Come riporta VareseSettegiorni.it, l’ultimo episodio si è verificato due notti fa a Fagnano Olona, nel Varesotto. Ma questa settimana s’è registrato anche un raid degli anarchici sul pratone di Pontida e in precedenza atti vandalici avevano visto protagoniste sedi del Carroccio da Milano al resto della regione.

“Rischio caccia al leghista”

“Ci risiamo. Un’altra aggressione ad una sede della Lega in Lombardia. Purtroppo si tratta dell’ennesimo atto intimidatorio contro una nostra sezione. È da inizio estate che in Lombardia si ripetono attentati contro le nostre sedi, a Cremona, a Varese, a Bergamo, in Brianza o a Milano dove lo scorso 22 gennaio è stata incendiata la saracinesca della sede di via Carcano. Qui si sta scherzando con il fuoco, questa caccia al leghista rischia di degenerare in tragedia: auguriamoci che non ci scappi il morto.”

Così il monzese Paolo Grimoldi, segretario della Lega Lombarda.

L’ultimo raid nel Varesotto

Nella notte tra giovedì 28 febbraio e venerdì 1 marzo la sede della Lega di Fagnano Olona è stata devastata. E’ stata scardinata la porta e sono stati imbrattati i muri con scritte fatte con lo spray.

Leggi anche:  Elezioni Veduggio con Colzano 2019 Liste: ecco tutti i nomi

Attacchi alle sedi, il segretario della Lega Lombarda: "Rischio caccia al leghista"

L’incursione sul pratone di Pontida

Ennesima incursione vandalica a Pontida, sul pratone della Lega. Come racconta GiornalediLecco.it, nella notte di giovedì 28 febbraio 2019 un gruppo di anarchici ha scelto il muro simbolo del Carroccio, dove campeggia la scritta “Padroni a casa nostra”, per manifestare la propria solidarietà ai sette anarco-insurrezionalisti arrestati nei giorni scorsi dalla Digos tra Trento e Torino. Gli arrestati sono accusati di aver commesso svariati attentati esplosivi nel biennio 2017-2019, tra cui la bomba alla sede della Lega di Ala (Trento) dello scorso 13 ottobre.

A gennaio nel mirino la sede sulla Darsena

Nella notte fra il 21 e il 22 gennaio 2019 ignoti avevano dato fuoco alla saracinesca di una sede della Lega a Milano, in zona Darsena.

E pochi giorni prima scritte offensive erano comparse sulla sede centrale di via Bellerio (e prima ancora di nuovo sul pratone di Pontida): CLICCA QUI PER LEGGERE LA NOTIZIA