Elezioni Seregno 2018, Salvatore Casto ritira la candidatura a sindaco.

Elezioni Seregno 2018, Salvatore Casto si ritira

Nuovo colpo di scena nella campagna elettorale di Seregno. Per motivi di salute Salvatore Casto ritira la candidatura a sindaco per la lista civica “La Torre del Barbarossa”. La decisione ufficiale poche ore fa. Lui stesso, pochi giorni prima sul profilo Facebook, aveva annunciato di soffrire di problemi cardiologici. Nelle ultime visite specialistiche i medici hanno consigliato a Salvatore Casto un periodo di riposo, incompatibile con l’intensa campagna elettorale delle prossime settimane in vista del voto del 10 giugno.

Era già pronta la lista dei candidati consiglieri

La rinuncia di Salvatore Casto giunge quando era già pronta la lista elettorale dei candidati consiglieri per “La Torre del Barbarossa”. Erano già previste anche diverse iniziative di propaganda nei quartieri, ma le condizioni di salute di Salvatore Casto – ex di Fratelli d’Italia e Azione Nazionale – non hanno permesso di proseguire l’attività politica. Tutti i militanti, in una riunione di lunedì sera, hanno condiviso la decisione di rinunciare alle elezioni comunali senza il leader.

Leggi anche:  A Seregno il congedo del commissario straordinario, l'intervista VIDEO

Prima di Casto, il forfait di Luca Truccolo del M5S

Prima di Salvatore Casto, un altro candidato sindaco si era escluso dalla competizione elettorale del 10 giugno prossimo: Luca Truccolo del Movimento 5 Stelle a causa della mancata certificazione della lista elettorale da parte del Movimento stesso. In un primo momento sembrava che Luca Truccolo passasse alla lista civica Ripartiamo Insieme, poi l’ipotesi è tramontata ma due attivisti del movimento sono entrati nella lista civica come candidati.

Scendono a sei gli aspiranti alla poltrona di Palazzo Landriani

Con le ultime defezioni scendono a sei gli aspiranti primi cittadini nella contesa elettorale. Ilaria Cerqua (Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia), Alberto Rossi (Partito Democratico, Scelgo Seregno, Cambia Seregno), Carlo Mariani (Ripartiamo Insieme), Tiziano Mariani (Noi per Seregno), Francesco Formenti (Lombardia Indipendente) e Simone Crinò (Per un’altra Seregno a sinistra).