Fabrizio Sala in missione istituzionale  in Polonia. Il vicepresidente di Regione Lombardia oggi ha partecipato  all’evento dedicato alla sottoscrizione della Dichiarazione di Varsavia per la creazione della European Clusters Alliance.

Fabrizio Sala in missione in Polonia

Primo giorno di lavori per il vicepresidente di Regione Lombardia Fabrizio Sala in missione istituzionale in Polonia che questa mattina ha partecipato all’evento dedicato alla sottoscrizione della Dichiarazione di Varsavia per la creazione della European Clusters Alliance.

“La collaborazione fra le Regioni d’Europa – ha detto il vicepresidente Fabrizio Sala intervenendo al Regional and Economic Diplomacy Summit 2019 – è di fondamentale importanza per la crescita dei singoli territori e per lo sviluppo delle imprese che possono aprire i loro mercati nei paesi europei più strategici per i loro settori” .

Al momento di approfondimento sono intervenuti il Ministro dell’Impresa e della Tecnologia, Jadwiga Emilewicz e il Vice Segretario Generale dell’Oecd-Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, Ludger Schuknecht.

Lombardia punto di riferimento

Il vicepresidente di Regione Lombardia Fabrizio Sala oggi in Polonia

“La Lombardia spende il 114 per cento dei fondi europei e vogliamo continuare a essere un punto di riferimento per le Regioni europee grazie alla nostra solida economia e alla capacità delle nostre imprese di restare competitive sui mercati nonostante le difficoltà economiche esistenti”  ha aggiunto Fabrizio Sala che si e’ poi soffermato sulla necessita’ di fare sistema tra Regioni e macro Regioni.

Leggi anche:  Di Maio contro i negozi aperti 7 giorni su 7

“La Lombardia – ha proseguito Fabrizio Sala – ha 10 milioni di abitanti e 820 mila imprese e investiamo il 3% del Pil in Ricerca e innovazione. Vogliamo che il nostro esempio come modello di crescita e sviluppo venga esteso all’intero sistema paese perché spesso le Regioni riescono a superare in competitività interi paesi”.

“Siamo una delle aree più specializzate in Europa per i prodotti tecnologicamente avanzati. Ci sono 68 mila addetti che lavorano nel settore manifatturiero ad alta tecnologia, rendendo la Lombardia la quinta Regione d’Europa a questo riguardo” ha concluso il vicepresidente di Regione Lombardia.

TORNA ALLA HOME