Presentata questa mattina nel corso di una conferenza stampa la squadra di Giunta scelta dal neo eletto sindaco Maurilio Ildefonso Longhin per il mandato amministrativo 2017 – 2022.  Questa la sua composizione: Celestino Oltolini (ViviCesano): vicesindaco con deleghe a Lavori Pubblici, Edilizia Privata, Commercio e Imprese; Federica Torgano (Pd): assessore a Servizi alla Persona, Pari Opportunità, Coesione Sociale; Irene Romanò (Udc): assessore agli Affari Generali e Patrimonio; Pietro Nicolaci (Pd): assessore a Bilancio, Istruzione e Sport; Silvia Boldrini (ViviCesano): assessore a Cultura e Valorizzazione Patrimonio Artistico Monumentale, Comunicazione; Salvatore Ferro (Alleanze Civiche): assessore a Polizia Locale, Sicurezza, Ecologia, Ambiente, Parco Groane. Per quel che riguarda l’Urbanistica è stato chiesto a Luca Vaghi (ViviCesano) di continuare ad occuparsene, la risposta nelle prossime settimane.

Tre i consiglieri con delega

Oltre ai sei assessori, sono stati individuati alcuni incarichi specifici, di collaborazione e raccordo con i rispettivi assessorati per tre consiglieri comunali con lo scopo di “avvicinare quanto più possibile l’Amministrazione Comunale alla cittadinanza e migliorarne il rapporto di interrelazione con i cittadini”. Il consigliere Donatella Migliorino (Pd) si occuperà di seguire il raccordo con le Frazioni; Giuseppe Casalaspro (Udc) lo sviluppo di uno Sportello Informativo sulla Conciliazione; Sara Spadafora (Pd) un progetto dedicato ad un Punto di Ascolto per le donne in difficoltà.

Longhin si occuperà di Politiche giovanili  e Legalità

Il sindaco, infine, oltre al compito di indirizzo, coordinamento e gestione della macchina amministrativa comunale che gli sono propri in quanto indispensabili per assicurarne il miglior funzionamento, ha avocato a sé le deleghe alle Politiche Giovanili, alla Famiglia, alla Trasparenza e Legalità, alla Protezione Civile, all’Urbanistica e Società Partecipate.

Significativa la componente femminile

Significativa la presenza della componente femminile nella squadra, già preannunciata dal sindaco, voluta per assicurare le “quote rosa” ma soprattutto “a motivo della competenza degli assessori prescelti, competenza ricercata anche nella collaborazione chiesta ai consiglieri comunali che permetterà di avere quel qualcosa in più che normalmente la presenza femminile fornisce nel lavoro di squadra a tutti i livelli”. Longhin per il prossimo quinquennio sarà affiancato da Boldrini per ViviCesano, Torgano per il Pd e dalla rosa di nomi indicati dall’Udc ha scelto Irene Romanò. Nell’elenco non c’è invece il nome di Rosanna Arnaboldi , che ha avuto 390 preferenze dagli elettori. Se inizialmente le voci circolate la davano come uno dei papabili assessori, alla vigilia dell’annuncio era indicata come uno dei consiglieri con delega, pareva alla Famiglia. A questo proposito, a domanda specifica, il sindaco si è limitato a dire: “Degli assenti non si parla”.

Leggi anche:  Anziano vaga senza meta, la Polizia locale lo riaccompagna a casa

“Al governo un centrosinistra civico”

“Il risultato elettorale che ci hanno restituito i cesanesi indica una via da percorrere molto chiara e che ho voluto rispettare – ha dichiarato il sindaco – la compagine amministrativa che governerà la nostra città nel prossimo quinquennio si caratterizza come centro sinistra civico con il Partito Democratico rafforzato rispetto alla Giunta ed al Consiglio Comunale precedenti e che dà valore a tutta la coalizione in quanto squadra. E’ un progetto risultato vincente e che assicura una visione politico-amministrativa aperta e lungimirante, dove le componenti civiche trovano la giusta collocazione e considerazione a garanzia della solidarietà nei confronti delle fasce più deboli, della necessità di sicurezza per un vivere tranquillo, della tutela e del rispetto dell’ambiente accanto alle necessità strutturali di un mondo del lavoro e della produzione che cerca percorsi di ripresa e miglioramento. Il nostro impegno, ed è questo uno degli obiettivi cardine del mio mandato –  ha dichiarato Longhin – è quello di realizzare quella sintesi decisionale che possa coniugare aspettative ed esigenze differenti, riferite sia alla contingenza del vivere quotidiano che alla proiezione al domani, affinché Cesano, insieme ai suoi cittadini possa migliorare e crescere ancora”.