Lavoro, sanità, ambiente e lotta alla criminalità: le proposte di Articolo Uno – Mpd

Presentata l’agenda politica

Sabato 7 ottobre, nella sede della Camera del Lavoro di Monza e Brianza, si è svolta l’Assemblea programmatica di Articolo Uno–MDP provinciale imperniata sui temi del lavoro, della sanità, dell’ambiente e della lotta alla criminalità. Sono stati presentati i lavori dei 4 gruppi tematici che hanno lavorato nei mesi scorsi per focalizzare problemi e formulare proposte concrete per superarli.

I protagonisti

Al confronto pubblico hanno partecipato, oltre agli iscritti al movimento, la cittadinanza e diverse personalità della società civile e del sindacato. Infatti, hanno dato il proprio contributo tematico Walter Pavarini e Simone Pulici della Segreteria della Cgil di Monza, Stefano Binda della CNA Lombardia, Alberto Colombo di Insieme in rete per uno sviluppo sostenibile e Andrea Ferrarini collaboratore di Anci Lombardia ed esperto di anticorruzione ed etica pubblica. Per Articolo Uno, invece, hanno portato il proprio contributo il coordinatore provinciale Giorgio Garofalo, Federica Trevisanello del gruppo “Lavoro ed Economia”, Alfredo Somoza del gruppo “Territorio”, Simonetta Dassi del gruppo “Sanità” e Lucrezia Ricchiuti, senatrice e coordinatrice per MDP del gruppo “Legalità”.

Leggi anche:  Crisi Whirlpool, lo stabilimento di Napoli chiude. "Porte aperte in Lombardia e a Varese"

“Osservatori permanenti”

Nelle conclusioni, Onorio Rosati, consigliere regionale lombardo del movimento, ha sottolineato l’importanza di questo momento di riflessione e proposta, il primo promosso a livello regionale da Articolo Uno, sottolineando l’urgenza di definire un programma partecipato, ascoltando i territori, che permetta di individuare le linee guida per una proposta di discontinuità con la giunta Maroni da sottoporre ai cittadini nelle prossime elezioni regionali. Nella sua introduzione, invece, Giorgio Garofalo, coordinatore del movimento a livello provinciale, ha anticipato che sui temi prioritari per la nostra provincia l’impegno di Articolo Uno non si esaurirà con le tornate elettorali, ma che ogni gruppo di lavoro diventerà un osservatorio permanente con il compito di fare da sintesi tra le aspettative dei cittadini, il contributo della società civile organizzata e la politica.