Dopo Giussano, Forza Italia resta fuori anche dalla Giunta di Briosco. Il nuovo sindaco Antonio Verbicaro ha nominato l’Esecutivo. Tra gli assessori non c’è Daniela Mattioli, unica rappresentate del partito di Silvio Berlusconi in Consiglio comunale e terza più votata della lista di centrodestra.

Forza Italia “silurata”

Ecco i componenti della Giunta:

  • ANNAMARIA MAMBRETTI delegata a Servizi sociali, Politiche per la famiglia, Pari opportunità. E’ lei il vicesindaco
  • MASSIMILIANO BELLO delegato a Bilancio, Tributi, Politiche per lo sviluppo economico e per il lavoro, Lavori pubblici
  • ANTONELLA CASATI delegata a Pubblica istruzione, Politiche giovanili, Cultura e Turismo
  • GIUSEPPE REDAELLI delegato a Piano di gestione arredo urbano, Viabilità e Pubblica illuminazione, Trasporti in genere, servizi cimiteriali.

Manca quindi il nome della forzista Mattioli.

Un incarico per tutti i consiglieri

Alla lista dei quattro assessori si aggiunge quella di tre consiglieri “delegati”, corrispondenti alla parte di maggioranza eletta rimasta fuori dalla Giunta. A loro, come sottolineato dal decreto del sindaco, spetta il compito di collaborare con il primo cittadino nell’esame e nello studio di argomenti e problemi specifici. Senza, però, alcun potere decisionale diverso rispetto a quello che deriva dallo status di consigliere. Nessun compenso o rimborso spese è inoltre a loro dovuto. Ecco chi sono:

  • ENZO FORMENTI:  Commercio, Industria, Ecologia e Ambiente
  • ROSANGELA VIGANO’: Biblioteca, Servizi per l’infanzia, Mense scolastiche, Rapporti con le università
  • MARCO BERETTA: Sport e gestione eventi, Gestione rapporti con  l’associazionismo sportivo
Leggi anche:  Disservizi nel trasporto ferroviario, i sindaci alzano la voce

Manca dall’elenco Daniela Mattioli. Antonio Verbicaro le aveva conferito l’incarico ai rapporti con le associazioni ed il volontariato, ai Trasporti di carattere sociale, ma la forzista, nella giornata di mercoledì, ha protocollato in Municipio la sua rinuncia a ogni delega.

In arrivo anche il presidente del Consiglio comunale

In occasione della prima seduta del Consiglio comunale, fissata per lunedì 10 giugno, sarà inoltre eletto il Presidente del Consiglio comunale