Giornale di Monza https://giornaledimonza.it Mon, 17 Dec 2018 17:20:30 +0000 it-IT hourly 1 Meno di un euro a copia e ti abboni per tutto l’anno! https://giornaledimonza.it/economia/meno-di-un-euro-a-copia-e-ti-abboni-per-tutto-lanno/ https://giornaledimonza.it/economia/meno-di-un-euro-a-copia-e-ti-abboni-per-tutto-lanno/#respond Mon, 17 Dec 2018 17:19:29 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=112096 Fino al 31 gennaio 2019 sarà valida un’offerta davvero eccezionale per le edizioni settimanali delle nostre testate brianzole, in edicola il martedì mattina: Giornale di Monza, Giornale di Vimercate, Giornale di Carate, Giornale di Desio e Giornale di Seregno. Meno di un euro a copia e ti abboni per tutto l’anno! Bene, tenetevi forte: Abbonamento […]

Continua la lettura di Meno di un euro a copia e ti abboni per tutto l’anno! su Giornale di Monza.

]]>
Fino al 31 gennaio 2019 sarà valida un’offerta davvero eccezionale per le edizioni settimanali delle nostre testate brianzole, in edicola il martedì mattina: Giornale di Monza, Giornale di Vimercate, Giornale di Carate, Giornale di Desio e Giornale di Seregno.

Meno di un euro a copia e ti abboni per tutto l’anno!

Bene, tenetevi forte:

  • Abbonamento a 52 numeri con ritiro in edicola a 39 euro anziché 78!
  • Abbonamento postale a 52 numeri, con arrivo direttamente a casa a 49 euro anziché 78!

Come fare è semplicissimo: CLICCATE QUI

Meno di un euro a copia e ti abboni per tutto l'anno!

Continua la lettura di Meno di un euro a copia e ti abboni per tutto l’anno! su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/economia/meno-di-un-euro-a-copia-e-ti-abboni-per-tutto-lanno/feed/ 0
Finto tecnico e falso vigile truffano coppia di anziani https://giornaledimonza.it/cronaca/finto-tecnico-e-falso-vigile-truffano-coppia-di-anziani/ https://giornaledimonza.it/cronaca/finto-tecnico-e-falso-vigile-truffano-coppia-di-anziani/#respond Mon, 17 Dec 2018 17:04:09 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=112094 Finto tecnico e falso vigile truffano coppia di anziani. E’ successo a Seveso, in via Ozanam. Finto tecnico raggira anziani con la scusa dell’acqua contaminata Spacciandosi per un tecnico dell’acqua e un agente della Polizia locale hanno raggirato una coppia di anziani e sono fuggiti con l’oro. E’ successo qualche giorno fa, vittime due coniugi […]

Continua la lettura di Finto tecnico e falso vigile truffano coppia di anziani su Giornale di Monza.

]]>
Finto tecnico e falso vigile truffano coppia di anziani. E’ successo a Seveso, in via Ozanam.

Finto tecnico raggira anziani con la scusa dell’acqua contaminata

Spacciandosi per un tecnico dell’acqua e un agente della Polizia locale hanno raggirato una coppia di anziani e sono fuggiti con l’oro. E’ successo qualche giorno fa, vittime due coniugi di 76 anni che hanno creduto nella buona fede dei due presunti incaricati al controllo dell’acqua. Il primo a suonare al campanello è stato il finto tecnico, con la scusa di dover effettuare degli accertamenti perché c’era stata una perdita nelle vicinanze e l’acqua poteva risultare contaminata. Gli anziani si sono fidati e lo hanno accompagnato prima vicino al contatore e poi in casa.

Il finto vigile si è fatto consegnare gli ori

Ed ecco che a questo punto è entrato in scena il complice, vestito da agente della Polizia locale. Davanti alla divisa gli anziani si sono sentiti rassicurati e hanno seguito pedissequamente le indicazioni del vigile: «Mettete ori e soldi nel frigorifero, perché potrebbero rovinarsi». Gli anziani  hanno raccolto soldi e preziosi e li hanno messi nel frigorifero. Ma ecco che, con una scusa, i due delinquenti hanno arraffato il bottino e si sono dileguati.

ARTICOLO COMPLETO SUL GIORNALE DI SEREGNO IN EDICOLA E ONLINE DA MARTEDI’ 18 DICEMBRE 2018

Continua la lettura di Finto tecnico e falso vigile truffano coppia di anziani su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/cronaca/finto-tecnico-e-falso-vigile-truffano-coppia-di-anziani/feed/ 0
Raffica di manette per droga sui treni e nelle stazioni: la Polfer di Lecco arresta un 19enne https://giornaledimonza.it/cronaca/raffica-di-manette-per-droga-sui-treni-e-nelle-stazioni-la-polfer-di-lecco-arresta-un-19enne/ Mon, 17 Dec 2018 16:34:24 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=112091 Raffica di manette per droga sui treni e nelle stazioni: la Polfer di Lecco arresta un 19enne. La Polfer di Lecco arresta un 19enne  2.815 le persone identificate, di queste 926 gli stranieri di cui 6 irregolari. 57 le contravvenzioni elevate, 41 le denunce in stato di libertà, 48 i veicoli controllati, 570 le pattuglie […]

Continua la lettura di Raffica di manette per droga sui treni e nelle stazioni: la Polfer di Lecco arresta un 19enne su Giornale di Monza.

]]>
Raffica di manette per droga sui treni e nelle stazioni: la Polfer di Lecco arresta un 19enne.

La Polfer di Lecco arresta un 19enne

 2.815 le persone identificate, di queste 926 gli stranieri di cui 6 irregolari. 57 le contravvenzioni elevate, 41 le denunce in stato di libertà, 48 i veicoli controllati, 570 le pattuglie in stazione, 479 i treni scortati . E ancora:  12 gli arrestati. Tra questi anche un giovane di soli 19 anni che è finito in  manette dopo un controllo degli  agenti della Polfer di Lecco. Il ragazzo era già destinatario di un ordine di un provvedimento di custodia cautelare.  Non solo ma è stato trovato in possesso di 0,7  di hashish.

Questo il bilancio dell’attività compiuta  nei giorni scorsi  dagli agenti della Polizia Ferroviaria sui treni e nelle stazioni lombarde. Un bilancio inquietante sia sul fronte dello spaccio che su quello dei furti e dei borseggi.

Raffica di manette per droga sui treni e nelle stazioni

Davvero tanti i provvedimenti presi nei confronti degli spacciatori. Gli agenti della squadra di Polizia Giudiziaria della Polfer, in uno dei consueti servizi in  Stazione Centrale a Milano, si  sono avvicinati ad un giovane senegalese che stava vendendo droga. E’ stato trovato un possesso  di 7,5 grammi di marijuana 70 euro in contanti.  Il giovane è così  stato arrestato per il reato di spaccio di sostanze stupefacente. Sempre la Squadra di Polizia Giudiziaria della Polizia Ferroviaria, nella nota Galleria della carrozze della Stazione di Milano Centrale, ha notato  un uomo che consegnava una busta ad un giovane, ricevendo in cambio una banconota. Entrambi sono stati subito bloccati. Il giovane ha consegnato spontaneamente la busta appena acquistata che conteneva 1,85 grammi di hashish, mentre l’uomo, un nigeriano di anni 34, sottoposto a perquisizione, è stato trovato in possesso di altri 4,85 grammi  di marijuana, oltre alla somma di  80 euro . Anche lui è finito in manette per spaccio. Nella stessa Galleria delle Carrozze i poliziotti  sono avvicinati da un giovane senegalese di anni 22 che che vendeva marijuana. Anche in questo caso sono scattate le manette. E ancora. Un cittadino della Repubblica Domenicana di anni 20 è  stato identificato da personale della Polfer di Varese, in servizio di scorta a bordo treno. Dai controlli il giovane risultava  avere precedenti in materia di stupefacenti. Per questo è stato perquisito: addosso gli sono stati trovati 5 panetti di hashish e quindi è stato fermato. 

Tanti anche i furti

Non sono mancati nemmeno i furti.  Due italiani, di anni 57 e 60, nel corso di un servizio di pattuglia della Polfer di Milano Lambrate, sono stati “beccati” mentre caricavano del materiale ferroso su un autocarro in  uno scalo delle FS. Entrambi sono arrestati per tentato furto pluriaggravato. Una donna algerina di anni 31 ed un uomo brasiliano di anni 24, sono notati da agenti in borghese   della Polfer in  Stazione di Milano Centrale mentre si aggiravano aggirarsi tra i bagagli dei viaggiatori, senza alcun apparente motivo. Mentre l’uomo si guardava intorno, la donna con un gesto improvviso, afferrava uno zaino poggiato sul trolley di un uomo che stava pranzando in  uno dei numerosi bar,  per poi  allontanarsi rapidamente insieme al complice. Entrambi sono stati subito bloccati all’uscita ed arrestati per furto aggravato.  E non è finita qui.  Un cittadino tunisino di anni 22 è stato bloccato dagli agenti della Polfer del Settore Operativo della stazione di Milano Centrale, appena fuori il negozio Feltrinelli con alcuni libri che aveva preso senza pagare. L’uomo si è mostrato  reticente. Ha rifiutato di farsi identificare e poi ha insultato  e aggredito i poliziotti che lo hanno arrestato per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.  

 

 

Continua la lettura di Raffica di manette per droga sui treni e nelle stazioni: la Polfer di Lecco arresta un 19enne su Giornale di Monza.

]]>
“Basta fare gli ecologisti con gli inceneritori degli altri” https://giornaledimonza.it/politica/basta-fare-gli-ecologisti-con-gli-inceneritori-degli-altri/ https://giornaledimonza.it/politica/basta-fare-gli-ecologisti-con-gli-inceneritori-degli-altri/#respond Mon, 17 Dec 2018 16:06:31 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=112075 “Basta fare gli ecologisti con gli inceneritori degli altri”. Il gruppo regionale della Lega contro l’art. 35  del Decreto Sblocca Italia. “Basta fare gli ecologisti con gli inceneritori degli altri” Presa di posizione dei consiglieri regionali del gruppo della Lega attraverso una manifestazione a cui hanno preso parte anche i rappresentanti brianzoli del Carroccio in Regione […]

Continua la lettura di “Basta fare gli ecologisti con gli inceneritori degli altri” su Giornale di Monza.

]]>
“Basta fare gli ecologisti con gli inceneritori degli altri”. Il gruppo regionale della Lega contro l’art. 35  del Decreto Sblocca Italia.

“Basta fare gli ecologisti con gli inceneritori degli altri”

Presa di posizione dei consiglieri regionali del gruppo della Lega attraverso una manifestazione a cui hanno preso parte anche i rappresentanti brianzoli del Carroccio in Regione Lombardia. All’iniziativa erano presenti l’assessore Martina Cambiaghi insieme ai consiglieri Alessandro Corbetta, Marco Mariani e Andrea Monti.

“L’art 35 del così detto Decreto Sblocca-Italia – spiegano i consiglieri leghisti –  ha reso ancora più difficile lo stoccaggio e la successiva valorizzazione dei rifiuti lombardi. Un articolo che contrasta nettamente con il principio di autosufficienza nella gestione del ciclo dei rifiuti perché consente a questi ultimi una libera circolazione all’interno del Paese. Di conseguenza, le Regioni che attuano prevalentemente azioni di carattere emergenziale e non strutturale, vengono deresponsabilizzate e continuano a spendere ingenti risorse pubbliche senza affrontare il problema alla radice”.

13 gli impianti attivi in Lombardia

Il forno inceneritore di Desio

“Regione Lombardia, con ben 13 impianti attivi sul suo territorio – di cui uno a Desio, in provincia di Monza e Brianza –  che smaltiscono anche buona parte dei rifiuti nazionali, non deve diventare la nuova terra dei fuochi. I termovalorizzatori non vanno demonizzati a priori, perché non si limitano a bruciare quella parte del rifiuto che non è comunque recuperabile ma possono anche produrre elettricità e calore che posso essere utilizzati per alimentare e scaldare residenze e attività del territorio”.

“Il senso del flash-mob – aggiunge Andrea Villa, commissario provinciale della Lega di Monza e Brianza – di oggi è proprio questo: basta fare gli ecologisti con gli inceneritori lombardi. La virtuosità della nostra Regione e della provincia di Monza e Brianza nella gestione dei rifiuti non deve e non può venire penalizzata da una norma sbagliata, capace non solo di generare un incremento dei costi di smaltimento che alla fine ricadono su tutti i cittadini lombardi, ma anche una diffusa difficoltà di collocare rifiuti che troppo spesso, come ci riportano i recenti casi di cronaca, si traduce in pericolosi incendi in aree dismesse, a danno della saluti dei cittadini e dell’ambiente”.

Continua la lettura di “Basta fare gli ecologisti con gli inceneritori degli altri” su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/politica/basta-fare-gli-ecologisti-con-gli-inceneritori-degli-altri/feed/ 0
Gambiano minaccia cinese con una forbice: arrestato per tentata rapina https://giornaledimonza.it/cronaca/gambiano-minaccia-cinese-con-una-forbice-arrestato-per-tentata-rapina/ https://giornaledimonza.it/cronaca/gambiano-minaccia-cinese-con-una-forbice-arrestato-per-tentata-rapina/#respond Mon, 17 Dec 2018 15:58:43 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=112080 Gambiano minaccia cinese con una forbice: arrestato per tentata rapina E’ successo nella notte tra giovedì e venerdì in zona stazione. Gli agenti del Commissariato di Monza, durante il servizio di controllo del territorio, si sono imbattuti in un cittadino straniero di origine cinese. Questi ha riferito loro come poco prima fosse stato avvicinato da […]

Continua la lettura di Gambiano minaccia cinese con una forbice: arrestato per tentata rapina su Giornale di Monza.

]]>
Gambiano minaccia cinese con una forbice: arrestato per tentata rapina

E’ successo nella notte tra giovedì e venerdì in zona stazione. Gli agenti del Commissariato di Monza, durante il servizio di controllo del territorio, si sono imbattuti in un cittadino straniero di origine cinese. Questi ha riferito loro come poco prima fosse stato avvicinato da un uomo di colore che, sotto la minaccia di una forbice, gli aveva intimato di consegnargli tutto quello che aveva con sé.

Al rifiuto della vittima, C.I., 20enne  del Gambia regolare sul territorio nazionale, ha cercato di colpirlo al petto sferrando un fendente con la forbice ma, distratto dal passaggio di un’auto, non è fortunatamente riuscito a ferirlo.

Il gambiano si è, quindi, dato alla fuga. Gli agenti, con l’aiuto della parte offesa, hanno effettuato un giro di perlustrazione rintracciandolo poco distante. Alla vista della polizia ha cercato, invano di disfarsi della forbice. L’uomo è stato arrestato per tentata rapina e rinchiuso nel carcere di Monza.

Continua la lettura di Gambiano minaccia cinese con una forbice: arrestato per tentata rapina su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/cronaca/gambiano-minaccia-cinese-con-una-forbice-arrestato-per-tentata-rapina/feed/ 0
La scrivania del poeta del legno esposta a Palazzo Arese Borromeo https://giornaledimonza.it/attualita/la-scrivania-del-poeta-del-legno-esposta-a-palazzo-arese-borromeo/ https://giornaledimonza.it/attualita/la-scrivania-del-poeta-del-legno-esposta-a-palazzo-arese-borromeo/#respond Mon, 17 Dec 2018 15:36:09 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=112071 La scrivania del poeta del legno esposta a Palazzo Arese Borromeo di Cesano Maderno. La scrivania del poeta del legno esposta a Palazzo Arese Borromeo Chiudendo gli occhi, sembra proprio di vederlo ancora lì, seduto tra le sue creazioni in varie essenze di legno e la Gazzetta dello Sport che non mancava mai di leggere. […]

Continua la lettura di La scrivania del poeta del legno esposta a Palazzo Arese Borromeo su Giornale di Monza.

]]>
La scrivania del poeta del legno esposta a Palazzo Arese Borromeo di Cesano Maderno.

La scrivania del poeta del legno esposta a Palazzo Arese Borromeo

Chiudendo gli occhi, sembra proprio di vederlo ancora lì, seduto tra le sue creazioni in varie essenze di legno e la Gazzetta dello Sport che non mancava mai di leggere. Da giovedì la scrivania in mogano del maestro artigiano Pierluigi Ghianda (1926-2015) è esposta nella Sala delle Rovine di Palazzo Arese Borromeo di Cesano Maderno.  “Un gioiellino per il luogo simbolo della nostra città”, per dirla con il sindaco Maurilio Longhin, che ha avuto l’onore di accogliere il dono delle figlie dell’ebanista con casa-bottega a Bovisio Masciago, Beatrice, Maria Luisa e Serafina, insieme al consigliere regionale Gigi Ponti.

Ghianda, pilastro della storia del design italiano e internazionale

Alla cerimonia che ha reso omaggio al pilastro della storia del design italiano e internazionale c’erano il sindaco di Bovisio, Giuliano Soldà, Giorgio Caimi della Caimi Brevetti, azienda leader del mondo del design e dell’arredamento, l’architetto Lorenzo Damiani (curatore dell’installazione) e diverse autorità civili e militari. L’Unione Artigiani di Milano e di Monza-Brianza ha reso onore alla memoria del suo indimenticato associato con una nota ufficiale: “Auspichiamo – così il segretario generale Marco Accornero – che il suo esempio sia occasione di imitazione da parte di tanti giovani che proveranno a ripercorrerne le orme attraverso lo studio e l’applicazione del design”.

“Simbolo della capacità del fare del nostro territorio”

“Questo spazio di lavoro e creazione – così il sindaco Longhin, commosso e grato per il dono delle tre sorelle Ghianda al Comune di Cesano – diventa il simbolo della capacità del fare del nostro territorio, della manualità tipica dei nostri migliori artigiani che, unita all’alta capacità progettuale, ha permesso di raggiungere i più alti livelli nel campo del design Made in Italy”. “Papà amava molto Palazzo Arese Borromeo – così Beatrice Ghianda – e sarebbe stato davvero fiero di vedere la sua scrivania qui”. L’inaugurazione dello spazio espositivo permanente dedicato al “poeta del legno”, al piano nobile del Borromeo, è coincisa con la presentazione del percorso formativo “Dalle idee alle cose: fare design nel segno della differenza”, al via a marzo grazie alla direzione di Aldo Colonetti e alla collaborazione tra Comune e Centro Culturale Europeo Palazzo Arese Borromeo.

Continua la lettura di La scrivania del poeta del legno esposta a Palazzo Arese Borromeo su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/la-scrivania-del-poeta-del-legno-esposta-a-palazzo-arese-borromeo/feed/ 0
Metro 5 a Monza, Terzi: Regione cofinanzia il prolungamento https://giornaledimonza.it/politica/metro-5-a-monza-terzi-regione-cofinanzia-il-prolungamento/ https://giornaledimonza.it/politica/metro-5-a-monza-terzi-regione-cofinanzia-il-prolungamento/#respond Mon, 17 Dec 2018 15:27:25 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=112070 Regione Lombardia contribuirà in misura rilevante al cofinanziamento del prolungamento della linea Metropolitana 5 a Monza. Metro 5 a Monza In caso di esito positivo della candidatura del progetto nell’ambito del bando per l’accesso ai finanziamenti statali, anche Regione farà la sua parte. Lo prevede una delibera di Giunta regionale approvata oggi su proposta dell’assessore […]

Continua la lettura di Metro 5 a Monza, Terzi: Regione cofinanzia il prolungamento su Giornale di Monza.

]]>
Regione Lombardia contribuirà in misura rilevante al cofinanziamento del prolungamento della linea Metropolitana 5 a Monza.

Metro 5 a Monza

In caso di esito positivo della candidatura del progetto nell’ambito del bando per l’accesso ai finanziamenti statali, anche Regione farà la sua parte. Lo prevede una delibera di Giunta regionale approvata oggi su proposta dell’assessore a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile Claudia Maria Terzi.

“L’ingente sforzo economico previsto – ha spiegato Terzi – segnala quanto per noi quest’opera sia strategica e irrinunciabile per i territori interessati. In questo modo Regione Lombardia fa la sua parte rendendosi disponibile a coprire una quota considerevole del cofinanziamento dei costi dell’opera a carico degli enti (complessivamente circa il 30% pari a 350 milioni di euro). Ci aspettiamo analoga sensibilità e impegno da parte degli altri soggetti coinvolti”.

Svolta attesa da decenni

“Il prolungamento della linea M5 da Bignami a Monza – ha proseguito Terzi – determinerà una svolta attesa da decenni, efficientando sensibilmente la connessione tra Milano e il capoluogo della Brianza, terza città lombarda per popolazione, realizzando fra l’altro due importanti nodi d’interscambio modale, rispettivamente al futuro capolinea della M1 a Cinisello-Monza e a Monza FS con la rete ferroviaria, e consentendo collegamenti rapidi ed efficienti con i principali poli d’attrazione monzesi: per esempio il centro storico, il Parco e la Villa Reale, l’ospedale San Gerardo e il Polo Istituzionale”.

Estensione di circa 12,8 km

L’attuale tratta urbana della linea metropolitana M5, che si estende da San Siro a Bignami, è in esercizio dal 2015. Il prolungamento in questione, che avrà un’estensione di circa 12,8 km, prevede che dall’attuale capolinea M5 di Bignami siano realizzate 11 nuove fermate, di cui 4 nel territorio di Cinisello Balsamo e 7 nell’ambito comunale di Monza, con una flotta aggiuntiva di 11 treni.
La delibera regionale ha approvato lo schema di Protocollo d’Intesa con Città Metropolitana di Milano, Provincia di Monza e della Brianza e Comuni di Milano, Sesto San Giovanni, Cinisello Balsamo e Monza.

Continua la lettura di Metro 5 a Monza, Terzi: Regione cofinanzia il prolungamento su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/politica/metro-5-a-monza-terzi-regione-cofinanzia-il-prolungamento/feed/ 0
Scritte in centro contro il ministro Salvini https://giornaledimonza.it/cronaca/centro-scritte-contro-ministro-salvini/ https://giornaledimonza.it/cronaca/centro-scritte-contro-ministro-salvini/#respond Mon, 17 Dec 2018 15:21:48 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=112058 Centro, scritte contro il ministro Salvini. Il fatto Ancora scritte rosse. Ma questa volta contro il ministro dell’Interno, Matteo Salvini. E questa volta con una firma, “Monza antifa”. Le scritte contro Salvini sono apparse oggi nel primo tratto di via Manzoni, subito dopo largo Mazzini. Ignoti, ancora con bombolette spray rosse sulle vetrine di un […]

Continua la lettura di Scritte in centro contro il ministro Salvini su Giornale di Monza.

]]>
Centro, scritte contro il ministro Salvini.

Il fatto

Ancora scritte rosse. Ma questa volta contro il ministro dell’Interno, Matteo Salvini. E questa volta con una firma, “Monza antifa”. Le scritte contro Salvini sono apparse oggi nel primo tratto di via Manzoni, subito dopo largo Mazzini. Ignoti, ancora con bombolette spray rosse sulle vetrine di un immobile attualmente “sfitto”. Si tratta del terzo episodio nel giro di pochi giorni con insulti e minacce a rappresentanti delle Istituzioni o delle forze delle ordine. Come si ricorderà a metà della scorsa settimane scritte sempre con bombolette spray rosse erano apparse alla stazione ferroviaria sul lato del Binario 7 nei confronti dei militari dell’esercito. Ma non solo. Sempre in queste ultime ore anche il Monumento dei Caduti in piazza Trento e Trieste è stato preso di mira da vandali delinquenti.

Piaga da sconfiggere

Del resto, nemmeno pochi giorni fa era stato il sindaco Dario Allevi nel presentare i sei nuovi patti di collaborazione con i cittadini a spiegare come ogni mattina sindaco e assessori vengano aggiornati di un vero e proprio “bollettino di guerra” che interessa facciate di immobili pubblici e privati, giardinetti pubblici, panchine e cestini. Una situazione critica che ha portato l’Amministrazione a correre ai ripari e a siglare altri sei accordi di collaborazione sul territorio comunale che si vanno ad aggiungere ai sette dello scorso anno. Come detto, eclatante nei giorni scorsi erano state le scritte che incitavano all’odio contro i militari arrivati in città nell’ambito dell’operazione “Strade Sicure” promossa proprio dal Ministero dell’Interno dopo le tante sollecitazioni che il sindaco Allevi aveva inviato al Governo, sia al ministro Marco Minniti che allo stesso Matteo Salvini. In particolare, sotto la lente era finita la questione della sicurezza nella zona della stazione, degli Artigianelli e via Gramsci.  L’arrivo dei militari annunciato da Salvini a fine ottobre si era poi concretizzato all’inizio di questo mese.

Continua la lettura di Scritte in centro contro il ministro Salvini su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/cronaca/centro-scritte-contro-ministro-salvini/feed/ 0
La villa confiscata diventerà un centro per minori in difficoltà (VIDEO) https://giornaledimonza.it/attualita/la-villa-confiscata-diventera-un-centro-per-minori-in-difficolta-video/ https://giornaledimonza.it/attualita/la-villa-confiscata-diventera-un-centro-per-minori-in-difficolta-video/#respond Mon, 17 Dec 2018 15:13:19 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=112019 La villa confiscata alla criminalità ospiterà un centro per minori in difficoltà. Insieme al sindaco Roberto Corti abbiamo fatto un giro nella villa dell’imprenditore Paolo Vivacqua, confiscata in seguito a un’inchiesta per reati fiscali e assegnata dal Comune alla cooperativa Atipica che aprirà un centro diurno per bambini e adolescenti, dai 6 ai 16 anni, […]

Continua la lettura di La villa confiscata diventerà un centro per minori in difficoltà (VIDEO) su Giornale di Monza.

]]>
La villa confiscata alla criminalità ospiterà un centro per minori in difficoltà. Insieme al sindaco Roberto Corti abbiamo fatto un giro nella villa dell’imprenditore Paolo Vivacqua, confiscata in seguito a un’inchiesta per reati fiscali e assegnata dal Comune alla cooperativa Atipica che aprirà un centro diurno per bambini e adolescenti, dai 6 ai 16 anni, che hanno problemi familiari.

Immobile di lusso con piscina interna

Villa confiscata a Desio all'imprenditore Paolo Vivacqua Villa confiscata a Desio all'imprenditore Paolo Vivacqua Villa confiscata a Desio all'imprenditore Paolo Vivacqua Villa confiscata a Desio all'imprenditore Paolo Vivacqua Villa confiscata a Desio all'imprenditore Paolo Vivacqua

Si tratta di un immobile di lusso, di circa 300 metri quadrati con box e giardino, sito in via Prati 52. La villa si sviluppa su tre piani. Al piano terreno c’è una piscina interna, che però verrà coperta durante la ristrutturazione. Nel garage doppio c’è ancora una vecchia cassaforte. Al primo piano ci sono diversi locali, tra cui un ex angolo cottura impreziosito da piastralle griffate. A disposizione dei ragazzi che frequenteranno il centro, ci sarà anche un ampio piano mansardato. Gli ambienti verranno utilizzati dagli adolescenti, che vivono nell’Ambito di Desio, per laboratori, attività di socializzazione e svolgere i compiti. Parallelamente saranno anche avviati dei percorsi di sostegno per facilitare i rapporti in famiglia dei ragazzi.

Il sindaco: “La comunità è più forte della criminalità”

I lavori di adeguamento della villa alle esigenze del servizio, a carico della cooperativa Atipica Onlus, costeranno 128.500 euro e partiranno a inizio anno. Secondo il cronoprogramma annunciato, il centro diurno aprirà i battenti nell’autunno 2019. “Riutilizzare i bene sottratti alla criminalità significa affermare che la comunità è più forte dell’illegalità”, ha sottolineato il sindaco Roberto Corti nel suo commento riportato integralmente nel video qui sotto.

Continua la lettura di La villa confiscata diventerà un centro per minori in difficoltà (VIDEO) su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/la-villa-confiscata-diventera-un-centro-per-minori-in-difficolta-video/feed/ 0
Tanti auguri don Bruno, il prete canterino più amato del Lecchese… e d’Italia VIDEO https://giornaledimonza.it/attualita/tanti-auguri-don-bruno-il-prete-canterino-piu-amato-del-lecchese-e-ditalia-video/ Mon, 17 Dec 2018 15:12:37 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=112082 Tanti auguri don Bruno, il prete canterino più amato del Lecchese… e d’Italia. Oggi infatti, lunedì 17 dicembre 2018 è il compleanno di don Bruno Maggioni, il mitico parroco di Margno diventato celebre in tutto il Paese per le sue performances canore in particolare con il brano “Mamma Maria ” dei Ricchi e Poveri. Classe 1956 […]

Continua la lettura di Tanti auguri don Bruno, il prete canterino più amato del Lecchese… e d’Italia VIDEO su Giornale di Monza.

]]>
Tanti auguri don Bruno, il prete canterino più amato del Lecchese… e d’Italia. Oggi infatti, lunedì 17 dicembre 2018 è il compleanno di don Bruno Maggioni, il mitico parroco di Margno diventato celebre in tutto il Paese per le sue performances canore in particolare con il brano “Mamma Maria ” dei Ricchi e Poveri. Classe 1956 don Bruno è un vero  e proprio punto di riferimento per i fedeli della valle, ma è anche un personaggio noto, amato e conosciuto anche al di là dei confini provinciali. Originario di Montevecchia, quello che in molti chiamano il parroco della gioia è stato per anni guida spirituale a Limbiate.

LEGGI ANCHE  Anche per l’interista Icardi don Bruno è un… fenomeno VIDEO

 

Il grande impegno di don Bruno nella sensibilizzazione sul tema dell’autismo

L’istrionico don negli ultimi periodi  ha prestato la sua ugola e il suo impegno per una  buonissima causa ovvero la campagna di  informazione e sensibilizzazione sull’autismo scendendo in campo attivamente con il sodalizio Illumina di Blu – Valsassina

LEGGI ANCHE Don Bruno in campo per l’autismo cantando la “sua” mitica Mamma Maria VIDEO

Ecco quindi il video e le foto che hanno voluto dedicargli in onore del suo compleanno i compagni dell’associazione

 

Continua la lettura di Tanti auguri don Bruno, il prete canterino più amato del Lecchese… e d’Italia VIDEO su Giornale di Monza.

]]>
Il tour del sorriso negli ospedali per regalare doni ai più piccoli https://giornaledimonza.it/attualita/il-tour-del-sorriso-negli-ospedali-per-regalare-doni-ai-piu-piccoli/ https://giornaledimonza.it/attualita/il-tour-del-sorriso-negli-ospedali-per-regalare-doni-ai-piu-piccoli/#respond Mon, 17 Dec 2018 15:04:41 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=112059 Partirà il 21 dicembre da piazza Eugenio Corti il “tour del sorriso” del “furgone della solidarietà” organizzato dall’associazione culturale “Fmx Eventi” del besanese Claudio Tieri (nella foto). Tappa in cinque ospedali Il progetto benefico – “Regala un sorriso ai bimbi in ospedale” – farà tappa, come sempre, in diversi presidi pediatrici del territorio: dal San […]

Continua la lettura di Il tour del sorriso negli ospedali per regalare doni ai più piccoli su Giornale di Monza.

]]>
Partirà il 21 dicembre da piazza Eugenio Corti il “tour del sorriso” del “furgone della solidarietà” organizzato dall’associazione culturale “Fmx Eventi” del besanese Claudio Tieri (nella foto).

Tappa in cinque ospedali

Il progetto benefico – “Regala un sorriso ai bimbi in ospedale” – farà tappa, come sempre, in diversi presidi pediatrici del territorio: dal San Gerardo di Monza (reparto ematologia pediatrica) a Desio, ma toccherà anche Lecco, Erba e il “Mandic” di Merate il pomeriggio della vigilia di Natale. Fino al 20 dicembre, in sede (a Barzanò, in viale Manara 17/19), è possibile consegnare i doni confezionati (non sono ammessi peluches o giochi portatori di batteri).
«Lo scorso anno – spiega Tieri – siamo riusciti a consegnare oltre trecento doni: quest’anno vogliamo fare ancor di più sapendo di contare sulla generosità di tanti amici»

Continua la lettura di Il tour del sorriso negli ospedali per regalare doni ai più piccoli su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/il-tour-del-sorriso-negli-ospedali-per-regalare-doni-ai-piu-piccoli/feed/ 0
Concerto di Natale: sul palco anche i giovanissimi https://giornaledimonza.it/cultura-e-turismo/concerto-di-natale-sul-palco-i-ragazzi/ https://giornaledimonza.it/cultura-e-turismo/concerto-di-natale-sul-palco-i-ragazzi/#respond Mon, 17 Dec 2018 14:27:45 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=112031 L’ennesimo sold out per il Concerto di Natale di Consonanza Musicale nel teatro di Palazzo Terragni a Lissone. Concerto di Natale: che successo E’ stato un vero successo, tanto che Palazzo Terragni era gremito di grandi e piccini. Sabato scorso gli artisti di Consonanza Musicale hanno registrato l’ennesimo «sold out» per l’atteso concerto di Natale. Sul […]

Continua la lettura di Concerto di Natale: sul palco anche i giovanissimi su Giornale di Monza.

]]>
L’ennesimo sold out per il Concerto di Natale di Consonanza Musicale nel teatro di Palazzo Terragni a Lissone.

Concerto di Natale: che successo

E’ stato un vero successo, tanto che Palazzo Terragni era gremito di grandi e piccini. Sabato scorso gli artisti di Consonanza Musicale hanno registrato l’ennesimo «sold out» per l’atteso concerto di Natale.

Sul palco del teatro di piazza Libertà si sono alternati i ragazzi della scuola di musica ai «veterani» della banda. Un appuntamento ormai diventato tradizionale nel panorama lissonese e nel calendario delle iniziatile legate alle festività natalizie.

Continuano anche tutti gli eventi in occasione delle vacanze, tanti gli appuntamenti ancora in programma fino al prossimo 6 gennaio. Le celebrazioni termineranno con l’attesissimo corteo dei Magi.

Le foto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Continua la lettura di Concerto di Natale: sul palco anche i giovanissimi su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/cultura-e-turismo/concerto-di-natale-sul-palco-i-ragazzi/feed/ 0
Carate, infortunio sul lavoro in via Rivera https://giornaledimonza.it/cronaca/carate-infortunio-sul-lavoro-in-via-rivera/ https://giornaledimonza.it/cronaca/carate-infortunio-sul-lavoro-in-via-rivera/#respond Mon, 17 Dec 2018 14:25:44 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=112029 Carate, infortunio sul lavoro in via Rivera. E’ successo poco fa Carate, infortunio sul lavoro in una ditta di via Rivera. Non è ancora del tutto chiaro che cosa sia successo, sta di fatto che poco prima delle 14.30, è arrivata in azienda un’ambulanza della Croce Bianca di  Besana in codice giallo,  per prestare i […]

Continua la lettura di Carate, infortunio sul lavoro in via Rivera su Giornale di Monza.

]]>
Carate, infortunio sul lavoro in via Rivera.

infortunio a carate

E’ successo poco fa

Carate, infortunio sul lavoro in una ditta di via Rivera. Non è ancora del tutto chiaro che cosa sia successo, sta di fatto che poco prima delle 14.30, è arrivata in azienda un’ambulanza della Croce Bianca di  Besana in codice giallo,  per prestare i soccorsi ad un uomo di 31 anni, rimasto ferito mentre lavorava. Poco dopo sono anche arrivati gli agenti di Polizia locale  di Carate, all’impianto lavorativo. L’uomo è stato portato a Carate in codice verde.

Continua la lettura di Carate, infortunio sul lavoro in via Rivera su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/cronaca/carate-infortunio-sul-lavoro-in-via-rivera/feed/ 0
Odiare il Natale: ecco perché alcuni di noi lo fanno https://giornaledimonza.it/attualita/odiare-il-natale-ecco-perche-alcuni-di-noi-lo-fanno/ https://giornaledimonza.it/attualita/odiare-il-natale-ecco-perche-alcuni-di-noi-lo-fanno/#respond Mon, 17 Dec 2018 14:12:10 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=112017 A pochi giorni dal Natale state cercando di inventarvi qualsiasi cosa per dribblare gli inviti a pranzo e cena e siete pronti a barricarvi in casa fingendo di esser partiti per la legione straniera? Insomma, siete anche voi dei “Grinch“? Anche lo spirito natalizio è stato oggetto di una ricerca scientifica, che ha “vivisezionato” proprio […]

Continua la lettura di Odiare il Natale: ecco perché alcuni di noi lo fanno su Giornale di Monza.

]]>

A pochi giorni dal Natale state cercando di inventarvi qualsiasi cosa per dribblare gli inviti a pranzo e cena e siete pronti a barricarvi in casa fingendo di esser partiti per la legione straniera? Insomma, siete anche voi dei “Grinch“? Anche lo spirito natalizio è stato oggetto di una ricerca scientifica, che ha “vivisezionato” proprio gli scontrosi emuli del mostriciattolo anti-Natale.

Odiare il Natale: ecco perché

Il British Medical Journal ha svelato i motivi per cui sono molti ad odiare il Natale e tutte le festività annesse. Il colpevole? La sede del cervello dove risiede lo spirito natalizio e l’esperienze pregresse. Lo psicoterapeuta Adriano Formoso spiega come rendere meno faticoso questo periodo:

“Ricercatori in scienze neurologiche dell’università di Copenaghen spiegano che nel cervello c’è una zona in cui è relegato il piacere e che l’atmosfera tipica delle feste lo attivi proprio nel periodo natalizio. Ma questo non succede per tutti. Molte tra queste persone infatti hanno un’evidente inibizione nel provare piacere anche solo pensando all’arrivo del Natale. Quel famoso sistema “mesocorticolimbico” deputato alla sensazione di piacere non riesce a superare l’angoscia e gli effetti neurofisiologici che hanno causato alcuni traumi subiti”.

I meccanismi cognitivi-cerebrali che fanno odiare il Natale

“Si è scoperto che i circuiti cerebrali attivati dall’odio hanno parecchio in comune con quelli dell’amore. Se per amore si fanno a volte “follie” con gesti estremi in nome dell’amore, nello stesso modo l’odio può indurre a comportamenti estremi accanendoci contro quello che odiamo. Alcune persone subiscono passivamente l’angoscia del periodo natalizio mostrando il loro stato depressivo, altri arrivano persino ad affermare “odio il Natale!”.

Quest’ultima è una forma reattiva caratterizzata da un sentimento di odio che contribuisce allo sviluppo di un forte senso di negatività nella persona attivando a livello cerebrale e cognitivo stati di nervosismo, di malessere e d’irritabilità”.

Consigli utili per sopravvivere

“Per sopravvivere alle situazioni stressanti è necessario sviluppare una grande attitudine, quella di saper tollerare. Questa condizione è spesso fraintesa con il sopportare ma il vero spirito della tolleranza è accettare le differenze.

Il mio consiglio è quindi prima di tutto tentare di capire i motivi per cui il Natale ci irrita, successivamente quello di valutare il proprio livello di tolleranza con l’intento di rafforzarlo. Ma se proprio non se ne è capaci, se ci si sente costretti a vivere il Natale come qualcosa di angosciante, che riporta a un ricordo amaro, a una atmosfera troppo tesa, consiglio di non stare troppo nella propria casa. Meglio allora organizzare un viaggio oppure cercare di passare la serata con gli amici o in un’associazione di volontariato“.

Continua la lettura di Odiare il Natale: ecco perché alcuni di noi lo fanno su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/odiare-il-natale-ecco-perche-alcuni-di-noi-lo-fanno/feed/ 0
Insulti, sputi e petardi contro la Polizia locale: 28 denunciati https://giornaledimonza.it/cronaca/insulti-sputi-e-petardi-contro-la-polizia-locale-28-denunciati/ Mon, 17 Dec 2018 13:46:07 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=112014 Insulti e petardi contro la Polizia locale: 28 denunciati. Incredibile episodio avvenuto davanti al Comune: gli agenti sono stati accerchiati dalla “banda” di giovanissimi. Dei 28 identificati, 22 sono minorenni. Polizia locale sotto attacco Vergognoso episodio, quello avvenuto ai danni degli agenti della Polizia locale. Il tutto è andato in scena questo weekend, in piazza […]

Continua la lettura di Insulti, sputi e petardi contro la Polizia locale: 28 denunciati su Giornale di Monza.

]]>
Insulti e petardi contro la Polizia locale: 28 denunciati. Incredibile episodio avvenuto davanti al Comune: gli agenti sono stati accerchiati dalla “banda” di giovanissimi. Dei 28 identificati, 22 sono minorenni.

Polizia locale sotto attacco

Vergognoso episodio, quello avvenuto ai danni degli agenti della Polizia locale. Il tutto è andato in scena questo weekend, in piazza della Resistenza, sotto i portici del Municipio di Sesto San Giovanni. I ghisa erano intervenuti per una segnalazione di disturbo della quiete pubblica. E sono stati letteralmente attaccati. Una volta intervenuti, si sono trovati davanti una cinquantina di ragazzi, che gridavano. Gli operanti come prima cosa hanno cercato di calmare gli animi, invitando i presenti a “calmarsi”. Poi è partito il parapiglia.

Urla, sputi e petardi contro gli agenti

Uno dei ragazzi ha risposto all’invito della Polizia Locale sputando ripetutamente a terra, mentre un altro ha aizzato il gruppo contro gli agenti, insultandoli. Entrambi venivano quindi identificati e sanzionati. Durante la riconsegna dei documenti e del verbale gli operatori venivano accerchiati dalla comitiva, che improvvisamente faceva esplodere un forte petardo alle spalle degli agenti. La tensione si è ovviamente alzata e gli operatori hanno dovuto ricorrere ai bastoni distanziatori e alla forza fisica per allontanare i ragazzi. I ghisa, a quel punto, hanno chiamato la Centrale operativa, richiedendo supporto, ma i ragazzi hanno continuato a inveire nei loro confronti, lanciando un secondo petardo sotto l’auto di servizio. “Infami”, bastardi”, sono stati alcuni degli insulti rivolti ai vigili, che hanno ricevuto poi il supporto sul posto dell’Esercito, dei Carabinieri e della Polizia di Stato.

Ventotto denunciati, di cui ventidue minorenni

Sono stati alla fine identificati 28 ragazzi (di età tra i 14 e i 20 anni, 6 maggiorenni), tutti denunciati in base all’articolo 26 del Regolamento di Polizia Urbana che prevede il divieto di compiere azioni che producono disturbo della quiete pubblica o della civile convivenza. Due ragazzi venivano denunciati anche per oltraggio e minacce.

Il sindaco: “Episodio grave e inaccettabile”

“Ritengo particolarmente grave questo episodio e l’atteggiamento tenuto da questi ragazzini verso uomini in divisa e forze dell’ordine – ha commentato il sindaco Roberto Di Stefano – Esprimo solidarietà e vicinanza agli agenti della Polizia Locale, professionali ed efficienti come al solito. E’ inaccettabile inveire e lanciare petardi contro agenti della Polizia Locale, ‘colpevoli’ solamente di aver chiesto loro di non disturbare la quiete pubblica. Urla e schiamazzi che sotto il Comune si erano già ripetuti in passato e per i quali avevamo già segnalato la necessità di intervenire alla Polizia locale e alle Forze dell’ordine”.

“E che non si parli di goliardata”

“Spero vivamente che i genitori di questi ragazzini si rendano conto della gravità di quanto successo e che questo atteggiamento non sia ridotto a una ‘goliardata’ o a un episodio di poco conto – ha aggiunto il sindaco – I cittadini sono stanchi di questa maleducazione e arroganza e pretendono, giustamente, che gli spazi pubblici non vengano usati per disturbare anche a tarda notte il sonno dei residenti. Mi auguro che non si ripetano scene simili e auspico che quanto successo sia un deterrente per chi ‘usa divertirsi’ in questo modo. E’ evidente che serva più educazione, rispetto degli altri e soprattutto degli uomini in divisa. Vigileremo e contrasteremo anche in futuro questi comportamenti”.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

Continua la lettura di Insulti, sputi e petardi contro la Polizia locale: 28 denunciati su Giornale di Monza.

]]>
La Strage di Erba a Storie Maledette. Franca Leosini: “In atto campagna di sostegno per Olindo e Rosa” https://giornaledimonza.it/cronaca/la-strage-di-erba-a-storie-maledette-franca-leosini-in-atto-campagna-di-sostegno-per-olindo-e-rosa/ Mon, 17 Dec 2018 11:51:51 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=112008 Non si placa la discussione su la strage di Erba, un caso datato 2006. Come riporta il giornaledicomo.it ieri, domenica 16 dicembre 2018, una puntata di Storie Maledette ha ripercorso la vicenda. La strage di Erba Nella casa degli orrori di via Diaz hanno perso la vita quattro persone e una quinta è rimasta gravemente ferita. […]

Continua la lettura di La Strage di Erba a Storie Maledette. Franca Leosini: “In atto campagna di sostegno per Olindo e Rosa” su Giornale di Monza.

]]>
Non si placa la discussione su la strage di Erba, un caso datato 2006. Come riporta il giornaledicomo.it ieri, domenica 16 dicembre 2018, una puntata di Storie Maledette ha ripercorso la vicenda.

La strage di Erba

Nella casa degli orrori di via Diaz hanno perso la vita quattro persone e una quinta è rimasta gravemente ferita. Due famiglie distrutte. Raffaella Castagna, il piccolo Youssef MarzoukPaola Galli, rispettivamente una giovane madre, suo figlio e la nonna di quest’ultimo. Tutti appartenenti alla famiglia Castagna, molto conosciuta in paese per l’attività del padre Carlo, che, insieme ai figli Pietro e Giuseppe, gestiva un’azienda di mobili molto rinomata, la “Cast&Cast”, con sedi a Erba, Cantù e Como. Quindi Valeria Cherubini e Mario Frigerio, i due vicini di casa che sono rimasti coinvolti nell’eccidio. Rientravano da una passeggiata con il cane, forse hanno sentito delle grida di aiuto. Mario Frigerio, presente sul luogo, si è salvato perché creduto morto dagli assalitori. Dopo la sua testimonianza in manette finirono Olindo Romano e Rosa Bazzi, che ancora oggi si trovano in carcere, condonnati all’ergastolo.

“Nel cuore della strage di Erba”

In una puntata straordinaria andata in onda su Rai 3, Franca Leosini all’interno di Storie Maledette, affronta i veleni che dopo dodici anni ancora aleggiano intorno al caso. Malgrado tre sentenze abbiano stabilito in via definitiva che i responsabili del massacro siano i vicini di casa Rosa Bazzi e Olindo Romano, sulla famiglia Castagna, continua a infuriare il vento dei sospetti.  A mettere in dubbio le prove sono state le Iene che sono andate anche in carcere ad intervistare Olindo.

Franca Leosini: “In atto campagna di sostegno per Olindo e Rosa”

La giornalista da subito ha chiarito il perché è tornata a parlare della terribile strage che aveva sconvolto l’Italia intera. “Siamo qui a parlarne perché è in atto, più che mai accesa, più che mai vigorosa, a sostegno dell’innocenza di Rosa e Olindo che scontano l’ergastolo per la strage di Erba. Che battersi per la loro innocenza siano loro, è legittimo. Ed è su una serie di elementi di dubbio che per altro dalla difesa sono ritenuti sostanziosi, che i loro difensori, come noto, si stanno con impegno adoperando per arrivare alla revisione del processo”.

Azouz Marzouk

Durante la trasmissione è emerso che Azouz  Marzouk, ex marito di Raffaella e padre del piccolo Youssef, che dopo la strage ha sposato una ragazza conosciuta in un bar di Lecco, ha nuovamente  avanzato, attraverso il suo nuovo legale, la richiesta di ottenere la sua parte di eredità, ovvero la cosiddetta “legittima”. Non solo ma i fratelli Castagna hanno anche dichiarato di aver saputo che l’ex cognato potrebbe ritornare in Italia in primavera.

 

Continua la lettura di La Strage di Erba a Storie Maledette. Franca Leosini: “In atto campagna di sostegno per Olindo e Rosa” su Giornale di Monza.

]]>
Rapinano un negozio di moda e poi fuggono: rintracciati e arrestati https://giornaledimonza.it/cronaca/rapinano-un-negozio-di-moda-e-poi-fuggono-rintracciati-e-arrestati/ https://giornaledimonza.it/cronaca/rapinano-un-negozio-di-moda-e-poi-fuggono-rintracciati-e-arrestati/#respond Mon, 17 Dec 2018 11:48:04 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=112004 Rapinano un negozio di moda e poi fuggono: rintracciati e arrestati. I militari di Carate li hanno fermati ieri sera. Denaro e registratore di cassa sono stati restituiti alla titolare. Rapinano un negozio di moda e poi fuggono: rintracciati e arrestati E’ durata poco la fuga di due soggetti, R.M. nato a Milano e residente a […]

Continua la lettura di Rapinano un negozio di moda e poi fuggono: rintracciati e arrestati su Giornale di Monza.

]]>
Rapinano un negozio di moda e poi fuggono: rintracciati e arrestati. I militari di Carate li hanno fermati ieri sera. Denaro e registratore di cassa sono stati restituiti alla titolare.

Rapinano un negozio di moda e poi fuggono: rintracciati e arrestati

E’ durata poco la fuga di due soggetti, R.M. nato a Milano e residente a Carate e M.P. residente a Verano, che ieri pomeriggio hanno rapinato un negozio di abbigliamento in via Toti a Carate Brianza.

Uno dei due malviventi si è introdotto nell’esercizio commerciale “Moda88.Milano” ieri intorno alle 13 e ha strappato il registratore di cassa dal bancone. Poi, con  violenza, ma fortunatamente senza provocarle lesioni, ha respinto la titolare del negozio che ha tentato in tutti i modi di fermarlo.

La fuga

Subito dopo, l’uomo si è allontanato di corsa ed è salito a bordo di una Golf guidata da un complice, facendo perdere le proprie tracce. Dopo serrate ricerche i militari dell’Arma locale sono riusciti ad identificare il soggetto che aveva in uso la vettura e lo hanno rintracciato a Verano. Quest’ultimo, dopo aver ammesso la rapina, ha collaborato con i militari facendo ritrovare il registratore di cassa, che era stato abbandonato presso la stazione di Carate-Calò.

Poco dopo, intorno alle 23, è stato rintracciato anche il complice che dopo un primo tentativo di barricamento nella sua abitazione di Verano Brianza, grazie anche all’intervento del Comandante della stazione di Carate Vetrugno, è stato tratto in arresto.

Denaro e registratore di cassa restituiti

A seguito della perquisizione domiciliare i militari hanno ritrovato l’intera somma sottratta alla titolare del negozio. Il denaro e il registratore di cassa sono stati così restituiti alla legittima proprietaria.

I due malviventi sono stati arrestati. Oggi l’esito della direttissima.

 

Continua la lettura di Rapinano un negozio di moda e poi fuggono: rintracciati e arrestati su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/cronaca/rapinano-un-negozio-di-moda-e-poi-fuggono-rintracciati-e-arrestati/feed/ 0
Fioriere anti terrorismo nel centro storico https://giornaledimonza.it/attualita/fioriere-anti-terrorismo-nel-centro-storico/ https://giornaledimonza.it/attualita/fioriere-anti-terrorismo-nel-centro-storico/#respond Mon, 17 Dec 2018 11:29:42 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=112003 Fioriere anti terrorismo nel centro storico. Sono state posizionate delle barriere all’inizio della Ztl di via Vittorio Emanuele II a Monza. Fioriere anti terrorismo Barriere per garantire la sicurezza dei cittadini monzesi e dei turisti che ogni giorno, soprattutto in occasione delle festività, visitano la città di Teodolinda. Sono state posizionate in via Vittorio Emanuele […]

Continua la lettura di Fioriere anti terrorismo nel centro storico su Giornale di Monza.

]]>
Fioriere anti terrorismo nel centro storico. Sono state posizionate delle barriere all’inizio della Ztl di via Vittorio Emanuele II a Monza.

Fioriere anti terrorismo

Barriere per garantire la sicurezza dei cittadini monzesi e dei turisti che ogni giorno, soprattutto in occasione delle festività, visitano la città di Teodolinda. Sono state posizionate in via Vittorio Emanuele II, da questa settimana, alcune barriere anti terrorismo per impedire agli automezzi di accedere a tutta velocità nel cuore del centro storico. La misura, già da anni – dalla strage terroristica consumata a Berlino nel mese di dicembre del 2016 per essere più precisi – viene adottata nei Comuni italiani su suggerimento del Ministero degli Interni che aveva, a sua volta, sollecitato tutti i prefetti e i comitati provinciali per l’ordine e la sicurezza pubblici a compiere un attento monitoraggio su eventi e iniziative programmati sui territori di competenza. Le fioriere posizionate all’inizio della Zona a traffico limitato di via Vittorio Emanuele II, sono state colorate di rosso e disposte in modo che eventuali mezzi di soccorso riescano a passare.

Continua la lettura di Fioriere anti terrorismo nel centro storico su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/fioriere-anti-terrorismo-nel-centro-storico/feed/ 0
Si siedono in mezzo alla strada sfidando le auto in arrivo https://giornaledimonza.it/cronaca/si-siedono-in-mezzo-alla-strada-sfidando-le-auto-in-arrivo/ https://giornaledimonza.it/cronaca/si-siedono-in-mezzo-alla-strada-sfidando-le-auto-in-arrivo/#respond Mon, 17 Dec 2018 08:33:32 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=111962 Si siedono in mezzo alla strada sfidando le auto in arrivo. Una bravata di quelle che si fanno quando ancora, probabilmente, non si ha piena consapevolezza del rischio che si corre. Un gesto che avrebbero potuto pagare molto caro. Protagonisti studenti del primo anno delle medie Protagonisti di quanto accaduto nel primo pomeriggio di venerdì […]

Continua la lettura di Si siedono in mezzo alla strada sfidando le auto in arrivo su Giornale di Monza.

]]>
Si siedono in mezzo alla strada sfidando le auto in arrivo. Una bravata di quelle che si fanno quando ancora, probabilmente, non si ha piena consapevolezza del rischio che si corre. Un gesto che avrebbero potuto pagare molto caro.

Protagonisti studenti del primo anno delle medie

Protagonisti di quanto accaduto nel primo pomeriggio di venerdì scorso sono stati alcuni studenti delle scuole medie di Agrate, pare del primo anno.
In 4-5 di loro, all’uscita della scuola, hanno pensato «bene» di sfidare la sorte sedendosi a turno in mezzo alla strada, lungo via Battisti, all’angolo con via Foscolo. Una sfida a chi resisteva di più accompagnata dal «tifo» di altri ragazzini che assistevano dal marciapiede e dal parcheggio.

L’Amministrazione cerca di risalire ai responsabili

A segnalare l’accaduto è stata un mamma, che ha lanciato l’allarme su Facebook. Nella mattinata di sabato, il vicesindaco Simone Sironi ha visionato le immagini riprese da una telecamera nei pressi. «In effetti quanto segnato è effettivamente accaduto – ha confermato il vicesindaco – Preciso però che, a differenza delle voci circolate, dalle immagini non si vede nessuno sdraiato in mezzo alla strada. Alcuni ragazzini, a turno, si sono seduti al centro della carreggiata per alcuni secondi nei momenti in cui non passavano auto. Non c’è stato quindi un rischio concreto di investimento, fortunatamente. Il gesto resta comunque molto grave e da condannare. Le immagini delle telecamere non consentono di identificare con certezza questi ragazzini. Stiamo cercando, comunque, attraverso i vestiti indossati e gli zaini, con la collaborazione della scuola, di risalire alle loro generalità. L’intento è naturalmente quello di poter contattare i genitori per avvisarli dell’accaduto e per fare in modo che non succeda più».

In realtà pare che alcuni dei responsabili siano già stati individuati.

La condanna del Comitato genitori

L’episodio ha comunque generato grande scalpore e preoccupazione in paese. In merito alla vicenda è intervenuto anche il Comitato genitori delle scuole medie con un comunicato diffuso nel fine settimana.

“E’ importante comunque che tutte le famiglie del nostro plesso parlino con i propri ragazzi per spiegare loro i rischi connessi a questo tipo di azioni – si legge in un passaggio –  Occorre ricordare loro che dietro ad ogni evento come questo che ha coinvolto ragazzini e che avuto un epilogo drammatico o tragico, c’è sempre stato un genitore che ha dichiarato dopo che “è stato solo un gioco, una bravata”. Colpevole in questo caso, è stato tutto il gruppo. Non solo chi ha avuto il coraggio di stendersi a terra ma anche coloro che sono rimasti sul marciapiedi ad incitare gli altri o anche solo a guardare senza fare nulla. Parliamo con i nostri figli”.

Continua la lettura di Si siedono in mezzo alla strada sfidando le auto in arrivo su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/cronaca/si-siedono-in-mezzo-alla-strada-sfidando-le-auto-in-arrivo/feed/ 0
Tragedia sulla Statale in Bassa Valtellina, sei morti in un incidente frontale FOTO https://giornaledimonza.it/cronaca/tragedia-sulla-statale-in-bassa-valtellina-sei-morti-in-un-incidente-frontale-foto/ Mon, 17 Dec 2018 07:15:45 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=111941 Tragedia sulla Statale in Bassa Valtellina, sei morti in un incidente frontale. LEGGI ANCHE  Auto in contromano, tragico schianto in Bassa Valle: ecco chi sono le vittime della strage VIDEO Tragedia sulla Statale, sei morti in un incidente Il tragico schianto, come riporta il giornaledisondrio.it è avvenuto nella tarda serata di ieri, domenica 16 dicembre […]

Continua la lettura di Tragedia sulla Statale in Bassa Valtellina, sei morti in un incidente frontale FOTO su Giornale di Monza.

]]>
Tragedia sulla Statale in Bassa Valtellina, sei morti in un incidente frontale.

LEGGI ANCHE  Auto in contromano, tragico schianto in Bassa Valle: ecco chi sono le vittime della strage VIDEO

Tragedia sulla Statale, sei morti in un incidente

Il tragico schianto, come riporta il giornaledisondrio.it è avvenuto nella tarda serata di ieri, domenica 16 dicembre all’altezza di Mantello, sulla tangenziale.  Purtroppo a perdere la vita sono state sei  persone, tre uomini e tre donne.  Il terribile impatto, infatti, non ha lasciato scampo a nessuno negli occupanti. Le due auto subito dopo lo scontro hanno anche preso fuoco. Una era ribaltata sul fianco.

I soccorritori

Sul posto sono intervenute due ambulanze della Croce Rossa di Morbegno e due auto con a bordo medico e infermiere, da Colico e Morbegno. I soccorritori e i sanitari non hanno però potuto fare nulla per salvare le vittime, già decedute. Sul posto i vigili del fuoco di Morbegno che hanno domato le fiamme ed estratto le vittime dalle lamiere contorte delle auto.   Sul luogo dell’incidente sono intervenuti anche gli uomini della Posltrada di Lecco con gli agenti della sottosezione di Bellano per ricostruire l’esatta dinamica.

 

La ricostruzione

Da una prima ricostruzione sembrerebbe che una delle due auto si sia ritrovata in contromano nelle due corsie che arrivano da Piantedo e si sia scontrata in maniera frontale con la vettura che sopraggiungeva in direzione opposta.  I due mezzi coinvolti sono una Fiat Panda e una Fiat 500 L, rispettivamente con a bordo 5 persone, due donne e tre uomini,  e la sola conducente di circa 50 anni.

Tutti gli aggiornamenti, foto e video su giornaledisondrio.it: clicca qui

Continua la lettura di Tragedia sulla Statale in Bassa Valtellina, sei morti in un incidente frontale FOTO su Giornale di Monza.

]]>
Il panettone più grande del mondo è fatto in zona Martesana https://giornaledimonza.it/cultura-e-turismo/il-panettone-piu-grande-del-mondo-e-made-in-martesana/ Sun, 16 Dec 2018 17:17:50 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=112011 Milano da record con il “Panettone più grande del mondo”. E nel primato meneghino ci sono le “mani” della Martesana, e nello specifico di Vignate. Il primato,  certificato per l’occasione dal Guinness World Records, è infatti opera del maitre chocolatier ed ex-allievo del Capac (la scuola di formazione di Confcommercio Milano) Davide Comaschi, vignatese, oggi […]

Continua la lettura di Il panettone più grande del mondo è fatto in zona Martesana su Giornale di Monza.

]]>
Milano da record con il “Panettone più grande del mondo”. E nel primato meneghino ci sono le “mani” della Martesana, e nello specifico di Vignate. Il primato,  certificato per l’occasione dal Guinness World Records, è infatti opera del maitre chocolatier ed ex-allievo del Capac (la scuola di formazione di Confcommercio Milano) Davide Comaschi, vignatese, oggi direttore del Chocolate Academy Center Milano, e del suo staff: 332,2 kg di peso, un diametro di 115 cm e un’altezza di un metro e mezzo.

Panettone da Guinness

Il primato è stato raggiunto dopo cento ore di lavorazione, con un team di sei professionisti della Chocolate Academy Center che hanno usato 49.500 gr farina, 37.800 gr burro, 25.200 gr zucchero, 25.000 gr cioccolato fondente, 22.500 gr uvetta, 22.500 gr arancio candito, 22.500 gr acqua, 18.000 gr tuorli, 15.000 gr panna, 7.000 gr del prezioso cioccolato Ruby, il cioccolato naturalmente rosa, 5.100 gr miele, 2.000 gr cioccolato bianco, 810 gr sale, 540 gr aroma naturale arancia, 360 gr aroma naturale limone, 225 gr vaniglia.

La cerimonia in Galleria

La cerimonia di svelatura – organizzata dal Comune di Milano in collaborazione con Confcommercio Milano, Fiera Milano (che ha curato l’allestimento), Camera di Commercio Milano, Monza Brianza e Lodi, Apa Confartigianato Milano, Monza e Brianza e Unione Artigiani della Provincia di Milano – si è svolta nella splendida e scintillante cornice della Galleria Vittorio Emanuele II alla presenza del Sindaco Giuseppe Sala, del Presidente di Confcommercio Milano Carlo Sangalli e dell’assessore al Turismo Roberta Guaineri in un’atmosfera particolarmente natalizia grazie ai canti intonati dal coro dell’associazione Nazionale Alpini di Milano che ha collaborato anche al servizio d’ordine dando appuntamento all’Adunata del Centenario che si terrà a Milano dal 10 al 12 maggio 2019.

Milano sempre più attrattiva

“Preoccupazioni economiche e tensioni internazionali – dichiara Carlo Sangalli, presidente di Confcommercio Milano – non rallentano una Milano in grande vitalità natalizia. Dal panettone che entra nel Guinness dei primati ai tanti eventi diffusi, la nostra città sta dimostrando di essere sempre più attrattiva anche dal punto di vista turistico. Insomma una Milano da Guinness che guarda con fiducia alla sfida per le Olimpiadi invernali 2026”.

Una volta svelato il panettone è stato tagliato e distribuito al pubblico dagli studenti del Capac. Panettone servito con il sale al dattero: una preparazione di James 1599 (azienda promossa da Altoga, Confcommercio Milano) che prevede l’aromatizzazione di un sale fino mediterraneo, arricchito con dattero, pepe di timut e fava di tonka. Miscela creata appositamente per essere abbinata al gusto del panettone tradizionale.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

Continua la lettura di Il panettone più grande del mondo è fatto in zona Martesana su Giornale di Monza.

]]>
Nuova casa di riposo a Bernareggio sconti per 15 residenti https://giornaledimonza.it/attualita/nuova-casa-di-riposo-a-bernareggio-sconti-per-15-residenti/ https://giornaledimonza.it/attualita/nuova-casa-di-riposo-a-bernareggio-sconti-per-15-residenti/#respond Mon, 17 Dec 2018 09:50:28 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=111978 15 residenti del comune di Bernareggio avranno l’opportunità di avere uno sconto del 10% sulla tariffa giornaliera della nuova casa di riposo di via Vivaldi. La convenzione con la nuova Rsa La raccolta per le richieste di agevolazione partiranno mercoledì 19 dicembre. Sul sito del comune di Bernareggio si possono invece già scaricare i moduli […]

Continua la lettura di Nuova casa di riposo a Bernareggio sconti per 15 residenti su Giornale di Monza.

]]>
15 residenti del comune di Bernareggio avranno l’opportunità di avere uno sconto del 10% sulla tariffa giornaliera della nuova casa di riposo di via Vivaldi.

La convenzione con la nuova Rsa

La raccolta per le richieste di agevolazione partiranno mercoledì 19 dicembre. Sul sito del comune di Bernareggio si possono invece già scaricare i moduli e consultare tutte le informazioni relative alla convenzione che permetterà a quindici cittadini di Bernareggio di usufruire di una tariffa scontata.

I cittadini residenti nel Comune di Bernareggio possono inoltre accedere all’agevolazione prevista dalla Convenzione stipulata tra Comune e la casa di riposo “La Villa” la quale prevede per 15 posti uno sconto del 10% sulla retta giornaliera. I residenti potranno quindi fare solo l’iscrizione alla lista d’attesa comunale utilizzando l’apposito modulo che deve essere compilato dall’interessato o da un suo delegato e consegnato al Protocollo Comunale in duplice copia.

Orari di apertura dell’ufficio protocollo

I cittadini interessati potranno consegnare i moduli compilati nei seguenti orari di apertura del ufficio Protocollo Comunale: il lunedì dalle 8.15-11.00, il martedì e mercoledì 9.00-12.00, il giovedì 16.00-18.30, il venerdì 11.00-13.45, e infine il sabato 9.00-11:45
E’ possibile inoltrare la propria domanda anche tramite PEC al seguente indirizzo: protocollo@comunebernareggio.org

Continua la lettura di Nuova casa di riposo a Bernareggio sconti per 15 residenti su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/nuova-casa-di-riposo-a-bernareggio-sconti-per-15-residenti/feed/ 0
Auto in contromano, tragico schianto in Bassa Valle: ecco chi sono le vittime della strage VIDEO https://giornaledimonza.it/cronaca/auto-in-contromano-tragico-schianto-in-bassa-valle-ecco-chi-sono-le-vittime-della-strage-video/ Mon, 17 Dec 2018 09:28:22 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=111974 Sono state identificate le vittime del tragico incidente  schianto in Bassa Valle avvenuto la scorsa notte sulla Statale 38. (Guarda qui le foto). Una strage con tutta probabilità provocata da un’auto in contromano. Da una prima ricostruzione si ipotizza la vettura  sia entrata in direzione sbagliata  nella nuova Statale 38 allo svincolo di Cosio Valtellino. LEGGI […]

Continua la lettura di Auto in contromano, tragico schianto in Bassa Valle: ecco chi sono le vittime della strage VIDEO su Giornale di Monza.

]]>

Sono state identificate le vittime del tragico incidente  schianto in Bassa Valle avvenuto la scorsa notte sulla Statale 38. (Guarda qui le foto). Una strage con tutta probabilità provocata da un’auto in contromano. Da una prima ricostruzione si ipotizza la vettura  sia entrata in direzione sbagliata  nella nuova Statale 38 allo svincolo di Cosio Valtellino.

LEGGI ANCHE

Tragedia sulla Statale in Bassa Valtellina, sei morti in un incidente frontale 

Tragico schianto in Bassa Valle: ecco i nomi delle vittime

Cinque delle sei vittime viaggiavano a bordo della Fiat Panda. Si tratta della conducente Jessica Capelli, 26 anni. Insieme a lei hanno perso la vita i passeggeri Giada Zerboni, 33 anni; Nicola Porte, 20 anni; Cristian Magaroli, 36 anni, tutti di Tirano, e Simone Silvagni, 42 anni, di Bologna. A bordo della Fiat 500 X si trovava invece la sesta vittima: Andrea Gilardoni, 52 anni, di Como.

Continua la lettura di Auto in contromano, tragico schianto in Bassa Valle: ecco chi sono le vittime della strage VIDEO su Giornale di Monza.

]]>
Ritornano “I Gallinacci” di Aicurzio https://giornaledimonza.it/attualita/ritornano-i-gallinacci-di-aicurzio/ https://giornaledimonza.it/attualita/ritornano-i-gallinacci-di-aicurzio/#respond Mon, 17 Dec 2018 10:24:13 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=111986 Una reunion, anche solo per un pranzo pre-natalizio, per ricordare, con un pizzico di nostalgia, vent’anni di gite, mangiate e voglia di stare insieme. E’ questo sogno è stato realizzato ieri, domenica, dall’associazione “I Galinacci”di Aicurzio che si è ritrovata al ristorante “La Biada de l’Omm” di Mezzago. Un sogno che Severo Maggioni ex dipendente […]

Continua la lettura di Ritornano “I Gallinacci” di Aicurzio su Giornale di Monza.

]]>
Una reunion, anche solo per un pranzo pre-natalizio, per ricordare, con un pizzico di nostalgia, vent’anni di gite, mangiate e voglia di stare insieme. E’ questo sogno è stato realizzato ieri, domenica, dall’associazione “I Galinacci”di Aicurzio che si è ritrovata al ristorante “La Biada de l’Omm” di Mezzago.

Un sogno che Severo Maggioni ex dipendente comunale tuttofare del Comune di Aicurzio, ora in pensione, e Abdel Latif Ahemed, conosciuto da tutti in paese come Aldo, titolare dell’omonimo bar di via Roma hanno cullato nella loro mente per  tanto tempo e che finalmente si è tramutato in realtà.

Chi sono “I Gallinacci”

Saverio e Aldo, insieme ad una trentina di aicurziesi, dagli inizi degli anni ‘80 e fino al 1998 hanno fatto parte dell’associazione «I Gallinacci», una compagnia di amici che amava ritrovarsi quasi quotidianamente per organizzare cene, gite, e dare una mano durante il «Giugno Aicurziese», la kermesse ricreativa e culturale che si svolge in paese.

“Eravamo la compagnia del buon umore”

“Oltre a “Gallinacci” eravamo conosciuti come la compagnia del buon umore e del bel canto – ha raccontato Maggioni – Quando organizzavamo le gite non mancavano mai due cose: la voglia di stare insieme e di divertirci e la nostra damigiana di vino nascosta nel baule del pullman, da sorseggiare in compagnia. E come non ricordare il nostro storico presidente: Paolo Perego di Usmate Velate”.
Purtroppo, per via dell’età dei componenti del gruppo (Maggioni ha 65 anni ed era il più giovane del sodalizio), dei vari acciacchi e di alcune perdite importanti, i Gallinacci hanno faticato a ritrovarsi per fare festa. Ma quello che importa è mantenere vivo il ricordo di chi ha fatto la storia di Aicurzio.

Continua la lettura di Ritornano “I Gallinacci” di Aicurzio su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/ritornano-i-gallinacci-di-aicurzio/feed/ 0
Cosa fare a Capodanno a Monza – GLI EVENTI IN PROGRAMMA https://giornaledimonza.it/attualita/cosa-fare-a-capodanno-a-monza-gli-eventi-in-programma/ https://giornaledimonza.it/attualita/cosa-fare-a-capodanno-a-monza-gli-eventi-in-programma/#respond Mon, 17 Dec 2018 11:02:36 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=111988 Cosa fare a Capodanno a Monza. La sera di San Silvestro tante occasioni di divertimento tra appuntamenti a teatro e sbicchierate in piazza. Cosa fare a Capodanno a Monza Capodanno si avvicina e per molti brianzoli sarà l’occasione giusta per passare una serata di divertimento in compagnia. Sono diverse le iniziative segnalate sul sito del […]

Continua la lettura di Cosa fare a Capodanno a Monza – GLI EVENTI IN PROGRAMMA su Giornale di Monza.

]]>
Cosa fare a Capodanno a Monza. La sera di San Silvestro tante occasioni di divertimento tra appuntamenti a teatro e sbicchierate in piazza.

Cosa fare a Capodanno a Monza

Capodanno si avvicina e per molti brianzoli sarà l’occasione giusta per passare una serata di divertimento in compagnia. Sono diverse le iniziative segnalate sul sito del Comune di Monza per trascorrere piacevolmente la serata di San Silvestro e dare poi il benvenuto al nuovo anno.

LEGGI ANCHE: TUTTI I MERCATINI DI NATALE IN PROGRAMMA A MONZA E BRIANZA

Al Manzoni uno spettacolo cult

Per gli amanti del Teatro segnaliamo lo spettacolo al Manzoni di Monza, “Mi voleva Strehler”, in programma alle 21.30. Lo show di Umberto Simonetta e Maurizio Micheli con produzione Teatro Franco Parenti, ha all’attivo oltre mille repliche all’attivo e viene riproposto a 40 anni dal debutto del 1978.

In scena un divertente Maurizio Micheli incastrato in un impianto scenografico girevole che rappresenta i vari ambienti in cui si muove il protagonista nei panni dello scalcinato attore Fabio Aldoresi, trapiantato a Milano e costretto ad esibirsi tutte le sere davanti ad un pubblico bifolco.

Egli sogna, come tanti suoi colleghi, la svolta: diventare un attore famoso ed importante….

Al termine dello spettacolo, brindisi con spumante, pandoro e panettone allo scoccare della mezzanotte.

Biglietti: Platea 50 euro – Balconata 40 euro – Galleria 30 euro.

Acquistabili al botteghino del Teatro oppure on line:  www.teatromanzonimonza.it Tel. 039.386500

Capodanno al Binario 7

Due invece gli spettacoli previsti al Teatro Binario 7, entrambi con inizio alle 22.

eLEVATI e LAVATI” di Barbara Bertato, Alfredo Colina, Paola Galassi. Con Barbara Bertato, Alfredo Colina. Produzione Compagnia Teatro Binario 7, è un tripudio di risate. Lo spettacolo andrà in scena nella Sala Picasso.

Breve trama

È Ferragosto, Milano è deserta, fra i pochi umani che si aggirano per la città ci sono Lei e Lui. Due quarantenni che non si conoscono ma che per il volere del destino si trovano nello stesso posto nello stesso giorno e alla stessa ora.

Lui è un tecnico che sta riparando l’ascensore di un palazzo di sei piani al centro di Milano, è l’ultimo giorno di lavoro e domani partirà per le ferie in moto con un gruppo di amici. Lei è bella e simpatica, lavora in proprio, oggi chiude le ultime cose e domani finalmente partirà per una vacanza in Grecia, con un nuovo “amico”…

Sempre alle 22 ma in Sala Chaplin è in programma “Come sono diventato stupido”. Uno spettacolo tratto dal romanzo di Martin Page con Corrado Accordino, Viola Lucio, Marco Rizzo, Alessia Vicardi. Drammaturgia e regia Corrado Accordino. Produzione Compagnia Teatro Binario 7.

Breve trama

“Conosco un sacco di idioti, incoscienti, gente piena di certezze e di pregiudizi, dei perfetti imbecilli, e come sono felici!”

Antoine ha una grave malattia: l’intelligenza. È una persona particolarmente dotata, più della media, e ha capito che la sua curiosità intellettuale è una condanna. Tenta varie strade per risolvere la sua difficoltà fino a quando prenderà la decisione definitiva, diventare stupido.

Al temine degli spettacoli si festeggerà con gli artisti: panettone, pandoro, bollicine e tanta musica.

Biglietti: intero € 40, ridotto € 30 (under 25, over 65, abbonati), under 18 e allievi scuola di teatro Binario7 € 20

Per info e prenotazioni: 039 2027002 | biglietteria@binario7.org

www.binario7.org

Festeggiamenti in piazza

Il Comune di Monza segnala anche i festeggiamenti in piazza per brindare insieme al nuovo anno.

Appuntamento a partire dalle 24 in Piazzetta tra Vicolo Colombo, Vicolo Molino e Spalto Santa Maddalena per una piacevole sbicchierata tra gli spalti. 

Mentre in piazza Trento e Trieste dalle 21.30 pista di pattinaggio aperta, in attesa della mezzanotte quando verrà offerto panettone e spumante a tutti i pattinatori.

 

Continua la lettura di Cosa fare a Capodanno a Monza – GLI EVENTI IN PROGRAMMA su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/cosa-fare-a-capodanno-a-monza-gli-eventi-in-programma/feed/ 0
Riaprire i Navigli in centro a Milano? Il tema è rovente https://giornaledimonza.it/politica/riaprire-i-navigli-in-centro-a-milano-il-tema-e-rovente/ https://giornaledimonza.it/politica/riaprire-i-navigli-in-centro-a-milano-il-tema-e-rovente/#respond Mon, 17 Dec 2018 10:56:34 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=111995 Il dibattito si fa acceso. Da una parte c’è il sindaco di Milano Giuseppe Sala che ne è convinto da anni: riaprire i Navigli darebbe nuovo slancio alla città, nuove strategie e nuovi posti di lavoro. A suo favore c’è anche quel referendum fatto nel 2011 che sottolineava l’apprezzamento del progetto da parte degli abitanti […]

Continua la lettura di Riaprire i Navigli in centro a Milano? Il tema è rovente su Giornale di Monza.

]]>
Il dibattito si fa acceso. Da una parte c’è il sindaco di Milano Giuseppe Sala che ne è convinto da anni: riaprire i Navigli darebbe nuovo slancio alla città, nuove strategie e nuovi posti di lavoro. A suo favore c’è anche quel referendum fatto nel 2011 che sottolineava l’apprezzamento del progetto da parte degli abitanti che lo avevano promosso.

Cinque Stelle di traverso: “Ci sono cose più importanti”

“Ma era un piano totalmente differente da quello che vuole proporre ora”, tuonano gli attivisti del Movimento Cinque Stelle che si schierano contro la riapertura – riporta GiornaledeiNavigli.it – considerata troppo dispendiosa e un progetto che “attiverebbe cantieri a Milano provocando traffico, smog e difficoltà di mobilità, tanto cara al sindaco”.

Alla testa del fronte dei no c’è Alberto Bonisoli, ministro dei Beni Culturali pentastellato che reputa la riapertura una “sciocchezza”. LEGGI ANCHE: Riapertura Navigli, Salvini d’accordo con il sindaco Sala

Salvini si schiera col sindaco

Ma ora nel dibattito interviene anche Matteo Salvini che, a sorpresa, si schiera dalla parte di Sala:

“Sono d’accordo con la riapertura, c’è già stato un referendum a Milano. I Navigli sono storia, cultura, bellezza, arte e lavoro. Riporterebbero Milano a essere una città d’acqua, rispettando ovviamente il commercio, il lavoro e la mobilità. Lasciamo che siano i milanesi a decidere e su questo hanno già deciso”.

Ecco l’idea del sindaco Sala, un cantiere diviso “a tratti”: CONTINUA

Questo contributo del Comune di Milano del 2017 fa capire in generale come potrebbe risultare il progetto:

Continua la lettura di Riaprire i Navigli in centro a Milano? Il tema è rovente su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/politica/riaprire-i-navigli-in-centro-a-milano-il-tema-e-rovente/feed/ 0
Ballerini dalla Moldavia per gli auguri di Natale https://giornaledimonza.it/attualita/ballerini-dalla-moldavia-per-gli-auguri-di-natale/ https://giornaledimonza.it/attualita/ballerini-dalla-moldavia-per-gli-auguri-di-natale/#respond Mon, 17 Dec 2018 10:55:17 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=111996 Ballerini dalla Moldavia per gli auguri di Natale. Lo spettacolo è in programma il 20 dicembre alle 20,45 al Teatro Villoresi, organizzato dagli Amici della Musica. Ballerini dalla Moldavia al Teatro Villoresi Gli Amici della Musica di Monza non solo soliti ad organizzare eventi nel periodo natalizio ma quest’anno hanno approfittato della presenza in Italia […]

Continua la lettura di Ballerini dalla Moldavia per gli auguri di Natale su Giornale di Monza.

]]>
Ballerini dalla Moldavia per gli auguri di Natale. Lo spettacolo è in programma il 20 dicembre alle 20,45 al Teatro Villoresi, organizzato dagli Amici della Musica.

Ballerini dalla Moldavia al Teatro Villoresi

Gli Amici della Musica di Monza non solo soliti ad organizzare eventi nel periodo natalizio ma quest’anno hanno approfittato della presenza in Italia del National Folk Ballet proveniente dalla Repubblica della Moldavia, che nel suo tour italiano 2018 ha solo due date in Lombardia, Monza appunto (e Sondrio).

24 danzatori e 7 musicisti proporranno un intenso programma di musiche caratteristiche moldave: ritmi accesi, musiche coinvolgenti, costumi curati, coreografie scenografiche coinvolgeranno il pubblico in una serata indimenticabile.

L’ingresso costa 20 euro; per gli over 65 anni e under 18, gruppi di almeno 5 persone e nuclei famigliari, il biglietto costa 15 euro. Informazioni e prenotazioni possono essere richieste via mail a amicidellamusica.monza@gmail.com o al cellulare 3405946846.

Continua la lettura di Ballerini dalla Moldavia per gli auguri di Natale su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/ballerini-dalla-moldavia-per-gli-auguri-di-natale/feed/ 0
Dopo l’allerta neve (che non è arrivata) ora i pericoli sono ghiaccio e nebbia PREVISIONI METEO https://giornaledimonza.it/attualita/dopo-lallerta-neve-che-non-e-arrivata-ora-il-pericolo-sono-ghiaccio-e-nebbia-previsioni-meteo/ https://giornaledimonza.it/attualita/dopo-lallerta-neve-che-non-e-arrivata-ora-il-pericolo-sono-ghiaccio-e-nebbia-previsioni-meteo/#respond Mon, 17 Dec 2018 10:03:32 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=111981 Dopo l’allerta neve (che non è arrivata) ora i pericoli sono ghiaccio e nebbia.  Martedì sono attese minime sotto i -3/-5°C anche in Valpadana. Le previsioni meteo fino a mercoledì. Dopo l’allerta neve (che non è arrivata) ora i pericoli sono ghiaccio e nebbia Il tanto atteso nevischio alla fine, almeno in Brianza, non è […]

Continua la lettura di Dopo l’allerta neve (che non è arrivata) ora i pericoli sono ghiaccio e nebbia PREVISIONI METEO su Giornale di Monza.

]]>
Dopo l’allerta neve (che non è arrivata) ora i pericoli sono ghiaccio e nebbia.  Martedì sono attese minime sotto i -3/-5°C anche in Valpadana. Le previsioni meteo fino a mercoledì.

Dopo l’allerta neve (che non è arrivata) ora i pericoli sono ghiaccio e nebbia

Il tanto atteso nevischio alla fine, almeno in Brianza, non è arrivato. Ora però gli esperti meteo parlano di una breve tregua per domani, martedì 18 dicembre, dove il tempo sarà molto freddo e con rischio gelate, che poi lascerà spazio ad una nuova ondata di maltempo.

“Martedì – spiegano da 3bmeteo – il maltempo concederà una tregua con tempo stabile salvo ultimi fenomeni al Sud, nevosi sin sotto gli 800- 1000m, ma in esaurimento. Tuttavia il Nord dovrà fare i conti con la nebbia che tornerà a tratti persistente e densa sulla Pianura Padana, specie centro-occidentale, localmente anche sulle vallate del Centro. I rasserenamenti favoriranno inoltre un crollo delle temperature notturne, che andranno diffusamente e anche abbondantemente sottozero nelle aree interne del Centronord. Punte sotto i -3/-5°C sono infatti attese in Valpadana, con massime diurne che potranno mantenersi attorno allo 0°C nelle aree nebbiose”.

E’ consigliabile quindi prestare attenzione alla guida per la riduzione visibilità ma anche per un possibile deposito di ghiaccio nelle strade.

Mercoledì nuova perturbazione

“La tregua sarà tuttavia molto breve – proseguono gli esperti – in quanto mercoledì è atteso l’arrivo di una nuova perturbazione atlantica, responsabile di precipitazioni ad iniziare dal Nordovest, in estensione a gran parte del Centronord tra la notte e giovedì mattina. In questa fase non escludiamo nevicate a quote basse sulle regioni settentrionali, se non a tratti in pianura al Nordovest e fino al fondovalle sulle Alpi. Quota neve in rialzo invece al Centro. La situazione resta comunque estremamente dinamica e ancora in fase di analisi, seguiremo con attenzione questo nuovo peggioramento” – concludono da 3bmeteo.com

Continua la lettura di Dopo l’allerta neve (che non è arrivata) ora i pericoli sono ghiaccio e nebbia PREVISIONI METEO su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/dopo-lallerta-neve-che-non-e-arrivata-ora-il-pericolo-sono-ghiaccio-e-nebbia-previsioni-meteo/feed/ 0
Mercatini di Natale 2018: 21 mila le imprese coinvolte in Lombardia https://giornaledimonza.it/attualita/mercatini-di-natale-2018-21-mila-le-imprese-coinvolte-in-lombardia/ https://giornaledimonza.it/attualita/mercatini-di-natale-2018-21-mila-le-imprese-coinvolte-in-lombardia/#respond Mon, 17 Dec 2018 09:37:19 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=111973 Mercatini di Natale 2018: 21 mila le imprese coinvolte in Lombardia.  Milano pesa per il 44% del settore, Brescia e Bergamo il 10% circa e Monza l’8%. Mercatini di Natale 2018: 21 mila le imprese coinvolte in Lombardia Oggetti da regalo, lavorazione artistica di marmo, pietre, ceramica e vetro, bigiotteria e gioielleria, orologi, prodotti tessili […]

Continua la lettura di Mercatini di Natale 2018: 21 mila le imprese coinvolte in Lombardia su Giornale di Monza.

]]>
Mercatini di Natale 2018: 21 mila le imprese coinvolte in Lombardia.  Milano pesa per il 44% del settore, Brescia e Bergamo il 10% circa e Monza l’8%.

Mercatini di Natale 2018: 21 mila le imprese coinvolte in Lombardia

Oggetti da regalo, lavorazione artistica di marmo, pietre, ceramica e vetro, bigiotteria e gioielleria, orologi, prodotti tessili ma anche casalinghi, arredamento e cosmetici. Sono quasi 21mila, al terzo trimestre 2018, le attività di artigiani e ambulanti di prodotti artistici presenti in Lombardia e legate ai mercatini di Natale di questi giorni, il 12,5% del totale italiano.

Gli ambulanti sono più di 16mila, concentrati maggiormente nella vendita di tessuti, abbigliamento e calzature (nel complesso 8.400 imprese) e nel commercio al dettaglio ambulante di chincaglieria e bigiotteria (1.900), si contano quasi 1.800 sarti e circa 1.300 designers in tutta la Lombardia.

I settori in crescita

Nei settori dell’artigianato artistico lombardo a crescere di più sono le attività di design di moda e design industriale, +5,2% in un anno e le attività di fabbricazione di strumenti musicali, +3% in un anno.

I dati emergono da una elaborazione della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi su dati registro imprese al terzo trimestre 2018 e 2017.

SCOPRI QUI TUTTI I MERCATINI IN PROGRAMMA PER NATALE SUL TERRITORIO DI MONZA E BRIANZA

“Queste festività ci offrono dei mercatini natalizi ricchi di offerte interessanti in un ambiente piacevole e festoso. Oltre a essere una occasione di business per le imprese, rappresentano un’opportunità per farci entrare nell’atmosfera delle feste” – ha dichiarato Marco Accornero, membro di giunta della Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi.

Italia e Lombardia

In Italia sono quasi 167 mila le imprese attive nei mercatini. Al primo posto troviamo Napoli con 14.865 imprese (+0,7%), poi Roma (10.501, +1,1%) e Milano (9.119), seguite da Caserta (6.118, +0,8%), Torino (5.196), Palermo (5.109), Salerno (4.641).

Per quanto riguarda la sola Lombardia, Milano pesa per il 44% del settore, Brescia e Bergamo il 10% circa e Monza l’8%%. In crescita Sondrio (+2,3%).

In crescita le attività italiane di design di moda e industriale, la fabbricazione di strumenti musicali e la sartoria. Rispetto al terzo trimestre 2017, tra i settori che crescono maggiormente in regione ci sono le attività di design (+ 3,4%), la fabbricazione di strumenti musicali (+1,7%), la sartoria e confezione su misura di abbigliamento esterno (+1,5%).

Continua la lettura di Mercatini di Natale 2018: 21 mila le imprese coinvolte in Lombardia su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/mercatini-di-natale-2018-21-mila-le-imprese-coinvolte-in-lombardia/feed/ 0
Salvini tra gli ultrà milanisti: abbraccio col capo nei guai per droga https://giornaledimonza.it/cronaca/salvini-tra-gli-ultra-milanisti-abbraccio-col-capo-nei-guai-per-droga/ Mon, 17 Dec 2018 08:46:16 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=111967 Salvini tra gli ultrà milanisti: abbraccio col capo nei guai per droga. E’ diventato un caso politico la stretta di mano tra il ministro e Luca Lucci, che nelle scorse settimane ha patteggiato un anno e mezzo di pena. Salvini alla festa della Curva Sud Il ministro Salvini mentre parla con Luca Lucci, all’Arena Civica […]

Continua la lettura di Salvini tra gli ultrà milanisti: abbraccio col capo nei guai per droga su Giornale di Monza.

]]>
Salvini tra gli ultrà milanisti: abbraccio col capo nei guai per droga. E’ diventato un caso politico la stretta di mano tra il ministro e Luca Lucci, che nelle scorse settimane ha patteggiato un anno e mezzo di pena.

Salvini alla festa della Curva Sud

salvini lucci droga sesto san giovanni
Il ministro Salvini mentre parla con Luca Lucci, all’Arena Civica di Milano (foto Ansa)

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini, ieri, domenica, ha partecipato alla festa per il 50esimo anniversario della Curva Sud Milano. E all’Arena Civica, tra i 5mila tifosi rossoneri presenti, quella stretta di mano calorosa a centro campo con Lucci è stata notata da molti.

L’abbraccio con Luca Lucci

Ma chi è Luca Lucci? Il 37enne venne arrestato dalla Polizia di Stato lo scorso giugno nell’ambito di una vasta operazione antidroga. Nel corso delle indagini, il Commissariato di Milano Centro della Polizia di Stato aveva sequestrato in tutto 600 chilogrammi di stupefacente, tra hashish, marijuana e cocaina. Tra gli arrestati c’era proprio Luca Lucci, capo ultrà della Curva Sud del Milan, che a settembre ha patteggiato una pena di un anno e sei mesi. Come location per ricevere e “stoccare” le consegne di droga aveva scelto la sede del Clan 1899, in via Sacco e Vanzetti, a Sesto San Giovanni. A essere smantellata era stata una banda italo-albanese, a seguito di una lunga indagine fatta di appostamenti e intercettazioni telefoniche e ambientali. Nei filmati finiti agli atti compariva anche Lucci, mentre attendeva al centro del piazzale di via Sacco e Vanzetti l’arrivo dello stupefacente, importato dai Balcani, dalla Spagna e dal Sud America.

“Io, indagato tra gli indagati”

“Questi tifosi sono persone per bene, pacifiche, tranquille – ha commentato a caldo il ministro, all’Ansa, anche a chi gli faceva notare la presenza tra i tifosi di personaggi con problemi con la giustizia, più o meno recenti – Loro portano colore con un coro, un tamburo, una bandiera. La violenza poi è un’altra cosa. Ci sono diversi indagati nella Curva del Milan? Io stesso sono indagato. Sono un indagato in mezzo ad altri indagati”.

Continua la lettura di Salvini tra gli ultrà milanisti: abbraccio col capo nei guai per droga su Giornale di Monza.

]]>
Audi cannibalizzata divorata dalle fiamme FOTO https://giornaledimonza.it/cronaca/audi-cannibalizzata-divorata-dalle-fiamme-foto/ https://giornaledimonza.it/cronaca/audi-cannibalizzata-divorata-dalle-fiamme-foto/#comments Sun, 16 Dec 2018 19:16:29 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=111929 Audi cannibalizzata divorata dalle fiamme. E’ successo nel pomeriggio di domenica 16 dicembre, a Monza nel quartiere San Rocco. Audi cannibaizzata Una vettura di cui il nostro giornale si era già occupato qualche settimana fa – quando un residente di San Rocco ci aveva contattato per segnalare alcuni episodi di vandalismo ai danni di auto […]

Continua la lettura di Audi cannibalizzata divorata dalle fiamme FOTO su Giornale di Monza.

]]>
Audi cannibalizzata divorata dalle fiamme. E’ successo nel pomeriggio di domenica 16 dicembre, a Monza nel quartiere San Rocco.

Audi cannibalizzata divorata dalle fiamme FOTO

Audi cannibaizzata

Una vettura di cui il nostro giornale si era già occupato qualche settimana fa – quando un residente di San Rocco ci aveva contattato per segnalare alcuni episodi di vandalismo ai danni di auto parcheggiate nel quartiere – ieri, domenica 16 dicembre, è stata divorata dalle fiamme. E nel rogo altre due macchine sono state raggiunte dal fuoco. L’automobile, una Audi A3 nera, si trovava nel parcheggio di via D’Annunzio da diverse settimane. Secondo quanto raccontato dai residenti, la vettura era stata abbandonata lì.

E nel corso del tempo, da quando cioè era stata trovata in quel parcheggio che costeggia il ponte di San Rocco, aveva subito diversi raid vandalici. Era stata cannibalizzata e i ladri non avevano risparmiato nemmeno il motore. Avevano rubato tutto. Risulta impossibile al momento stabilire la causa dell’incendio. Ovviamente, oltre alle cause “naturali”, non si esclude neppure il dolo.

Sul posto, oltre ai Vigili del fuoco, anche gli agenti di Polizia locale del Comando di via Marsala. Da quanto si apprende da alcuni testimoni che si trovavano in zona al momento dell’incendio, nessuno sarebbe rimasto ferito.

Audi cannibalizzata divorata dalle fiamme FOTO

Continua la lettura di Audi cannibalizzata divorata dalle fiamme FOTO su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/cronaca/audi-cannibalizzata-divorata-dalle-fiamme-foto/feed/ 1
Lombarda la giovane mamma morta in incidente Flixbus a Zurigo https://giornaledimonza.it/cronaca/lombarda-la-giovane-mamma-morta-in-incidente-flixbus-a-zurigo/ https://giornaledimonza.it/cronaca/lombarda-la-giovane-mamma-morta-in-incidente-flixbus-a-zurigo/#respond Mon, 17 Dec 2018 07:55:18 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=111945 Avrebbe compiuto 38 anni oggi, lunedì 17 dicembre 2018, la mamma morta ieri nel tremendo incidente di Zurigo, mentre era in viaggio da Mozzate (nel Comasco, al confine col Varesotto) per raggiungere padre e fratello titolari di un ristorante a Stoccarda. Incidente Flixbus, tragedia a Zurigo Troppa neve, il pullman che perde il controllo in […]

Continua la lettura di Lombarda la giovane mamma morta in incidente Flixbus a Zurigo su Giornale di Monza.

]]>
Avrebbe compiuto 38 anni oggi, lunedì 17 dicembre 2018, la mamma morta ieri nel tremendo incidente di Zurigo, mentre era in viaggio da Mozzate (nel Comasco, al confine col Varesotto) per raggiungere padre e fratello titolari di un ristorante a Stoccarda.

Incidente Flixbus, tragedia a Zurigo

Troppa neve, il pullman che perde il controllo in autostrada e si schianta contro un muro. E’ avvenuto stamattina poco dopo le 4 l’incidente che ha coinvolto un mezzo di Flixbus, la compagnia di pullman lowcost, partito da Genova e diretto a Düsseldorf. A bordo c’erano 51 persone: i due autisti italiani e 49 passeggeri, 16 dei quali italiani. Quaranta i feriti, tra i quali i due autisti,. tra i più gravi. E una vittima, la 37enne Nicoletta Nardoni, di Mozzate.

SECONDO LA POLIZIA CANTONALE, LA STRADA ERA PROIBITIVA: CONTINUA SU SETTEGIORNI.IT

Continua la lettura di Lombarda la giovane mamma morta in incidente Flixbus a Zurigo su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/cronaca/lombarda-la-giovane-mamma-morta-in-incidente-flixbus-a-zurigo/feed/ 0
“Nuova Ginnastica” di Villasanta compie 25 anni di attività https://giornaledimonza.it/attualita/nuova-ginnastica-di-villasanta-compie-25-anni-di-attivita/ https://giornaledimonza.it/attualita/nuova-ginnastica-di-villasanta-compie-25-anni-di-attivita/#respond Mon, 17 Dec 2018 08:10:14 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=111946 Venticinque anni vissuti in grande forma. E non potrebbe essere altrimenti per il centro di Chinesiologia “Nuova Ginnastica” di Villasanta. Il centro di via Schiaparelli, guidato da Grazia Pasta e dalla sua famiglia, sabato pomeriggio ha festeggiato 25 anni di attività alla presenza del sindaco Luca Ornago e dei rappresentanti dell’Amministrazione comunale. Alla guida del […]

Continua la lettura di “Nuova Ginnastica” di Villasanta compie 25 anni di attività su Giornale di Monza.

]]>
Venticinque anni vissuti in grande forma. E non potrebbe essere altrimenti per il centro di Chinesiologia “Nuova Ginnastica” di Villasanta. Il centro di via Schiaparelli, guidato da Grazia Pasta e dalla sua famiglia, sabato pomeriggio ha festeggiato 25 anni di attività alla presenza del sindaco Luca Ornago e dei rappresentanti dell’Amministrazione comunale.

Alla guida del centro oltre 40 anni di professionalità e competenza

Il centro (vai al sito internet del centro), dicevamo, è gestito dalla professoressa Pasta che da oltre 40 anni si occupa di attività fisica; un percorso in salita, dalla passione per lo sport all’Isef, dall’insegnamento nelle scuole, nei centri sportivi, presso il Csi e giudice sportivo per la Ginnastica artistica.

“Ho insegnato in diverse palestre fino a quando non ho deciso di realizzare un sogno: aprire un centro tutto mio dove porre l’attenzione alla persona per il suo benessere salutare in situazioni patologiche osteoarticolari, attraverso il movimento realizzato correttamente in forma Personalizzata”, ha spiegato Pasta.

Diverse le attività proposte in palestra

Tutto ciò sempre in un crescendo che l’ha portata, dopo anni di aggiornamento tutt’ora continuo e costante, alla docenza nelle sue specializzazioni. Diverse le attività proposte in palestra: dai gruppi “storici” alla ginnastica personalizzata, con programmi individualizzati, Chinesio Pilates, Fitness Metabolico, Rieducazione Posturale Propriocettiva post trauma, Afa Correttiva, Back School e molte altre, fino alle più recenti metodologie di Ginnastica Addominale Hipopressiva, RSF per il Fitness e Rieducazione nelle disfunzioni pelvi Perineali.

“Il segreto sta nella passione per l’attività fisica…”

“Il segreto sta nella passione per l’attività fisica nelle sue espressioni preventive e curative – ha continuato Pasta – Devo tanto anche a mio marito Antonio che mi ha sempre seguita, aiutata e creduto in me e nelle mie potenzialità, e sostenuta soprattutto nei momenti difficili…”.

E Pasta ha trasmesso questo vero e proprio amore ai suoi figli, tanto da condividerlo anche nel loro percorso di studi universitari: Francesco, laureato in Scienze Motorie e Lorena e Daniele laureati in Fisioterapia, che collaborano con lei con diverse modalità. Tanti anche i collaboratori che affiancano Pasta con competenza e professionalità ai quali affida, dopo un colloquio e scrupolosa valutazione, il suo lavoro ed i clienti che afferiscono al Centro.
Anche l’incontro con medici e professionisti del settore con i quali si interfaccia costantemente, e associazioni di categoria hanno contribuito a migliorare la proposta in palestra, a partire dalla professoressa Elena Martinelli, creatrice del metodo Camo, madrina del Centro nel lontano 1993 e che le ha dato un grande esempio di passione e professionalità.

Il centro è palestra qualificata per i tirocini universitari

Il centro è palestra qualificata per i tirocini universitari della Statale, Cattolica di Milano, di Pavia e Verona, e vengono seguite le Tesi degli studenti di Lauree triennali e Specialistiche. Da segnalare anche l’apertura successiva di una associazione, «Scuola di Danza NgDance»: Moderna, Classica Hip Hop con diverse declinazioni che, grazie alla Coreografa direttrice responsabile Raffaella Mascheroni, dalle prime 13 ragazze del 1999 è passata alle quasi 200 di oggi. Con la successiva aggiunta di Ginnastica Dolce e Fitness. Per giungere fino ad oggi allo studio di Fisioterapia diretto da Daniele. Un bell’esempio di attività lavorativa riuscita e che ci auguriamo continui a dare i suoi frutti ancora per diversi anni.

Continua la lettura di “Nuova Ginnastica” di Villasanta compie 25 anni di attività su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/nuova-ginnastica-di-villasanta-compie-25-anni-di-attivita/feed/ 0
L’Avsa Cornate ha aperto le porte della sua sede alla cittadinanza https://giornaledimonza.it/cronaca/lavsa-cornate-ha-aperto-le-porte-della-sua-sede-alla-cittadinanza/ https://giornaledimonza.it/cronaca/lavsa-cornate-ha-aperto-le-porte-della-sua-sede-alla-cittadinanza/#respond Mon, 17 Dec 2018 08:03:50 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=111949 L’Avsa Cornate ha aperto le porte della sua sede alla cittadinanza. Grande successo per l’Open day andato in scena nella giornata di domenica. La soddisfazione del presidente Brivio Per tantissimi, quasi un centinaio di persone, è stata l’occasione per osservare da vicino l’ambiente e gli strumenti di lavoro dei volontari. Ma non solo. Nel corso […]

Continua la lettura di L’Avsa Cornate ha aperto le porte della sua sede alla cittadinanza su Giornale di Monza.

]]>
L’Avsa Cornate ha aperto le porte della sua sede alla cittadinanza. Grande successo per l’Open day andato in scena nella giornata di domenica.

La soddisfazione del presidente Brivio

Per tantissimi, quasi un centinaio di persone, è stata l’occasione per osservare da vicino l’ambiente e gli strumenti di lavoro dei volontari. Ma non solo. Nel corso della giornata, infatti, sono stati realizzati quattro corsi gratuiti di manovre salvavita pediatriche.

“Inizialmente ne avevamo previsti tre, ma viste le numerose richieste abbiamo aggiunto un turno a inizio giornata – spiega con soddisfazione il presidente dell’Avsa Alberto Brivio – Siamo molto contenti della partecipazione alla giornata, le persone hanno potuto apprezzare da vicino il nostro lavoro e quello della Casa Famiglia, adiacente alla nostra sede. Abbiamo fatto in modo che tutti, a rotazione, scoprissero un po’ del nostro lavoro”.

Nata nel 1986, l’Avsa rappresenta un vero e proprio fiore all’occhiello per il volontariato di Cornate, da poco diventata città anche grazie al lavoro svolto dalle tante associazioni radicate sul territorio.

“Inizialmente eravamo in via Matteotti, a metà anni ‘90 poi ci siamo trasferiti qui in via Dossi – continua Brivio – Nel corso degli anni abbiamo perfezionato la nostra sede, ristrutturata poi di recente. Abbiamo oltre 350 volontari, di cui circa 300 attivi. Oltre alle attività di primo soccorso e di servizi alla persona offerti da Avsa, siamo molto orgogliosi di quanto riusciamo a fare con Casa Famiglia. Ospitiamo 4 persone, ma sono molte di più quelle che trascorrono del tempo con i nostro volontari. Persone anziane che hanno bisogno di compagnia e assistenza. Magari è un servizio meno appariscente, ma per noi rappresenta il cuore del volontariato”.

Continua la lettura di L’Avsa Cornate ha aperto le porte della sua sede alla cittadinanza su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/cronaca/lavsa-cornate-ha-aperto-le-porte-della-sua-sede-alla-cittadinanza/feed/ 0
Scomparso col suo cane, il ragazzo ha telefonato alla nonna https://giornaledimonza.it/cronaca/scomparso-col-suo-cane-ragazzo-telefonato-nonna/ Sun, 16 Dec 2018 16:11:46 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=111919 Scomparso col suo cane, il ragazzo ha telefonato alla nonna. Scomparso col suo cane, la telefonata Da più di due giorni i familiari di Matteo Randazzo sono in apprensione. Si è allontanato da casa, a Cardano al Campo, insieme al suo quattro zampe Naike. Ieri era stato visto al Parco Castello di Legnano insieme al […]

Continua la lettura di Scomparso col suo cane, il ragazzo ha telefonato alla nonna su Giornale di Monza.

]]>
Scomparso col suo cane, il ragazzo ha telefonato alla nonna.

Scomparso col suo cane, la telefonata

Da più di due giorni i familiari di Matteo Randazzo sono in apprensione. Si è allontanato da casa, a Cardano al Campo, insieme al suo quattro zampe Naike. Ieri era stato visto al Parco Castello di Legnano insieme al suo cane.
Oggi una novità: come confermato dalla famiglia, Matteo ha chiamato la nonna Assunta per rassicurarla e dirle che sta bene. Non ha però detto dove si trovasse.

Le ricerche continuano

I suoi cari vogliono riabbracciarlo al più presto. A lanciare l’allarme è il fratello Andrea, che chiede aiuto con un post su facebook. “PER FAVORE ATTENZIONE: RAGAZZO SCOMPARSO ⚠️ – ha scritto venerdì mattina 14 dicembre -. È una cosa molto seria, mio fratello di nome MATTEO RANDAZZO questa notte è fuggito da casa a CARDANO AL CAMPO con il suo cane di nome NAIKE. L’abbiamo cercato tutta la notte, abbiamo fatto la denuncia ai carabinieri e vi chiedo per favore, ha dei problemi molto seri, se vi chiede aiuto dateglielo, ma contattatemi di nascosto e ditemi dove si trova oppure chiamate subito le forze dell’ordine, ma non permettetegli di fuggire, piuttosto assecondatelo. Questa è la sua foto identificativa (che noi pubblichiamo in copertina), gira con questo cane e non ha con sé né documenti né il cellulare. Se lo trovate chiamatemi subito a questo numero 3407518356. Vi ringrazio in anticipo per la collaborazione”.

Leggi anche:
Scomparso col suo cane, è stato avvistato a Legnano

Continua la lettura di Scomparso col suo cane, il ragazzo ha telefonato alla nonna su Giornale di Monza.

]]>
Ribaltamento in Valassina: ferito un 44enne SIRENE DI NOTTE https://giornaledimonza.it/cronaca/ribaltamento-in-valassina-ferito-un-44enne-sirene-di-notte/ https://giornaledimonza.it/cronaca/ribaltamento-in-valassina-ferito-un-44enne-sirene-di-notte/#respond Mon, 17 Dec 2018 05:58:43 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=111939 Ribaltamento in Valassina. Ferito un 44enne. L’incidente questa notte alle tre. Sul posto soccorsi e Vigili del fuoco. Ribaltamento in Valassina: ferito un 44enne Un uomo di 44 anni è rimasto ferito questa notte in Valassina a seguito di un incidente. Secondo quanto riportato dal sito dell’Agenzia regionale emergenza urgenza, il 44enne era alla guida […]

Continua la lettura di Ribaltamento in Valassina: ferito un 44enne SIRENE DI NOTTE su Giornale di Monza.

]]>
Ribaltamento in Valassina. Ferito un 44enne. L’incidente questa notte alle tre. Sul posto soccorsi e Vigili del fuoco.

Ribaltamento in Valassina: ferito un 44enne

Un uomo di 44 anni è rimasto ferito questa notte in Valassina a seguito di un incidente. Secondo quanto riportato dal sito dell’Agenzia regionale emergenza urgenza, il 44enne era alla guida della sua auto quando, intorno alle tre di questa notte, si è ribaltato all’altezza del tratto tra Veduggio e Capriano.

Sul posto la croce bianca di Besana e i Vigili del fuoco, oltre alla Polstrada.

Le condizioni del 44enne, inizialmente considerate serie, sono fortunatamente apparse meno gravi dopo l’arrivo dei soccorsi. L’uomo è stato comunque portato in ospedale a Carate Brianza in codice verde per accertamenti.

Continua la lettura di Ribaltamento in Valassina: ferito un 44enne SIRENE DI NOTTE su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/cronaca/ribaltamento-in-valassina-ferito-un-44enne-sirene-di-notte/feed/ 0
Contro i maltrattamenti degli animali, il Movimento 5 Stelle invita a firmare la petizione https://giornaledimonza.it/attualita/contro-i-maltrattamenti-degli-animali-il-movimento-5-stelle-invita-a-firmare-la-petizione/ https://giornaledimonza.it/attualita/contro-i-maltrattamenti-degli-animali-il-movimento-5-stelle-invita-a-firmare-la-petizione/#respond Sun, 16 Dec 2018 22:44:11 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=111934 Contro i maltrattamenti degli animali, il Movimento 5 Stelle di Desio lancia un appello per firmare la petizione promossa dall’associazione animalista Leal. Contro i maltrattamenti degli animali, una proposta di legge popolare Firme per una proposta di legge di iniziativa popolare per introdurre la tutela del benessere animale nella Costituzione. Depositata alla Corte di Cassazione, […]

Continua la lettura di Contro i maltrattamenti degli animali, il Movimento 5 Stelle invita a firmare la petizione su Giornale di Monza.

]]>
Contro i maltrattamenti degli animali, il Movimento 5 Stelle di Desio lancia un appello per firmare la petizione promossa dall’associazione animalista Leal.

Contro i maltrattamenti degli animali, una proposta di legge popolare

Firme per una proposta di legge di iniziativa popolare per introdurre la tutela del benessere animale nella Costituzione. Depositata alla Corte di Cassazione, c’è ancora tempo per raccogliere almeno 50mila firme. La proposta prevede l’inserimento all’articolo 117 della Costituzione, dopo “tutela dell’ambiente, dell’ecosistema e dei beni culturali”, la frase «e del benessere animale».

Dai pentastellati l’invito a passare all’anagrafe a firmare

Il presidente della Leal, Gian Marco Prampolini, evidenzia: «La questione è molto sentita da chi ha a cuore la giustizia oltre che il destino degli animali. Questa proposta potrà consentire al Parlamento di applicare pene più severe nei casi di maltrattamento degli animali “. Da qui l’appello del M5S ai desiani, con l’invito a passare all’anagrafe e firmare.

Continua la lettura di Contro i maltrattamenti degli animali, il Movimento 5 Stelle invita a firmare la petizione su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/contro-i-maltrattamenti-degli-animali-il-movimento-5-stelle-invita-a-firmare-la-petizione/feed/ 0
Ci tieni un botto? Allora non usarli https://giornaledimonza.it/attualita/ci-tieni-un-botto-allora-non-usarli/ https://giornaledimonza.it/attualita/ci-tieni-un-botto-allora-non-usarli/#respond Sun, 16 Dec 2018 16:31:49 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=111922 Ci tieni un botto? Allora non usarli. Recita così la campagna del Movimento animalista di Monza e Brianza per sensibilizzare i cittadini contro i fuochi d’artificio. Ci tieni un botto? Allora non usarli Il Movimento animalista di  Monza e Brianza ha lanciato  una campagna di sensibilizzazione contro botti e fuochi d’artificio, utilizzati nel periodo e […]

Continua la lettura di Ci tieni un botto? Allora non usarli su Giornale di Monza.

]]>
Ci tieni un botto? Allora non usarli. Recita così la campagna del Movimento animalista di Monza e Brianza per sensibilizzare i cittadini contro i fuochi d’artificio.

Ci tieni un botto? Allora non usarli

Il Movimento animalista di  Monza e Brianza ha lanciato  una campagna di sensibilizzazione contro botti e fuochi d’artificio, utilizzati nel periodo e nella notte di Capodanno. Lo ha fatto  con un una lettera aperta indirizzata a tutti i sindaci dei Comuni della Provincia, e lanciando l’hashtag #citengounbotto, con una grafica realizzata appositamente da Adriana Sessa, socio attivo della sezione.

La lettera aperta

Questo il contenuto della lettera aperta indirizzata ai primi cittadini di Monza e della Brianza.

“Ogni anno nel periodo di Capodanno si compie una strage e a causarla è la mano dell’uomo.  Il fragore dei botti spaventa gli animali, tanto da far loro perdere l’orientamento. Il botto li sottopone ad uno stress così forte e prolungato da poterli anche uccidere. Panico, ecco la sensazione che provano.

“Si tratta di cani e gatti, che in molti casi tentano di fuggire, esponendosi ad incidenti con gravi conseguenze anche per gli automobilisti, oppure gettandosi nel vuoto se lasciati soli sui balconi; di uccelli, che terrorizzati scappano in piena notte dai loro nidi per finire spesso schiantati contro case e automobili; di roditori, che rischiano di essere investiti e di farsi male vagando disorientati. Nessun animale, che sia domestico o selvatico, viene risparmiato. Per non parlare di ciò che accade agli animali più anziani e deboli di cuore, che purtroppo “muoiono di paura”, letteralmente.

“Non dimentichiamo che i botti causano moltissimi ferimenti, spaventano anche i neonati e sono fonte di inquinamento, sia acustico che ambientale.
Con questa lettera aperta chiediamo ai Sindaci dei Comuni della Provincia di prendere tutti i provvedimenti per contrastare il fenomeno e di garantire controlli assidui per evitare il maggior numero possibile di vittime.

“Ma soprattutto, ci rivolgiamo a tutti i cittadini con un deciso NO ai botti. Che siate o meno amanti degli animali, vi esortiamo a rispettare la vita in ogni sua forma e scegliere divertimenti alternativi”.

La lettera si chiude confidando nella sensibilità delle persone e con gli Auguri di Buone feste da parte di tutta la sezione del Movimento animalista.

 

Continua la lettura di Ci tieni un botto? Allora non usarli su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/ci-tieni-un-botto-allora-non-usarli/feed/ 0
Turisti stranieri in Lombardia: è boom anche in Brianza https://giornaledimonza.it/attualita/turisti-stranieri-in-lombardia-e-boom-anche-in-brianza/ https://giornaledimonza.it/attualita/turisti-stranieri-in-lombardia-e-boom-anche-in-brianza/#respond Sun, 16 Dec 2018 16:15:03 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=111916 Sempre più turisti stranieri scelgono la Lombardia per le proprie vacanze e la Brianza ha avuto una grande crescita negli ultimi anni. La Regione punta sul turismo locale Regione Lombardia, con una delibera proposta dall’assessore al Turismo, Marketing territoriale e Moda, Lara Magoni, ha approvato uno stanziamento di 2 milioni di euro per il ‘Programma […]

Continua la lettura di Turisti stranieri in Lombardia: è boom anche in Brianza su Giornale di Monza.

]]>
Sempre più turisti stranieri scelgono la Lombardia per le proprie vacanze e la Brianza ha avuto una grande crescita negli ultimi anni.

La Regione punta sul turismo locale

Regione Lombardia, con una delibera proposta dall’assessore al Turismo, Marketing territoriale e Moda, Lara Magoni, ha approvato uno stanziamento di 2 milioni di euro per il ‘Programma di Promozione Turistica anno 2019’.
“Il nostro obiettivo – ha spiegato l’assessore Magoni – è far diventare la Lombardia la prima meta turistica in Italia e per riuscirci è fondamentale valorizzare le bellezze paesaggistiche, culturali ed architettoniche della nostra regione. Un progetto di promozione che passa anche attraverso l’esaltazione dei piccoli borghi, che racchiudono tesori enogastronomici ed artistici esclusivi, e delle nostre montagne, luoghi dove poter trascorrere vacanze all’aria aperta e a contatto con la natura all’insegna del benessere e dello stare bene”.
I numeri

La Lombardia, in termini turistici, continua a produrre numeri da record: l’Osservatorio regionale del turismo e dell’attrattivitŕ di Polis Lombardia evidenzia che nel 2017 le presenze turistiche (ovvero la permanenza per una o più notti) in regione hanno raggiunto quota 39.385.960, mentre gli arrivi (visita in giornata senza pernottamento) sono state 16.557.728. L’incremento delle presenze turistiche è stato del 5,9% rispetto al 2016 (oltre 2 milioni di presenze in più) e del 16% nel periodo 2013-2017 (+5,5 milioni), mentre la crescita degli arrivi è stata del 7,4% rispetto al 2016 e del 21,6% nel quinquennio 2013-2017 (tre milioni di turisti in più).

PROGRAMMA 2019

Tra le azioni previste dalla delibera: la partecipazione a fiere di settore e manifestazioni turistiche; eventi di promozione e marketing territoriale; educational tour; workshop; iniziative di comunicazione specialistica; attivitŕ editoriali e co-marketing. Per gli operatori turistici che si occupano di incoming, la partecipazione agli eventi fieristici sarà una grande opportunitŕ da sfruttare, in quanto potranno essere al fianco di Regione Lombardia nella promozione turistica rispondendo alle manifestazioni di interesse che verranno pubblicate sul sito
http://areacollaborazione.visitlombardy.it.

LA LOMBARDIA NEL MONDO

In particolare, nel 2019 è prevista la partecipazione di Regione Lombardia ad una serie di eventi e manifestazioni in tutto il mondo: “Dal Salon des Vacances di Bruxelles all’International Mediterranean Tourism Market di Tel Aviv, dal World Travel Market di Londra all’Arabian Travel Market di Dubai – ha continuato Magoni – la Lombardia parteciperà alle fiere più prestigiose a livello internazionale e si aprirà ad una serie di mercati che hanno già dimostrato forte interesse nei confronti della nostra regione, alla ricerca di un turismo nuovo, in grado di far lievitare le presenze in Lombardia da ogni parte del mondo e l’attrattività dei nostri territori”.

IL TURISMO NEI CENTRI URBANI

Tra le città lombarde, è Milano a far registrare il maggior numero di arrivi con il 45,6%, seguita dalla provincia di Brescia con il 17%, anche se è Bergamo a registrare il maggior incremento (+13,3%) rispetto al 2016. Buoni i risultati anche di Varese (9,9%) e Monza (9,7%), mentre nel quinquennio 2013-2017 la crescita maggiore si è
osservata a Mantova (+36,1%) e Pavia (34,2%). Relativamente alle presenze, l’incremento maggiore si è verificato nella provincia di Monza Brianza, +13,9% rispetto al 2016 e ben del 43,3% rispetto al 2013, seguita da Bergamo (+11,1% rispetto al 2016 e +30,4% nel quinquennio). La maggior parte dei turisti sceglie ancora le strutture alberghiere (84,2% degli arrivi e 73,7% dei pernottamenti), anche se il ricorso alle strutture ricettive extralberghiere
risulta in costante crescita: nel quinquennio gli arrivi in strutture extralberghiere sono passati dall’11% al 15,8% e le
presenze dal 22,2% al 26,3%.

LIVELLO INTERNAZIONALE

Da segnalare, infine, il costante aumento della componente internazionale, arrivata a rappresentare il 55,5% degli arrivi turistici e il 60,9% delle presenze: nelle province di Como e Brescia oltre il 70% delle presenze turistiche proviene da paesi esteri (rispettivamente 76,9% e 71,4%).

Continua la lettura di Turisti stranieri in Lombardia: è boom anche in Brianza su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/turisti-stranieri-in-lombardia-e-boom-anche-in-brianza/feed/ 0
Caduta da cavallo, elisoccorso ad Ornago https://giornaledimonza.it/cronaca/caduta-da-cavallo-elisoccorso-ad-ornago/ https://giornaledimonza.it/cronaca/caduta-da-cavallo-elisoccorso-ad-ornago/#respond Sun, 16 Dec 2018 16:00:38 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=111914 Attimi di paura questo pomeriggio in via Banfi a Ornago dove un donna di 27 anni è caduta da cavallo all’interno del maneggio. L’allarme e l’arrivo dei soccorsi Dopo la caduta sono stati chiamati subito i soccorsi: sul posto oltre a una ambulanza anche i Carabinieri e l’elisoccorso proveniente da Linate. I volontari hanno subito […]

Continua la lettura di Caduta da cavallo, elisoccorso ad Ornago su Giornale di Monza.

]]>
Attimi di paura questo pomeriggio in via Banfi a Ornago dove un donna di 27 anni è caduta da cavallo all’interno del maneggio.

L’allarme e l’arrivo dei soccorsi

Dopo la caduta sono stati chiamati subito i soccorsi: sul posto oltre a una ambulanza anche i Carabinieri e l’elisoccorso proveniente da Linate. I volontari hanno subito verificato le condizioni della donna sembrate in un primo momento abbastanza gravi, tanto da richiedere la presenza dell’elicottero. Fortunatamente le sue condizioni si sono stabilizzate e sia l’ambulanza che l’elicottero sono tornati alla base senza trasportarla.

Continua la lettura di Caduta da cavallo, elisoccorso ad Ornago su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/cronaca/caduta-da-cavallo-elisoccorso-ad-ornago/feed/ 0
Comune di Aicurzio a portata di mano con la nuova App https://giornaledimonza.it/attualita/comune-di-aicurzio-a-portata-di-mano-con-la-nuova-app/ https://giornaledimonza.it/attualita/comune-di-aicurzio-a-portata-di-mano-con-la-nuova-app/#respond Sun, 16 Dec 2018 15:07:01 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=111900 E’ nata la nuova applicazione del Comune di Aicurzio che consente a tutti i cittadini di avere a portata di mano orari, informazioni e notizie. La novità arrivata da pochi giorni L’obiettivo è avvicinare i cittadini alla macchina comunale e garantire una semplice fruibilità con tutti gli orari e le informazioni utili con apertura e […]

Continua la lettura di Comune di Aicurzio a portata di mano con la nuova App su Giornale di Monza.

]]>
E’ nata la nuova applicazione del Comune di Aicurzio che consente a tutti i cittadini di avere a portata di mano orari, informazioni e notizie.

La novità arrivata da pochi giorni

L’obiettivo è avvicinare i cittadini alla macchina comunale e garantire una semplice fruibilità con tutti gli orari e le informazioni utili con apertura e chiusura degli uffici o con il giorno di raccolta dei rifiuti. Come per tutte le applicazioni per smartphone è possibile scaricarla da Google Play store o da Apple store gratuitamente.

Le diverse sezioni della app

Tra i servizi più utili ci sono sicuramente le comunicazioni. Sullo smartphone vengono riportati gli avvisi presenti sulla pagina istituzionale. E’ possibile attivare la notifica in caso di nuove news. Anche le ordinanza e urgenze hanno una sezione dedicata a comunicazioni di carattere urgente direttamente via APP attivando anche le notifiche per rimanere sempre aggiornati. I cittadini potranno anche fare segnalazioni inviando una nuova segnalazione agli uffici preposti, allegando una fotografia e la posizione geolocalizzata. Anche per i rifiuti è presente la sezione dedicata alla raccolta, con le informazioni relative al calendario della raccolta, le indicazioni della piattaforma ecologica e alcune informazioni relative al conferimento dei prodotti.

Presenti anche i numeri utili con la raccolta dei numeri di pubblica utilità. E’ possibile effettuare la chiamata accedendo direttamente dall’app senza necessità di copia&incolla del numero di telefono. Presenti anche delle sezioni per i servizi online e per i sondaggi. Attraverso l’applicazione si possono anche cercare i numeri di telefono utili di tutte le associazioni del paese e gli indirizzi di pubblica utilità.

 

Continua la lettura di Comune di Aicurzio a portata di mano con la nuova App su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/comune-di-aicurzio-a-portata-di-mano-con-la-nuova-app/feed/ 0
Aprilia Tuono RR, moto “totale” per gli States https://giornaledimonza.it/motori/aprilia-tuono-rr-moto-states/ Sun, 16 Dec 2018 14:11:17 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=111897 Aprilia Tuono RR, arriva un grande attestato di stima. Per gli americani non c’è partita, la moto da desiderare è italiana. Per il secondo anno consecutivo Aprilia Tuono è scelta da Cycle World Magazine, la bibbia dei bikers USA, come la moto migliore. La più cool, si legge nella motivazione che la premia “Best Standard […]

Continua la lettura di Aprilia Tuono RR, moto “totale” per gli States su Giornale di Monza.

]]>
Aprilia Tuono RR, arriva un grande attestato di stima. Per gli americani non c’è partita, la moto da desiderare è italiana. Per il secondo anno consecutivo Aprilia Tuono è scelta da Cycle World Magazine, la bibbia dei bikers USA, come la moto migliore. La più cool, si legge nella motivazione che la premia “Best Standard Bike” per il 2018. Aprilia Tuono V4 1100 RR è stata riconosciuta quale moto “totale”. In grado di unire con estrema versatilità prestazioni inarrivabili per la concorrenza mondiale e contenuti tecnologici di altissimo livello a un elevato livello di comfort per pilota e passeggero e di godibilità sulle strade di tutti i giorni.

Aprilia Tuono RR, una macchina da divertimento

È un riconoscimento che arriva da uno dei mercati più evoluti al mondo. Premia l’industria italiana e conferma la Tuono V4 1100 RR come un’eccezionale macchina da divertimento – già pluripremiata dalla critica quale più efficace e veloce del suo segmento – e come una delle motociclette più emozionanti disponibili sul mercato e per questo più apprezzate dal pubblico statunitense. Secondo Cycle World i principali ingredienti che consentono alla Aprilia Tuono V4 1100 RR di svettare rispetto alla concorrenza sono – oltre al famoso motore V4 Aprilia di 65° – una ciclistica sopraffina, controlli elettronici allo stato dell’arte e un impianto frenante al top. Una compagna affidabile, veloce e confortevole, in grado di spiccare sulle altre motociclette per il suo essere “cool” e per la sua capacità di generare emozioni.

Una hypernaked che non teme rivali

Aprilia Tuono V4 1100 rappresenta la moto più avanzata in uno dei segmenti più prestigiosi e sfidanti del panorama mondiale, quello delle potentissime hypernaked. E’ una moto che unisce prestazioni e tecnologia da vera superbike. E vanta il più ricco e sofisticato pacchetto di controlli elettronici per governare lo spettacolare propulsore V4 da 175 CV. La ciclistica e l’impianto frenante continuamente evoluti completano una moto che promette di continuare a non avere rivali.

Continua la lettura di Aprilia Tuono RR, moto “totale” per gli States su Giornale di Monza.

]]>
Babbo Natale fa visita ai bambini di Carnate https://giornaledimonza.it/cronaca/babbo-natale-fa-visita-ai-bambini-di-carnate/ https://giornaledimonza.it/cronaca/babbo-natale-fa-visita-ai-bambini-di-carnate/#respond Sun, 16 Dec 2018 14:04:53 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=111889 Babbo Natale arriva anche a Carnate! Sabato 15 Dicembre è atterrato con la slitta dritto nella biblioteca, portando in dono tanta gioia e una fotografia gratuita per chiunque la desiderasse. L’accoglienza dei bambini e di tutti i presenti Anita Giuriato, assessore a sport e cultura del comune di Carnate, promuove quest’iniziativa da ormai quattro anni […]

Continua la lettura di Babbo Natale fa visita ai bambini di Carnate su Giornale di Monza.

]]>
Babbo Natale arriva anche a Carnate! Sabato 15 Dicembre è atterrato con la slitta dritto nella biblioteca, portando in dono tanta gioia e una fotografia gratuita per chiunque la desiderasse.

L’accoglienza dei bambini e di tutti i presenti

Anita Giuriato, assessore a sport e cultura del comune di Carnate, promuove quest’iniziativa da ormai quattro anni ed è una gran soddisfazione per lei vedere tutti quei bambini così felici ed emozionati, ma pare sia una questione di genetica!

“Quando ero piccola – spiega – mio papà faceva il babbo Natale, perciò per me è sempre stato qualcosa da fare per gli altri, il nostro dono di Natale.”

Non può mancare ovviamente il rinfresco, a base di buon pandoro e bevande. Quest’anno, per conciliare le esigenze dei più piccoli, la festa si è svolta il mattino, accogliendo un vastissimo pubblico. Anita, tra i giovani fans, riconosce diversi affezionati, ma anche molti nuovi faccini trepidanti all’idea di conoscere il proprio idolo. Tra i primi non può mancare la bellissima Alice, innamorata da tempo di Babbo Natale, che infatti non può staccargli gli occhi di dosso.

Un set perfetto per tutti i bambini

Angelo Nava veste i panni della vera star della giornata, un Babbo Natale a dir poco angelico, e non per dire! Ma il maestro direttore dietro alla magia è il fotografo Andrea Carzaniga, che in quattro e quattr’otto ha allestito un
set degno dei migliori studios. Bisogna sempre ringraziare tutte queste persone che mettono a disposizione il proprio tempo, talento e buona volontà per rendere ogni giorno il mondo un posto un po’ più sorridente e l’inverno un po’ più caldo.

Continua la lettura di Babbo Natale fa visita ai bambini di Carnate su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/cronaca/babbo-natale-fa-visita-ai-bambini-di-carnate/feed/ 0
Nuovo concept Bosch, ecco la mobilità del futuro https://giornaledimonza.it/motori/nuovo-concept-bosch-mobilita-futuro/ Sun, 16 Dec 2018 14:02:58 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=111894 Nuovo concept Bosch in arrivo. Un design leggero, arioso, minimalista, un guscio esterno futuristico realizzato con display e vetro e interni spaziosi. Il riferimento è a una classe del tutto nuova di veicoli e a una nuova frontiera della mobilità. Shuttle elettrici senza guidatore che percorrono i centri delle città in modo silenzioso e che […]

Continua la lettura di Nuovo concept Bosch, ecco la mobilità del futuro su Giornale di Monza.

]]>
Nuovo concept Bosch in arrivo. Un design leggero, arioso, minimalista, un guscio esterno futuristico realizzato con display e vetro e interni spaziosi. Il riferimento è a una classe del tutto nuova di veicoli e a una nuova frontiera della mobilità. Shuttle elettrici senza guidatore che percorrono i centri delle città in modo silenzioso e che sono perfettamente connessi con l’ambiente. Presto vedremo questi mezzi nelle nostre città, utilizzati sia per il trasporto di merci sia per il trasporto di persone. Bosch può fornire componenti e sistemi per rendere gli shuttle a guida autonoma, connessi ed elettrici. Ma tutto ciò non sarà realizzabile senza i servizi di mobilità.

Nuovo concept Bosch

In futuro, Bosch offrirà anche questi servizi, riunendoli in un ecosistema intelligente e perfettamente connesso che comprenderà piattaforme di prenotazione, condivisione e networking, servizi di parcheggio e carica, oltre a soluzioni software per gestione e manutenzione dei veicoli, nonché servizi di infotainment durante il viaggio. “Bosch sta sviluppando un pacchetto esclusivo di hardware, software e servizi per la mobilità del futuro” ha dichiarato Markus Heyn, membro del Board of Management di Bosch. Al CES 2019 di Las Vegas, la fiera di elettronica più grande del mondo, Bosch presenterà le sue soluzioni per la mobilità del futuro con un nuovo prototipo di shuttle.

Nuovo concept Bosch per utenti e operatori di mobilità

La crescita del settore degli shuttle è il risultato dell’aumento della domanda di servizi di ride sharing. Soltanto in Europa, Stati Uniti e Cina, entro il 2020 saranno presenti sulle strade circa un milione di shuttle on-demand, per arrivare a 2,5 milioni entro il 2025 (fonte: Roland Berger). Molti di questi veicoli, disponibili 24 ore su 24 tutti i giorni dell’anno, saranno completamente elettrici. E diventeranno anche del tutto autonomi entro la metà del prossimo decennio. È questo il motivo per cui Bosch ha sfruttato ogni centimetro quadrato del suo prototipo per dotarlo della tecnologia più avanzata: dai sistemi di propulsione elettrici e sensori ambientali a 360°, alla gestione della connettività e ai computer di bordo.

I veicoli on-demand

Tuttavia, questi componenti e sistemi rappresentano solo una parte della tecnologia a bordo dei veicoli del futuro. Infatti, per rendere i veicoli on-demand adatti all’uso quotidiano, essi devono essere connessi ai servizi di mobilità. “In futuro tutti i veicoli che circoleranno su strada utilizzeranno i servizi digitali Bosch” ha aggiunto Heyn. Questi servizi consentiranno agli utenti di prenotare i veicoli, condividere le corse con altri passeggeri e pagare il viaggio. Tra gli altri servizi offerti da Bosch agli operatori delle flotte ci saranno ricarica, riparazione e manutenzione dei veicoli. Oltre a pianificazione del percorso e attività amministrative.

Continua la lettura di Nuovo concept Bosch, ecco la mobilità del futuro su Giornale di Monza.

]]>
Spa e centri benessere per ricaricare le batterie https://giornaledimonza.it/salute/spa-e-centri-benessere-ricaricare-batterie/ Sun, 16 Dec 2018 13:44:52 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=111886 Spa e centri benessere sono un toccasana. Avete bisogno di staccare la spina e ricaricarvi per arrivare nelle migliori condizioni a Natale? Il consiglio giusto è quello di dedicarsi qualche ora (o perché no, un weekend, magari in ottima compagnia) all’interno di un centro benessere o di una spa. Innanzitutto scopriamo che cosa significa la […]

Continua la lettura di Spa e centri benessere per ricaricare le batterie su Giornale di Monza.

]]>
Spa e centri benessere sono un toccasana. Avete bisogno di staccare la spina e ricaricarvi per arrivare nelle migliori condizioni a Natale? Il consiglio giusto è quello di dedicarsi qualche ora (o perché no, un weekend, magari in ottima compagnia) all’interno di un centro benessere o di una spa. Innanzitutto scopriamo che cosa significa la parola «spa»: potrebbe derivare dalla città belga di Spa, conosciuta già nel quattordicesimo secolo per le sue acque minerali oppure potrebbe anche essere l’acronimo di «salus per aquam» o di «sanare per aquam».

Spa e centri benessere

Oggi il termine indica le stazioni termali, o più in generale, le aziende che forniscono cure idroterapiche o servizi di benessere e cura del corpo. Ecco dunque aprirsi al suo interno piscine ad acqua calda, idromassaggio, percorsi Kneipp (getti d’acqua calda e fredda dal ginocchio in giù). Ma anche docce nebulizzanti, docce emozionali, saune finlandesi, grotte di ghiaccio, cascate d’acqua, sale benessere, bagno turco, sale fitness e parecchio altro ancora. A completare il quadro sono un’infinità di trattamenti differenti che vanno ad agire per combattere i disturbi osteo-articolari, respiratori e anche ginecologici.

Alleviare la stanchezza

Rilassandosi, tramite massaggi e percorsi, è possibile alleviare la stanchezza fisica e mentale, gestendo dunque il proprio livello di stress. È un intervento che interessa la vostra salute, dove si ricercano coccole e piacere, soprattutto da percorsi e rituali sensoriali ed emozionali. Insomma, si entra in un modo se ne esce in un altro, migliore: a volta tre ore in una spa, vero e proprio tempio del benessere, possono davvero cambiare la percezione di se stessi e di ciò che ci circonda.

Continua la lettura di Spa e centri benessere per ricaricare le batterie su Giornale di Monza.

]]>
Contrastare le rughe con metodi naturali https://giornaledimonza.it/salute/contrastare-le-rughe-con-metodi-naturali/ Sun, 16 Dec 2018 13:38:56 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=111883 Contrastare le rughe con metodi naturali. Dire definitivamente addio alle rughe, con ogni probabilità, potrà rivelarsi un’impresa un po’ troppo complicata: esistono però dei metodi naturali per combatterle, per renderle meno evidenti, per ritardare gli effetti del tempo e per mantenere liscia più a lungo la pelle del vostro volto. In primis è fondamentale un’ottima […]

Continua la lettura di Contrastare le rughe con metodi naturali su Giornale di Monza.

]]>
Contrastare le rughe con metodi naturali. Dire definitivamente addio alle rughe, con ogni probabilità, potrà rivelarsi un’impresa un po’ troppo complicata: esistono però dei metodi naturali per combatterle, per renderle meno evidenti, per ritardare gli effetti del tempo e per mantenere liscia più a lungo la pelle del vostro volto. In primis è fondamentale un’ottima idratazione, regola alla base della buona salute generale: questo è il primo passo verso una pelle radiosa, elastica e morbida. E poi c’è il sonno. Sì, è importantissimo dormire bene, dormire abbastanza, dormire almeno sette ore per notte, magari in posizione supina: così la produzione di cortisolo (il cosiddetto «ormone dello stress») sarà limitata.

Contrastare le rughe con metodi naturali

Passiamo poi alla frutta: la papaya è ricca di vitamina A e di papaina, un enzima che favorisce l’eliminazione delle cellule morte sulla superficie della pelle. Una maschera a base di questa caricacea farà quindi al caso vostro nella lotta alle rughe. Anche l’ananas garantisce la stessa funzione: in questo caso è l’acido citrico ad agire e il frutto può essere applicato in fette sul viso. Il salmone invece è ricco di omega 3 ed è quindi l’ideale per ammorbidire la pelle. Infine tocca all’olio: quello di cocco e quello di oliva contengono antiossidanti che aiutano a rallentare il processo di invecchiamento della cute. Prima di coricarvi è quindi opportuno un bel massaggio a base di olio per idratare la pelle. E ora non sta che a voi: datemi da fare seguendo questi piccoli ma utili rimedi naturali.

Continua la lettura di Contrastare le rughe con metodi naturali su Giornale di Monza.

]]>
Il Movimento animalista contro i botti di capodanno https://giornaledimonza.it/attualita/il-movimento-animalista-contro-i-botti-di-capodanno/ https://giornaledimonza.it/attualita/il-movimento-animalista-contro-i-botti-di-capodanno/#respond Sun, 16 Dec 2018 13:37:02 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=111865 Il Movimento animalista di Monza e Brianza lancia un appello per dire stop ai botti di capodanno a difesa della salute degli animali. Scoppi e rumori nemici degli animali Basta con petardi e altri botti all’ultimo dell’anno. E’ questo in sostanza l’appello del Movimento animalisti che, con l’avvicinarsi del capodanno, chiede lo stop di questa […]

Continua la lettura di Il Movimento animalista contro i botti di capodanno su Giornale di Monza.

]]>
Il Movimento animalista di Monza e Brianza lancia un appello per dire stop ai botti di capodanno a difesa della salute degli animali.

Scoppi e rumori nemici degli animali

Basta con petardi e altri botti all’ultimo dell’anno. E’ questo in sostanza l’appello del Movimento animalisti che, con l’avvicinarsi del capodanno, chiede lo stop di questa tradizione. L’obiettivo è spaventare il meno possibile gli animali ed evitare che soprattutto quelli più sensibili possano soffrirne.

“Ogni anno nel periodo di Capodanno si compie una strage e a causarla è la mano dell’uomo. Il fragore dei botti spaventa gli animali, tanto da far loro perdere l’orientamento – scrivono i responsabile di Monza e Brianza del Movimento – Il botto li sottopone ad uno stress così forte e prolungato da poterli anche uccidere. Panico, ecco la sensazione che provano. Si tratta di cani e gatti, che in molti casi tentano di fuggire, esponendosi ad incidenti con gravi conseguenze anche per gli automobilisti, oppure gettandosi nel vuoto se lasciati soli sui balconi; di uccelli, che terrorizzati scappano in piena notte dai loro nidi per finire spesso schiantati contro case e automobili; di roditori, che rischiano di essere investiti e di farsi male vagando disorientati. Nessun animale, che sia domestico o selvatico, viene risparmiato. Per non parlare di ciò che accade agli animali più anziani e deboli di cuore, che purtroppo “muoiono di paura”, letteralmente. Non dimentichiamo che i botti causano moltissimi ferimenti, spaventano anche i neonati e sono fonte di inquinamento, sia acustico che ambientale”.

L’appello ai primi cittadini della Brianza

Per cercare di prevenire e ridurre al minimo possibile questo pericolo il Movimento chiede un’azione diretta da parte dei sindaci della provincia. Lo strumento più semplice da realizzare è un’ordinanza per vietare l’utilizzo di questi. Ma un appello è anche rivolto a tutti i cittadini:

“Con questa lettera aperta chiediamo ai Sindaci dei Comuni della Provincia di prendere tutti i provvedimenti per contrastare il fenomeno e di garantire controlli assidui per evitare il maggior numero possibile di vittime – hanno affermato – Ma soprattutto, ci rivolgiamo a tutti i cittadini con un deciso NO ai botti. Che siate o meno amanti degli animali, vi esortiamo a rispettare la vita in ogni sua forma e scegliere divertimenti alternativi”.

Continua la lettura di Il Movimento animalista contro i botti di capodanno su Giornale di Monza.

]]>
https://giornaledimonza.it/attualita/il-movimento-animalista-contro-i-botti-di-capodanno/feed/ 0
Piante ornamentali di Natale, quali sono e leggende https://giornaledimonza.it/casa/piante-ornamentali-natale-sono-leggende/ Sun, 16 Dec 2018 13:29:07 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=111879 Piante ornamentali di Natale, quali sono e leggende. Fra le tante tradizioni ogni anno sono riproposte c’è anche quella legata alle piante, in grado di ricreare la tipica atmosfera e di evocare la magia caratteristica del periodo. Accanto all’albero, punto cardine degli addobbi natalizi, c’è sicuramente la stella di Natale, che già nel suo nome […]

Continua la lettura di Piante ornamentali di Natale, quali sono e leggende su Giornale di Monza.

]]>
Piante ornamentali di Natale, quali sono e leggende. Fra le tante tradizioni ogni anno sono riproposte c’è anche quella legata alle piante, in grado di ricreare la tipica atmosfera e di evocare la magia caratteristica del periodo. Accanto all’albero, punto cardine degli addobbi natalizi, c’è sicuramente la stella di Natale, che già nel suo nome contiene fascino. Forse tutti non sanno che l’Euphorbia pulcherrima (conosciuta anche come Poinsettia o Fiore della Notte Santa) è originaria del Messico. La pianta ornamentale dal tipico colore rosso si porta dunque dietro una serie di leggende, come quella che racconta di una notte della vigilia. Una bambina povera era intenzionata a mostrare il suo affetto per Gesù ma non aveva doni da portargli. Così prese un mazzo di erbe e li depose sull’altare di una chiesa, che si trasformarono nella tipica stella di Natale.

Piante ornamentali di Natale: il vischio

C’è poi il vischio, che in genere si appende sulla porta. La leggenda originaria della mitologia scandinava vuole che scambiandosi un bacio sotto la pianta sia di buon auspicio per l’anno nuovo. Portatore di fortuna sarebbe anche l’agrifoglio, puntualmente usato per le più disparate decorazioni. Le sue foglie pungenti e le inconfondibili bacche rosse lo rendono l’ideale per addobbare la casa: secondo l’ideologia cristiana le foglie ricordano la corona di spine di Gesù mentre le bacche richiamano al colore del sacrificio.

Piante ornamentali di Natale: il pungitopo

Tocca poi al pungitopo: come si può dedurre dal nome i rami tagliati di questa pianta erano utilizzati per proteggere il cibo e le provviste dall’assalto dei topi. Per concludere abbiamo la rosa di Natale: il suo nome botanico è Elleboro e si caratterizza per fiori bianchi che sbocciano in inverno. Anche in questa caso la leggenda parla di una pastorella senza doni da offrire a Gesù: un angelo se ne accorse e prese dei fiori bianchi da sotto la neve, dandoli alla piccola. Era la rosa di Natale.

Continua la lettura di Piante ornamentali di Natale, quali sono e leggende su Giornale di Monza.

]]>
Scegliere un abete naturale o sintetico? https://giornaledimonza.it/casa/scegliere-un-abete-naturale-o-sintetico/ Sun, 16 Dec 2018 13:16:11 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=111876 Scegliere un abete naturale? Oppure sintetico? Un Natale amico della natura vuole l’albero in vaso. Negli ultimi anni il Corpo Forestale dello Stato, consiglia di acquistare abeti naturali piuttosto di quelli artificiali. Gli abeti «vivi» attualmente, non sono più prelevati in natura. Il loro utilizzo non solo limita la massiccia produzione di materiale plastico. Ma […]

Continua la lettura di Scegliere un abete naturale o sintetico? su Giornale di Monza.

]]>
Scegliere un abete naturale? Oppure sintetico? Un Natale amico della natura vuole l’albero in vaso. Negli ultimi anni il Corpo Forestale dello Stato, consiglia di acquistare abeti naturali piuttosto di quelli artificiali. Gli abeti «vivi» attualmente, non sono più prelevati in natura. Il loro utilizzo non solo limita la massiccia produzione di materiale plastico. Ma sostiene l’attività vivaistica di montagna garantendo la presenza dell’uomo in zone ad alto rischio di spopolamento. Un altro vantaggio è che l’abete in casa respira, assorbendo anidride carbonica, rilasciando ossigeno ed emettendo anche oli essenziali che purificano e aromatizzano la stanza. Se acquistiamo un albero «vivo», dobbiamo ricordarci che deve essere curato ed accudito sia durante il periodo delle le feste sia dopo.

Scegliere un abete naturale

Durante il periodo di permanenza in casa, è necessario sistemare la pianta in un luogo luminoso, fresco. Lontano da qualsiasi fonte di calore e al riparo da correnti d’aria. Vanno inoltre evitati gli addobbi troppo pesanti per non spezzare i rami e la colorazione della chioma con neve sintetica e spray colorati. È poi necessario annaffiarla ogni 3-4 giorni. La terra è da mantenere sempre umida ma non deve essere eccessivamente bagnata, le annaffiature sono necessarie anche per mantenere il fogliame di un colore verde brillante. Per evitare poi, che gli aghi vengano rovinati dall’eccessiva secchezza dell’aria di casa si deve vaporizzare frequentemente la chioma. Terminato il periodo natalizio l’abete deve essere posizionato all’esterno ricordando che si tratta di piante che possono crescere fino a 15-20 metri e che le loro possibilità di sopravvivenza sono legate, oltre che alle condizioni vegetative, anche a quelle climatiche.

Se non si ha un giardino

Nel caso in cui non si abbia la possibilità di piantare l’albero in giardino, si consiglia di donarlo ai centri di raccolta indicati dai vivaisti o dai Comuni che provvederanno al recupero della pianta. Gli alberi non più utilizzabili possono essere trasformati e riutilizzati come legname, mentre le piante in migliori condizioni vegetative possono essere trasportate e trapiantate in luoghi idonei al loro attecchimento.

Continua la lettura di Scegliere un abete naturale o sintetico? su Giornale di Monza.

]]>
Arachidi, noci e mandorle: a Natale tocca alla frutta secca https://giornaledimonza.it/cucina/arachidi-noci-e-mandorle-a-natale-tocca-alla-frutta-secca/ Sun, 16 Dec 2018 13:12:42 +0000 https://giornaledimonza.it/?p=111873 Arachidi, noci e mandorle: come ogni anno quando si comincia a respirare l’atmosfera natalizia, si inizia anche a consumare la frutta secca. Un must del periodo. Una serie di prodotti tradizionali che sono entrati a far parte delle piccole e care usanze che adottiamo durante il periodo dell’Avvento, nei giorni delle feste e che ci […]

Continua la lettura di Arachidi, noci e mandorle: a Natale tocca alla frutta secca su Giornale di Monza.

]]>
Arachidi, noci e mandorle: come ogni anno quando si comincia a respirare l’atmosfera natalizia, si inizia anche a consumare la frutta secca. Un must del periodo. Una serie di prodotti tradizionali che sono entrati a far parte delle piccole e care usanze che adottiamo durante il periodo dell’Avvento, nei giorni delle feste e che ci portiamo dietro fino all’Epifania. Se i dati di vendita confermano che il consumo di frutta secca è in crescita, è importante però capire con esattezza a cosa si riferisce questa categoria gastronomica.

L’espressione «frutta secca»

Nell’espressione più comune, con «frutta secca» si intendono infatti noci, arachidi e mandorle, quelle che troviamo in grande abbondanza sulle tavole natalizie. Ma la lista è infinitamente più lunga, per arrivare a sommare quasi duecento tipi di frutta secca differenti. Dall’albicocca alla banana, passando per il dattero, la papaya, l’uva passa, il pistacchio e tanto tanto altro. Attenzione però all’apporto calorico di queste specialità naturali: accanto a pandoro, panettone e torte varie il rischio di esagerare è davvero dietro l’angolo. Portano sì benefici per salute, in particolare per le arterie ma c’è un ma: la dieta mediterranea indica di consumare frutta secca lontano dai pasti e soprattutto di non mangiarne più di venti grammi.

Non solo arachidi

Ecco dunque che noci, prugne, fischi, pinoli e anacardi si presentano come ricchi di proteine. Ma anche di grassi «buoni», di fibre e sali minerali (dal calcio al ferro passando per fosforo, potassio e sodio). Attenzione però alle calorie, circa 600 per 100 grammi di frutta secca, che sicuramente andranno ad incidere sulla bilancia. Ma non si tratta solo di mangiare frutta secca: può anche essere utilizzata per eleganti, originali e semplici addobbi natalizi home made. Insomma, ci potrete decorare l’albero di Natale, utilizzare come centrotavola, decorare la vostra casa.

Continua la lettura di Arachidi, noci e mandorle: a Natale tocca alla frutta secca su Giornale di Monza.

]]>