Sfida a tre per il nuovo Consiglio provinciale targato Monza e Brianza. Il voto è in programma domenica 17 marzo dalle 8 alle 20.

Sfida a tre per il nuovo Consiglio provinciale

Sarà sfida a tre per il rinnovo del Consiglio provinciale di Monza e della Brianza. Nulla di nuovo, insomma, rispetto alle elezioni dell’8 gennaio di 2 anni fa.  Le tre formazioni che si presentano ai nastri di partenza sono sempre le stesse del 2017.  Paolo Piffer, consigliere comunale di Monza che voleva proporre una formazione civica evidentemente non è riuscito nel suo intento.

Sindaci e consiglieri della provincia di Monza e Brianza andranno al voto il 17 marzo prossimo; le liste sono state presentate tra domenica e lunedì. Il centrosinistra si è presentato compatto con la formazione che ha il nome di «Brianzaretecomune». A guidare la lista il sindaco di Lissone Concettina Monguzzi.  In corsa c’è poi la lista targata Lega, il cui nome completo è: «Lega Monza e Brianza – identità – autonomia- sovranismo». A guidarla il desiano, nonché commissario provinciale della Lega, Andrea Villa. La terza lista, «Insieme per la Brianza», è promossa dal centrodestra e ha come capolista il sindaco di Concorezzo Riccardo Borgonovo.

Leggi anche:  Anche la Brianza ha il suo sindacato di polizia

Questi i candidati in corsa

Lega: Villa Andrea, Meroni Fabio, Baragetti Davide, Beretta Nadia, Capra Laura, Ratti Matteo, Romanò Marina.

Insieme per la Brianza: Borgonovo Riccardo Mario, Usai Gabriel, Asnaghi Andrea, Assi Roberto, Bernini Alessandra, Biella Cristina, Della Bosca Laura Domenica, Di Bari Nunzio, Galimberti Greta, Mattioli Maria Daniela, Monguzzi Nicolas Pietro, Pozzi Sara, Quadri Fabio, Rebosio Claudio e Santese Vito Michele.

Brianzaretecomune: Monguzzi Concettina, Cazzaniga Sergio Gianni, Corti Roberto, Amodio Giovanna Maria, Cappelletti Marco Antonio Luigi, Arnaboldi Rosanna, Dell’Oro Vera, Di Paolo Vincenzo Alessandro, Di Pietrantonio Giovanna, Longoni Egidio, Mauri Laura Irene, Monti Giorgio, Pagani Fabrizio, Radice Giuliana, Rossi Alberto, Sgura Simone.