Rubrica “Il governatore risponde”: per inviare le vostre domande al governatore Attilio Fontana scrivete a ilgovernatorerisponde@netweek.it

Le domande di questa settimana: quando arriverà la metropolitana a Vimercate?

Da anni il Vimercatese attende un prolungamento della Metropolitana da Cologno Nord a Vimercate, tratto che includerebbe anche Carugate e Agrate Brianza, che di fatto alleggerirebbe di molto il traffico sulla Tangenziale est e di conseguenza il relativo inquinamento… Sono stati fatti innumerevoli studi di fattibilità, ma poi non c’è stato seguito a nessuno di questi. Lei pensa che in un futuro prossimo si possa sperare in qualcosa di più concreto?

Giovanni

Il governatore risponde

L’ipotesi di prolungamento della metropolitana fino a Vimercate è una questione che purtroppo ha subito svariati intoppi nel corso degli anni: per esempio nel 2010 la Corte dei Conti ha bocciato la delibera del Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica, ndr), bloccando di fatto il progetto sul quale Regione Lombardia si era espressa favorevolmente un anno prima. La nostra volontà in merito non è mai stata in discussione, come abbiamo confermato nel 2016 all’interno del Programma regionale mobilità e trasporti. Nel dicembre 2017 abbiamo sottoscritto un accordo con il Comune di Milano, nel quale la Regione si impegna a cofinanziare un nuovo progetto di fattibilità, comprensivo anche di ipotesi alternative alla metropolitana in grado comunque di soddisfare la domanda di un collegamento più rapido e funzionale tra il capoluogo lombardo e i Comuni interessati. In questo accordo, che contempla diversi progetti, la Regione si è impegnata finanziariamente per un importo complessivo di 330mila euro per il triennio 2017/2019. Entro la fine di settembre dovrebbe essere completato lo studio di fattibilità, potendo poi ragionare anche su ulteriori eventuali stanziamenti da parte della Regione, ma per procedere e definire le tempistiche occorre la compartecipazione anche finanziaria di tutti i soggetti coinvolti, a cominciare dal governo nazionale che è certamente sensibile al tema della mobilità sostenibile. Contiamo pertanto di riuscire ad imprimere nei prossimi mesi la svolta definitiva rispetto a quest’opera, o a una soluzione alternativa ma altrettanto efficace, che il territorio aspetta da troppo tempo.