-promosso/#respond Thu, 18 Oct 2018 07:50:12 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99826 Il futuro della Brianza: scopriamolo insieme con il convegno in programma sabato nell’Auditorium dell Banca di Credito Cooperativo di Carate Brianza. Il futuro della Brianza: scopriamolo insieme “Carate e la Brianza: 20 anni alle spalle e un futuro da scoprire”. Questo il tema del convegno in programma sabato 20 ottobre, dalle 9.30 alle 12.30, nell’Auditorium […]

Continua la lettura di Il futuro della Brianza: scopriamolo insieme su Giornale di Monza.

]]>
Il futuro della Brianza: scopriamolo insieme con il convegno in programma sabato nell’Auditorium dell Banca di Credito Cooperativo di Carate Brianza.

Il futuro della Brianza: scopriamolo insieme

“Carate e la Brianza: 20 anni alle spalle e un futuro da scoprire”. Questo il tema del convegno in programma sabato 20 ottobre, dalle 9.30 alle 12.30, nell’Auditorium della Banca di Credito Cooperativo di Carate Brianza (Sala Rossa, via Pellico 3). I primi vent’anni di presenza sul territorio del «Giornale di Carate» sono l’occasione per riflettere sulla città e sulla Brianza. Con uno sguardo a un futuro tutto da scoprire e che «cambia» alla velocità della luce.

Appuntamento sabato 20 ottobre

 Affronteremo il tema economico con i riflessi della crisi su aziende e famiglie, quello sociale, quello della scuola e dell’istruzione, il tema dell’ambiente e quello del futuro dei media, tra presente e passato. Ne parleranno: Annibale Colombo, presidente della Banca di credito cooperativo di Carate Brianza; Silvano Camagni, presidente della Banca di credito cooperativo di Triuggio e della Valle del Lambro. Quindi  Filippo Viganò, medico ed ex sindaco di Albiate oggi presidente del Csv (Centro servizi per il volontariato) di Monza, Lecco e Sondrio e l’avvocato Eleonora Frigerio, presidente del Parco regionale della Valle del Lambro. Infine, Franco Viganò, ex preside del liceo Don Gnocchi e formatore scolastico e Nando Sanvito, giornalista ed educatore.
In apertura di convegno sono attesi i saluti di Alessio Laurenzano, presidente e amministratore delegato del gruppo Netweek, editore del Giornale di Carate; di Fabrizio Sala, vicepresidente di Regione Lombardia, Roberto Invernizzi, presidente della Provincia di Monza e Brianza e di Luca Veggian, sindaco di Carate Brianza a nome dei sindaci del territorio che, come Regione, Parco e Provincia hanno concesso il patrocinio al nostro evento.

L’ingresso è libero, tutti i lettori e i cittadini che ci hanno seguito in questi vent’anni sono invitati ad intervenire. Al termine sarà servito un buffet.

Continua la lettura di Il futuro della Brianza: scopriamolo insieme su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/sabato-il-convegno-promosso/feed/ 0
Crisi SuperDì: slitta ancora l’incontro al Mise https://giornaledimonza.it/economia/crisi-superdi-slitta-ancora-lultimo-incontro-al-mise/ https://giornaledimonza.it/economia/crisi-superdi-slitta-ancora-lultimo-incontro-al-mise/#respond Thu, 18 Oct 2018 07:41:54 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99814 Crisi Superdì: slitta l’ultimo incontro al Ministero dello Sviluppo Economico. Lo comunica lo stesso Ministero. Il tavolo con proprietà e sindacati si terrà il 31 ottobre. Crisi SuperDì: slitta ancora l’ultimo incontro al Mise Ancora un rinvio. Sembra non esserci fine alla vicenda Superdì/Iperdì che da settimane vede i dipendenti in seria difficoltà a causa […]

Continua la lettura di Crisi SuperDì: slitta ancora l’incontro al Mise su Giornale di Monza.

]]>
Crisi Superdì: slitta l’ultimo incontro al Ministero dello Sviluppo Economico. Lo comunica lo stesso Ministero. Il tavolo con proprietà e sindacati si terrà il 31 ottobre.

Crisi SuperDì: slitta ancora l’ultimo incontro al Mise

Ancora un rinvio. Sembra non esserci fine alla vicenda Superdì/Iperdì che da settimane vede i dipendenti in seria difficoltà a causa della crisi del gruppo. L’incontro, l’ultimo, che doveva tenersi ieri al Ministero dello sviluppo economico, è stato posticipato al 31 ottobre per indisponibilità dell’azienda a presenziare. Dunque ci vorranno una decina di giorni per conoscere il destino dei tanti punti vendita sparsi nel Nord Italia.

L’incontro si terrà alle 14:00 si terrà presso il Ministero dello Sviluppo Economico a Roma, in Via Molise n.2, al sesto piano della sala commissioni.

Astuti “Uno slittamento che preoccupa”

Sulla questione è intervenuto ieri anche il consigliere regionale del Pd, Samuele Astuti:

Dopo il rinvio al 31 ottobre “si spera che in quell’occasione ci sia un chiarimento definitivo sia dal punto di vista della vendita o cessione del ramo di azienda, che dell’eventuale percorso per l’ottenimento della cassa integrazione straordinaria. Mi auguro che le richieste emerse durante l’audizione in Commissione Attività produttive del Consiglio regionale relativamente al pagamento almeno di una parte degli arretrati ai dipendenti, diventino al più presto realtà. Rimane la forte preoccupazione per il continuo slittamento della data di vendita di una prima tranche di supermercati in Lombardia, così come confermato durante l’ultimo tavolo sulla crisi aziendale al Mise. Non vorrei che il rinvio celasse un ripensamento da parte dell’azienda”.

Crisi SuperDì: i timori sulla ricaduta occupazione

Il timore del consigliere Astuti è “una eventuale e preoccupante ricaduta occupazionale di cui, come al solito, farebbero le spese i lavoratori, le loro famiglie e l’indotto. Continueremo a seguire da vicino in commissione Attività produttive del Consiglio regionale, in stretto contatto con le organizzazioni sindacali, l’evolversi della situazione al fine di scongiurare il rischio di chiusura totale dei supermercati e di garantire ai lavoratori il pagamento di tutte le spettanze arretrate.”

LEGGI ANCHE: Superdì e Iperdì: dopo l’incontro al Mise ecco quali sono i punti vendita che si salveranno

LEGGI ANCHE: Superdì e Iperdì da domani chiudono

OPPURE: Crisi SuperDì e IperDì, la Lega al fianco dei lavoratori

TORNA ALLA HOME PAGE E LEGGI ALTRE NOTIZIE

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Iscriviti al nostro gruppo Facebook Brianza Eventi & News!

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornaledi Monza e Provincia: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

Continua la lettura di Crisi SuperDì: slitta ancora l’incontro al Mise su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/economia/crisi-superdi-slitta-ancora-lultimo-incontro-al-mise/feed/ 0
Tedesco arrestato in un campeggio: su di lui pendeva un mandato europeo FOTO https://giornaledimonza.it/cronaca/tedesco-arrestato-in-un-campeggio-su-di-lui-pendeva-un-mandato-europeo-foto/ Thu, 18 Oct 2018 07:36:45 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99841 Tedesco arrestato in un campeggio. Come riporta il Giornale di Como operazione è stata eseguita dai finanzieri del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Como. L’uomo era destinatario di un mandato d’arresto europeo da parte della Germania per i reati di truffa e falsificazione di documenti. Tedesco arrestato in un campeggio: su di lui pendeva […]

Continua la lettura di Tedesco arrestato in un campeggio: su di lui pendeva un mandato europeo FOTO su Giornale di Monza.

]]>
Tedesco arrestato in un campeggio. Come riporta il Giornale di Como operazione è stata eseguita dai finanzieri del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Como. L’uomo era destinatario di un mandato d’arresto europeo da parte della Germania per i reati di truffa e falsificazione di documenti.

Tedesco arrestato in un campeggio: su di lui pendeva un mandato europeo

E.G. abitava in un campeggio a Dongo, insieme al suo cane “Greta”, un “Dogo Argentino”. I finanzieri, nell’ambito di un’attività di controllo del territorio sono riusciti ad identificarlo, rilevando che nei suoi confronti era stato emesso un mandato di arresto europeo per  truffa e falsificazione di documenti. Perquisito il camper sono stati trovati 53mila euro, 810 Franchi Svizzeri e diversi  oggetti preziosi. Il denaro e i valori sono stati sottoposti a sequestro insieme al mezzo. Al termine delle operazioni, l’arrestato è stato  portato alla Casa Circondariale di Como.

CLICCA QUI PER LEGGERE L’INTERO ARTICOLO

LEGGI: Arrestato tedesco in un campeggio: su di lui pendeva un mandato europeo FOTO

 

Continua la lettura di Tedesco arrestato in un campeggio: su di lui pendeva un mandato europeo FOTO su Giornale di Monza.

]]>
Nutria incastrata nella pompa: il laghetto si sta prosciugando https://giornaledimonza.it/attualita/nutria-incastrata-nella-pompa-laghetto-si-sta-prosciugando/ Thu, 18 Oct 2018 08:02:13 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99858 Nutria incastrata nella pompa: il laghetto della Bergamella si sta prosciugando. Il Comune di Sesto San Giovanni sta attendendo l’arrivo del pezzo di ricambio. Intanto il livello dell’acqua continua a scendere. Nutria distrugge la pompa del laghetto Per la nutria finita all’interno del meccanismo che regola il ricambio dell’acqua non c’è stato nulla da fare. […]

Continua la lettura di Nutria incastrata nella pompa: il laghetto si sta prosciugando su Giornale di Monza.

]]>
Nutria incastrata nella pompa: il laghetto della Bergamella si sta prosciugando. Il Comune di Sesto San Giovanni sta attendendo l’arrivo del pezzo di ricambio. Intanto il livello dell’acqua continua a scendere.

Nutria distrugge la pompa del laghetto

Per la nutria finita all’interno del meccanismo che regola il ricambio dell’acqua non c’è stato nulla da fare. Un recente sopralluogo dei tecnici ha confermato che la pompa danneggiata dal roditore è da sostituire.

“Sterilizzare le nutrie costerebbe troppo”

Al momento sarebbero una decina le nutrie che vivono sulle sponde del laghetto artificiale del Parco della Media Valle del Lambro. In un recente passato, i roditori avevano anche “sconfinato”, finendo nei giardini dei condomini e nei corselli box degli stabili del nucleo storico del quartiere di Cascina Gatti. “Sterilizzarle? Un intervento del genere sarebbe troppo costoso per il Comune”, aveva dichiarato l’assessore all’Ambiente Alessandra Magro, dalle colonne di Sestoweek.

Continua la lettura di Nutria incastrata nella pompa: il laghetto si sta prosciugando su Giornale di Monza.

]]>
Furto di elettricità in casa, denunciato giovane https://giornaledimonza.it/cronaca/ruba-elettricita/ https://giornaledimonza.it/cronaca/ruba-elettricita/#respond Thu, 18 Oct 2018 07:32:30 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99810 Furto di elettricità in casa, nei guai un 25enne di Seveso. Aveva manomesso il contatore ma i Carabinieri lo hanno scoperto e denunciato. Furto di elettricità in casa Un 25enne di Seveso denunciato dai Carabinieri della Compagnia di Seregno per aver rubato elettricità. Nel suo alloggio manomesso il contatore elettrico per aumentare il limite della […]

Continua la lettura di Furto di elettricità in casa, denunciato giovane su Giornale di Monza.

]]>
Furto di elettricità in casa, nei guai un 25enne di Seveso. Aveva manomesso il contatore ma i Carabinieri lo hanno scoperto e denunciato.

Furto di elettricità in casa

Un 25enne di Seveso denunciato dai Carabinieri della Compagnia di Seregno per aver rubato elettricità. Nel suo alloggio manomesso il contatore elettrico per aumentare il limite della fornitura di energia elettrica rispetto al previsto come utenza domestica.

Il fatto in via Certesa

Il fatto in via Certesa, il giovane di etnia rom è già noto alle forze dell’ordine. Enel Distribuzioni non ha quantificato il danno. Martedì mattina, intorno alle 12.30, l’intervento dei Carabinieri.

Nei giorni scorsi beccato un barista

Sempre a Seveso, nei giorni scorsi, si era verificato un episodio simile. Coinvolto un barista del centro città, denunciato dai miliari dell’Arma locale. Il 44enne ha realizzato un allaccio abusivo sul contatore di energia elettrica. Così ha rifornito sia l’abitazione che il locale senza pagare fino a quando i Carabinieri hanno scoperto il furto.

Continua la lettura di Furto di elettricità in casa, denunciato giovane su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/cronaca/ruba-elettricita/feed/ 0
Il Monza di Berlusconi non sa vincere https://giornaledimonza.it/sport/il-monza-di-berlusconi-non-sa-vincere/ https://giornaledimonza.it/sport/il-monza-di-berlusconi-non-sa-vincere/#respond Thu, 18 Oct 2018 07:27:13 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99811 Il Monza di Berlusconi finisce strapazzato dal Vicenza. Serata no Al Romeo Menti i biancorossi sono stati travolti da una delle squadre più indicate per la corsa alla serie B. La squadra di Marco Zaffaroni è andata sotto al 20′ a causa di un eurogol di Giacomelli. Poco dopo è arrivato anche il raddoppio di […]

Continua la lettura di Il Monza di Berlusconi non sa vincere su Giornale di Monza.

]]>
Il Monza di Berlusconi finisce strapazzato dal Vicenza.

Serata no

Al Romeo Menti i biancorossi sono stati travolti da una delle squadre più indicate per la corsa alla serie B. La squadra di Marco Zaffaroni è andata sotto al 20′ a causa di un eurogol di Giacomelli. Poco dopo è arrivato anche il raddoppio di Arma e da lì il Monza non è più riuscito a riemergere. Nella ripresa poi matura anche il 3-0 dei veneti, firmato ancora da Giacomelli, ora capocannoniere del girone con 5 gol complessivamente segnati finora.

Nuova guida, pochi punti

Dall’ufficializzazione del passaggio di proprietà, il Monza di Berlusconi ha raccolto due punti in quattro partite. Dopo la sconfitta di Ravenna infatti sono arrivati gli 1-1 con Sambenedettese e Triestina. Infine, a coronare un ciclo tutt’altro che lusinghiero, il passo falso di Vicenza. I biancorossi sono ancora nella metà alta della classifica, visto che le rivali non corrono. Ma i punti persi in questo periodo potrebbero costare parecchio nella corsa ai posti al sole del girone B. Servirà un altro Monza già domenica, quando al Brianteo (inizio alle 14.30)  i biancorossi sfideranno il Teramo. Brianzoli a quota 11 in classifica, a fronte dei 7 punti conquistati finora dagli abruzzesi.

Il tabellino

Vicenza – Monza 3-0
Reti: 19′ Giacomelli, 28′ Arma, 19′ st Giacomelli
Vicenza: Grandi, Andreoni, Mantovani, Bizzotto (33′ st Bonetto), Stevanin, Laurenti (17′ st Zonta), De Falco (27′ st Zarpellon), Bianchi N., Curcio (27′ st Tronco), Arma, Giacomelli. All. Colella (Albertazzi, Bianchi D., Solerio. Rover, Maistrello).
Monza: Liverani, Caverzasi, Riva, Negro, Tentardini, Barba, Guidetti (30′ st Galli), Palesi (1′ st Iocolano), D’Errico (26′ st Tomaselli), Cori (1′ st Jefferson), Ceccarelli. All. Zaffaroni (Sommariva, Origlio, Giorno, Brero, Brignoli, Adorni, Otelè, Cavaliere).
Arbitro: Cipriani di Empoli.
Note: ammoniti Laurenti, Mantovani (V), Guidetti (M). Angoli 4-5. Spettatori: 2143 paganti, 6980 abbonati.

Continua la lettura di Il Monza di Berlusconi non sa vincere su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/sport/il-monza-di-berlusconi-non-sa-vincere/feed/ 0
Velista fa il coast to coast negli Stati Uniti in bicicletta https://giornaledimonza.it/attualita/velista-fa-il-coast-to-coast-negli-stati-uniti-in-bicicletta/ https://giornaledimonza.it/attualita/velista-fa-il-coast-to-coast-negli-stati-uniti-in-bicicletta/#respond Thu, 18 Oct 2018 07:23:46 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99809 Velista fa il coast to coast negli Stati Uniti in bicicletta. Daniele La Barbera, storico istruttore della Lega navale di Bovisio Masciago ha percorso 4.100 chilometri in 33 giorni Velista fa il coast to coast Ha lasciato i mari e la vela per attraversare gli Stati Uniti, da una costa all’altra, in bicicletta. L’autore di […]

Continua la lettura di Velista fa il coast to coast negli Stati Uniti in bicicletta su Giornale di Monza.

]]>
Velista fa il coast to coast negli Stati Uniti in bicicletta. Daniele La Barbera, storico istruttore della Lega navale di Bovisio Masciago ha percorso 4.100 chilometri in 33 giorni

Velista fa il coast to coast

Ha lasciato i mari e la vela per attraversare gli Stati Uniti, da una costa all’altra, in bicicletta. L’autore di questa faticosa e affascinante impresa è Daniele La Barbera, 57 anni, di Cologno Monzese ma conosciuto a Bovisio in quanto istruttore di vela della Lega navale. Partito il 26 luglio da Washington, il ciclista ha percorso ben undici Stati della zona meridionale degli Usa, dal North Carolina al Texas, dall’Arizona alla California, fino a San Diego.

Traversata in solitaria

Ha pedalato in solitudine, filmando i panorami col telefonino e fissando la macchina fotografica su paletti improvvisati, ripassando davanti e poi ritornando a recuperare la macchina stessa. Un’avventura lunga 4.100 chilometri percorsi in 33 tappe. Ha fatto tutto da solo, poi raccontava ogni sera, tramite WhatsApp, le impressioni della giornata agli amici in Italia. Tra loro anche i soci della Lega navale di Bovisio che, con curiosità e attenzione, hanno seguito la sua impresa anche attraverso foto e filmati.

“Basta pedalare”

Ma come ha fatto? “Basta pedalare” risponde il 57enne senza esitazione. La scelta del coast to coast in Usa non è casuale, Daniele aveva già fatto lo stesso percorso quando aveva 20 anni: come dire “Se l’ho fatto allora in autostop, lo potevo fare anche ora in bicicletta”. Le difficoltà durante il viaggio ovviamente non sono mancate. Due soprattutto: “Il caldo torrido dei deserti e le salite dopo i tanti chilometri” ha affermato il ciclista.

Nostalgia del mare?

E la nostalgia del vento fresco del mare sulle vele? Daniele non risponde, ma sorride. “Forse gli è mancata l’allegra compagnia che si vive con l’equipaggio su una barca a vela – suggerisce Tuccio di Pasquale, presidente della sezione cittadina della Lega navale – Per questo c’è tanto tempo e molta disponibilità da parte degli skipper che lo vorranno avere a bordo per farsi raccontare la sua impresa, magari in una calma baia, al tramonto del sole, sorseggiando un buon bicchiere di vino”.

Continua la lettura di Velista fa il coast to coast negli Stati Uniti in bicicletta su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/velista-fa-il-coast-to-coast-negli-stati-uniti-in-bicicletta/feed/ 0
Misstake: abita a Briosco l’astro nascente del rap https://giornaledimonza.it/attualita/misstake-abita-a-briosco-lastro-nascente-del-rap/ https://giornaledimonza.it/attualita/misstake-abita-a-briosco-lastro-nascente-del-rap/#respond Thu, 18 Oct 2018 07:03:55 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99715 All’anagrafe è Alessandra Tondo ma nel mondo della musica tutti la conoscono come Misstake. Abita a Briosco l’astro nascente della musica rap italiana. L’astro nascente del rap abita a Briosco “Ci tengo molto a far capire quanto valgo e quanto impegno ci metto per ottenere i risultati nel mio lavoro” ha assicurato la 26enne che […]

Continua la lettura di Misstake: abita a Briosco l’astro nascente del rap su Giornale di Monza.

]]>
All’anagrafe è Alessandra Tondo ma nel mondo della musica tutti la conoscono come Misstake. Abita a Briosco l’astro nascente della musica rap italiana.

L’astro nascente del rap abita a Briosco

“Ci tengo molto a far capire quanto valgo e quanto impegno ci metto per ottenere i risultati nel mio lavoro” ha assicurato la 26enne che ha fatto della personalità, del talento e del sacrificio le sue armi migliori. Una figura femminile che sta conquistando il suo spazio nella scena rap italiana. Originaria di Udine, due anni fa ha fatto le valigie per Saronno e a gennaio si è trasferita a Briosco.
“Dopo essermi fatta conoscere in Friuli, sono partita alla conquista di Milano”.
Il suo carattere è sempre stato un elemento fondamentale, tanto da accettare sfide molto importanti.
“Nel 2009 ho aperto il concerto di Vacca con l’obiettivo di una collaborazione musicale. Lui mi ha sfidata chiedendomi di andare con lui a Kingston, in Jamaica, così a 18 anni sono partita da sola per dimostrare la mia serietà e tra il 2012 e il 2014 sono uscite due tracce”.
Nel 2016 ha collaborato con Fabio Terron  dei Sud Sound System. Un’altra collaborazione molto importante, nata sempre per sfida, è quella con Laioung.

“Producimi un beat e io ti faccio vedere cosa sono capace di fare”, queste sono le parole che Misstake ha rivolto al rapper e produttore discografico italiano. “Mi ha accompagnata fino a giugno del 2017. Lui mi ha dato la spinta”.

“Dobbiamo far capire agli altri che siamo unici”

La sua filosofia nella musica e nella vita è l’unicità. “Noi siamo esseri specifici e dobbiamo far capire agli altri che siamo unici”.

Da quando ha 5 anni Misstake ha sempre cantato. “Facevo dancehall reggae, soul jazz e amavo scrivere poesie, così ho pensato di metterle in rima e da lì é iniziato tutto. Prima facevo Hip-Hop underground, poi ho deciso di unire il melodico con il rap e ho iniziato a fare delle ‘’fusioni‘’ con il rap e altri generi”. Creatività e passione la rendono unica nel suo stile e lei ne è consapevole. “E’ una cosa che faccio solo io. Io vado per la mia strada e punto al mio obiettivo”.

“Tutto diventa possibile con la tenacia e la determinazione”

La famiglia ha un ruolo fondamentale nella sua carriera. “Mia madre ha lavorato per nove anni in radio ed é sempre stata esigente con me. Mio padre ha iniziato a crederci davvero quando ha visto i miei risultati. Devo dire grazie ai miei genitori che mi hanno trasmesso un’educazione e dei principi. Sono stata abituata ad impegnarmi al massimo delle mie capacità per ottenere il massimo del risultato”. Figlia di un imprenditore, vuole sottolineare la sua indipendenza. “Da quando mi sono trasferita non ho mai voluto un centesimo perchè quello che ho l’ho guadagnato da sola. Riesco a fare soldi creando nuovi lavori dal nulla. Tutto diventa possibile con la tenacia e la determinazione. Il resto sono solo scuse”.

Continua la lettura di Misstake: abita a Briosco l’astro nascente del rap su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/misstake-abita-a-briosco-lastro-nascente-del-rap/feed/ 0
Concerto di solidarietà per una città senza muri ad Arcore https://giornaledimonza.it/attualita/concerto-di-solidarieta-per-una-citta-senza-muri-ad-arcore/ https://giornaledimonza.it/attualita/concerto-di-solidarieta-per-una-citta-senza-muri-ad-arcore/#respond Thu, 18 Oct 2018 07:02:43 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99799 Un evento da segnare sul calendario. Sabato 20 Ottobre, dalle ore 20.45, presso l’Aula Magna dell’Istituto delle scuola Media di via Monginevro ad Arcore, ci sarà il Concerto di Solidarietà” Città senza muri” promosso da Africa Solidarietà Onlus e dalla Consulta Multiculturale Arcorese. Sul palco un gruppo musicale senegalese Si esibirà il gruppo musicale di […]

Continua la lettura di Concerto di solidarietà per una città senza muri ad Arcore su Giornale di Monza.

]]>
Un evento da segnare sul calendario.

Sabato 20 Ottobre, dalle ore 20.45, presso l’Aula Magna dell’Istituto delle scuola Media di via Monginevro ad Arcore, ci sarà il Concerto di Solidarietà” Città senza muri” promosso da Africa Solidarietà Onlus e dalla Consulta Multiculturale Arcorese.

Sul palco un gruppo musicale senegalese

Si esibirà il gruppo musicale di origine senegalese “Badara Seck e il Penc” per regalare al pubblico sonorità africane.
L’intento sarà quello di promuovere la sana convivenza e alla lotta contro tutte le forme di discriminazione.
L’ingresso è gratuito previa prenotazione via mail a info@africasolidarieta.it.

Continua la lettura di Concerto di solidarietà per una città senza muri ad Arcore su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/concerto-di-solidarieta-per-una-citta-senza-muri-ad-arcore/feed/ 0
Album di figurine in regalo con il Giornale di Carate https://giornaledimonza.it/attualita/album-di-figurine-in-regalo-con-il-giornale-di-carate/ https://giornaledimonza.it/attualita/album-di-figurine-in-regalo-con-il-giornale-di-carate/#respond Thu, 18 Oct 2018 06:56:45 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99791 Un album delle figurine in regalo con il Giornale di Carate. Cinquanta figurine per scoprire il territorio Cinquanta figurine e un album tutto da sfogliare e da leggere. Alla scoperta del territorio e delle bellezze della Brianza.  Questa settimana – da martedì 16 ottobre – con il Giornale di Carate ricevete in omaggio un album […]

Continua la lettura di Album di figurine in regalo con il Giornale di Carate su Giornale di Monza.

]]>
Un album delle figurine in regalo con il Giornale di Carate.

Cinquanta figurine per scoprire il territorio

Cinquanta figurine e un album tutto da sfogliare e da leggere. Alla scoperta del territorio e delle bellezze della Brianza.  Questa settimana – da martedì 16 ottobre – con il Giornale di Carate ricevete in omaggio un album per la raccolta di figurine… speciali. Per dieci settimane consecutive, in regalo insieme al nostro settimanale, troverete una bustina con 5 figurine che raccontano la storia e le curiosità del nostro territorio. Quaranta figurine riguardano luoghi e monumenti del territorio. Altre dieci i personaggi che hanno fatto la storia di Carate e di questa fetta di Brianza.
Da Carate a Besana, passando per Giussano e Biassono sarà «Rino», l’airone cinerino, la simpatica mascotte che accompagnerà i ragazzi in un percorso storico che toccherà tutti e dodici i comuni del nostro Giornale per raccontare aneddoti, curiosità e segreti della Brianza. Tra le pagine colorate dell’album ci sarà spazio anche per tanti giochi istruttivi da completare sempre legati alla scoperta dei nostri paesi e delle nostre comunità, dalle prime tracce della presenza umana fino all’epoca contemporanea.

Presentato in occasione della marcia Carate tra il verde e l’antico

L’iniziativa è rivolta soprattutto agli studenti delle scuole primarie ma anche a quelli dell’ultimo anno della materna, ad alcuni dei quali l’album è stato presentato (e omaggiato) in occasione della marcia “Carate tra il verde e l’antico”, di domenica 14 ottobre e promossa con grande successo dai Marciacaratesi. La speranza è che possa trasformarsi in un valido strumento didattico per conoscere la nostra storia e i luoghi dove abitiamo.

Le scuole interessate potranno fare richiesta degli album, che sono gratuiti, fino ad esaurimento, chiamando direttamente la nostra redazione (0362-90891) o inviando una mail all’indirizzo di posta elettronica: redazione@giornaledicarate.it.

Continua la lettura di Album di figurine in regalo con il Giornale di Carate su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/album-di-figurine-in-regalo-con-il-giornale-di-carate/feed/ 0
Omicidio stradale Brugherio, convalidati i domiciliari https://giornaledimonza.it/cronaca/omicidio-stradale-brugherio-convalidati-i-domiciliari/ Thu, 18 Oct 2018 06:54:49 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99796 Convalidati gli arresti domiciliari per G.G., il 39enne di Tribiano accusato di omicidio stradale dopo il sinistro di sabato sera a Brugherio, costato la vita al 60enne Fabio Pagnussat. Omicidio stradale Il tribianese è stato interrogato dal Gip di Monza Patrizia Gallucci, che ha confermato la misura cautelare degli arresti domiciliari. Secondo quanto dichiarato dall’uomo, […]

Continua la lettura di Omicidio stradale Brugherio, convalidati i domiciliari su Giornale di Monza.

]]>
Convalidati gli arresti domiciliari per G.G., il 39enne di Tribiano accusato di omicidio stradale dopo il sinistro di sabato sera a Brugherio, costato la vita al 60enne Fabio Pagnussat.

Omicidio stradale

Il tribianese è stato interrogato dal Gip di Monza Patrizia Gallucci, che ha confermato la misura cautelare degli arresti domiciliari. Secondo quanto dichiarato dall’uomo, trovato positivo al test alcolemico effettuato subito dopo il sinistro, avrebbe bevuto soltanto una birra a pranzo.

L’incidente

Nel sinistro ha perso la vita il sessantenne brugherese, mentre la moglie, che viaggiava in sella con lui, è rimasta gravemente ferita. Illesi i figli, che seguivano a bordo di un’altra motocicletta. I funerali di Pagnussat non sono ancora stati fissati.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

Continua la lettura di Omicidio stradale Brugherio, convalidati i domiciliari su Giornale di Monza.

]]>
Agri Brianza ospiterà il negozio Hunter più grande d’Italia https://giornaledimonza.it/cronaca/agri-brianza-ospitera-il-negozio-hunter-piu-grande-ditalia/ https://giornaledimonza.it/cronaca/agri-brianza-ospitera-il-negozio-hunter-piu-grande-ditalia/#respond Thu, 18 Oct 2018 06:48:56 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99790 Agri Brianza ospiterà il negozio Hunter più grande d’Italia. Sabato, a Concorezzo, l’inaugurazione dello spazio dedicato agli accessori per cani e gatti. Alle 11 il taglio del nastro Il mega store di via Dante ospiterà un vero e proprio “shop in shop” all’interno del reparto “Zoo Pet”. Oltre 80 metri quadrati interamente dedicati agli accessori […]

Continua la lettura di Agri Brianza ospiterà il negozio Hunter più grande d’Italia su Giornale di Monza.

]]>
Agri Brianza ospiterà il negozio Hunter più grande d’Italia. Sabato, a Concorezzo, l’inaugurazione dello spazio dedicato agli accessori per cani e gatti.

Alle 11 il taglio del nastro

Il mega store di via Dante ospiterà un vero e proprio “shop in shop” all’interno del reparto “Zoo Pet”. Oltre 80 metri quadrati interamente dedicati agli accessori per cani e gatti. Tutti ovviamente targanti Hunter.

“Hunter è un’azienda tedesca a conduzione familiare fondata nel 1980, specializzata nella produzione di accessori di alta qualità per cani e gatti – si legge in un comunicato inviato da Agri Brianza – L’attenzione alla funzionalità e alla resistenza dei materiali contraddistinguono i prodotti Hunter, parte dei quali mantengono una lavorazione ancora oggi artigianale. Agri Brianza non poteva non sposare questa passione per la qualità, soprattutto dopo aver visitato di persona gli impianti di produzione a marzo scorso, vivendo l’esperienza della scelta accurata dei pellami in un’ottica di sostenibilità ambientale, l’attenzione rivolta alla sicurezza dei cani e dei loro accompagnatori nella progettazione di collari e guinzagli per il tempo libero e lo sport e infine la creatività e la passione del lavoro manuale nelle finiture dei prodotti”.

La creazione dello spazio dedicato ad Hunter arriva a coronamento di una collaborazione che prosegue ormai da diversi anni. Agri Brianza avrà quindi al suo interno il negozio Hunter più grande e assortito d’Italia. Qui si potranno acquistare tutti gli oltre 5000 prodotti del catalogo Hunter, anche su ordinazione: collari, pettorine e guinzagli all’abbigliamento per cani, cuscini, passando per i prodotti per la cura e articoli da toeletta, i giochi e snack innovativi. L’appuntamento è fissato per le 11 di sabato 20 ottobre, quando avverrà il taglio del nastro. Tutti i presenti potranno usufruire di uno sconto del 10% sui prodotti Hunter.

Continua la lettura di Agri Brianza ospiterà il negozio Hunter più grande d’Italia su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/cronaca/agri-brianza-ospitera-il-negozio-hunter-piu-grande-ditalia/feed/ 0
Grave infortunio sul lavoro per un 54enne SIRENE DI NOTTE https://giornaledimonza.it/cronaca/grave-infortunio-sul-lavoro-per-un-54enne-sirene-di-notte/ https://giornaledimonza.it/cronaca/grave-infortunio-sul-lavoro-per-un-54enne-sirene-di-notte/#respond Thu, 18 Oct 2018 05:14:52 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99788   Grave infortunio sul lavoro per un 54enne che è rimasto schiacciato all’interno di un impianto lavorativo di Nova Milanese. L’incidente intorno a mezzanotte. Ora è ricoverato al San Gerardo. Infortunio sul lavoro per un 54enne a Nova Milanese Un uomo di 54 anni è stato soccorso questa notte dalla Croce rossa a seguito di […]

Continua la lettura di Grave infortunio sul lavoro per un 54enne SIRENE DI NOTTE su Giornale di Monza.

]]>
 

Grave infortunio sul lavoro per un 54enne che è rimasto schiacciato all’interno di un impianto lavorativo di Nova Milanese. L’incidente intorno a mezzanotte. Ora è ricoverato al San Gerardo.

Infortunio sul lavoro per un 54enne a Nova Milanese

Un uomo di 54 anni è stato soccorso questa notte dalla Croce rossa a seguito di un grave infortunio avvenuto all’interno di u impianto lavorativo di Nova Milanese, situato in via De Gasperi. Secondo quanto riportato dall’Agenzia regionale emergenza urgenza, la chiamata ai soccorsi è arrivata pochi minuti dopo la mezzanotte: il 54enne è stato soccorso in codice giallo per uno schiacciamento e dopo l’arrivo dei sanitari è stato trasportato al San Gerardo di Monza in codice giallo. Le sue condizioni sono state valutate serie, ma non in pericolo di vita.

Sempre nella notte segnaliamo un malore a Monza in via Monfalcone. Soccorsa una donna di 78 anni che intorno alle 4.30 si è sentita male in strada. Sul posto al croce rossa di Monza e Brianza che, dopo le prime cure, ha trasportato l’anziana al San Gerardo per accertamenti.

 

Continua la lettura di Grave infortunio sul lavoro per un 54enne SIRENE DI NOTTE su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/cronaca/grave-infortunio-sul-lavoro-per-un-54enne-sirene-di-notte/feed/ 0
Alla fine sono arrivate le dimissioni dell’assessore ai Lavori pubblici, Emanuela Rocco https://giornaledimonza.it/attualita/alla-fine-sono-arrivate-le-dimissioni-dellassessore-ai-lavori-pubblici-emanuela-rocco/ https://giornaledimonza.it/attualita/alla-fine-sono-arrivate-le-dimissioni-dellassessore-ai-lavori-pubblici-emanuela-rocco/#respond Wed, 17 Oct 2018 19:39:35 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99774 L’assessore ai Lavori pubblici di Desio, Emanuela Rocco, alla fine ha presentato le dimissioni. Da mesi si parla di rimpasto e mal di pancia all’interno della maggioranza. Nel mirino degli stessi compagni di partito, il Pd, è finito l’assessore con delega ai Lavori pubblici, Parchi, Tutela ambientale e animale. Sotto accusa a causa della “pessima gestione […]

Continua la lettura di Alla fine sono arrivate le dimissioni dell’assessore ai Lavori pubblici, Emanuela Rocco su Giornale di Monza.

]]>
L’assessore ai Lavori pubblici di Desio, Emanuela Rocco, alla fine ha presentato le dimissioni. Da mesi si parla di rimpasto e mal di pancia all’interno della maggioranza. Nel mirino degli stessi compagni di partito, il Pd, è finito l’assessore con delega ai Lavori pubblici, Parchi, Tutela ambientale e animale. Sotto accusa a causa della “pessima gestione del verde” , nei suoi confronti a luglio le opposizioni avevano presentato una mozione di sfiducia, respinta dal centrosinistra, che non ha però mandato giù le troppe critiche venute da ogni parte della città.

Dimissioni volute anche dai compagni di maggioranza

Giovedì sera si è tenuto un vertice di maggioranza e subito dopo un incontro del Partito Democratico sulla crisi che sta attraversando la Giunta. Incontri da cui è emersa la conferma del rimpasto. Una insofferenza che durava da tempo e che aveva anche portato qualche settimana fa ad una presa di posizione dell’assessore Giorgio Gerosa che a sua volta era arrivato a minacciare le proprie dimissioni in mancanza di una svolta, convinto della necessità di un cambio di passo a questo punto del mandato.

Sarà il sindaco a decidere il futuro dell’Esecutivo

Tocca ora al sindaco espletare il passaggio e accettare le dimissioni, e decidere il futuro dell’Esecutivo. Dalle voci circolate il rimpasto messo sul piatto dallo stesso primo cittadino, Roberto Corti, necessario a quietare i mal di pancia dei “critici”, prevederebbe la ripartizione delle deleghe della Rocco tra gli altri assessori (si parla dell’assessore all’Urbanistica Giovanni Borgonovo e della collega del Bilancio Jennifer Moro), ma anche la nomina di un nuovo assessore. Il nome dovrebbe essere scelto tra i consiglieri del Pd. E nella maggioranza c’è chi auspica che il passaggio venga compiuto il prima possibile, prima del prossimo Consiglio comunale.

Intanto le prime reazioni

Tra i primi commenti arrivati dalle opposizioni c’è quello della capogruppo del Movimento 5 Stelle, Sara Montrasio: “Qualcuno starà festeggiando. Qualcun altro avrà raggiunto il suo scopo: farle capire che lì non ci doveva stare. Io le auguro di buttarsi tutto questo alle spalle, fare tesoro dell’esperienza (cioè che nel partito non si hanno necessariamente degli amici) e trovare un lavoro che le piaccia e sia quello per cui ha studiato. Tanto tra non molto se ne vanno anche gli altri.”

La Lega: “Ora la maggioranza litiga per la scelta del successore”

“Quando si arriva a presentare una mozione di sfiducia nei confronti di un’assessore significa che le mancanze sono gravi. L’assessore Rocco ne ha ricevute addirittura due, l’ultima a luglio, bocciata dalla stessa maggioranza che oggi l’ha costretta alle dimissioni. L’hanno difesa a spada tratta per poi scaricarla brutalmente”. E’ questo il commento della sezione desiana della Lega. Due le richieste di sfiducia, la prima poche settimane dopo l’insediamento, “per la pessima gestione dei lavori di asfaltatura di via Garibaldi”, la seconda “per il flop nella manutenzione ordinaria del verde pubblico”. “In questo modo si sono persi mesi – continuano gli esponenti del Carroccio – lasciando l’Amministrazione nell’immobilismo e costringendo i desiani a dover fare i conti con le inefficienze dell’assessorato. E, pur essendo innegabili le colpe dell’assessore Rocco, le responsabilità ricadono sull’intera Giunta, in primis sul sindaco Corti, che gli assessori li sceglie e si dovrebbe poi preoccupare di fornirgli le possibilità di operare al meglio. Questo comportamento del centrosinistra desiano dimostra il totale essere inadeguato a gestire il Comune, sintomo di una maggioranza spaccata e litigiosa che pensa solo alle poltrone e che sta litigando pesantemente per la scelta del successore della Rocco”.

Continua la lettura di Alla fine sono arrivate le dimissioni dell’assessore ai Lavori pubblici, Emanuela Rocco su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/alla-fine-sono-arrivate-le-dimissioni-dellassessore-ai-lavori-pubblici-emanuela-rocco/feed/ 0
Auto contro scooter a Vimercate, giovane soccorso in codice rosso https://giornaledimonza.it/attualita/auto-contro-scooter-a-vimercate-giovane-soccorso-in-codice-rosso/ https://giornaledimonza.it/attualita/auto-contro-scooter-a-vimercate-giovane-soccorso-in-codice-rosso/#respond Wed, 17 Oct 2018 19:37:27 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99776 Attimi di paura questa sera, mercoledì, una manciata di minuti prima delle ore 21 a Vimercate. Una automobile e uno scooter, con a bordo un ragazzo di vent’ann,  si sono scontrati all’angolo tra via Cremagnani e via Ronchi. Sul posto è subito arrivata una ambulanza, l’automedica e i carabinieri della Compagnia di Monza. Dinamica ancora […]

Continua la lettura di Auto contro scooter a Vimercate, giovane soccorso in codice rosso su Giornale di Monza.

]]>
Attimi di paura questa sera, mercoledì, una manciata di minuti prima delle ore 21 a Vimercate.

Una automobile e uno scooter, con a bordo un ragazzo di vent’ann,  si sono scontrati all’angolo tra via Cremagnani e via Ronchi.

Sul posto è subito arrivata una ambulanza, l’automedica e i carabinieri della Compagnia di Monza.

Dinamica ancora al vaglio delle Forze dell’ordine

I sanitari del 118 stanno ancora soccorrendo, in codice rosso, il giovane ventenne che si trovava a bordo dello scooter. E’ stato quest’ultimo ad avere la peggio dopo l’impatto con l’automobile.

Anche la dinamica del sinistro è ancora al vaglio dei carabinieri. Toccherà loro accertare le eventuali responsabilità.

Seguiranno aggiornamenti

Continua la lettura di Auto contro scooter a Vimercate, giovane soccorso in codice rosso su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/auto-contro-scooter-a-vimercate-giovane-soccorso-in-codice-rosso/feed/ 0
Nel box nascondeva cento chili di hashish, arrestato 31enne https://giornaledimonza.it/cronaca/nel-box-nascondeva-cento-chili-di-hashish-arrestato-31enne/ https://giornaledimonza.it/cronaca/nel-box-nascondeva-cento-chili-di-hashish-arrestato-31enne/#respond Wed, 17 Oct 2018 16:50:58 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99765 Nel box nascondeva cento chili di droga, arrestato 31enne. Nei guai un marocchino El Medi El Badaoui  residente a Cesano Maderno, fermato dalla Polizia di Stato, già noto  per reati in materia di sostanza stupefacenti. L’hashish nel box era nascosto in due borsoni L’uomo, classe 1987, regolare sul territorio nazionale, già noto, era già stato tratto […]

Continua la lettura di Nel box nascondeva cento chili di hashish, arrestato 31enne su Giornale di Monza.

]]>
Nel box nascondeva cento chili di droga, arrestato 31enne. Nei guai un marocchino El Medi El Badaoui  residente a Cesano Maderno, fermato dalla Polizia di Stato, già noto  per reati in materia di sostanza stupefacenti.

L’hashish nel box era nascosto in due borsoni

L’uomo, classe 1987, regolare sul territorio nazionale, già noto, era già stato tratto in arresto nel 2014 per la detenzione di circa un etto e mezzo di hashish. I poliziotti lo tenevano d’occhio, tanto che lunedì hanno pianificato un servizio di osservazione. Il marocchino, costantemente seguito dagli operatori, dopo avere lasciato la propria abitazione di Cesano Maderno a bordo di una “Fiat Punto” si è diretto a Cinisello Balsamo. Ha parcheggiato la macchina in via Ortigara, quindi ha preso un sacco di plastica dal portabagagli e si è incamminato a piedi verso una traversa, in via Adamello. Poco dopo è stato visto salire a bordo di una “Ford Fiesta”  parcheggiata lì.  Ha percorso due chilometri, fino in via Papa Giovanni XXIII. Qui ha parcheggiato l’auto e a piedi è tornato verso via Monte Ortigara senza però avere più al seguito il sacco bianco.

La perquisizione è proseguita nell’abitazione di Cesano

A questo punto sono entrati in azione gli  uomini della Squadra Mobile per un controllo.  All’interno del portabagagli della “Ford Fiesta” è stato rinvenuto un sacchetto che conteneva 10 involucri di hashish per un peso complessivo di circa 5  chili.  Insieme  anche un mazzo di chiavi e un telecomando elettronico di un cancello. Non avendo ricevuto spiegazioni dal marocchino,  i poliziotti hanno iniziato a girare a piedi la zona, civico per civico, per accertare se quel telecomando aprisse qualcosa. Fino al box di via Monte Cervino, all’interno del quale sono stati rinvenuti due borsoni con 21 confezioni contenenti hashish per un peso complessivo di circa 95 chili. A casa dell’uomo, a Cesano Maderno, poi, occultati in vari punti dell’abitazione, sono stati trovati e sequestrati circa 30mila euro in contanti, profitto dell’attività illecita. Il cittadino marocchino è stato associato al carcere di Monza. Dovrà rispondere di detenzione di sostanza stupefacente.

Continua la lettura di Nel box nascondeva cento chili di hashish, arrestato 31enne su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/cronaca/nel-box-nascondeva-cento-chili-di-hashish-arrestato-31enne/feed/ 0
A Trezzo nuovo regime per i fontanili con acqua gratis per i trezzesi https://giornaledimonza.it/cronaca/trezzo-fontanili-acqua-gratis/ Wed, 17 Oct 2018 16:37:09 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=99769 Nuovo regime per i fontanili di Trezzo. Basta carte prepagate, d’ora in avanti basterà utilizzare la tessera sanitaria per avere acqua gratis. Acqua gratis per tutti Siglata una nuova convenzione tra l’Amministrazione comunale e Cap holding legata alla gestione dei fontanili che erogano acqua minerale naturale e frizzante. Dura dieci anni ed è legata agli […]

Continua la lettura di A Trezzo nuovo regime per i fontanili con acqua gratis per i trezzesi su Giornale di Monza.

]]>
Nuovo regime per i fontanili di Trezzo. Basta carte prepagate, d’ora in avanti basterà utilizzare la tessera sanitaria per avere acqua gratis.

Acqua gratis per tutti

Siglata una nuova convenzione tra l’Amministrazione comunale e Cap holding legata alla gestione dei fontanili che erogano acqua minerale naturale e frizzante. Dura dieci anni ed è legata agli impianti installati a Concesa nel parco di via Don Gnocchi e a Trezzo in via Emilio Brasca. D’ora in avanti Cap holding garantirà l’erogazione libera di acqua naturale e frizzante (in questo caso limitata a un determinato numero di litri).

La convenzione

Cap Holding si assume la gestione dei due impianti.  In particolare garantirà la manutenzione ordinaria e straordinaria, nonché la conservazione in buono stato di funzionamento dell’impianto per l’intera durata del contratto.  Ogni altro sistema di limitazione dell’acqua esistente (gettoniere, carte prepagate), salvo diverse comunicazioni, verrà rimosse a spese del Consorzio.

Cinque giorni l’anno ci sarà anche la frizzante gratis

La libera erogazione dell’acqua frizzante viene garantita per un massimo di 5 giorni l’anno, da
concordare preventivamente tra le parti con un preavviso di almeno 10 giorni. Verrà inoltre valutata la possibilità di installare e far funzionare eventuale sistema di telerilevamento della quantità di acqua erogata totale (segnalando nello specifico anche quella frizzante).

Clicca qui per tornare alla home page e leggere le altre notizie del giorno.

Continua la lettura di A Trezzo nuovo regime per i fontanili con acqua gratis per i trezzesi su Giornale di Monza.

]]>