Seveso Futura diventa Associazione politica. E lo fa con un’Assemblea Costituente aperta al pubblico: lunedì 17 dicembre 2018 alle 21 presso “Gelati di Anna”, nella saletta al primo piano di Corso Marconi 11.

Seveso Futura diventa Associazione politica

È la tappa fondamentale e conseguente – fanno sapere dall’Associazione – all’impegno che un gruppo di cittadini ha deciso di metterci da oltre un anno. Un lungo percorso fatto di riunioni ed eventi pubblici, volantinaggi al mercato e invito al confronto. Esordio nel 2017, poi la pubblicazione del manifesto e la sottoscrizione di alcuni punti programmatici: sì ai sottopassi, no a Pedemontana, ampliare il Bosco delle Querce e più attenzione alle periferie, non solo urbanistiche ma anche sociali.
Successivamente fu la volta di un questionario sulla partecipazione dal titolo “La libertà non è star sopra un albero”. Infine, venne aperta la “fase costituente”: un percorso a tappe che ha permesso a Seveso Futura di coinvolgere associazioni, esperti e cittadinanza sui temi della marginalità, con l’evento “Periferie al centro”, di Pedemontana e del rischio diossina, con l’omonima iniziativa, e del volontariato grazie all’evento pubblico denominato “Il valore dell’impegno civico”.

“Abbiamo ben chiari i nostri valori”

“Oggi è arrivato il momento di spiegare le vele e di prendere il largo”, affermano i membri dell’Associazione politica. “Siamo indipendenti dai partiti politici – spiegano – ma nel contempo abbiamo ben chiari i nostri valori”.

Leggi anche:  Chiusa la stazione di Ceriano, il sindaco: "Arriveranno orde di tossici"

Lunedì 17 dicembre 2018 i soci fondatori comunicheranno gli obiettivi dell’associazione e presenteranno le scelte fatte in merito al Consiglio direttivo, la presidenza, la vicepresidenza e la tesoreria: tutte cariche provvisorie. Infatti, saranno i soci che decideranno di aderire nel corso del 2019 a scegliere gli organi associativi con metodo democratico.
L’Assemblea Costituente di lunedì 17, infatti, sarà anche l’occasione per aprire il tesseramento del 2019″.

“Abbiamo fatto un ordine di stampa di 250 tessere perché crediamo fortemente nel valore della partecipazione e siamo anche persone molto fiduciose”, fanno sapere i soci fondatori.