A Bellusco è iniziata ufficialmente l’era di Mauro Colombo. Martedì sera il neo sindaco ha comunicato i nomi della sua Giunta nel corso del primo Consiglio comunale. Non sono mancate le sorprese.

Il discorso di insediamento

Dopo aver giurato solennemente sulla Costituzione italiana, Mauro Colombo, visibilmente emozionato, ha pronunciato il suo discorso d’insediamento. Eccone un estratto.

“È per me un grande onore ed una grande emozione assumere solennemente, con questo giuramento, il ruolo di Sindaco di Bellusco. I dieci anni di presenza all’interno di questo Consiglio, l’impegno e l’esempio datomi da chi mi ha preceduto ed accompagnato in questi anni, mi rendono consapevole delle responsabilità che mi competono, dell’assoluto rilievo del ruolo che mi sono impegnato a rivestire, e delle legittime aspettative che tutta la comunità nutre circa l’operato mio e di tutti coloro che siedono in questo Consiglio comunale. Nel 1946 tutti i cittadini belluschesi, donne e uomini, elessero a suffragio universale il primo Consiglio comunale di Bellusco nell’Italia repubblicana. Chi siede oggi in questa sedicesima assemblea raccoglie una tradizione democratica che prosegue da allora. Il Consiglio comunale è il luogo dove si scrive la storia del nostro paese. Qui si sono succedute generazioni di consiglieri, che diedero il loro migliore contributo a vantaggio della comunità. Il Consiglio comunale è uno spazio di democrazia, di incontro e confronto, dove le decisioni prese mirano a migliorare la vita e promuovere il benessere dei nostri cittadini. Qui maturarono scelte decisive per costruire la Bellusco che conosciamo.
Dall’unità d’Italia ad oggi si sono alternati 26 Sindaci, sono cambiati i tempi, sono mutate le esigenze. Non cambia però il compito a cui siamo chiamati: rispondere alla fiducia degli elettori e progettare con loro la Bellusco di domani. Il Consiglio comunale è il luogo dove la partecipazione politica diventa consapevolezza e responsabilità. Qui ciascun consigliere mette le sue migliori competenze al servizio di tutti i cittadini. L’ordinamento affida ai consiglieri, compiti di programmazione e controllo. Il loro contributo è decisivo per il buon funzionamento del Consiglio comunale, vero motore e cuore pulsante dell’azione amministrativa. Questa assemblea è dunque il primo riferimento della scala istituzionale e fonda l’efficienza dell’organizzazione comunale. Voglio esprimere la mia gratitudine agli elettori per il mandato e la fiducia che ci hanno accordato affinché potessimo dare concreta riuscita al nostro condiviso progetto, consapevoli di agire in un momento che vede sì una leggera ripresa dell’economia ma che segue ad anni difficili anche per i bilanci comunali. Voglio ringraziare il gruppo che ha creduto potessi essere io la persona in grado di guidare questo progetto, mi ha sostenuto e supportato con grande slancio e partecipazione. Insieme a loro voglio ringraziare le famiglie, alle quali gli impegni di questi mesi hanno spesso sottratto la nostra presenza ma che hanno condiviso con noi attese, speranze e soddisfazioni. Ognuno di noi deve molti “grazie” ai propri genitori. Io vorrei ringraziare la mia famiglia almeno per due motivi: mia madre per i valori di equità sociale che mi ha trasmesso; mio padre per il grande esempio di servizio e gratuità. Voglio infine e soprattutto ringraziare Roberto Invernizzi che, dopo dieci anni di impegno nella carica più alta, ha accettato di continuare il suo servizio alla comunità per sostenere la crescita di un nuovo gruppo di amministratori ed elevare il livello di questo Consiglio comunale”.

L’Unione con il Comune di Mezzago

Nel corso del discorso d’insediamento, il sindaco Mauro Colombo ha salutato anche il “collega” di Mezzago Massimiliano Rivabeni, svelando le dinamiche riguardanti il futuro prossimo dell’Unione.

“Ho già avuto modo di conoscere il nuovo Sindaco di Mezzago, Massimiliano Rivabeni, con il quale abbiamo condiviso la volontà di proseguire nella costruzione del nuovo ente dell’Unione Lombarda dei Comuni di Bellusco e Mezzago, quale soluzione migliore per garantire nel futuro efficacia e qualità dei servizi comunali ed avere una visione unitaria di sviluppo del territorio. Auguro quindi buon lavoro al Sindaco e a tutto il Consiglio comunale di Mezzago. Spero fino a credere e credo fino a sapere che avremo il reciproco vantaggio di una lunga e proficua collaborazione”.

Le minoranze

Terminate le parole del sindaco, hanno preso il microfono i capigruppo di minoranza, Cinzia Parolini per “Impegno Comune” e Giuseppe Baldasarre per “Noi per Bellusco”.

“Ringrazio tutti i cittadini per il voto che hanno espresso – ha dichiarato la Parolini – Come giustamente ricordava il sindaco, l’impegno comune deve essere per il bene di Bellusco e della nostra comunità, che tutti noi amiamo profondamente”.

Più corposo l’intervento di Baldasarre:

“I cittadini oggi pretendono dei cambiamenti. E’ per me motivo d’orgoglio sedermi e prendere la parola per la prima volta in questa aula. Non nascondo l’emozione, il privilegio e l’onore che mi accompagnano, ma sento altresì la responsabilità che questo ruolo comporta, ossia servire il paese e tutti i suoi abitanti, rappresentandoli tutti a prescindere dal voto espresso. Personalmente sono orgoglioso del lavoro svolto dal mio gruppo. Abbiamo affrontato la campagna elettorale con serenità, serietà, metodo e abnegazione. Un gruppo giovane ed entusiasta di fare politica, sempre vicina al cittadino. Abbiamo ricevuto i complimenti per esserci presentati in ogni area periferica del paese. Non saremo persone irraggiungibili, ma anche all’opposizione vi ascolteremo tutti, per farvi sentire importanti e nello stesso tempo partecipi. Questa sera inizia un nuovo mandato amministrativo e le sfide che si pongono sono tante: sarà nostro dovere dare un contributo positivo. Vi lasceremo lavorare con serenità e competenza, auspicando proficua collaborazione, ma sicuramente saremo attenti al lavoro della maggioranza, in difesa del bene di tutta la comunità. Chiamerei questo modo di fare “la politica dei fatti”, ottenendo risultati per il bene di tutti. Cambiare si può, aiutarsi si può. Impegnamoci per consegnare una Bellusco migliore alle prossime generazioni”.

La Giunta comunale

Terminati i discorsi d’insediamento, il Consiglio comunale ha eletto il suo presidente, Roberto Invernizzi. L’ex sindaco è stato eletto con larghissima maggioranza, raccogliendo il parere favorevole anche di alcuni esponenti della minoranza. Per quanto riguarda il ruolo di vicesindaco, Mauro Colombo ha scelto di avere al suo fianco Daniele Misani, nominato al contempo assessore ai Lavori pubblici, Urbanistica, Edilizia privata ed Ecologia. Con lui faranno parte della Giunta l’assessore allo Sport e alle Politiche sociali Maria Benvenuti e due assessori esterni: Alessandro Parolini (Bilancio e Tributi) e Leila Codecasa (Cultura, Comunicazione e Pari opportunità).