Maggioranza spaccata a Usmate, il commento dell’opposizione in Consiglio: “La farsa della Sinistra, ci risiamo con la solita pagliacciata”.

Maggioranza spaccata a Usmate

Tutto è partito giovedì quando i tre consiglieri di maggioranza Valeriano Riva, Ivana Mongelli e Alessio Penati hanno protocollato la lettera in comune con l’annuncio dell’uscita dalla maggioranza e la rinuncia alle deleghe. Tra le accuse principali al sindaco Marilena Riva e alla maggioranza la poca considerazione. I tre consiglieri si sono sentiti di serie B rispetto ai loro colleghi della maggioranza. Annunciata anche la nascita della nuova lista “Per vivere Usmate Velate”. Il sindaco mantiene comunque la maggioranza con un voto di differenze rispetto alle opposizioni e ai tre consiglieri fuoriusciti.

La replica dell’opposizione

Durissima la replica dl gruppo consigliare della Lega di Usmate. Riceviamo e pubblichiamo per intero il comunicato scritto in merito alla vicenda di questi giorni.

“Le prossime elezioni amministrative si avvicinano e nella maggioranza iniziano le danze per definire nuove e vecchie ‘cadreghe’
La lista civica “Per Vivere Usmate Velate” confluita nell’altra lista civica “Per Usmate Velate Marilena Sindaco”, dopo 4 anni di amministrazione dove ha votato tutte le nefandezze e scelleratezze possibili, si accorge, all’improvviso, dell’esistenza di “incomprensioni e contrasti, a volte profondi, di posizioni a volte diametralmente opposte”. Dopo 4 anni di opposizione dove noi, gruppo consiliare Lega, denunciavamo ogni loro errore evidenziando fin da subito una differenza abissale di vedute, “un noi e un loro”, fatto di sostanza oltre che di posizione in Consiglio Comunale.
FOLGORATI SULLA VIA DI DAMASCO???
Tra i primi punti di ‘rottura’ i tre ‘fuoriusciti’ dichiarano che le proposte portate in Consiglio venivano “definite su tavoli molto più ristretti e quasi mai condivise” MA SEMPRE VOTATE!!! E rincarano la dose aggiungendo che “la totalità dei consiglieri è stata informata degli argomenti solo pochi giorni prima dei Consigli comunali, quando non era più possibile approfondire le motivazioni delle scelte stesse e, soprattutto, apportare eventuali modifiche migliorative alle delibere previste”.
PAROLE RUBATE ALLE OPPOSIZIONI!!!
Infatti, negli ultimi 4 anni di opposizione in Consiglio Comunale il gruppo della Lega ha denunciato più volte questa situazione di svilimento dei poteri minando nel cuore il maggiore organo rappresentativo della cittadinanza, leso de facto dal comportamento antidemocratico della maggioranza, TUTTA!!!
NON VENGANO ORA A RICOSTRUIRSI LA VERGINITA’ PERSA IN 4 ANNI!!!​
Le presunte vittime dichiarano che “Le Commissioni consiliari permanenti sono state ridotte a semplici comunicazioni di decisioni già prese, svuotandole di ogni funzione”… come Alice nel paese delle Meraviglie scoprono solo ora che le commissioni, anche da loro presiedute (uno dei tre ‘folgorati’ è presidente della Commissione Affari Istituzionali) sono solo inutili formalità: meglio tardi che mai… se solo fossero in buona fede…
Tutta questa voglia di partecipazione e democraticità poteva essere espressa approvando la richiesta del gruppo Consigliare della Lega che intendeva istituire una commissione di indagine per studiare e comprendere le recenti vicende giudiziarie che hanno portato alla condanna del Comune a risarcire ben 780.000 euro alla società immobiliare A&B.
Quanti Consigli comunali faremo ora che la maggioranza è tale per un solo voto? Ci allineeremo alla frequenza delle Commissioni? Cioè zero!?
I ‘pentiti’ denunciano poi che molte scelte approvate dalla maggioranza sono state pure operazioni “di facciata” per ottenere visibilità: ALTRE PAROLE RUBATE ALLE OPPOSIZIONI!!!
Inoltre, i ‘rinsaviti’ dichiarano che “La salvaguardia del territorio in questi quattro anni non è stata presa in considerazione. Si è tentato di concedere la cementificazione di alcune zone del nostro territorio con il solo obiettivo di ottenere grosse entrate economiche” e che, da buoni ecologisti “grazie all’opposizione di alcuni consiglieri” loro tre fuoriusciti (?) “si è riusciti a bloccare lo scempio del territorio”… TROPPO TARDI, GIA’ FATTO!!!
Sarebbe opportuno scoprire, oltre che dalle velate insinuazioni in questo comunicato, quale lavoro “proposto nuovamente” dalla cattiva maggioranza (ma già “bocciato dall’amministrazione precedente”) sarebbero riusciti a bloccare.
Durante i Consigli Comunali non hanno mai aperto bocca e si sono sempre allineati a quella maggioranza che ora denigrano, a parole!
La vera opposizione alla continua svendita e cementificazione del territorio, di cui si lamentano sulla carta, appartiene esclusivamente al gruppo consigliare della Lega, che sempre si è opposto a tutte le operazioni speculative che sono state votate e condivise anche dalla lista civica “Per Vivere Usmate Velate”, ora riesumata.
Questa lista nei fatti mantiene in vita la maggioranza che adesso ripudiano. Infatti, il gruppo “Per Vivere Usmate Velate” è composto da quattro persone ma quelle che hanno avuto il ‘coraggio’ di rimettere le deleghe sono solo tre, semplici consiglieri.
La quarta, Assessore ai Servizi Sociali, condivide le parole dei colleghi di lista civica?
Se le condivide perché non rimette anch’essa le proprie deleghe?
Preferisce forse tenere in ostaggio, con il proprio voto, il Sindaco e l’intero paese?
Sé e vero che tanto hanno dovuto subire, questa era la volta di chiudere l’esperienza di governo e ritornare al voto. Invece no! rimangono in maggioranza con un elemento che la determina, nei fatti senza danno procurare all’amministrazione.
Non un minimo accenno della spaccatura all’interno del Gruppo. Una spiegazione, se non altro per chi gli ha dato fiducia. Come non pensare che questo atto sia solo una tattica per alzare l’asticella delle loro richieste in vista di una rinnovata alleanza per le prossime imminenti elezioni comunali?
Nel redigere questo loro comunicato di commiato i tre ‘folgorati’ hanno vergognosamente scopiazzato le dichiarazioni degli ultimi 4 anni del capogruppo di opposizione della Lega in Consiglio comunale, rendendosi oltre che ridicoli ASSOLUTAMENTE NON CREDIBILI!!!
Non vengano ora a fare le vittime quando hanno avuto tutte le opportunità per lavorare e collaborare anche con le opposizioni che hanno sempre ignorato… le loro deleghe e presunti progetti non sono stati discussi e attuati non per l’ostilità della maggioranza ma per la loro incapacità, incompetenza e inettitudine. Infatti, sono state le opposizioni a mettere in luce i molti casi di mala gestione, inefficienza e abbandono del territorio mentre queste ‘anime belle’ negli ultimi 4 anni o ‘dormivano’ sui banchi o restavano a casa.
La suddetta lista civica, oltre che a ridiscutere il proprio peso politico, sta forse abbandonando la nave che affonda anche per le recenti vicende giudiziarie che hanno visto il Comune di Usmate Velate condannato, in primo grado, a risarcire 780.000 euro alla società immobiliare fallita A&B e dell’arresto dell’avvocato incaricato di difendere il Comune?”.