Erba alta, prati e aiuole incolte e manutenzione pressochè assente. Il Centrodestra di Vedano al Lambro, coordinato dal capogruppo in Consiglio comunale Marco Merlini, punta il dito contro la mancanza di cura delle aree verdi, parchi e giardini del paese.

Erba alta: “Ora basta”

Il gruppo consiliare di “Noi per Vedano”, composto da Fratelli d’Italia, Lega, Forza Italia e Progetto Vedano, ha deciso di alzare i riflettori sull’attuale gestione del verde pubblico in paese.

E’ sotto gli occhi di tutti come la manutenzione, in particolare quest’anno, sia assente e carente un po’ ovunque – ha spiegato invece il collega di Noi per Vedano, Matteo Medici – Non è accettabile che le nostre aree verdi e aiuole siano conciate così, serve più attenzione e maggiore cura.

Il gruppo consiliare, infatti, si è fatto portavoce di una serie di episodi che hanno coinvolto l’aiuola che corre lungo viale Europa in direzione del santuario della Madonna della Misericordia e del confine con Lissone.

Abbiamo raccolto le segnalazioni di alcuni cittadini che ci hanno evidenziato questo genere di problematiche – ha continuato Medici – La manutenzione fa acqua da tutte le parti.

Nel mirino anche le strade

Ma sotto la lente di ingrandimento dell’opposizione ci è finita anche la gestione del calendario delle asfaltature delle strade del paese.

Avevano annunciato il rifacimento di alcune strade, come ad esempio via Grandi (di cui parliamo nella notizia successiva, Ndr), e ora scoprono che ci sarebbero stati i lavori per il teleriscaldamento? – ha chiesto Matteo Medici – Sono tutti specchietti per le allodole, come quelli degli interventi sulla pista di atletica, dello stadio o il polo culturale; l’importante era riempire il piano delle opere pubbliche che noi non abbiamo votato, astenendoci.

Ma l’attenzione, ora, è tutta puntata su come verrà impostato l’ultimo anno prima dell’inizio della campagna elettorale per le Amministrative del 2021.

E’ scontato che poi già dai prossimi mesi si comincerà a pensare al voto – ha concluso Medici – Inizieranno le solite promesse delle grandi opere, promesse che ormai il Centrosinistra ci propina da 25 anni.

La notizia sul Giornale di Monza in edicola e sull'edizione digitale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA