Sicurezza in provincia di Monza e Brianza: sono già stati ispezionati 146 ponti, 36 di questi lungo la Milano Meda.

Sicurezza in provincia

Pochi giorni fa davamo notizia dei 200 mila euro stanziati dalla Regione per il monitoraggio e la messa in sicurezza dei ponti lungo la Milano-Meda,  130mila dei quali destinati alla Provincia di Monza e Brianza. Ebbene, quei fondi in pratica sono già stati spesi. Lo ha ricordato il presidente della Provincia Roberto Invernizzi all’Assemblea dei sindaci di martedì scorso.  Queste le sue parole: “I ponti di competenza provinciale sono stati tutti monitorati. Le risorse che sono state assegnate in questi giorni  dalla Regione Lombardia sono a parziale ritorno di quanto già speso per l’emergenza della Milano-Meda e non solo”.

La dichiarazione è stata fatta in occasione della presentazione della convenzione per affidare la cura dei ponti comunali alla Provincia (con adesione al servizio di Bridge management System), che ha già censito ed ispezionato 110 ponti provinciali oltre ai 36 della Milano-Meda. Tre i Comuni che hanno già deliberato l’adesione alla convenzione per un totale di 40 ponti da sottoporre a servizio. Si tratta dell’ultimo step di un progetto molto ampio che la Provincia ha presentato lo scorso gennaio, quando è partita la prima campagna di ispezione e monitoraggio sui 110 ponti che attraversano la rete stradale provinciale, un servizio appaltato per 96mila euro alla società “Akron” di Bovisio Masciago, in Raggruppamento temporaneo di impresa con “Ceas”.

Leggi anche:  Agevolazioni mensa negate agli stranieri: Comune di Lodi condannato

Il Bridge management system

“Il Bridge management system – ha sottolineato il presidente Invernizzi – è un progetto che abbiamo adottato in primis per avere chiara la situazione dei ponti della Milano-Meda dopo il passaggio di competenza dalla Provincia di Milano alla Provincia di MB. Questo primo lavoro di ispezione ci ha permesso di preparare un dossier completo che abbiamo girato a Regione Lombardia nel momento in cui ci preparavamo a passare la competenza della strada. Le cose – ha rimarcato sempre Invernizzi – sono poi andate diversamente e in attesa di conoscere il futuro dell’arteria, in relazione alla realizzazione di Pedemontana, la Provincia sta continuando a lavorare per la sicurezza della strada anche portando avanti il monitoraggio costante dei 36 ponti”.