Il tour di Pisapia in Brianza partito  da Vimercate nella mattinata di oggi, sabato 11 maggio, è passato per Monza e poi ha raggiunto Desio,  e si concluderà  in serata a Lentate sul Seveso.

Il tour di Pisapia in Brianza

Il tour di Giuliano Pisapia, ex sindaco di Milano e capolista Pd nella circoscrizione Nord-Ovest,   ha toccato oggi Monza e la Brianza. L’ex sindaco di Milano è stato prima a  Vimercate, in piazza Unità d’Italia, poi a Monza, in viale Lombardia, quindi a Nova Milanese, Desio e Meda. La visita si concluderà poi a Cesano e Lentate.

A Vimercate c’era anche il senatore Rampi

Meno Salvini, più Europa. Così può essere riassunto l’intervento fatto questa mattina a Vimercate da Giuliano Pisapia. L’ex sindaco della città metropolitana di Milano ha fatto tappa in città nel tour elettorale in vista delle elezioni Europee del 26 maggio. Pisapia è capolista di Pd, Pse e Siamo Europei nella Circoscrizione 1 – Nord-Ovest. Ad accoglierlo e ad accompagnarlo per una passeggiata per il centro diversi militanti, la segretaria del Pd Francesca Crippa e il senatore Roberto Rampi.

“La sfida dell’Europa è un’occasione importante per il centrosinistra, per ritrovare l’unità e incominciare un nuovo percorso – ha detto – L’Itali ha bisogno di più Europa. Bisogna smascherare le balle di Salvini. Senza Europa non abbiamo futuro. Non possiamo affrontare da soli temi come l’ambiente, il lavoro, i diritti umani, l’immigrazione e la solidarietà”.

A Monza ha parlato di ambiente, immigrazione e lavoro

A Monza l’ex sindaco di Milano ha fatto il punto sui temi chiavi della sua corsa alle Europee: ambiente, immigrazione, lavoro. “Conosco bene il vostro territorio, ero in Parlamento quando si è costituita questa Provincia – ha detto – Dobbiamo impegnarci assieme per superare le difficoltà con la consapevolezza che l’Italia è il paese più bello del mondo. Corro per un’Europa più giusta, più concreta e più vicina ai cittadini”.

Leggi anche:  Al via un bando da 6 milioni di euro per le nostre foreste | Il governatore risponde

Tra i punti fermi del programma anche la risoluzione di alcuni problemi come quello dei paradisi fiscali. Tre invece le parole chiave: “Unità della sinistra (perché insieme si vince), verità sull’Europa e credibilità”. Su quest’ultimo punto, secondo i democratici, fa tanto anche la rosa dei nomi proposti. Aggiunge Matteo Raimondi, segretario cittadino del Pd: “In lista ci sono anche persone impegnate nel sociale, nell’antimafia come Franco Roberti e Pietro Bartolo, con un punto fermo sulla parità di genere e sul ricambio generazionale”.

La tappa a Desio

A Desio Pisapia si è fermato per una mezz’ora con i simpatizzanti e militanti del Partito democratico. Ad accoglierlo, tra gli altri, il sindaco Roberto Corti e il segretario cittadino dei democratici Angelo Paola, il quale ha invitato tutti a “scendere in campo contro l’indifferenza, per i diritti, l’ambiente, la lotta alle disuguaglianze”.

Pisapia nel suo breve discorso ha trattato diversi temi, dalla questione fiscale al ruolo delle città nel progetto di integrazione europea.  Ha quindi ricordato alcuni nomi di importanti personalità che hanno aderito alla squadra, come il medico di Lampedusa Pietro Bartolo e il magistrato Franco Roberti.

A Meda col segretario del Partito democratico

Giuliano Pisapia in Medateca con il segretario del Pd di Meda Massimo Nava