Ci ha pensato il circolo di Fratelli d’Italia a riportare Gesù bambino, dopo il tragico furto della notte tra il 30 e il 31 dicembre scorsi, nella mangiatoia del presepe allestito davanti alla Prepositurale dei Santi Pietro e Paolo di Lissone.

Fratelli d’Italia ha riportato il bambinello

In città questa mattina è venuta direttamente Paola Frassinetti, deputata di Fratelli d’Italia eletta nel collegio Lissone-Seregno, per portare la solidarietà alla comunità e al Circolo Don Bernasconi.

Il furto del Gesù bambino dal presepe all’aperto nella chiesa di Lissone ad opera di un gruppo di ragazzini è un gesto grave che deve preoccupare e far riflettere: continuando a mettere in discussione il presepe, anche nel mondo della scuola, può portare a risultati devastanti. Bisognerebbe invece insegnare ai ragazzi l’educazione al rispetto verso il presepe, simbolo sacro della nostra religione.

Ha spiegato Frassinetti, che è anche vicepresidente della Commissione Istruzione alla Camera dei deputati, che si è recata di persona in piazza Giovanni XXIII insieme ai vertici locali del partito di Giorgia Meloni.

Stamane abbiamo riportato l’immagine di Gesù bambino nella mangiatoia del bellissimo presepe del Circolo Culturale Don Bernasconi per rispetto dei tanti lissonesi che già ieri passando per piazza Giovanni XXIII portavano i propri figli a vedere il bambinello.

Ha spiegato Rosario Mancino, coordinatore provinciale del movimento. Sulla stessa linea anche Giovanni Camarda, presidente del circolo lissonese.

Chiedo al sindaco Concetta Monguzzi di intervenire per donare al presepe come Comune a nome di tutti i lissonesi la statua di Gesù bambino.

Beccato l’autore

L’autore del furto è stato poi rintracciato e identificato dai Carabinieri di Lissone. Il ragazzo, un operaio 19enne residente in città, è stato denunciato per furto aggravato e per vilipendio nei confronti di una fede religiosa.

La notizia sul Giornale di Monza in edicola martedì 8 gennaio 2019.

© RIPRODUZIONE RISERVATA