In vista delle prossime elezioni comunali anche le forze del centrosinistra hanno trovato la loro candidata. Si tratta di Tea Geromini, volto noto nel mondo del volontariato civico.

A Trezzo la sinistra ha scelto Tea Geromini per sfidare Danilo Villa

Emanuela Geromini (per tutti Tea), trezzese, classe 1978, è cresciuta in parrocchia e da sempre attiva nell’ambito del volontariato sociale. Laureata all’Università Milano Bicocca in Programmazione e gestione di politiche e Servizi sociali, dopo essere transitata dalla Fondazione Oratori milanesi e dalla Caritas Ambrosiana, attualmente lavora come assistente sociale e progettista presso la Fondazione Casa della carità di don Virginio Colmegna a  Milano, una fondazione che persegue finalità sociali e culturali e offre ospitalità gratuita a persone in difficoltà. A oggi, dopo Silvana Centurelli, Sergio Confalone e Massimo Colombo è la quarta candidata alla poltrona che attualmente occupa il sindaco Danilo Villa.

L’obiettivo: riportare i temi sociali al centro dell’agenda politica della città

“In questi anni abbiamo perso molti servizi utili alla cittadinanza, senza che l’Amministrazione fornisse un’adeguata risposta alle sue esigenze”, ha dichiarato la neo candidata, che correrà sotto l’egida di Obiettivo comune, un lista civica che raggruppa tutte le forze della sinistra ed esponenti di Tutti per Trezzo, l’attuale coalizione che oggi si trova all’opposizione.

Leggi anche:  Caos in Forza Italia: "Ilaria Adamo non sarà candidata al Consiglio"

Il suo vice sarà Piero Megli

Il vicesindaco scelto dalla lista sarà Piero Megli, laureato in Scienze politiche, indirizzo amministrativo presso l’Università Cattolica di Milano.- Libero professionista, già assessore prima al Bilancio e poi ai Servizi sociali, ha lavorato per diversi anni nel Consiglio della Pro Loco. Invece, attualmente fa parte del Direttivo del sodalizio Progetto mondialità, che opera soprattutto a sostegno dell’impegno in Africa del trezzese Carlo Brambilla. Megli è, infine, membro del Direttivo del locale circolo di Legambiente.

Leggi l’articolo completo sul prossimo numero della Gazzetta dell’Adda in edicola da sabato 13 aprile e nello sfogliabile online.

Clicca qui per tornare alla home page e leggere altre notizie del giorno.