Sala affollata, un pizzico di emozione per le tante “matricole” e lunghi applausi ad accogliere il giuramento del nuovo sindaco di Carate.

La seduta di insediamento

Ieri sera martedì 10 luglio si è insediato ufficialmente il Consiglio comunale rinnovato con le elezioni del 10 e del 24 giugno, con la prima seduta dedicata – come sempre – ai vari passaggi per rendere pienamente operative l’amministrazione comunale, l’assemblea cittadina e le commissioni. Il più sentito è stato il giuramento sulla Costituzione del nuovo primo cittadino, con la formula di rito cui Luca Veggian ha anticipato un breve saluto all’assemblea e ai caratesi.

“Ringrazio tutti per l’impegno, candidati, consiglieri, tutti quanti hanno partecipato. Sentiamo la responsabilità importante di amministrare questa città e siamo convinti di mettere tutto l’impegno per farlo al meglio”, ha detto il nuovo sindaco.

La nuova Giunta

Luca Veggian ha presentato poi la squadra di Giunta: il lumbard Giovanni Fumagalli vicesindaco con deleghe a polizia locale e amministrativa, sicurezza, affari generali, servizi demografici, grandi eventi, identità e culture locali.  Alessandro Terraneo (Lega) assessore a lavori pubblici, trasporti pubblici, viabilità, frazioni (nuova delega) e Protezione civile. Eleonora Frigerio (bilancio e programmazione, tributi, economato, ambiente, commercio, attività produttive, sport, associazioni sportive e personale) e Ian Farina (di Forza Italia) che seguirà istruzione, cultura, famiglia e associazioni culturali e Cristina Camesasca (lista civica Siamo Carate) ai servizi sociali.  A presiedere la seduta in qualità di consigliere anziano è stata Anna Lisa Novati del Partito democratico: poi l’Aula ha eletto – ma solo alla seconda votazione – il nuovo presidente del consiglio comunale Maurizio Schena (Lega).

Leggi anche:  Villasanta, le "previsioni" della Lega per le elezioni amministrative

In minoranza due ex sindaci: Francesco Paoletti (Pd) e Marco Pipino (liste civiche). Tante come detto le “matricole” soprattutto nelle file della Lega.