Dopo Genova  la Lega bergamasca propone di istituire un “libretto” per ogni ponte e viadotto, in modo da tenere traccia degli interventi e fare  il “tagliando” all’opera ogni cinque anni. Un  database per tenere traccia degli interventi di manutenzione di ogni struttura sul territorio nazionale, ovviando ai problemi legati ai cambi di competenza e di gestione.

Un libretto delle infrastrutture

E’ questa  la proposta di legge avanzata in queste ore dai parlamentari bergamaschi Daniele Belotti e Simona Pergreffi, membro quest’ultima della Commissione Infrastrutture in Senato, dopo il crollo del ponte Morandi di Genova, martedì.

Il tagliando ai ponti e ai viadotti

“I recenti crolli di ponti e viadotti hanno posto la drammatica e urgente necessità di un rigoroso piano di manutenzione delle infrastrutture viarie del Paese – spiegano i parlamentari Belotti e Pergreffi – Vista la carenza di risorse finanziarie è fondamentale organizzare al meglio gli interventi di manutenzione al fine di migliorare l’’efficienza ed evitare sprechi. Ecco perché è necessario programmare un piano di manutenzione di tutte le infrastrutture viarie del Paese” .

La proposta di legge al rientro dalle ferie

Il testo della proposta di legge: IN ANTEPRIMA SU GIORNALEDITREVIGLIO.IT